venerdì 24 settembre 2010

Gelato Pere, Mascarpone e Gorgonzola ®

Ci son delle idee che nascono per gioco...
Ci son delle idee che nascono per sfida...
Ci son delle idee che sembran follie...
Ci son delle idee che all'apparenza ti fanno storcere il naso...

Ci son delle idee che se non le metti in atto, non scoprirai mai cosa ne puo' venir fuori.

quindi...

Ci son delle idee che bisogna mettere in atto


Questa che mi è venuta è una di quelle!!!

Sapete quanto vada pazzo per l'accoppiamento Pere e Gorgonzola.

Pochi giorni fa mi inventai e pubblicai questi Saccottini (ribatezzati poi Fichettini) Pere e Gorgonzola, che qualcuno di voi ha prontamente riprodotto apprezzandone la particolarità.
Grazie :)

Tempo fa avevo fatto la Cheese Cake del Nanni, deliziato da quanto proposto da Nannibis.

L'altro giorno, dopo vari ripensamenti e calcoli su come distribuire le dosi, mi sono finalmente lanciato in questo gelato a dir poco singolare.

Ora so già che molti di voi rimarranno scettici solo all'idea di mettere due formaggi in un gelato e non starò certo qui a convincerli. Peggio per loro!!!! ahahahaahah

Chi invece ha ficucia in me e nella cavia che lo ha assaggiato in un memorabile pomeriggio, puo' leggersi la descrizione del mio primo assaggio:

Appena in bocca si inizia subito a sentire la pera (mmm), ma il gelato rimane ancora lì, tra lingua e palato, ancora troppo freddo per scendere e giustamente va lasciato stemperare...ed ecco che lui, il gelato, è subito pronto a rilasciare quella cremosità data dal mascarpone (doppio mmmm)....dolce e discreta, e non appena la dolcezza ti inebria, ecco che la puntina di retrogusto appen appena amaragnolo del gorgonzola inizia a farsi sentire... delicatamente, ti si inserisce tra le papille gustative lasciandosi gustare fino a quando anche l'ultima goccia di gelato si sia sciolta per essere assorbita.

Libidine allo stato puro.

Incredulo, vorrai subito riprovare l'esperienza, e ti accorgi che non è stato un miracolo. I miracoli non si ripetono.
L'esperimento, invece, essendo riproducibile, diventa alla portata di tutti e per me è un piacere condividere con voi quanto ideato.

Fatelo seguendo questo semplice procedimento:

250 gr di pere sbucciate e prive di semi
125 gr zucchero
120 gr Gorgonzola e Mascarpone
150 gr latte
1/2 limone spremuto
Una abbondante spolverata di zenzero

Cuocete pere, limone e zucchero fino a quando si iniziano ad ammorbidire.
Aggiungete quindi gorgonzola, mascarpone e zenzero. Fate sciogliere.
Fate intiepidire per poi frullate il tutto.
Infine aggiungete il latte e mettete in frigo per 12 ore.
Poi... gelatiera!

Ah, mi raccomando, se lo conservate nel congelatore, prima di consumarlo dategli il tempo di scaldarsi leggermete, in modo che torni alla sua cremosità iniziale, più o meno questa:


Attenzione: anche questo prodotto puo' indurre dipendenza!

Ciao e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

30 commenti:

  1. Pensavo di mettere a riposo la mia gelatiera e invece tu mi fai venire altre voglie!!!
    Che ne pensi di gelato con ricotta di pecora, composta di fichi e scaglie di mandorle? L'ho visto in tv, mi sembra invitante!

    RispondiElimina
  2. Io non sono scettica, né storco il naso... anzi, sono molto aperta a queste sperimentazioni "estreme". Che poi, nell'accostamento di sapori pere-zola-mascarpone di estremo c'è ben poco, è solo che tu hai avuto l'idea originale di fare di questo accostamento un gelato. Per me ti meriti un applauso! Avevo riposto la gelatiera, mi sa che mi tocca tirarla fuori di nuovo! ;-)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Beh se c'è il gelato al Parmigiano che tanto ha fatto gourmet non vedo perchè non possa esserci questo.
    Confesso che faccio solo un pò fatica a vederlo abbinato in una cena perchè va da sè che ha una autonomia tutta sua che lo rende benissimo come accompagnamento di un secondo leggermente più neutro come potrebberlo essere qualche particolare tipo di pesce ad esempio o con una vellutata altrettanto fredda (di porro ad esempio se non anche di carota).
    Lo ZioPiero è comunque di lezione a tutti...perchè gli approcci alle novità se fatti non con spocchia ma con la curiosità di un ragazzino sono sempre meritevoli indipendentemente dal risultato che qui c'è anche!

    RispondiElimina
  4. azzazzolina, causa viaggio della scorsa settimana mi stavo per perdere i saccottini...fiu fortuna che li hai linkati...io vado pazza per gorgonzola e pere!!!
    e farci pure il gelato...idea intrigante!! non ho la gelatiera ma potrei provare con il meotodo "freezer a rimescolate multiple".

    RispondiElimina
  5. gambetto ha colto nel segno, se dico che quando abbiamo assaggiato il gelato sembravamo due ragazzini che erano appena arrivati sul punto X di una mappa del tesoro... quando nel palato è arrivato il sentore erborinato poi abbiamo sgranato gli occhi perchè sembrava davvero avessimo trovato un forziere. E' stato davvero divertente sperimentare con lo zio che è una travolgente forza della natura, ma questo tanto lo sapete già... ovviamente di tutta la produzione di gelati dello zio, questo è il mio preferito in assoluto (seguito di mezza spanna da quello allo zabaione però...)

    RispondiElimina
  6. @Stefy: Gelatiera a riposo? MAI!!!
    Ricotta, composta di fichi e scaglie di mandorle (magari caramellate?)? Secondo me il composto non farà a tempo ad arrivare alla gelatiera...me lo magno prima!!!!! ahahaahah

    @Lisa: ...e tirala fuori, anche perché a breve te ne farò un altro!!!

    @Gamby: Concordo sull'abbinamento, anche se per i gelati andrebbero mangiati da soli e lontano dai pasti (o in sostituzione del pasto).

    /L'hai detto: sono un ragazzino curioso... ;-)

    @elenuccia: tu lo sai ogni volta che passi da me devi rivederti anche i post che ti sei persa, si? ;-)

    @Zucchero: Caspita, prima dello zabaione?!?!? Accipicchia!
    Cmq la parte più goduriosa rimane sempre la sperimentazione ;-)

    RispondiElimina
  7. Per gorgonzola/mascarpone intendi il "Duetto"?
    Ho notato che tra le diverse marche differisce l'equilibrio tra i due formaggi, secondo me bisogna tenerne conto.

    Post e ricetta da "Standing Ovation"!
    Buon fine settimana

    P.S.: grazie per il link ;-)

    RispondiElimina
  8. bravo bravo ZioPiero, ogni cosa sai far tu...!
    Ma non è avanzato nulla????
    Io mi offro come cavia per il prossimo esperimento!

    RispondiElimina
  9. Leggendo il commento di Cri che questo supera il gelato alla zabaione rimango (quasi) incredula.
    Certo, se qualcuno me lo facesse assaggiare...;-)

    RispondiElimina
  10. Nannibis: Si, il duetto. Io bilancio a sensazione quando metto.
    Link? Doveroso! Lo sai che sei sempre nei miei pensieri, anche se a volte non commento, ma passo sempre ;-)

    dada: Il mio freezer è sempre pieno di gelati...beato solo chi mi ci trova a casa!!!
    ahahahah

    Arabau: (da oggi ti chiamerò così! ahahah
    Quando vieni te lo farò provare ;-)

    RispondiElimina
  11. ti appoggio su tutta la linea! anche per me lo stesso abbinamento oggi! io faccio la cavia volentieri ;-P
    Francesca

    RispondiElimina
  12. Assaggiai il gorgogelato tantissimi anni fa e lo trovai delizioso. Con le tue giunte sarebbe ancora più interessante provarlo perchè ricordo di averlo associato a una mousse fredda e buona da sola. Indi per cui questa versione mi stuzzica mica poco!
    Certo che a cas tua la gelatiera non fa la muffa, eh?

    RispondiElimina
  13. Fantastico, te ha quedado cremoso. Saludos

    RispondiElimina
  14. Lui é mio !!('ndo cavolo trovo er gorgonzola nun lo so, pero ce provo cor roquefort ..non storcere er naso,,,). Se no appena torno in Italia 'o faccio. Me sa che me pijeranno pe' matta perché devo da prová un sacco de gellati..sciao...

    RispondiElimina
  15. @Acquolina: Ok! E' Già pronta la gabbietta!
    ahahahahh

    @parentesi: ahahaha, e pensare che ha circa venti anni!!!

    @jose: ¡Verdad! Muy obligado ;-)

    @Gluty: ...ok per il roquefort, ma aggiungi anche un formaggio cremoso tipo mascarpone ;-)

    RispondiElimina
  16. Ciao Zio Piero!

    Non ho mai commentato, ma ti seguo da un bel po'.
    No so se farti i complimenti per la simpatia, la bravura in cucina o in fotografia... facciamo tutte e 3 che è meglio allora! ;-)

    Un super grazie per la rubrica fotografia, son troppo contento di aver bilanciato il bianco nell'ultima foto che ho fatto!
    Devo ancora imparare un casino di cose, ma con calma... ;-)
    Se vieni a dare un'occhiata ai miei esperimenti fotografici e a tirarmi le orecchie mi farebbe molto piacere!

    Continua così che sei un grande!!!

    Nico

    RispondiElimina
  17. @Nico: Son veramente contento tu abbia trovato supporto dalla rubrica fotografica. Ho lasciato un commento sul tuo blog (le orecchie te le tirerò quando avrò preso più confidenza...ahahahaahha)
    Ah, grazie per la citazione ;-)

    RispondiElimina
  18. Sono strasicura (certo poi bisognerebbe assaggiare ;-) del suo sapore inimitabile. Lo mangerei ad occhi chiusi e concordo sul fatto che ha una tale identità che deve essere protagonista (fuori pasto)

    RispondiElimina
  19. Ciao Ziopiero! Beh, io non sono un'amante del gorgonzola, ma dalla tua descrizione mi hai fatto venir voglia di assaggiare questo tuo gelato... e sarebbe la prima volta, mai nessuno mi aveva tentata con il gorgonzola...se lo sapesse mia madre...bell'idea! Complimenti! ;-D

    RispondiElimina
  20. @Edda: ...per assaggiarlo c'è solo unsistema: fallo! (a meno che non capiti da queste parti) ;-)

    @kiarina: ...be', c'è sempre una prima volta ;-)
    (magari alla mamma non diciamo niente... :D :D :D )

    RispondiElimina
  21. Zio piè hai descritto il sapore di questo gelato come si descriverebbe una esperienza extracorporea... ti dico... ci devo pensare... ma non ho pregiudizi a riguardo, quindi...veramente non so... vedremo. (lo so che questo non è un commento... che vvuò fà,cmq io ci sono e ti leggo sempre!)baci. Terry.

    RispondiElimina
  22. @terry982: ...e invece è un commento, anzi una riflessione che mi è piaciuta molto. E' quello che hai pensato tra te e te (e poi reso pubblico) leggendo il mio post. E' stato più confidenziale. Grazie.
    ;-)

    RispondiElimina
  23. A me invece questo gelato attira tantissimo! :P

    RispondiElimina
  24. @Muscaria: ....allora ti svelo l'ultima chicca:
    sploverata di pepe (di quello buono, eh?)!!!!
    ...e se sei arrivata fin qui, già so che apprezzerai quest'ultimo tocco! ;-)

    /qualcuno storcerà il naso...ma vi assicuro che il pepe è assolutamente da provare!!!

    RispondiElimina
  25. Pellegrina: ...e lo è!
    ;-)

    :))))

    RispondiElimina
  26. A giudicare dal bel colore si tratta di gorgonzola dolce, vero? Ho guardato tutti i tuoi gelati. Qualche volta metti sia glucosio che miele. Perché? Perché non usi mai il neutro? Cosa intendi per amarene sciroppate,quelle tipo Fabbri? Basta domende? Ho una gran voglia di fare gelati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, gorgonzola dolce.
      Be', il miele ha sempre un sapore che può esaltare la preparazione, il glucosio no.
      Le amarene sono tipo le Fabbri.
      Ora vai di corsa a fare gelati! :)))

      Elimina
  27. Mi manca ancora un bel po' prima di poterli fare, ma il tempo vola, fin troppo velocemente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...vero, troppo veloce sto tempo...

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails