AVVISO
Amici lettori, mi prendo un lungo periodo di riposo.

Nelle prossime settimane continuerò, come da mia abitudine, a rispondere a tutti i vostri commenti, anche se non sempre sarò tempestivo. Abbiate pazienza. ;)

Ci rivediamo a settembre con i resoconti di viaggi e... tante nuove ricette dello Ziopiero!

Ciao e... BUONE VACANZE A TUTTI!!!

giovedì 15 aprile 2010

Girandolone...

...mi diceva sempre mia madre!

Lei, ovviamente, alludeva al fatto che mi piaceva tanto andare in giro, vedere posti, incontrare gente, curiosare nei vicoli e nei portoni, vivere la strada.

Io, invece, adesso alludo a queste "bestie":


Così almeno le ha definite mia figlia in senso affettuoso. 5 in una griglia!!!! Avete idea di quanto possano esser grandi?!?!?!

Avevo un pomeriggio a disposizione e non ho avuto la minima incertezza sul cosa fare: Girandolare? Noooo! Le Girandole di Paoletta? SIIII!!!

Solo che mi son venute un po'...grandine!!! Ma pensate che sia un difetto? Noooooo, anzi! Pensate che bello poter dire: ne ho mangiata solo una! :))))

Peccato che io poi ne abbia mangiate 2!!!! Erano trooooppo buone!!!! :)))

Se volete dare loro una forma a girandola, non prendete esempio dalle mie, ma guardatevi le spiegazioni descritte in maniera chiara da Tinuccia

L'impasto di queste girandole - a mio avviso - è di quelli che ti danno soddisfazione. Tosto da incordare e trattare, ma poi vieni ampiamente ripagato già dal primo morso....spettacolari, divine, leggere, tanto da farti continuare a mangiarle.

L'interno, poi, viene bello alveolato:

La ricetta dettagliata la potete trovare qui; di mio ho fatto solo una piccolissima variante: ho scaldato le zeste di arancia e i semi di vaniglia insieme a tre cucchiaiate di rhum e due cucchiaini di miele all'arancio; trovo che il calore esalti maggiormente gli aromi e un tocco di rhum non guasta mai. Questa aggiunta, come mi ha fatto notare Paoletta, rende un po' più difficile l'incordatura.

Le Girandolone si conservano benissimo per almeno 6 giorni in un sacchetto per alimenti, di quelli trasparenti, per intenderci. Ma dubito arriveranno oltre il primo giorno. ;-)

Grazie, Paoletta, per averci donato anche questa tua elaborazione, perfetta ed equilibrata come sempre.

Alla prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

14 commenti:

  1. ho trovato la ricetta perfetta per provare la mia impastatrice ora mi rileggo il tuo post anzi mi rivedo il video sull'incordatura.
    ....non vedo l'ora di leggere quello sul fotoritocco visto che non ci chiappo niente!!!

    RispondiElimina
  2. Buongiorno,Queste girandolone a quest'ora fanno venire una voglia,io amo i lievitati a colazione!!!!!Le posso chiedere una cortesia?quando ha tempo se vuole può passare dal mio blog ,Cè una foto di un incordatura,mi potrebbe dire se è al punto giusto????La foto fa pena,ma se riesce a capirla.Ti ringrazio comunque anche se non puoi,sei troppo simpatico!!Il virus della perfetta incordatura mi è venuto seguendo te, la maestra e il maestro !!!Grazie mille!

    RispondiElimina
  3. eheheh una bella girandolona per colazione dopo una corsetta ci sta proprio a pennello. Aspetto le dritte sul fotoritocco ;)

    RispondiElimina
  4. grandicelle...bè...allora si possono gustare con più soddisfazione ;)
    Proprio bellissime e sembrano così soffici!
    un bacione

    RispondiElimina
  5. Zio piero,grazie infinite,Sei proprio sicuro di volerti ritrovare la casella di posta invasa???
    Con affetto !:-)

    RispondiElimina
  6. E' una delle mie preferite... al bar, la mattina, due volte su tre la scelgo (indagine ISTAT 2010)!!!! Ora potrei cominciare a farle...

    RispondiElimina
  7. ahahahah... girandolone si dice anche qui;)... ma non pensavo di trasformarle in brioches da colazione bellissime e sofficissime!!

    RispondiElimina
  8. Zio Piero, anch'io non trovavo mai la strada di casa e la mia mamma mi chiamava "girandolona" tutto il mondo è paese, pensa quanti anni in più c'ho di te......!!! Buone, ma come al solido troppo burro, posso provare con l'olio, chissa??!!deny

    RispondiElimina
  9. Ma che buona....e se è grande è pure meglio!!!

    RispondiElimina
  10. Eccomi Piero...
    Solo per un saluto veloce.. e per dirti che a breve tornerò ad avere internet grazie ad un ponte radio nel bosco...
    Ci sentiamo per il giorno in cui passerai a trovarmi..
    l'8 ed il 9 maggio però non credo proprio sia possibile perchè sarò pieno di lavoro.. ma ci sentiamo via mail..
    Un abbraccio..
    Matteo

    RispondiElimina
  11. @nitte: con moderazione ;-)

    @Matteo: dai, poi ci sentiamo in privato. Al limite mi tiro su le maniche e ti affianco ahahaahha

    @deny: non conosco la tua età, ma la mia è 48.

    @lacquadorosa: Ma fai colazione al bar?!?!!? Vade retro, satana!!! ahahahah :)))

    @gemelline: per voi doppia razione!!!

    @elenuccia: ...quasi quasi pure prima!!!!

    @Ily, fammi sapere poi come è stato l'esordio dell'impastatrice. Quanto al fotoritocco...ho pubblicato, ma non credere di risolvere con le mie 30 righe... sono solo uno spunto ;-)

    RispondiElimina
  12. Ciao Zio Piero, non so se ti ricordi ma nel post del Pandoro abbiamo parlato un pò delle varie impastatrici in commercio, io avendo un'impastatrice mediocre ero leggermente incerta sull'incordatura dei lievitati....tu mi avevi augurato un'anno ricco di incordatura...ora non so se mi hai portato fortuna ma sabato mio marito mi ha regalato il Kenwood cooking chef... la prima ricetta che ho voluto provare sono queste Girandole...che dire...sono STREPITOSE e l'impastarice è un vero e proprio gioiello...grazie infinite e grazie anche per i tuoi preziossimi filmati sull'incordatura che mi hanno aiutato parecchio...
    A presto Maddy

    RispondiElimina
  13. @Maddy: Certo che mi ricordo! Accipicchia che regalone!!!Hai fatto bene ad iniziare con qualcosa di non troppo complicato. L'uso dell'impastatrice richiede un po' di tempo prima di diventare familiare. Fammi sapere le evoluzioni.
    Buon Tutto.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails