venerdì 16 aprile 2010

Fotoritocco 1 - Di punto in bianco!

Eccoci di nuovo qui.

Questa volta non parliamo più di luci, scatti, ISO o Tempi di Clickete. Non saprei cosa altro aggiungere...quindi è giusto tacere :)))

Inizierei, invece, col vedere come si puo' migliorare una foto in post-produzione.

Anche questo argomento è interessante e, volendo, altamente professionale al pari delle tecniche di scatto, per cui opterei anche qui per un approccio leggiadro. Ci sono fior fior di professionisti del settore che inorridirebbero se mi leggessero...inoltre ci sono molte persone che hanno fatto della loro conoscenza specifica una fonte di guadagno facendo corsi o altro, per cui non vorrei invadere assolutamente ambiti e competenze altrui.

Diciamo quindi che in questo ed altri post simili metto a vostra disposizione quel poco che ho imparato; è una mia forma di ringraziamento per la con continuità e simpatia con le quali mi seguite :)))

Fatte queste doverose premesse, iniziamo subito col dire che per poter migliorare una foto in post produzione occorre prima di tutto:

Individuarne i difetti (!)
Avere le idee chiare su cosa vogliamo ottenere (!!) e infine...
Sapere come ottenere quello che vorremmo ottenere (!!!)

Dette così sono tre semplici banalità (ecco il motivo di tutti quei punti esclamativi) ma... come tutte le banalità, nascondono insidie e, a volte, percorsi senza ritorno!!!!

Dite che esagero? Ahahahah. Bene il primo di voi che si troverà a far le due di notte per togliere una dominante blu solo su un piatto bianco o elimiare tre rughe dietro gli occhi... allora capirà cosa intendevo dire :))))

Ci sarebbe anche un quarto punto, e cioé avere un monitor tarato bene (!!!!), ma ne parleremo molto più in là (forse....).

Indivuduare i difetti di una foto, anzi di una propria foto, a mio avviso è una fase molto difficile; infatti nonostante siamo tutti dotati di occhi, non sempre riusciamo ad individure i "punti critici" in un'immagine a cui siamo legati, un po' come la storia del nipotino e della prima comunione, ricordate? Ne parlammo qui

Forse ci viene più facile essere critici guardando le foto degli altri? Magari non conoscenti? Forse. Per far questo potete "gugglare" a piacere immagini e studiarvele e analizzarle con il massimo dello spirito critico che avete in corpo, tanto non sono immagini di persone che conoscete, quindi problemi di simpatie e antipatie non ve ne fate!

Come? Volete vedere tutti una stessa immagine per poi commentarla insieme? Ok, ok. Allora mi presto volentieri a fare da cavia e vi faccio vedere questa:


Ve li ricordate questi crakers? Li avreste mangiati se li aveste visti di questo colore?
Io SI, perché li ho fatti (ahahahah), ma magari a qualcun altro non verrebbe la voglia e non gli posso dare torto.

Bene! Secondo voi è giusto che rimanga quella colorazione semi-rossastra oppure sarebbe meglio cercare di eliminarla e ottenere qualcosa di meglio? Risposta scontata! Quello che forse non è scontato è che per ottenere quel cambiamento bastano 4 click del mouse!!!!

Coooome?

Si, si. Aveta capito benissimo! 4 click! Vediamo come

Prima di tutto per modificare per bene una foto occorre avere un buon prodotto di editing di immagini; a mio avviso uno dei migliori in commercio è il Photoshop, ma è anche uno dei più cari.

Per fortuna ci sono prodotti freeware, come ad esempio il GIMP che permettono di modificare le proprie foto in post-produzione in maniera più che dignitosa e con comandi molto simili al Photoshop.

Tornando a noi, per prima cosa salvatevi la foto sopra (pulsante destro del mouse,opzione salva immagine).

Per togliere la dominante rossa (o blu o di qualsiasi altro colore) da una foto ci sono svariati sistemi: per ora ve ne indico uno, molto semplice e che prevede la funzione "Livelli di colore". Nel GIMP la potete trovare selezionando Colore e poi Livelli, come mostrato nell'immagine che segue, nei punti 1 e 2 cerchiati in rosso.


Vi si apre la finestra dei livelli di colore, appunto. Si potrebbero fare tantissime cose da qui, ma per ora preoccupiamoci solo di recuperare il nostro bianco perduto.

Posizionate il cursore del mouse in corripsondenza del punto 3 cerchiato da me in rosso; quel simbolo è il contagocce. Serve a tante cose le cui parole mi hanno sempre affascinato, tipo "campionare", "prelevare i colori" e simili. Noi per ora ci facciamo solo clik e basta!

Subito dopo posizioniamoci con il cursonre all'altezza del punto 4 e facciamo clik (è il quarto click).

Visto? No? Sul vostro schermo dovreste avere qualcosa tipo l'immagine che segue:

Incredibile, vero? In soli 4 click abbiamo recuperato una foto!!!!

Salvetela. Io ve la metto qui sotto, esattamente come l'ho ottenuta con le operazioni sopra descritte:

Anzi, ve le affianco, cosi potete apprezzare meglio le differenze:


Ovviamente potete (anzi DOVETE) divertirvi a fare le stesse operazioni con delle vostre foto. Fate tutto fino al punto 3 e poi fate click in un punto che pensate debba essere bianco assoluto e guardate come la foto verrà modificata. Visto? Incredibile, vero? Nel caso il risultato non dovesse piacervi, fate click in un altro punto o annullate l'operazione appena effettuata (controlzeta)

Stesse correzioni possono esser fatte con i punti neri o grigi, adoperando gli altri due contagocce, alla sinistra di quello usato per il bianco.

Questa scorciatoia, purtroppo, vale solo per questi tre colori; per gli altri occorrerebbe fare qualche passetto in più, che magari vedremo insieme un'altra volta.

Diciamo comunque che questo è il primo passo da tentare quando una foto ha dei colori diversi da quelli reali e vogliamo ribilanciare il tutto partendo con un punto di riferimento dell'immagine reale che sappiamo esser bianco.

Ovvio quanto banale che una foto ben fatta non necessita di alcun ritocco sui colori, soprattutto se abbiamo bilanciato bene i bianchi prima dello scatto; ma visto che esistono i mezzi tecnici allora perché non sfruttarli quando ormai i crakers ce li siamo mangiati tutti o quel bel paesaggio montano fa parte solo dei ricordi delle vacanze?

A questo punto mi immagino stiate già correndo con il mouse per a cercare nel vostro hardisk le immagini raffiguranti piatti e simili e che morite dalla voglia di giocare un po' con questa funzione! Sono sicuro che qualche miglioramento riuscirete ad ottenerlo in pochissimi secondi!

Allora vi lascio giocare e...fatemi sapere, eh?

Grazie e alla Prossima

Lo Ziopiero

38 commenti:

  1. Grazie zio Piero, ora vado a giocare anche io!
    (io comunque li avrei mangiati anche dopo aver visto la prima foto!)

    RispondiElimina
  2. Grazie! Io questo programma proprio non lo conoscevo. Vado a curiosare, ed a provare...
    grazie

    RispondiElimina
  3. non ve lo dovrei dire,
    ma io ho avuto la fortuna di avere la dritta su questo trucco in anteprima!
    ;-)

    grazie Pie'!

    RispondiElimina
  4. Già provato,non conoscevo questo programma ,certo che mi servirebbe anche una macchina decente poi magari riuscirò a fare delle foto guardabili.Non ci capisco tantissimo,devo divertirmi a giocare un pò con le foto e vedere che ne esce fuori.Aspetto ancora dritte ..se non ci fossi tu ...Sto imparando tante cose ,grazie mille!!!!

    RispondiElimina
  5. Caro ZioPiero, come sai ti leggo sempre anche se non commento con la stessa assiduità. Faccio subito il mea-culpa ma questo non vuol dire che la stima sia diversa eh! :P
    Da buon partenopeo però mentre leggevo il post era sempre più chiara la domanda che mi facevo.
    Dici la verità ti piace la vita pericolosa vero!? :PP
    Pensavo infatti a tutti quelli che diversamente da TE hanno passato la medesima notte a "recuperare" una foto e che nemmeno sotto tortura avrebbero confessato in quale modo lo hanno fatto, che vedono i loro "sforzi segreti" vanificati da chi con competenza, umiltà ed io aggiungo con intelligenza condivide a tutti. Certo gli strumenti del mestiere di foodblogger che analizzi non sono profesionali ma certamente incidono con un certo peso ai fini del successo complessivo di un foodblog.
    Sono un pò contorto con i ragionamenti...ma quello che volevo farti capire è che hai tutta la mia riconoscenza per quello che fai. A volte mi diverto a leggere i commenti dei tuoi post per carpire "tutte" le tue condivisioni...vedi quella della glassa sui profitteroles...una "chicca" che non so in quanti hanno apprezzato!
    Quindi come riconoscenza posso solo dirti che se continui su questa strada e me lo auguro ovviamente...avrai bisogno anche di una scorta...per cui io mi offro volontario non-pagato per farlo..tanto sono già stato ripagato da quanto hai condiviso.
    Come ho già ripetuto altre volte solo i grandi non hanno paura di "condividere" e quindi per questo e con i dovuti limiti del campo in cui ci muoviamo per me sei un grande!
    Grazie e se sei arrivato fin qui mi permetto anche di provare a leggere nella tua mente cosa stai pensando adesso:"questo è proprio 'na pentola de facioli attacca pipponi! vedi d'annattene mo!!"
    Ahahahahahahah :DDDDDDDD
    Buon we!

    RispondiElimina
  6. Grazie, Gambetto.
    I tuoi interventi sono sempre graditi :))
    Se un giorno avrò bisogno di una "scorta" ti contatterò e sarai ricompensato con la stessa parola: "scorta" ...di dolci, pero'!!!!

    Scherzi a parte, il discorso sulla condivisione della conoscenza è lungo e articolato. Sulla rete trovi davvero di tutto e di più e coloro che pensano di essere gli unici ad avere alcune conoscenze si sbagliano di grosso. Basta saper "gugglare" e trovi quello che cerchi. Le eccezioni ci sono, ovvio, ma sono vere rarità.

    Dalla rete ho imparato tantissimo e non vedo perché non possa anch'io mettere a disposizione qualche goccia di conoscenza acquisita. ;-)

    Piesse: quella glassa al cioccolato parte da una ricetta di mia moglie, leggermente da me modificata, ma son sicuro che tantissimi la fanno alla stessa maniera, senza mai esser passati da qui ;-)

    Piesse 2: leggere nella mia mente? Guarda, non ci riesco neanche io! C'è talmente un tale casino di idee e subbuglio di cose che voglio fare!!!! :))))

    Ciao

    RispondiElimina
  7. EHehehhehehe
    Con il Piesse2 mi ha fatto ammazzare dalle risate!
    Grazie a te comunque ed alla prox! ;P

    RispondiElimina
  8. Ma zio sei un grande! il mio utilizzo di gimp è ridotto al minimo sindacale (fotosciop è troppo complicato per me e non ho tempo da perdere per capire come si usa).
    Questo suggerimento dello sbiancamento invece mi è assolutamente utile. spesso ho questo problema con le foto delle mie torte, usando la compattina digitale, no ho modo di gestire praticamente nulla.
    Grazie, grazie, grazie! mi risparmi un sacco di tempo a scoprire da me certe funzioni.

    RispondiElimina
  9. Carissimi,sono una tua ammiratrice da tempo(in silenzio)questo argomento mi interessa molto perchè anch'io ho un blog,ma per le foto sono una vera frana.Spero di imparare qualcosa da te,bravo e molto paziente soprattutto.Ti saluto Lisa.

    RispondiElimina
  10. Volevo srivere semplicemente una cosa perchè mi sento di farlo,ho letto il post di gambetto e concordo in tutto e per tutto co quanto ha detto.Quindi grazie zio Piero da chi di fotografia e relativi programmi,non ci ha mai capito nulla!!

    RispondiElimina
  11. ziettoooo, non ci posso credere io ho scaricato GIMP da un sacco e non ci capisco niente.... ed ora tu?? ma quanto mi stai simpatico!! ora mi leggo il post con calma!! poi ti faccio sapere!! grazie

    RispondiElimina
  12. Grazie a tutti. Quand'è così mi tocca pensare già al prossimo post!!!! :)))

    @Cris: se hai una licenza photoshop ti consiglio di passare direttamente a quello ;-)
    (tanto poi se hai bisogno so come farlo partire!!! hihihiihihi)

    @k@atia: tutto sta a cominciare. Piccoli passi, piccoli miglioramenti. Poi, dopo qualche mese, ti accorgerai di aver imparato qualcosa (almeno a me è successo così!)

    @nitte: immagino che tu non ci capisca perché non ti ci sei mai messa sotto. Sono argomenti molto tecnici per cui ci vuole tempo e passione, ma alla fine tutti possono fare tanti progressi ;-)

    @Lisa51: felice che tu adesso abbia anche scritto :))

    @Tutti: se avete bisogno, non esitate a chiedere. Cercherò piano piano di rispondere alle domande facili :)))
    (le risposte a quelle difficili le lascio agli esperti)

    RispondiElimina
  13. Questa si che è onestà intellettuale!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  14. Grazie Zio Piero! Mi sto scaricando il programma che non conoscevo!

    RispondiElimina
  15. ma come diamine si installa gimp!!! ho scaricato il programma ma non riesco ad aprirlo!!!

    RispondiElimina
  16. Finalmente un po di spiegazioni chiare e anche io nella mia incapacità fotografica ci comincio a capire qualcosa!!!

    RispondiElimina
  17. Sono stato un po' indeciso se commentare questo post che mi è stato segnalato da una amica.

    Poiché ritengo che internet abbia tanti pregi, fra cui la possibilità di condividere le proprie conoscenze e attingere a quelle degli altri, ma anche il grosso difetto del controllo della qualità dei contenuti che vi si trovano, mi è parso alla fine quasi doveroso dover intervenire.

    Il sistema per bilanciare il bianco che proponi è molto approssimativo e il risultato è infatti una foto che ha una bella zona di bianco "bruciato", cioè sovraesposto.

    Il problema sta che usi lo strumento contagocce bianco che non serve tanto (o meglio, non solo) per bilanciare il colore, ma serve per dire al programma "questo colore qui è bianco assoluto" e quindi da lì in avanti tutti i colori più chiari diventano completamente bianchi.

    Infatti se tu guardi l'istogramma della tua immagine dopo il click del mouse ti accorgerai che a destra hai un pezzettino di vero e proprio "encefalogramma piatto", cioè hai azzerato tutti i colori creando una zona di "bruciatura" dove, una volta stampata l'immagine, ci sarà solo il bianco della carta.

    L'uso corretto di quello strumento è invece sul punto più luminoso dell'immagine e, all'inverso, quello del contagocce nero deve essere sul punto più scuro.

    Con questa operazione si sistema il contrasto dell'immagine e poi per correggere il colore bisogna usare il contagocce grigio scegliendo una zona che sappiamo essere di partenza di colore neutrale (cioè appunto una sfumatura di grigio). Non è che tutti e tre i contagocce fan la stessa cosa e si posson usare uno per l'altro.

    Questo per far le cose alla svelta, se invece si volessero fare le cose con precisione la procedura è più lunga e comporta usare un cartoncino grigio 18% in fase di scatto per avere un riferimento preciso di colore neutrale, fino ad usare veri e propri target colore per le foto che necessitano di una fedeltà cromatica notevole (tipo per la moda, la riproduzione di quadri, ecc) che però sono probabilmente fuori dall'interesse dei semplici appassionati.

    RispondiElimina
  18. @Alessandro: Ciao e grazie per essere venuto a visitare il mio blog.

    Tutto giustissimo quanto hai scritto e doverose quanto utili le tue precisazioni.

    Come avrai capito non voglio assolutamente sostiturmi ai cultori della materia, ma semplicemente offrire un primissimo avvicinamento ai software di fotoritocco, trattando il tutto con semplicità e leggerezza. Chi ha già dimestichezza con questi prodotti ovvio che opera diversamente, così come prima di fotografare bilancia il bianco (e anche di questo argomento ho fatto un rapidissimo "bignami" senza addentrarmi troppo nello specifico).

    In questo contesto, come avrai capito, ho solo dato un metodo rapido e sbrigativo, con tutte le limitazioni che cio' comporta, ma penso sia meglio questo che niente, anche perché chi volesse approfondire seriamente l'argomento già sa che non è questo il posto giusto ;-)

    In ogni caso le tue integrazioni, come anche quelle di altri fotografi, sono sempre molto ben venute :)))

    Ciao e se puoi torna a trovarci :))

    RispondiElimina
  19. Non abbiamo photoshop, ma ci hai incuriositi col programma in freeware che ci consigli, andremo a scaricarlo e poi seguiremo le tue dritte. Dobbiamo imparare tutto, ma la cosa ci affascina! Hai ragione, i crackers ritoccati sono molto più appetibili!
    Buona settimana da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  20. ok gimp scaricato ... ora sto letteralmente litigando con il pollo all'uccelletta!!!!!!
    e sei volessi ad esempio migliorare o sfumare solo una parte della foto?!!!!!

    RispondiElimina
  21. @lelli: ne parleremo più avanti, parecchio più avanti. Prima - a mio avviso - occorre prendere dimestichezza con altre funzioni basilari del prodotto ;-)

    RispondiElimina
  22. @Shade: hai risolto? Guarda che a breve faremo il post nr. 2 ;-)

    RispondiElimina
  23. sono curiosa di vedere come si ritoccano le foto di..'gnocche', quelle degli gnocchi vengono già bene specie se con i porcini...
    così mi ritocco pure le mie ( sò proprio nà schifezza altro che schiffer..)

    RispondiElimina
  24. ahahaah...se sei proprio curiosa "youtubba" e troverai risposte alle tue curiosità.
    Qui, per ora, solo "gnocchi" ;-)
    Prima di arrivare a fare i ritocchi da "gnocca" occorre passare attraverso altre tecniche di base ;-)

    RispondiElimina
  25. Grande zio...
    lo sò la strada è lunga..
    ma pensa questa è intanto la cultura..o quasi..
    immagina poi la pratica eh!!!

    RispondiElimina
  26. Salve zio Piero, sono la "mamma di un blog neonato", sono affascinata dalle foto che mettono in altri blog, e ero alla ricerca di un sistema per farle diventare almeno presentabili, senza avere gli strumenti necessari, avevo anche scaricato photoshop ma è difficile da usare se non lo conosci, però ora grazie ai tuoi consigli ci provo, ti ringrazio tanto!

    RispondiElimina
  27. Ciao Zio Piero! :-D

    Complimenti per come spieghi le cose e soprattutto per utilizzare il potentissimo ed efficacissimo GIMP!
    Lo consiglio anche io!
    Per chi invece vuole creare grafica vettoriale c'è un altro programma gratuito: InkScape.

    A Catania ti aspettiamo sempre a braccia aperte! ;-)

    RispondiElimina
  28. @Elio: Grazie, Elio. E ci tornerò, a Catania. Magari con l'Etna pieno di neve.... ;-)

    RispondiElimina
  29. Mi sa che mi devo studiare un pò di cose :-)
    Ma posso scaricare il programma gratuitamente?? Non ho mai scaricato niente, spero di farcela :-) Ma questa pulizia si può fare anche se nello sfondo ci sono soggetti che vuoi eliminare???

    RispondiElimina
  30. @Danita: ...si puo' fare tutto, Dany. Inizia a scaricarti il programma (ce la farai), poi piano piano imparerai le funzioni di base. All'inizio non è facile facile, ci si perde. Ma tu prova a seguire questi post, poi se hai bisogno chiedi pure.
    ;-)

    RispondiElimina
  31. :-( Zioooo, ho scaricato il programma, anzi lo ha fatto Tommaso :-) ho provato con una foto il tuo passo passo, ma nulla, cambia tutta di colori, pure il soggetto non solo lo sfondo :-(

    RispondiElimina
  32. Spe, zio, ti faccio vedere la foto in questione, magari non ho capito che il programma non fa miracoli :-)
    http://leleccorniedidanita.blogspot.com/2010/12/lavoretti-in-legno.html
    la foto in questione è la penultima, quella con l'alberello in cui si vede pa persiana dietro, io volevo lasciare il dietro dell'alberello tutto bianco...ma è possibile o ho capito male???

    RispondiElimina
  33. @Danta: ...be', uno mica diventa campione di fotoritocco in 10 minuti....l'importante è iniziare, e poi continuare avendo in testa ben chiaro quello che si vuole ottenere.
    Dai, se ti ci metti in qualche settimana vedrai già dei miglioramenti. ;-)
    Resto comunque il fatto che una bella foto deve uscire bella dalla fotocamera; il forotiricco deve essere al massimo ..un ritocco della foto, appunto! ;-)

    RispondiElimina
  34. Ciao ZioPiero, dunque ti dico subito che bado molto alla sostanza del piatto più che alla foto ma è anche vero che l'occhio vuole la sua parte e a volte posterei solo le ricette senza immagini per quanto so' bbrutte e aiutame a di' bbrutte :) !! per esempio tempo fa feci i tortelli di zucca e le foto sono tutte giallo-arancio insomma fanno rabbrividire, vabbè che era Halloween ma c'è un limite. Mi piacciono moltissimo quelle con lo sfondo bianco ma pur avendo un programma di fotoritocco ( photoScape ) non sono riuscita a cavarci nulla. Ora ti chiedo posso arrivarci anche con questo o è meglio che mi scarichi quello che proponi tu?
    Grazie mille e mi sa che mi devo mettere a studiare bene i tuoi post!!
    Chabb

    RispondiElimina
  35. @Chabb: Ciao e Benvenuta. Non conosco il programma che usi tu, ma visto che GIMP è gratuito e qui sul mio blog troverai qualche minima indicazione per iniaziare basandosi appunto su Gimp, ti suggerirei di scaricartelo. Una volta poi presa dimestichezza, vedrai sarà tutto più facile.
    ;-)

    P.S. per la questione dei colori giallo-arancio, leggiti anche il bilanciamento del bianco

    RispondiElimina
  36. Grazie mille Zio lo scarico subito e studierò il post del bilanciamento, hasta luego :)

    RispondiElimina
  37. Grazie! Sei chiarissimo nelle tue spiegazioni...e aiuti tutti noi!!

    RispondiElimina
  38. @chabb: Spero ti sia stato utile :)

    @Veronica: Grazie a te di avermi letto. Se hai bisogno di chiarimenti, avvisami, anche se vedo che le tue foto parton già molto bene! :))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails