Corso Bologna 7-8 marzo

venerdì 22 ottobre 2010

Spaghetti Cacio e Pere

(Fare click sulla foto per ingrandirla)

Ci sono amori a prima vista anche con i piatti.

Ormai vedo centinaia di foto ogni giorno e leggo diverse ricette, ma è raro che mi soffermi su una descrizione di un piatto e nel giro di poche ore lo riproduco anche, considerato che la lista in attesa è sempre chilometrica.

E' successo con le Tortine del Gamby tempo fa, ricordate?

Ultimamente è successo anche con questa!

Letta, apprezzata, commentata, riprodotta.

Quando poi Saretta mi ha comunicato che ha anche vinto il concorso a cui ha partecipato, allora vi confesso che un pizzico di orgoglio me lo sono riconosciuto per aver individuato subito in questa ricetta originalità, creatività e gusto. Brava Saretta.

Che altro aggiungere di mio? Un modo diverso di presentarle? SI, questo si, senza nulla togliere all'idea di Saretta, di servirla in una ciotola di parmigiano. Qui ho voluto dare un tocco di....come dire? Selvaggio?

(Fare click sulla foto per ingrandirla)

La ricetta è presto detta (ho fatto solo piccolissime varianti):
Spaghetti
Mezza pera a testa
Pecorino Romano gratuggiato
Olio 
Pan grattato
Pepe

In una padella capiente scaldate a fiamma vivace l'olio.
Tagliate e rosolate le pere.
A parte abbrustolite il pan grattato.
In una ciotolina sciogliete il pecorino con l'acqua in cui sta cuocendo la pasta, fino a formare una cremina non troppo densa.
Scolate poi la pasta molto al dente e saltatela nella padella con le pere. Unite infine la cremina, impiattate, spolverate con il pan grattato abbrostolito e abbondante pepe.

Non ve ne pentirete!!!

Ops, si è aggiunta una pera vanitosa:

(Fare click sulla foto per ingrandirla)

Ciao e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:


34 commenti:

  1. Zio Piero sai a che pensavo, leggendo ed immaginandone il gusto...al fatto che la ricetta mi sembra un ottima declinazione di un piatto tipicamente romano che per accostamento potrebbe tranquillamente essere presentato ad un tavolo gourmet a 3 stelle...ed invece trova luce in modo semplice&schietto come solo un accostamento azzeccato e non troppo sottolineato sa fare. Se non fosse che non posso mangiare in alcun modo il pepe questa l'avrei provato anche in serata e non scherzo.
    I complimenti vanno alla felice intuizione condivisa... e se fossi in voi starei sull'attenti, questa idea lineare quanto centrata veramente è passibile di "furto" da parte di qualcuno che poi magari ci mette anche la firma! ;)

    RispondiElimina
  2. Il risotto con pere e taleggio/gorgo è buonissimo e considerando che preferisco arrotolare uno spaghetto all'inforchettare un chicco di riso, questa pasta è superlativa con in più il croccantino del pangrattato. Mi sa che a questa cedo pure io. Ciao, buon week end

    RispondiElimina
  3. Beh io con la testa per aria che mi ritrovo di sti tempi..ho letto cacio e pepe e invece...splendida idea, anzi golosa!
    grazie. :*

    RispondiElimina
  4. Grazie mille!!!
    E pensare che questa l'ho fatta solo perchè associata ad un proverbio(quello del titolo del post)...
    Addirittura quando l'ho inserita per il concorso ho pensato che da quanto era semplice non me l'avrebbero nemmeno presa in considerazione e da lì l'idea di infiocchettarne la presentazione(vedi cestino di parmigiano)...Mentre poi mi sono resa conto che sostituire il pepe con le pere non è stato poi così banale.
    Un abbraccio
    A presto

    RispondiElimina
  5. Spettacolare!!
    Io adoro il formaggio con le pere!!
    Zio Piero mi copio subito la ricettina, ora esco compro una bella pera e per pranzo li provo
    Ciao

    RispondiElimina
  6. @Gamby: Provala senza pepe. Ne vale veramente la pena.

    @Federica: ...vuoi mettere il gusto dell'arrotolamento dello spaghetto rispetto alla banale raccolta dei chicchi di riso? ;-)

    @Cinzie': Datte 'na frenata. Corri troppo!!! ;-)
    (chissà che mi leggerai lunedì, allora....)
    ahahhhahaah

    @Saretta: La tua ricetta merita e te lo ripeto.
    Quando la rifarai prova a lasciarci anche il pepe ;-)

    @sorbyy: dai, la fai subito?!?!?
    Allora facci sapere!!!

    RispondiElimina
  7. infilzerei volentieri la pera vanitosa con la forchetta ^_^

    RispondiElimina
  8. questa la faccio cosi faccio bella figura col mio ragazzo!

    RispondiElimina
  9. Mi ripeto, ma.... questi spaghetti sono di un invitante!!!!
    nonostante la tradizionalità del piatto, il cambiamento del pepe con le pere porta davvero una ventata di novità e fascino non indifferente!
    Complimenti a Saretta e anche a te Zio che ce la riproponi in questa veste dark!

    RispondiElimina
  10. La forza della semplicità... a quest'ora mi hai fatto venire una voglia!!!! Bellisma idea che arriva giusta giusta per il fine settimana!

    RispondiElimina
  11. se mi dici che volevi allevare le galline non mi sconvolgi più di tanto, visto che io volevo coltivare gli sciampignons in cantina.
    però m'ha sconvolto zucchero quando m'ha detto che voleva coltivarsi le barbabietole sul terrazzino... :-D
    comunque 'sta pasta deve da esse 'no spettacolo. me sa che domani sera m'attrezzo (se la mezzamela non fa un golpe e s'impossessa della cucina) e provo.

    RispondiElimina
  12. @elenuccia: si, eh? 'ste pere vanitose vanno infilzate!!!

    @Cleare: ...poi fammi sapere.
    ...aho, se poi ti chiederà di sposarti non mi assumo responsabilità, eh? :D :D :D

    @Tery: The Dark Pear!

    @L'acqua 'dorosa: :))

    @spaz: Daje sotto, Spaz! Poi me fai sape'!

    RispondiElimina
  13. Arghhhhhhhh...zio mi metti una fotina sfocata??
    Per farmi contenta va!:P
    Ho fatto ieri i classici cacio e pepe...ma non potevi metterla prima questa ricetta!!
    Deliziosissima...ho di nuovo fame e siamo soloalle 4 di pomeriggio!!!
    ^_^

    RispondiElimina
  14. Ciao, sono Chiara della "marmellata dei nottambuli". Visto l'incipit di questo tuo post, non potevo non dirti che, provando la mia ricetta, hai dato una grandissima soddisfazione ad una neofita della food-blogosfera (si dice così?!), nonchè uno stimolo a continuare, magari con un blog tutto mio. Grazie!

    RispondiElimina
  15. Que fantasticos espaguetis, se ven absolutamente deliciosos.

    Saludos

    RispondiElimina
  16. Sfiziosa la ricetta e splendida la foto a sfondo nero...

    RispondiElimina
  17. @Cranberry: Ahahah...e tu potevi sbirciare l'anteprima?
    :)))))

    @Chiara: Ciao. Mi fa molto piacere quello che tu hai scritto. Be'...lanciati.
    ;-)

    @jose: tus visitas siempre son bienvenidas
    :)))

    @Virò: :))))

    RispondiElimina
  18. Perche' ho il sospetto che trovero' questo piatto in tutte le trattorie romane "chic" quest'inverno? ;-)

    RispondiElimina
  19. Ma questo piatto è una vera meraviglia! Cacio e pepe già ci ha conquistate, ma con l'aggiunta delle pere il piatto diventa più ricco e raffinato!
    Una ricetta da ricordare!
    baci baci

    RispondiElimina
  20. @Arabaubau: ...vero, eh?

    @Manuela e silvia: ...e anche da fare, e poi rifare, rifare, rifare....

    RispondiElimina
  21. Zio Piero mi attira non poco sto piatto!!! Sicuro che lo terro' presente per una mia prossima cenetta.. colpira' senza dubbio. Grazie per farci scoprire ricette sempre nuove, originali e entusiasmanti!!!

    RispondiElimina
  22. ZioPiero come sempre sei insuperabile! Pure la pasta con cacio e pere! Ma lo sai che è proprio una bella idea!? Aggiungero anche questa ricetta alla lista infinita delle tue ricette da provare! Buona domenica

    RispondiElimina
  23. @Lory: :))

    @Mirtill@: Grazie, ma l'idea non è mia. L'ho copiata da Saretta. ;-)

    RispondiElimina
  24. bene, ho finito la mia dieta di 2 settimane (non è servita a granchè...:((( )
    Questi me li sparo di sicuro, poi ti faccio sapere!
    a presto, zietto!

    RispondiElimina
  25. @dada: Questo piatto è unico, nel senso che mangi solo questo, e anche ben bilanciato: vai tranquilla ;-)

    Aspetto responsi....

    RispondiElimina
  26. Zipiè..... bbbona!!!!
    l'ho fatta ieri x provarla. a fine settimana avrò a pranzo un amico buona forchetta e gliela proporrò, così la bella figura è garantita :o)
    le pere sono una goduria, ne metterò un pò di più perchè io e mio marito ce le rubavamo dal piatto....il pangrattato, poi, dà al piatto un tocco straordinario.........grazzzzzzzie

    RispondiElimina
  27. @Marina: Bene! Son contento ti sia piaciuta. Hai visto pure com'è facile?
    Anche io pensavo di rifarla per degli amici che avrò a pranzo sabato.
    :))

    RispondiElimina
  28. ok, allora poi ci raccontiamo com'è andata con i nostri rispettivi ospiti....

    RispondiElimina
  29. Uaoooo...che bel blog e che belle ricette.....grazie di condividere !!Ciao

    RispondiElimina
  30. @Marina: OK! :)

    @EliFla: Grazie a te per la visita. Torna quando vuoi ;-)

    RispondiElimina
  31. i miei ospiti hanno gradito, e chiesto la ricetta, il che è tutto dire! ho messo più pere, ma ammazzano l'equilibrio. nonostante questo, hanno gradito lo stesso e penso che replicheremo, ma rispettando le proporzioni originali. tenchiu

    RispondiElimina
  32. @Marina: Bene. Sono contento!
    Anche i miei hanno gradito. Su suggerimento di Saretta ho anche aggiunto al piatto pronto un pizzico di cannella...provala ;-)
    /Le pere vanno dosate bene....mica è una macedonia!!
    ahahaahha

    RispondiElimina
  33. Ciao ZZiopiero, sto provando un po' delle tue ricette e devo dire che sono tutte sfiziosissime. L'ultima l'ho fatta oggi: Spaghetti cacio e pere! Ottimi e semplicissimi! Continua così alla grande.
    Un abbraccio
    Angela (Ostia)

    RispondiElimina
  34. @Angela: Grazie, Angela. Mi fa piacere. Questa ricetta, in particolare, è di Saretta, non mia, anche se l'ho sponsorizzata da subito e fatte già diverse volte!
    :))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails