giovedì 18 novembre 2010

Pesce Spada all'Arancia

Come nascono gli incontri? Cosa scatena un evento? Perché una giornata va in un modo piuttosto che in un altro?
Per me la vita è un continuo "sliding-doors" . Ricordate?
E aggiungo, ogni medaglia ha il suo rovescio, non tutti i mali vengono per nuocere, gallina vecchia fa buon brodo (no, questa non c'entra proprio niente!!!)

Qualche settimana fa un maledetto virus attacca il mio computer. Ora dopo ora vedevo svanire tutte le mie applicazioni....tutti i miei dati. La cosa, lo sapete, non è affatto piacevole....e non tanto per tutti i dati potenzialmente persi, visto che ho due hard disk esterni in cui ogni giorno riverso, anzi bekappo, due copie identiche dell'intero pc, quanto per l'idea di dover reinstallare tutto quanto!!!

Vabbe', cucinerò meno, non fotograferò per niente e in un paio di pomeriggi rimetto tutto a posto....
Madddechéeeeee!!!!! (Come si dice qui a Roma)
Il pc non ne voleva proprio sapere. Porca paletta!!! E mo che faccio?!?!?!
Vabbe, non mi rimane altro che chiedere un po' in giro, spargere la voce....qualcosa uscirà fuori.
Ahooo, tutti boni, tutti gentili, tutti disponibili...ma il pc non lo hanno smosso mica, eh?
Fai così, fai colà, cancella questo, formatta quello....sta di fatto che manco 3 round con il BIOS mi son bastati per farlo ripartire....eeeekkedè?!?!?!?

...poi, d'improvviso, mi son ricordato di un mio carissimo amico, uno di quelli che se l'asse della terra dovesse mettersi dritto, lui lo riporterebbe inclinato con la stessa serenità con cui noi ci sediamo a tavola...

Massi, so io
Si, lo vedo e lo sento
(ecco, già ho detto la prima stupidità: mi riconosceva dalla sola voce 35 anni fa quando i telefoni erano a manovella, figurati adesso con display fotografici e suonerie personalizzate)
Me devi da 'na mano. Me s'è mpallato er piccì
Ok, come sei messo stasera?
(Vedete gli amici? Intuiscono subito tutto al volo, senza bisogno di preamboli o giri di parole).
Massi, famo così: domani è sabbato (a roma con due bi, mi raccomando, altrimenti rischiate di bucare gli appuntamenti). Posso fare un salto da te senza che ti muovi?
Certo. Vieni quando vuoi. Lo sai, dalle 5 sono in piedi.
Guarda che io alle 6 potrei già stare da te.
Ok.
Ok. 
...Pie'?
...eh?
...ricordati di portare il piccì....che te conosco come sei fatto...
:)))

Arrivo da lui all'alba meno dieci, poggio il pc sulla sua scrivania, piena di altri pc.
Non so se è stata autosuggestione, ma mi è parso che i suoi picci si siano come allontanati dal mio, come se lo guardassero con sospetto, anzi proprio schifati....eeekkedè? Se parlano? Be', effettivamente si, se parlano!

Lui, il guru, apre il mio pc, lo accende, digita sopra parole incomprensibili, ed ecco che succede la magia....manco fosse Giucas Casella che te streccia le mani inchiodate sulla fronte!

Nel giro di 4 ore lo rimette in moto... ma quel che più conta è che in queste 4 ore siamo stati allegramente insieme a chiacchierare, a parlare, a ridere, come non mi capitava da tanti anni.

Vedete, forse si doveva piantare il mio pc per farmi riprendere un po' di contatti umani reali, fisici e, soprattutto, ritrovare l'infanzia, l'adolescenza, grazie alla compagnia di un amico.

Al momento dei saluti ho pensato tra me e me: "certo, manco un dolcetto ho avuto modo di portargli...sta cosa del pc mi ha fatto perdere il contatto con la cucina...ma diamine, il  prossimo sabato (una bi per voi tutti) sarà il suo compleanno!!!"

Massi?
Si?
Stavo pensando...vuoi festeggiare da me i tuoi 48?
...

Credo che per una frazione di secondo l'asse della Terra si sia davvero raddrizzato, ma poi subito dopo lui stesso lo ha rimesso inclinato, e mi ha guardato con i suoi occhi azzurri. Era palesemente un si di gioia!

Sai pure che pensavo? Ti ricordi quando da ragazzini ci cucinavamo da soli? Possiamo vederci di mattina, anche all'alba meno venti, e divertirci nella mia cucina. Gli altri li facciamo venire tutti a pranzo. Tu pensa ad un piatto che ti piacerebbe cucinare con me, al resto penso io.

Il piatto che Massi ha scelto è questo:

(Fare click sulla foto per ingrandirla)
Massi, oltre a smanettare sui pc e raddrizzare l'asse terrestre, sa fare veramente di tutto e in cucina non è da meno.

Ora, però, mi devi scrivere e descrivere la ricetta di tuo pugno, per tutti i miei lettori e anche perché voglio che queste due giornate vengano documentate.
OK! Sarà fatto :))

Direttamente scritto dalle sue manine, anzi, manone, ecco a voi il

Pesce Spada all'Arancia by Massi

Ingredienti per 4 persone (che mangiano):

1kg di pescespada tagliato a fette;
1 arancia di media taglia;
2 limoni;
3 foglie di salvia.

Dissanguare le fette di pescespada mettendole a scolare dopo averle leggermente salate da entrambi i lati.
Col magico zester (si chiama così?), zestare lo zesto di arancia e un limone ed unirli alle foglie di salvia tritate o pestate (meglio) e tenerle da parte per la fine della ricetta.
L'altro limone spremerlo e tenere il succo da parte.
Affettare l'arancia e un limone a fette sottili e disporle sul fondo di una padella alternandole fino a coprire tutta la superficie.
In questa fase non preoccuparsi dei semini, ci sarà più tardi l'opportunità di levarli.
Disporre le fette di pescespada nella padella che avete predisposto.


(Fare click sulla foto per ingrandirla)
Mettere un coperchio e far cuocere a fuoco basso per 10-15 minuti totali, considerando che la cottura varierà molto in funzione dello spessore delle fette e che il secondo lato cuocerà più in fretta (essendo quasi una cottura al vapore).
A cottura ultimata, levare le fette di pescespada e a fuoco alto smucinare (!?!) le fette di limone e di arancia con un mestolo in modo di ottenere una pappetta omogenea un po' collosa.

A questo punto, a fuoco spento, rimuovere tutti gli avanzi solidi e lasciate solo la pappetta a cui aggiungere la salsetta di salvia e zesto preparata precedentemente.
Spostatela sul bordo della padella nel cui centro verserete un po' di olio. # A fiamma alta scottate sui 2 lati le fette di pescespada per pochi secondi in modo da dorarle un pochino e contemporaneamente versate il succo di limone direttamente sulle fette.
Abbassate la fiamma e spalmate la salsetta che avevate messo sul bordo della padella su tutta la superficie del pesce spada strusciandocelo sopra da entrambi i lati.
Levare le fette e disporle sul piatto, alzare la fiamma, aggiungere poca acqua per sciogliere la parte di salsa rimasta nella padella, addensarla e versarla sopra le fette già disposte nel piatto. #

Le operazioni descritte tra ## devono essere rapidissime max 1, 1,5  minuti perchè il piatto si raffredda rapidamente.

Mi sembra di non aver dimenticato nulla.
Questa cottura è anche adatta al petto di pollo e di tacchino.

Massi

Per la cronaca, gli altri piatti sono stati, nell'ordine:

Spaghetti Cacio e Pere (con l'aggiunta di Cannella)
Tonno alle Mandorle
Carciofi  alla Mizzi (ricetta segretissima della mamma di Massi)
Torta Saint Honoré
Come pane ho fatto il Pane di Hojaldre, ma non l'ho fotografato. Magari la prossima volta ;-)

Grazie, Massi. Siamo stati veramente bene.

Ciao a tutti e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

31 commenti:

  1. CIAO ZIO PIERO! il tuo pesce spada è adir poco invitante. e in generale tutto il tuo blog fa venir voglia di entrare nello schermo e provare un pochino di tutto.
    hai una seguitrice in più da stamattina!
    ciao!

    RispondiElimina
  2. FAi tantissimi auguri di buon compleanno passato a MAssimo....fagli anche un monumento per ul pc , ma soprattutto per questa ricetta!!!!Buona giornata, ciao Fla

    RispondiElimina
  3. Che bello Zio questo racconto! Il Pesce spada alla Massi è veramente squisito e non oso immaginare quanto v isiete divertti...è sempre un piacere cucinare del buon cibo insieme agli amici d'infanzia! :-)

    RispondiElimina
  4. a me ieri serviva una ricetta cosi! vabbè la farò la settimana prossima (io e il mio ragazzo abbiamo indetto 2 giorni a settimana all'insegna del pesce..una volta fresco e una congelato..) un gioco di parole: zeste, zestare ecc. ;)

    RispondiElimina
  5. Questo pesce spada mi piace! Ma di più "smucinare"... e non so come, ma rende perfettamente l'idea dell'operazione da fare :D
    baci

    RispondiElimina
  6. L'amicizia quella che non ha bisogno del rapporto continuativo per perdere di smalto...quella che si può anche non parlare tanto la mappa dei difetti altrui è nota ed anche abbondamente accettata con benevola rassegnazione...quella che viene fuori sul terreno dove si fermano i 'conoscenti' ed anche molto parentame...quella che una cucina riunisce in un paio di ore a discutere del più e del meno senza dover filtrare alcunchè...l'ho rivista qui agrumata per una giornata insieme da non dimenticare :)

    RispondiElimina
  7. @Burro e Miele: Grazie e Benvenuta!
    :))

    @EliFla: Riferirò. Anzi spero passi di qui quanto prima.
    ;-)

    @Claudia: :)))

    @Cleare: Vabbe, mica ieri era l'ultima cena?!?!?
    :))))
    /Fammi sapere poi se vi sarà piaciuto e, se puoi, evita il pesce congelato...ti prego...

    @Ginestra: ...vero, Massi usa spesso quel termine e rende sempre perfettamente l'idea!!!

    @Gamby: ...come sempre, cogli nel segno e raccogli l'essenza ;-)

    RispondiElimina
  8. Il tuo Massi e' proprio una forza della natura dalle manine sante!!! primo e' uno super smanettone di PC (e questo non guasta!) ma poi ha scelto una ricetta che meglio non poteva. Risponde proprio appieno ai miei gusti...pesce spada (il mio preferito) con l'accostamento degli agrumi (ne vado matta!)...FAVOLOSA!!!

    Certo che al pranzo non vi siete fatti mancare proprio niente ;)

    RispondiElimina
  9. la ricetta mi piace molto, l'abbinamento col pollo l'ho fatto subito mentre leggevo e secondo me anche col maiale (sarà che sono ancora stordita dalla maialata di ieri sera, ormai vedo maiali dappertutto!)!
    il limone e l'aracio che usi a fette sono quelli precedentemente zestati con lo zester?
    e poi senti.....ma....dovesse capitarmi una cosa come la tua Massi me lo presti?
    io non salvo niente, non ne capisco niente e in caso di infezione virulenta sarei sola e abbandonata!!

    RispondiElimina
  10. Ragazzi ma che pranzetto avete fatto!!!
    :)
    Questo pesce spada è davvero profumato e saporito..ottima anche l'aggiunta della salvia, mi fa impazzire assieme agli agrumi!
    Post davvero divertente, l'ho letto tutto d'un fiato con il sorriso sulle labbra!
    "Non tutti i mali vengono per nuocere" direi che ci calza a pennello!
    Ciao ciao ^^

    RispondiElimina
  11. mo, massi ce deve spiega' il verbo SMUCINARE..
    ;-)

    baci

    RispondiElimina
  12. a me, oltre la ricetta di MAssi, mi piace il "zestare lo zesto di arancia"
    :DDDDD cioppo beddo!!!

    RispondiElimina
  13. Tanti auguri a Massi e grazie mille della ricetta!!!
    Il pesce spada con l'arancia mi piace molto, e alla prossima tappa in pescheria mi sa che proverò subito questa ricettina!!

    RispondiElimina
  14. @elenuccia: ...e infatti "il ragazzo" ci capisce ;-)

    @dauly: ..e no, mo ci racconti tutto, altrimenti il mio Massi non te lo presto!!!
    :)))

    /si, il limone e l'aracio a fette sono quelli precedentemente zestati con lo zester :)

    @meggY: Si, direi che calza proprio a pennello!!!

    @Gaia: ahahahah, se vuoi te lo spiego io!!!
    :))))

    @cinzietta: Massi è troppo forte!!!
    Pensa era così anche nelle interrogazioni a scuola!!! :))

    @Tery: ..e poi tu li aromi li hai di gran qualità! ;-)

    RispondiElimina
  15. Ammazza quanto avete magnato :-))))

    RispondiElimina
  16. Questo si ce è un piatto che mi piace tantissimoooooooooo! Assolutamente da provare!

    RispondiElimina
  17. Ciao Zio Piè... prima di tutto tanti auguri a Massi per il suo 48° compleanno! E tanto di cappello a geni, come lui, che ti sistemano "er picci"! Poi complimenti per la scelta del piatto! Buonissimo è?!?! Un abbraccio...

    RispondiElimina
  18. P.S. - ah, beh... scusa il ritardo (per gli auguri s'intende, ma anche se in ritardo sono sempre graditi, come i complimenti!)

    RispondiElimina
  19. si vede che massi non si intende solo di pc ma ha anche buon gusto, non consocevo questo modo di preparare lo spada ma mi piace molto

    RispondiElimina
  20. @Arabaubau: ...nun te crede, sa? alla fine c'era lo spazio pure per una.... Mela!!!
    ahahahahahahah

    N.B. Ogni riferimento al contest e loghi vari è puramente casuale!

    @Ramona: Grazie. Se poi lo provi fammi sapere :))

    @Kiarina: Grazie. Spero che Massi riesca a passare per prendersi tutti gli auguri (anche se il suo compleanno ormai è bello che passato!)

    @Ghunter: Ciao!! E Bentornato. E' un po' che non ti vedevo da queste parti ;-)

    RispondiElimina
  21. ... come si dice da noi.... il tuo amico Massi CE LA SA!!! E ce la sa di pc (perchè tu non sei proprio un imbranato..!) e anche di cucina...!!! Attento zì che se Massi cucina tutte le sue ricette come questa qui... te rubba er postooo!!! :))
    Ciao zietto e visto che sicuramente leggerà (la curiosità non è vero che è femmina!!!)... Ciao Massi!
    :)

    RispondiElimina
  22. ricettuzza salvata...prova anche la regina del mare con l'arancia e salvia ;)
    racconto come al solito divertentissimo...e per fortuna anche io ho il mio Massi vicino vicino! :D

    RispondiElimina
  23. La ricetta è interessante ma ancora più bella è la storia di questa persona speciale: i parenti uno un po' se li trova ma gli amici se li sceglie...

    Oltre alla giornata a spignattare insieme Massi si meriterebbe un cesto delle tue delizie!

    RispondiElimina
  24. Leggere il tuo blog è veramente un piacere! gran bel pranzetto! ma quella cacio e pere con la cannella?? deve essere buonissima :)
    grazie della visita!
    Ciao Giulia

    RispondiElimina
  25. Ciao! Il tuo amico è veramente una perla rara: oltre ad averti sistemato il pc ti ha anche cuicnato una cenetta niente male!
    Questo pesce agli grumi ci piace parecchio, lo proviamo!
    baci baci

    RispondiElimina
  26. @Luna: Ce la sa, ce la sa!
    ...e leggerà, vedrai ;-)

    @Arabaubau: :))))

    @Giorgia: Grazie. Mi ha fatto piacere ti sia divertita. :))

    @Virò: Ormai con Massi ci conosciamo da più di 30 anni....mi fa effetto dirlo! GULP!

    P.S. Attinge, attinge alle mie delizie ;-)

    @Giulia: Ogni tanto vengo a sbirciarti, anche se non lascio sempre commenti ;-)

    @Manuela e Silvia: ...be', andiamoci piano. Il Saint Honoré e la Cacio e Pere li ho preparati io!!!
    Ora divento geloso!!! Ahahahaahah

    /Massi: ma hai visto che accoglienza?
    :)))

    RispondiElimina
  27. :-) sempre più hard rock... e sempre più simpatico e bravo a fotografare...
    io passo sempre da te.. un abbraccio zio..

    RispondiElimina
  28. Bel post!
    Auguri in ritardo a Massi!
    Un altro informatico che si diverte ai fornelli... ;-)

    RispondiElimina
  29. @Matteo: Un caro abbraccio anche a te. Prima o poi riusciremo a conoscerci di persona, che dici? ;-)

    @nico: Grazie! :)

    RispondiElimina
  30. Massi (Mammouth)23 novembre 2010 00:39

    Eccomi, scusate il ritardo...ma maldidenti bestiale finito con un'estrazione il venerdì, seguito da un blackout di internet nel week-end.
    Ringrazio tutti per gli auguri e i complimenti, ringrazio (zi)Piero e ringrazio anche i "mali che vengono per non nuocere", che ci hanno permesso di passare ancora qualche bel momento insieme.
    Ha ragione Gambetto, certe amicizie non cambiano con il tempo. Soprattutto quelle amicizie nate quando ancore non si è indossata la "maschera" da adulto. Le amicizie con quelle persone che ci hanno visto prima che costruissimo le nostre difese e che anzi ci hanno visto provare tante maschere ("Come mi sta il look alla Deniro?" -"Era meglio l'altra sera con il look alla Travolta e secondo me si 'becca' pure di più!" -"Ma non so ballare..."). Sono quelle persone che ci conoscono in tutta la nostra "miseria e nobiltà" e che accettano l'una e ammirano l'altra.
    Queste 2 belle giornate si aggiungono a tante altre passate insieme, ricordo in particolare il 23 marzo 1979 (la data l'ho presa qui http://www.imdb.it/title/tt0077416/) davanti al cinema Etoile, alle 2 del pomeriggio per essere sicuri che saremmo stati i primi per la prima de "Il cacciatore" e un'estate in sardegna che eravamo tutti talmente giù, che ci sembrò che la cosa migliore da fare fosse divertirsi. Ridemmo così tanto in quei giorni che alla fine dell'estate avevamo degli addominali da paura...
    (segue)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails