AVVISO
Amici lettori, mi prendo un lungo periodo di riposo.

Nelle prossime settimane continuerò, come da mia abitudine, a rispondere a tutti i vostri commenti, anche se non sempre sarò tempestivo. Abbiate pazienza. ;)

Ci rivediamo a settembre con i resoconti di viaggi e... tante nuove ricette dello Ziopiero!

Ciao e... BUONE VACANZE A TUTTI!!!

mercoledì 20 ottobre 2010

Ricotta Fatta in Casa

Ce l'avete una fascella? Noooo??? Vabbe', recuperatela subito. Qualsiasi negozio che vende ricotte ve la regalerà!

Ce l'avete un litro di latte? Siiii, questo si.
Se è di quello buono meglio ancora!!!

Ce l'avete mezzo limone? E un pizzico di sale? E 10  minuti di tempo?

Ma allora fatevi la ricotta!!!!

Quando me ne parlo Luna non credevo alle mie orecchie!

Guarda, zio, è facilissimo!!! 
E infatti...
(Fare click sulla foto per ingrandirla)
La ricetta con il procedimento descritti da Luna li trovare qui, ma in pratica si tratta di portare quasi ad ebollizione il litro di latte con mezzo cucchiaino di sale, aggiungervi poi due cucchiai di limone, mescolare un poco  ed aspettare che si separi il siero dai grumi.
Quindi con un colino filtrate e versate la ricotta nella fascella.
Fatto!

Ho messo le dosi con un solo litro di latte perché a mio avviso è bene provare prima con una quantità ridotta.
In questa maniera si ottiene circa un etto e mezzo di prodotto.

Lunaaaaaaa? Ricordi il tuo miele???? Mmmmmmmmmmmmmmmmmm:

(Fare click sulla foto per ingrandirla)
(Fare click sulla foto per ingrandirla)

Grazie e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:


53 commenti:

  1. Da provare!!! I tre punti esclamativi non sono dovuti ad una lentezza di riflessi o pesantezza della mano...è proprio che merita un prova quanto prima questa conversione latte-ricotta che tra l'altro conoscevo ma non ho mai avuto il coraggio/tempo di farla.
    Ho anche la fascella...che non butto mai :PPP

    RispondiElimina
  2. anche io l'ho fatta tempo e devo dire che il risultato e' straordinario,se poi si ha un buon latte di capra fresco fresco...slurp...a presto zietto!!!

    RispondiElimina
  3. Da te l'incoraggiamento, da luna anche le foto dettagliate passo per passo, non mi resta che provare!!!Sembra una cosa facilissima...Poi io la uso spesso la ricotta nei dolci e non solo...Stavolta ti farò sapere io che sono proprio curiosa ;-)...Buona giornata

    RispondiElimina
  4. Buona ricotta&miele, vero? Adoro questo connubio!
    A me questa ricottina piace molto, spero anche a voi!
    Un bacioneeeeee

    P.S.Comunque il miele non è "mio": te l'ho regalato io ma è di mio padre, è lui l'apicoltore di famiglia eheheheheh

    RispondiElimina
  5. Zio Piè, precisiamo però che la ricotta, come scrive Luna nel suo blog, è una pseudo ricotta?
    si perche' io questo formaggino delizioso lo faccio spesso dopo aver letto il post di Luna ma dire che è ricotta è un po' offensivo nei confronti dei nostri maggici ricottari siculi!!! fatti un cannolo con la ricotta sicula e poi uno con la pseudo ricotta e mi saprai dire ;)

    RispondiElimina
  6. @Gamby: !!!
    (questi 3 invece sono dovuti alla mia lentezza di riflessi ahahahahaah)
    ;-)

    @Scarlett: ...avercelo il latte di capra!!!

    @Saretta: ...vai!!!
    ...e in bocca al lupo per domenica ;-)

    @Luna: ...e non solo apicoltore!!!
    :)))

    @Shade: Concordo sulla bontà dei prodotti siculi. Infatti una delle migliori ricotte mangiate ultimamente l'ho gustata a Noto.

    Sulla bontà di quella fatta a casa...dipende dalle materie prime e dalla mano, su questo non si discute. Un magico ricottaro siculo, con un ottimo latte a disposizione puo' fare un'ottima ricotta anche in una casa di Roma ;-)

    RispondiElimina
  7. @ Shade: scusa se mi permetto ma anche se non fosse la "nostra ricotta" vuoi mettere? Quante persone oggi come oggi fanno il formaggio in casa? ti posso dire che è più che apprezzabile tentare di fare con le proprie mani ricotta che comunque sarà più buona di quella che troviamo al supermercato! Non credo che ai magici ricottari siculi cambi molto, anche loro tra l'altro sono ormai una rarità, e la ricotta industriale che troviamo dappertutto non ha che un vago ricordo del sapore di quand'ero bambina...ahimè!
    @ Zio: vorrei provarci per usarla come ripieno della pasta, che mi dici? un bacio e sei sempre un mito!

    RispondiElimina
  8. interessantissimo! Io qui a Roma non compro MAI la ricotta. La ricotta industriale per me va bene solo da mettere nei rustici. Io amo la ricotta che si produce nel mio Molise, quella di Capracotta o di Carovilli, te la vendono ancora tiepida e ti si apre il cuore quando la assaggi. Poi beh col miele è uno spettacolo..ma anche col tartufo..gnammi! Questo "esperimento" lo proverò sicuramente..è da circa 3 mesi che nn mangio ricotta (d'estate non mi piace, troppo forte)! Grazie!

    RispondiElimina
  9. Sai che è da tanto che ho voglia di provare a fare la ricotta? pensavo ci volesse il caglio, ma forse il limone fa la stessa cosa. Devo andare alla ricerca di una fascetta...basta per un liro di latte?

    RispondiElimina
  10. .... zio ma se una come me la fascella nn ce l'ha come si risolve?? dai dai che la voglio fare!!!
    baci

    RispondiElimina
  11. Ciao zio...non miconosci ma ti leggo spesso..:D
    Non ho resistito...ma inizio ad "odiarti"!!!
    A parte la ricetta che sicuramente proverò...
    ma le fotoooooooooooo...argh..ogni volta che passo di qui mi mangio le mani..
    sono troppo belle!!!
    Io non ci riesco!naggia...
    Ho seguito i tuoi consigli,ho anche fatto la softeboxxe :P
    Cmq...zio...continuerò a sbirciarti e odiarti! :D
    A presto ^_^

    RispondiElimina
  12. @Ginestra: Dico che va bene.
    Le accortezze da osservare sono diverse, quali trovare il giusto momento per tirarla fuori dalla pentola, la giusta dose di sale, di limone, scolarla né troppo né poco..insomma, non è un caso che i ricottari non sono tutti uguali.
    Di positivo rimane il fatto che prepararla è un attimo, per cui puoi via via raffinare l'esperienza senza dover consumare ettolitri di latte ogni volta. ;-)

    @Cleare: Conosco bene quei posti e quei prodotti. Devo però constatare, con rammarico, che negli anni alcuni produttori hanno abbassato la qualità per aumentare la produzione. Peccato.
    (cmq ho il pusher di fiducia)

    @elenuccia: Si puo' fare anche senza caglio, ma se lo trovi meglio usarlo. Con un litro di latte viene una mini dose, ma all'inizio è meglio non lanciarsi in grandi produzioni, come in ogni cosa. ;-)

    @Cranberry: OK! Odiamoci così, senza pudor!
    ahahahahahaah
    :)))))

    RispondiElimina
  13. @Sarafly: Compri una ricottina intera e ti fai regalare la fascella! ;-)

    RispondiElimina
  14. Un paio di estati fa, per me fare la "ricotta" (che poi proprio ricotta non è, ma a noi non ce ne frega ;-D ) in questo modo era diventato molto ricorrente, io però usavo l'aceto di mele al posto del limone. La preparavo anche con un trito di erbette fresche, che mescolavo alla pesudo-cagliata un minuto prima di spegnerla, ecco come veniva (non so se funziona il link postato qui nei commenti, io ci provo)
    http://picasaweb.google.it/lh/photo/isnGvrn6vzdIMgK3xi_ocw?feat=directlink
    Grazie per questo post che mi ha fatto tornare la voglia di rifarla, tanto le erbette in vaso sul terrazzo sono ancora verdi e rigogliose!
    Ciao!

    RispondiElimina
  15. Come prevedevo, il link alla foto non è attivo... vabbé, puoi fare copia e incolla nel campo dell'url... ciao!

    RispondiElimina
  16. bravo ....certemente è da provare ...sono curiosa!

    RispondiElimina
  17. Faccio la ricotta ( o meglio la finta ricotta) esattamente come mostri tu qui.
    Perche' secondo te se stavo in un Paese dove si trova comunemente mi sarei andata a prendere la fascetta vuota????

    Bellissima la foto con il miele...meglio non dica di cosa da venire voglia :-)))) FOOD PORN FOREVER!

    RispondiElimina
  18. zio, il punto é che io vivo in spagna e qui la fascella non sanno nemmeno che é .... mi puoi indicare, consigliare un aggeggio x sostituirla? graciassss!

    RispondiElimina
  19. Dimenticavo: con questa finta ci ho fatto una cassata lo scorso Natale. Credetemi o no, sono tutti caduti in estasi...;-)

    RispondiElimina
  20. Grande Piero.. come sempre...
    Anch'io me la preparo spesso da me... e devo dire che viene strepitosa..
    Un abbraccio..
    Matteo

    RispondiElimina
  21. ....allora presto proverai la mia tortina mele e ricotta :)))

    RispondiElimina
  22. Non ci possocredere! Ti sei messo a fare la ricotta??? E io che credevo che non si potesse proprio fare home made... accidenti, bisogna che mi attrezzi subito allora, perchè io la ricotta la adoroooooo!!!! Bravissimo!

    RispondiElimina
  23. La fascella non ce l´ho...tra le caccavelle varie non ho pensato di portarlmela....ma mi invento qualcosa perché la voglio provare 'sta ricotta..qui il latte é buonissimo...chissá che viene fuori..E poi vai di torta di ricotta !

    RispondiElimina
  24. @Lisa: Bella la tua ricotta! Dai, adesso la devi rifare!

    @Mary: ;-)

    @Arabaubau: Sai che proprio non riesco ad immaginare? Ahahahahahah

    @Sarafly: La fascella serve a far uscire il siero rimanente...potresti sostituirla con qualcosa di simile, tipo un colino. Comunque non credo che in spagna tu non la riesca a trovare...
    ;-)

    @Arabaubau 2: Ovviamente io non ci credo. Me la devi rifare uguale uguale. Se vuoi metto anche a disposizione cucina e materiali
    (tu lo sai che per la cassata ci vuole una teglia concepita appositamente, si?) ;-)

    @Matteo: Grande Matteo!!! Mi fa sempre piacere quando mi vieni a trovare :))

    @Mirtilla: Visto com'è facile? Dai, poi mi farai sapere! :))

    @Gluty: Il latte buono fa sicuramente la differenza. Ma da quelle parti molte cose sono buone, anzi ottime!

    RispondiElimina
  25. Ma possibile che leggendo le tue ricette, che sembrano così lontane per noi "cuochine" alle prime armi, tutto sembri così facile???? ;-) Sei ineguagliabile zio!!! ;-) un bacio!

    RispondiElimina
  26. Mamma mia, letto così sembra una cavolata... mi incuriosisce un sacco; senti zio Piero...secondo te le stesse dosi valgono anche se come base uso il latte di capra?

    RispondiElimina
  27. Zietto ma che meravigliaaaa...recupero l'aggeggio e mi metto all'opera!!

    RispondiElimina
  28. Noooooo, voglio farlo anche ioooooooo!!
    Anche io, anche io, anche io!!!
    Bellissima, inutile dire... che lo farò presto!

    RispondiElimina
  29. eccotelo tiè, mò pure la pseudo ricottina... la faccio venerdì perchè per sabato mattina ho promesso a qualcuno una colazione a letto e la ricotta col miele ci evoca romantici ricordi ... c'ho giusto un buon miele artigianale sardo da colarci a filo.... bella la foto piè, ma quella nell'anteprima mi fa più sangue... :D

    RispondiElimina
  30. @Kiara: ...però ricorda: è più facile rendere difficili le cose facili che rendere facili le cose difficili. Ti ho confuso un po' le idee? ahahhaahha
    Io me le sono confuse da solo!!!
    (Ma che ho detto? Boh!)
    :D :D :D
    ...o forse è più difficile rendere facili le cose difficili?
    :))))

    @Barbara: Ti assicuro: il procedimento è una cavolata. Secondo me anche con il latte di capra le dosi non cambiano. Ma alla fine di che dosi parliamo? Un po' di sale e un po' di limone. Prova e fammi sapere, eh?
    ;-)

    @dorydodo: Ok. Ripassa da qui quando hai fatto. :)

    @Tery: E' inutile dire che ti verrà benissimo!
    ;-)

    RispondiElimina
  31. @Zucchero: ...be', visto che ti fa sangue...potresti fare una buona azione e donarlo! Anzi guarda, ti mando qualcuno direttamente a casa...diciamo ....sabato mattina?
    ahahahahaah

    /aho, me raccomando col miele, eh? Quello appiccica!!!

    RispondiElimina
  32. piero no, sabato mattina proprio no! :D e poi il mio sangue non lo vuole nessuno, sto sotto i 50 kili e non me lo vonno siringà, c'ho già provato, dicono che non se poffà... :)))

    RispondiElimina
  33. ogni volta che si passsa di quà è sempre un piacere scoprire qualcosa di interessante ...
    E .... Bravo lo zio Piero;)
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  34. e come deve essere... quando è ancora calduccia...
    ;-)

    RispondiElimina
  35. @Goloso: Un abbraccio anche a voi!!!

    @Gaia: ...infatti....:))))

    RispondiElimina
  36. x zio - certo che te sei n'genio.
    del male.
    però un genio. :-))))
    ma visto che fai tutto in casa, un bell'allevamento di acciughe nella vasca per la napoletana fatta in casa no?

    x zio-arabba-crì - ma fatela finita... "che te ricorda il miele colato?" e "me fa sangue" e "food porn"... diciamoci le cose come stanno, troviamo il coraggio di fare outing, cerchiamo di essere sinceri con noi stessi: quando uscì quel maledetto film semo andati per mesi avanti e indietro... cucina-camera da letto-cucina-camera da letto... certi raffreddori porcoggiuda... praticamente ha creato una generazione di porno-gastro-svalvolati... per far che poi? mischià i ravanelli co' la marmellata di fragole... certe schifezze... quasi quasi ci tiro su un post su sta cosa...

    RispondiElimina
  37. un momentooooo ciao zio pie', intanto :-) secondo me sarebbe opportuno precisare che questa non è ricotta, ma cagliata! c'è una notevole differenza sia in fatto di calorie che di procedimento che di gusto. la cagliata è più grassa: è appunto latte cagliato... mentre la ricotta è siero ri-cotto, quindi a quel punto magrissimo. ho voluto precisarlo perché altrimenti si crea confusione :-) buona giornata!

    RispondiElimina
  38. @Spaz: Tu ci scherzi, ma lo sai che c'è stato un periodo che ero entrato in fissa con le uova fresche e volevo mettermi le galline sul terrazzo?
    :D :D :D

    @sara b: Grazie. Hai fatto bene a dprecisare. Avresti anche da sengalarmi un procedimento per ottenere la ricotta in casa? (se vuoi anche via mail, l'indirizzo lo trovi nel profilo)
    Grazie :))

    RispondiElimina
  39. Sara b era quello che volevo dire io!

    RispondiElimina
  40. O_o fantastic!!!!! non sapevo si potesse fare a casa con queste poche mosse.
    Poi 150gr è ottima per la mia dieta :)
    Sono curiosa di provarla al più presto ;)
    grazie zio e grazie anche a Luna

    pensavo all'aggeggio per sostituire la fascella...avete presente quell'aggeggio per scolare l'insalata da mettere in frigo? il cestello dentro è molto simile alla fascella ma ha le basi uguali ;) potrebbe andare?

    RispondiElimina
  41. Sono commosso. Forse ho trovato il modo di rimediare al mio periodo di astinenza da ricotta! Qui nella terra di canguri la ricotta è l'equivalente dei fiocchi di latte in Italia (tipo Jocca)... Non ho la fascella ma qualcosa m'inventerò! ;-)
    Grazie Piero!

    PS: belle foto!

    RispondiElimina
  42. @Giorgia: L'aggeggio per scolare l'insalata va benissimo, solo che per queste dosi (un litro di latte) è enorme. Te ne servirebbe uno mini, tipo i giochi di Barby.

    @Nico: Potresti aprire un'attività, tanto il latte laggiù è buono! ;-)

    RispondiElimina
  43. Questa Zio Pie' è da provare!
    naturalmente tii faccio sapere! ;-)

    RispondiElimina
  44. @Cle: ...e io son qui che aspetto! ;-)

    RispondiElimina
  45. Ziopiero, le tue ricette sono sempre un successo!

    L'ho fatta ieri sera e oggi l'ho servita a pranzo prima come antipasto, con dei fichi e poi mischiata ad un buon sughetto di pomodorini freschi con delle tagliatelle.

    Non è rimasto niente :)

    RispondiElimina
  46. Zio, la vedo dura. La cassata fu un'opera totalmente artigianale, a partire dai canditi fatti da me, la ricotta, il pan di spagna...in pratica mi sto ancora riprendendo, e poi in cucina tua dovrei metterci la tenda per diciamo una settimanella :-)))

    RispondiElimina
  47. @Nico: Che piacere sapere che l'hai provata! Coi fichi, poi, deve essere stata spettacolare...!!!
    :))

    @Arabaubau: La cassata DEVE essere un'opera artigianale!!! Mica ti spaventerai per qualche candito home made? :)))

    piesse: una settimana?!?!!? aiuuuutoooooooooooooo!!!!
    ahahahaahah

    RispondiElimina
  48. Zio Piè, dopo 4 mesi (I'm sorry ma non trovavo una fascella) ce l'ho fatta! E' sparita appena messa in tavola, non ho avuto neanche la prontezza di riflessi di immortalare la ricotta casalinga! Grazie ancora!!

    RispondiElimina
  49. @dorydodo: Ma dai!!! Bellissimo che tu alla fine l'abbia fatta. Anche io ho aspettato tanto prima di mettermi all'opera.
    Son contento ti sia piaciuta. :)))

    RispondiElimina
  50. La ricotta dello ziopiero me l'ero persa! Com'è possibile? In casa nostra la fa il papoperò non così ma la versione povera, quella per non buttare via niente, con la cagliata che resta dopo aver fatto i latticini (di cui il suddetto papo è ottimo produttore 8-) )
    Insomma, letteralmente ri-cotta!
    Per ora siamo ai primi esperimenti perchè prima ciò che restava dop aver fatto i latticini veniva dato al cane (!), però viene bene anche così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro chi fa i formaggi in casa. Purtroppo, al di la di questo piccolo esperimento, ho poi desistito. Ci vorrebbero troppe vite parallale per fare tutte le cose che vorrei...
      :))

      Elimina
    2. Si ma i latticini sono davvero veloci e facilissimi! sono di una bontà.. In casa nostra si fanno quasi una volta a settimana, con il latte delle mucche del vicino...
      Poi con il papo ci divertiamo con gli esperimenti di stagionatura, a volte nella paglia, altre nelle foglie... Vengono fuori sempre formaggi diversi!
      "Conoscendoti" sono sicura che ti divertiresti anche tu ;)

      Elimina
    3. Il problema vero è la materia prima...
      Il mio vicino ha un SUV e un Harley Davidson...e il latte industriale che vendono a roma è quasi acqua...altro che mucche!!!
      :)))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails