Corso Bologna 7-8 marzo

lunedì 26 aprile 2010

Ricce o Frolle?

E' un po' come dire: "Bionde o More?" ...e la risposta è sempre la stessa:
"A me piaccion tutte, purché siano bbbb..uone!"

E' tanto che volevo rifare le sfogliatelle e l'altro giorno mi son trovato davanti al solito dilemma: Ricce o Frolle?

Alla fine ho scelto le frolle...ma questo non vuol dire che a breve non farò le ricce, la cui preparazione, come sapete, richiede più tempo e non è delle più semplici.

Intanto godetevi queste:


La migliore ricetta che ho provato è quella di Antonia, di cui vi ho già parlato in occasione della sua Zuppa Inglese Napoletana


Dosi per 14 sfogliatelle circa

Pasta frolla:

500 gr. di farina 00,
200 gr. di strutto,

200 gr.di zucchero,

1/2 cucchiaino da caffè di ammoniaca,

30 gr. di miele,

100 gr. di acqua,

un pizzico di sale.


Impastate la frolla come sempre e mettetela in frigo a riposare almeno 3 ore; volendo la potete preparare anche dal giorno prima.

Ripieno (piccole variazioni rispetto alle dosi di Antonia):
100 gr semola rimacinata di grano duro

350 gr ricotta

270 gr di latte

165 gr di zucchero

1 buccia di arancia grattugiata

1/2 cucchiaino di cannella semi di vaniglia
1 uovo piccolo

60 gr cedro e arancia candita


Portate il latte a ebolizione e fuori dal fuoco aggiungere la semola piano piano girando continuamente in modo da non far formare grumi; eventualmente rimettetela sul fuoco e cuocere per 3-4 minuti fino a quando risulta bella soda.
Fatela raffreddare.
Mescolate la ricotta con lo zucchero e unirla all’impasto insieme agli altri ingredienti.

Per stendere la frolla riportatela a temperatura ambiente e fare degli ovali; riempiteli generosamente al centro con il ripieno preparato in precedenza e chiudere, sigillando con le dita.
Spennellate la superfice con tuorlo sbattuto.
Forno a 200° fino a doratura.
Spolverate con zucchero a velo.

Buon appetito :))

Grazie e alla prossima

Lo Ziopiero

43 commenti:

  1. mi hai fatto venir voglia di farle e poi m'incuriosisce molto la frolla con lo strutto!il ripieno ricottoso..mmm vabbè si commenta da solo!buon inizio di settimana!Paoli'

    RispondiElimina
  2. La pasticceria napoletana è una delle mie preferite.
    Bisognerà che provi anch'io qualche ricetta di Antonia!

    Buona giornata ZioPiero!

    Nannibis

    RispondiElimina
  3. @Paolì, non mi dire che non conosci le sfogliatelle frolle?

    @Nannibis: prova, prova e non perderti la prossima ;-)

    RispondiElimina
  4. Mi intriga molto la frolla, senza uova...sembra davvero deliziosa! bravissimo Piero, sempre di più!

    RispondiElimina
  5. Grazie Piero,un bacio e a presto,stiamo quasi per andare in astinenza da incontri.

    RispondiElimina
  6. @Anonimo: penso di averti riconosciuto...dalla calligrafia!!! ahahahaha

    @A tutti gli Anonimi: ricordatevi di firmare ;-)

    RispondiElimina
  7. Zio Piero con questa ricetta mi hai deliziato gli occhi ,il palato purtroppo non può godere di questa meraviglia! vivendo in un isola del golfo di Napoli ti dico che mi piacciono molto entrambe le versioni,ma preferisco la frolla(pur essendo io una riccia).La mia ricetta cambia pochino ma la pasta deve essere assolutamente senza uova,quindi bravissima alla signora Antonia,lo sanno in pochi questo!Un piccolo piacere (se puoi)visto che Antonia è una che se ne intende puoi chiederle se sà anche la ricetta dei pasticciotti all'amarena?non riesco a trovare la ricetta perfetta e penso che forse Antonia conosce anche questa.
    PS Ma è la stessa Antonia di cui parla spesso anche Paoletta?Scusami per il post lungo,buona giornata!!!!

    RispondiElimina
  8. Bellebellebelle!!
    Tra la frolla e la riccia è un bel dilemma. Ti spiego. Mi piacciono entrambe ma come tutte le cose nella vita si va a periodi. Quando ero più giovane non avevo dubbi, riccia...poi crescendo invece ho virato sulla frolla.
    Poichè questo cambiamento lo abbiamo fatto in molti nel nostro gruppo di amici, quando a colazione invece del cornetto puntiamo sulla sfogliata "liscia" appunto...qualcuno faceva notare che ci stavamo facendo vecchietti e che era normale! Per cui adesso vuoi per gioco, vuoi per puro spirito di contraddizione di tanto in tanto 'torniamo' al vecchio amore ehehehehe
    Alla fine piaccione entrambe, diciamo che adesso si va alla giornata o decidendo su quelle sfornate da poco!
    Bravo come sempre tu!
    Alla prox :))

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Buonissimeeeeeee poi Antonia è una garanzia...e anche tu...quindi quanto prima le provo!!!
    BAciotti, buona giornata, Laura

    RispondiElimina
  11. Le ricette di Antonia sono sempre favolose! Grazie a lei ho scoperto molto della cucina napoletana...e tu sai rendere i suoi piatti sempre al meglio! Bravo zì!

    RispondiElimina
  12. io sono per le frolle! Non che le ricce le lascio nel vassoio eh... ma se devo scegliere preferisco le altre!!!
    Complimenti!
    Buon lunedì.

    RispondiElimina
  13. @Nitte: si, è la stessa Antonia. Di Antonia ce n'è una sola! :))
    /Pensa il tuo commento è arrivato mentre ero al telefono proprio con Antonia ed è stata lei a leggermelo! E mi ha anche detto di darti la Sua ricetta del Pasticciotto all'amarena. La troverai nella tua mail ;-)

    @Gambe': pure io da ragazzetto preferivo la "riccia". Poi ho ritrovato un mio post recente in cui affermavo di preferire la "frolla". Ieri ho rifattole ricce (che poi pubblicherò) e mi son sentito dire: le ricce son migliori! ahahahahah (forse sto ringiovanendo?!?!?!)

    RispondiElimina
  14. Secondo me si!!! Ma a questo punto sono io a preoccuparmi perchè domenica davanti al vassoietto con entrambe ho preferito la frolla!! ahahahahaha :)))

    RispondiElimina
  15. Ricce o frolle? ma noi ce le prendiamo tutte e due :) come forma assomigliano alle nostre raviole, ma quel ripieno sembra stragoloso, mooooolto meglio delle nostre!!! E poi Antonia è una garanzia, queste sfogliatelle s'hanno da fare.

    RispondiElimina
  16. Grazie zio Piero!!!!Sei Fantastico e ringrazia Antonia da parte mia sono davvero felice.Bacioni!!!

    RispondiElimina
  17. Ehm ottime le frolle... appena posso... giuro... corro in pasticceria eheheheh

    RispondiElimina
  18. Che buone, non me le ricordavo... Il prossimo fine settimana mi riservo un po' di tempo per prepararle.
    Grazie ad Antonia e a te per averle preparate, perché così me le hai riportate alla mente!
    Cat

    RispondiElimina
  19. @Cat: ...aspetta a vedere pure le ricce..è un bel derby!! ;-)

    @Bruna: ..e si, tante volte in pasticceria incontrassi KR ...Mi raccomando il palmo!!!
    :))))

    RispondiElimina
  20. Eh, lo so, anche le ricce sono buonissime!
    Ma le tue le conosco, mi ricordo della prima volta che le hai fatte: bellissime già al primo colpo :))
    Cat

    RispondiElimina
  21. Ciao,la frolla è già in frigo e domani vorrei provare a fare queste meraviglie, ma ho bisogno di alcune indicazioni: a che spessore devo stendere la frolla? La dose è per 14 frolle quindi credo che siano grandicelle; quanto impasto metto? ,l'uovo è solo quello per spennellare o ci va anche nell'impasto? Scusami ma ho sempre tante domande e probabilmente molte sono anche un pò sciocche spero di "sentirti" presto Donj69

    RispondiElimina
  22. @Dony69: Bene, domani praticamente è oggi! Spero di non esser arrivato tardi! La frolla stendila al massimo ad un cm. Le frolle riempile più che puoi. L'uovo, o meglio il tuorlo per spennellare, è a parte. L'uovo indicato nelle dosi va nel ripieno, non nell'impasto.

    Poi fammi sapere, eh? :)

    RispondiElimina
  23. Un tempismo perfetto, le ho sfornate poco fa e devo dire che sono MERAVIGLIOSE!!!!!!!!!! Posso solo dirti GRAZIEEEEEEEEEEE!!!!!!
    Le ho fatte un pò più piccole ma solo per accontentare tutta la mia tribù che è numerosa e affamata, sono molto contenta del risultato e presto mi lancio nella riccia, ancora grazie un saluto frolloso Donj69

    RispondiElimina
  24. @Dony69: :)))
    Ora aspetto le ricce ;-)

    RispondiElimina
  25. Ho appena acquistato una specialissima vera ricotta di pecora e non posso proprio mangiarmela tutta in purezza,allora rifaccio le frolle, per la gioia di tutti,nella remota possibilità che debba conservarle qual'è il modo migliore?Ciao ciao.

    RispondiElimina
  26. @Dony: Che domande? Nella pancia!!!!
    :D :D :D
    Guarda, dopo un giorno la ricotta non è più la stessa. Prova a congelarle, ma sai meglio di me che...

    RispondiElimina
  27. ciao mi potresti aiutare vorrei fare le frolla ma la semola rimacinata cos'è?e se esiste in commercio mi dici anche la marca per piacere???questa frolla poi la faccio come la faccio sempre ossia farina e burro come se stessi strofinando i soldi poi zucchero ammonica acqua vero cosi la faccio????garzie di cuore per la risposta ma mio marito pensa che io ne sia capace un bacio

    RispondiElimina
  28. @tina: Hai ragione. Non sono stato preciso. Intendevo la semola rimacinata di grano duro. Ora ho corretto anche nel testo.
    Il resto del procedimento spero ti sia chiaro.

    RispondiElimina
  29. il resto del procedimento e facile penso ma comunque sono un pochino ansiosa sai non vedo 'ore di farle.....tu mi aiuterai???anche se solo virtualmente. A proposito ottimi i tuoi cannoli a mio marito e figlia sono piaciuti...ma mi dice mia figlia i tuoi biscotti scones sono buonissimi...una buona serata

    RispondiElimina
  30. @tina: ehi ehi ehi!!!! Ma quanto cose hai fatto?!?!?!!!!!
    Che soddisfazione che mi hai dato!!!

    Ricordati: le frolle vanno riempite tanto ;-)

    Aspetto il risultato!!! :))

    RispondiElimina
  31. a proposito ieri ho fatto l'impasto per le briosches ottime buonnsapore riempite con la nutella.....

    RispondiElimina
  32. @tina: Bene son contento. La prossima volta mettici la Ziopierella :)))

    RispondiElimina
  33. caro zio sto cominciando ho letto su gennarino.org tutto dal migliaccio alla sfogliatella liscia riccia insomma una confusione totale ma iniziamo ho comprato la semola di grano dura della divella va bene? quella rimacinata arriva tra 10 15 gg quindi ??????????????adesso piango disperata..........comunque complimenti belle sfogliatelle ricce un bacione

    RispondiElimina
  34. @Tina: Accipicchia. Ti sarai fatta una cultura!!! Dai, non disperare: 15 giorni passano in fretta!
    :))

    RispondiElimina
  35. ha comprato la farina di semola rimacinata,ma adesso aspetto lo strutto migliore quello fatto dalla mamme delle mie amiche,sai quello buono saporito....baci baci

    RispondiElimina
  36. @Tina: Bene! Aspetto i risultati!
    :))

    RispondiElimina
  37. eccomi ho fatto la pasta frolla è stata facile nessun problema nell'impastare a mano l'acqua l'ha aggiunta piano piano e non insieme,finiqui nessun problema,il mio unico dipiacere è per la mia piccolina ha la varicella...tutta piena di bolle.......un bacio a tutti gli italiani

    RispondiElimina
  38. @Tina: Oh, mi dispiace per la piccolina.
    Pero' la varicella meglio prendersela da piccoli che da grandi.

    Quando le riempi? ;-)

    RispondiElimina
  39. buinisssssssssssssssssssssimmmmmmmmmmmmmmmmmmmeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee le ho fatte un ora fà e adesso mangiate con il latte buone buone ottime insomma non ho parole ho sbagliato solo una cosa la ricotta era ancora poco umida e quindi l'impasto e venuto un pò liquido ma niente di preoccupante,la palla chiamiamola cosi di semola l'ho fatta cuocere un paio di muniti sul fuoco così si asciugava meglio,insomma ho seguito le tue indicazioni e sono venute ottime......un bacione immenso adesso vado la piccina mi chiama un bacione

    RispondiElimina
  40. @Tina: Son veramente contento ti siano piaciute!!!
    :)))

    Sta meglio la piccina? Auguri.

    RispondiElimina
  41. insomma una bimba di 3 anni e mezzo piena di bolle rosse su tutto il corpo...

    RispondiElimina
  42. @Tina: Ti capisco. Mia figlia aveva 14 mesi quando se la prese....
    Mi raccomando dopo. Non ti lasciare ingannare dalla guarigione: il fisico resta debilitato per diverse settimane, per cui massima attenzione!
    ;-)

    RispondiElimina
  43. AUGURIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII per il papà più gustoso del web............grazie per il consiglio andiamo già avanti con le vitamine visto che abbiamo fatto tutto febbraio con l'influenza in tutti i sintomi,poi adesso,insomma un periodaccio mia figlia mi dice "mamma ma stiamo facendo la muffa in casa"immagina tu che tipo è mia figlia,ti dico solo che le spogliatelle sono finite oggi non le abbiamo mangiate tutte noi sai i nonni gli zii,bhe calcola che io alle 18.00 gli fatto gli scones, me li ha chiesti,nè ha mangiato un paio e poi ha detto adesso puoi farmi la carne,fatta mangiata tutta e poi la frutta e altri biscotti insomma i tuoi scones gli hanno aperto una voragine e io ne sono super felice. Un bacio ha ripreso a piangere per il prurito

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails