AVVISO
Amici lettori, mi prendo un lungo periodo di riposo.

Nelle prossime settimane continuerò, come da mia abitudine, a rispondere a tutti i vostri commenti, anche se non sempre sarò tempestivo. Abbiate pazienza. ;)

Ci rivediamo a settembre con i resoconti di viaggi e... tante nuove ricette dello Ziopiero!

Ciao e... BUONE VACANZE A TUTTI!!!

lunedì 31 maggio 2010

Ho fatto una Cassata!!!

Diceeee: "ma ne fai tante!!!" Aahahahahaah, spiritosoni!!!

Si, lo ammetto: è vero!

Ma questa è dolce, anzi di più, anzi di più di più di più!

E poi è la mia prima cassata che faccio (parlo sempre di quella dolce, eh? Di quelle amare ho perso il conto, ormai!).

Infatti non mi ci ero mai avventurato. Pensavo fosse un'altra di quelle imprese titaniche, tipo la Setteveli o la Torta Giardino di Fragole (imprese che poi si rivelano meno titaniche a patto di organizzarsi per bene)

Poi un giorno mangiai la Cassata fatta dalle Manine di Cinzietta, precisamente questa:


...di quella meravigliosa giornata ne parlò qui Paoletta, vi ricordate?

Quel giorno a Palermo fu indimenticabile....quanti bei ricordi...e quante attenzioni da parte di Cinzietta. Pensate che che a noi tutti ci regalò questa cassetta piena di Martorana, sempre fatta dalle sue manine, cassetta compresa:



Ma torniamo alla Cassata!

Mammamia!!!!! Fu una cosa sublime!!!
Fu così che decisi che prima o poi l'avrei fatta anch'io!

E così fu!

Complice il mio solito amico d'infanzia che mi ha invitato a pranzo a patto che gli facessi la Cassata; mi son messo a studiare e ...come tutti gli alunni precisini ho iniziato a tempestare di telefonate la povera Cinzietta da Palemmo.

*Sciuri, Sciuriiii...* (suoneria del cellulare di Cinzietta)

"A Ci', me devi da 'na mano"
"Mmmmiiiiiiihhhhh, Pieruzzo Beddho, tutto o 'vrazzo ti ci do' . Dicci"

E io ci dissi
E lei veramente tutto o 'vrazzo mi diede!!!

"Ohe, se hai bisogno telefonami, eh?"

Cinzie', ma quante telefonate t'avrò fatto? Ahahahah

Vi dico solo che alla fine ella m'arrispunnnìa:

"Pronto, Centro Supporto Cassata On line. Digaaaaa?"

..e io ci dicevo :D :D :D

Alla fine questa fu:


Certo, esteticamente non è per niente la stessa cosa, ma la vita è lunga, avoja a cassate che potrò ancora fare!!! Sia dolci, sia amare!!! :))

Intanto provo a riassumervi come ho proceduto, puo' sempre tornare utile.

Come riferimento prendiamo uno stampo da 24 cm, con i bordi alti e svasati.

La prima cosa da fare è la Pasta Reale. Visto il nome altisonante pensavo che non ci sarei mai riuscito, invece è stato facile :))

Prendete 150 gr di mandorle pelate e un paio di mandorle amare. Tritatele finissime e mischiatele con 300 gr di zucchero a velo. Aggiungetevi poi 15 gr di glucosio liquido e 40 gr di acqua con qualche goccia di colorante verde per alimenti. Impastate bene e avvolgete nel cellophane. Si conserva in frigo praticamente per una vita.

Fate poi un Pan di Spagna con 4 uova, 150 gr di zucchero e 120 gr di amido di grano (frumina).
Anche questo, come ben sapete, lo potete conservare (max 2 gg) o congelarlo.

Procuratevi dell'ottima ricotta di pecora. Ne occorrono almeno 1200 grammi.
Mettete la ricotta in una ciotolona e versatevi sopra 600 gr di zucchero. Lasciatela in frigo almeno 12 ore in modo che rilasci tutta l'acqua che poi toglierete. Mescolate poi per bene lo zucchero e aggiungetevi pezzetti di cioccolato fondete (io uso quello al 70%). Quanto? Ma quanto ne volete. Diciamo un paio d'etti, su. Volendo potete aggiungere anche dei canditi.

Fin qui tutto liscio, ma ora viene il bello....

Come la monto? E come la guarnisco?

Andiamo per gradi.

*Sciuri, Sciuriiii...*

"Pronto, Centro Supporto Cassata On line. Digaaaaa?"

...e io ci dissi....
...ella m'arrispuinnìa...
...e io fedelmente vi riferisco:

Il bordo della cassata normalmente è formato da un pezzi di Pasta Reale (alti circa 1 cm) alternati a pezzi di pandispagna di uguale altezza. Nel mio caso, vista la superproduzione di pasta reale ho usato solo quella.
Si costruisce così il bordo sistemando i pezzi nello stampo (che deve essere svasata assai); sul fondo poi si sistema il pandispagna. Consiglio: se il pandispagna lo avete della stessa misura dello stampo su cui state lavorando è meglio: usate la parte del pandispagna ricavata dalla base (altezza 1 cm, max 1,5) in modo tale che le parte che in cottura è stata a contatto con lo stampo venga sistemata anche qui a contatto con lo stampo. Poi capirete perché. ;-)

A questo punto potete versarvi dentro il ripieno di ricotta, livellate il tutto, e mettete qualche briciolina di pandispagna sopra. Coprite con carta argentata e ficcate tutto nel congelatore fino al giorno in cui volete consumarla.....praticamente qualche ora dopo!

E' questo il momento di pensare alla Glassa Reale!
(aho, ma qui gli ingredienti so tutti di sangue blu?!?!?)

*Sciuri, Sciuriiii...*

"Pronto, Centro Supporto Cassata On line. Digaaaaa?"

..e io ci dissi....
...ella m'arrispuinnìa...
...e io fedelmente vi riferisco:

L'operazione di glassatura deve essere fatta molto velocemente.

Fase uno: "uscite" la cassata dal congelatore e "scaracollatela" sul piatto da portata, cioè rigiratela e toglietela dallo stampo.

Poi mischiate 300gr di zucchero a velo con un albume e qualche goccia di limone. Vi verrà un composto densissimo che solidifica un pochi minuti. Con questo composto andate a spatolare il sopra della torta. Ora ringraziatemi che vi ho fatto usare la parte di sotto del pandispagna, altrimenti vi vorrei vedere con le bricioline che si attaccano alla glassa via via che spatolate :D :D :D

Se fate un bel lavoro avrete tutta la mia stima. Io come prima cassata mi sono accontentato, ma si puo' far di meglio, molto meglio.

Il bordo: se avete messo solo Pasta Reale, potete decorarlo con la Glassa Reale, alla quale avrete aggiunto altro (!) zucchero a velo, facendo ghirigori a piacere (come esempio guardate sopra la meraviglia fatta da Cinzietta). Se avete messo anche il pandispagna vi suggerisco di glassare anche il bordo.
Io, alla fine, ho messo solo Pasta Reale e ho pure glassato il bordo (come esempio NON guardate la mia!!!)

Il sopra: a questo punto guarnite con tanta frutta candita. La tradizione vorrebbe che con la zuccata tagliata sottile si facessero i petali di un grande fiore e il resto fosse composto da altri tipi di frutta.

Zuccata non ne avevo e ho usato il cedro tagliato con il pelapatate :D.
Pero' avevo un bel mandarino comprato al Mercato del Capo a Palemmo insieme ad altri pezzi vari. Quelli usai!

Il sapore della cassata è ...come dire...dolce? Ma la vera differenza la fanno due ingredienti:

1) la ricotta
2) le mandorle, comprese quelle amare.

Se volete avventurarvi (alla fine non è un lavorone, credetemi) accertatevi di avere questi due ingredienti di primissima qualità ;-)

Ah! Ovviamente quando la servirete, accertatevi che si sia scongelata del tutto. ;-)

Ciao e alla Prossima

Lo Ziopiero

Piesse: quasi quasi ci faccio un altro squillo all'amichettamia:
*Sciuri, Sciuriiii...*

:D :D :D 

Guardate anche le altre realizzazioni:

33 commenti:

  1. ziopiè... io ieri ho fatto il tuo zabaione!!!
    Il primo tentativo era color marrone - bruciato!!!
    il secondo è andato meglio, ma non è mica come il tuo!!!
    certo pero' .... è bbboono!!!

    la cassata???? mmmmm.... mi tenta!

    RispondiElimina
  2. Caspita, bella! Fatta da te sembra una passeggiata :))
    La glassa bianca, per me, è sempre stata una croce. La tua si stendeva bene? Lo zucchero a velo col quale è preparata, è autoprodotto?

    RispondiElimina
  3. Bravo Zio! Questo è uno di quei dolci del quale sapevo poco o niente... certo che Cinzietta è riuscita ad ispirarti bene!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Prima o poi farò una capatina dalla sicula pure io...ho una predilizione per i vini ma sopratutto per i dolci siciliani, più sono dolci e più mi piacciono, la cassata mi risulta impegnativa da preparare, magari provo con le cassatine visto mai che ci riesco?...

    RispondiElimina
  5. wow hai fatto un capolavoro una cassata 10 e lode!!!sei davvero bravissimo!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  6. Bella bella bella!! Che cosa buonissima la cassata!!
    Davvero un bel lavoro, complimenti!!

    RispondiElimina
  7. E che cassata!
    Sembra ottima: complimenti!

    RispondiElimina
  8. @Alem: Vai Alem. Il terzo tentativo ti verrà giallo, come deve essere

    @Lizzy: Si, si stendeva bene. Ma te devi sbriga'!

    @Nannibis: Ispirarmi? Quella cassata me la sono mangiata a cucchiaiate dopo un pranzo palermitano...e ti ho detto tutto!!! ;-)

    @Cristi': ...o sarà lei a venire da te...? Domenica ti porto un po' di Pasta Reale ;-)

    @Imma: Devo migliorare ancora molto... Cmq grazie :)))

    @Tery/Marjlou: grazie anche a voi.

    RispondiElimina
  9. Zioooo si sente già l'aria sicula ehhhh??? EHeheh
    Comunque ti posso dare un consiglio a suo volta dato dalla Zia Anita (quindi abbastanza imponente come consiglio ;D) monti tutto nell stampo. Poi capovolgi con tutta la teglia su un vassoio. Metti un bel peso (tipo una confezione di latte) e lasci almenooo una notte, meglio 24 ore. Viene con una forma perfetta.
    Altra chicca (questa della Capa) per le bricioline di pan di spagna quando metti la glassa...spennellare gelatina di albicocche sciolta e lasciata raffreddare. Forma una patina che blocca le bricioline e fa venire la glassa più liscia. ;D
    Cmq bella è e brava a Cinziè anche che ti ha supportato!!!
    Ci sentiamo via mail ;D
    Baciotti

    RispondiElimina
  10. Ciao zio,la tua cassata è da elogio,me la sarei mangiata volentieri!!!Appena posti una ricetta stanno tutti con le antennine alzate ahahah!!Zio sei geniale,bravo,bravo ,bravo!!!!
    Ps,La prima foto è superba e tu me l'avevi nascosta???Ci sentiamo via mail.Un bacione!!!

    RispondiElimina
  11. Mi fai sempre morire dal ridere, sei cosi' colorito nei tuoi racconti che e' impossibile non ridere. io non ho mai fatto una cassata docle, quindi per me sei stato bravissimo!

    RispondiElimina
  12. L'encomio non te(ve)lo leva nessuno...io onestamente ho il terrore di una preparazione così articolata dove penso sia fondamentale che molti dei passaggi elementari (leggasi anche pandispagna, etc etc) siano già acquisiti da tempo. Probabilmente per me sarebbe una OdisseaNellaCassata ehehehehe a meno che tu non mi dia il tuo numero di telefono ed io possa chiamarti ogni 5 minuti...
    * Lo vedi ecco Marino, la sagra c'è dell'uva...*
    "Pronto, Centro Supporto Romano Cassata On line. Digaaaaa?"
    ...ed io ricett....
    ...tu m'arrispunnist'...
    ...e io fedelmente forse un giorno vi riferirò!
    Ahahahahah
    Bravo davvero :))

    RispondiElimina
  13. Ehhhhh che mattacchione!!! :DDDDD XD XD
    TI voglio un bene grande così!

    RispondiElimina
  14. Zi' Pie' la cassata ficisti ?
    Booona, sai che l'ho fatta pure io tutta gluten free accá in Buenos Aires repubblica argentina. Ci abbiamo messo du' ggiorni e eravamo in due (una milanese e una argentina askenazita, nuin te dico...mica sapevo che c'era il centro supporto cassata!). L'abbiama fatta pure co' tutti li decoretti e abbiamo lavorato la frutta candita perche' venisse lucida. Per la ricotta semo andate da er mejio formaggiaro (ma nun e' uguale uguale...).
    Nun te dico le facce de li argentini davanti a 'sta sculturra barocca, quasi quasi nun la volevano tocca'.
    Poi hanno visto la pasta reale e tutti le artre cosette dietetiche che c'ha' e hanno detto: " si ma ne prendo solo un pezzettino" perché cihanno la fissa der lait de la dieta (poi se magnano un barattolo de dulce de leche..).e io ridevo, mo' sta a vede come finisce...NUN HANNO LASCIATO GNENTE...! Ma niente, 'na lotta all'ultimo morso.
    E per il finale dissi: questi, stimati signori e' solo un pallido assaggio della grande cucina siciliana, se volete l'originale c'e' un volo AZ scalo a Roma...Cosi ho fatto pure servizio turistico.
    Adesso li faccio ferma' pure a Roma da Zi' Pie', cosi de passo se magneno pure er zabbajione tuo e la setteveli. Se te vedi arriva' un gruppovacanza argentino, e' colpa mia..
    Mannaggia pero' , quando ho fatto 'a cassata nun c'avevo er blog..nun l'ho manco fotografata..quasi quasi a' rifaccio...tanto c'e er centro supporto siculo-romano cassata on line...
    Besos

    RispondiElimina
  15. Ah dimenticavo bbbravo e me hai fatto pure tanto ride, aho parli bene pure er siciliano..

    RispondiElimina
  16. macari tu facisti a cassata! Settimana ispiratrice fu! hihihi hihihih farfallina ma a me le dritte perchè nun me l'ha date? Io la difficoltà maggiore l'ho avuta proprio a stendere la glassa che si solidifica quasi fulmineamente! Il problema del pandispagna non si pone se lo strato di marzapane lo mettiamo subito sotto la glassa di copertura, cosa che però si fa in quel di Catania... la tua si vede che è una cassata "rosanero" hahahahahaaha :D
    Non posso esimermi dal dire 2 parole su "Glu.fri" per il suo commento di risposta A S S O L U T A M E N T E da morire dal ridere!! Ma che è, v'hanno separato alla nascita? baciuzzi Piero e ci vediamo prestissimoooo

    RispondiElimina
  17. ...non ce la posso fare...non ce la poso fare a fare la cassata e a stare seria nel leggervi.....

    Clelia
    Padova

    RispondiElimina
  18. Bella cassata facìsti, zioPiero!
    Vedo però che manca la foto della fetta, il che mi fa supporre che l'avidità e la gola furono più veloci della macchina fotografica...insertài?
    Quando verrai ti daremo ripetizioni di cassata...la prossima volta fai il bordo a strisce e della pasta reale che ti avanza ne fai dei bon bon al liquore, all'arancia, al "quello-che-ti-piace"...
    OKKIO, che ti tengo d'occhio, eh? ; )
    baci
    anita

    RispondiElimina
  19. La pasticceria siciliana è in realtà decisamente una categoria superiore di pensiero...

    RispondiElimina
  20. @Farfallina: Tutti i consigli sono sempre graditi. Poi, visto anche i tuoi risultati in materia... ;-)
    Piesse: ahi, mancano 10 giorni eh? :)))

    @Nitte: Effettivamente la prima foto me l'ero proprio dimenticata...Bella, eh? Ma è brava Cinzietta ;-)

    @Barby: ci credi che mentre scrivevo questo post me la ridevo da solo? :D :D :D

    @Gamby: Ahahahahh. Sapessi che suoneria ho sul cellulare...(a parte quelle personalizzate che ti lascio immaginare!!!!)

    @Cinzie': ke tte devo risponne? Da stamattina ci saremo sentiti 3 volte, messagiati 7 e scritti tre mail di cui una con un allegato che mi ha ucciso il telefoninoooo!!!! Kettepossino!!!!!

    @Gluty: Li aspetto tutti all'aeroporto cor cartello: "Tio Piero" :D :D :D

    @Gine': nun vedo l'oraaaaa

    @Clelia: qua è tutto uno "spiscio" ahahahaahha
    ;-)

    @Nituzza: Ce lo dissi pure all'amica tua: quelli fetusi se la manciarono tutta e non feci a tempo a spiargli di lasciare la fetta pella foddografia, aaahhhh
    Mmmiiihhh, che idea!! La Pasta Reale mi avanzò, ora so cosa farci. A prestissimo...comincia a conzare la tavola ;-)

    RispondiElimina
  21. complimenti,una prova eccellente per la cassata!io sto provando da diverso tempo ma come quella che ho gustato in Sicilia ma anche a Napoli da Scaturchio non mi riesce.complimenti per la decorazione e la simpatica presentazione.Bravissimo zio piero!!!saluti dalla Toscana

    RispondiElimina
  22. Pronto, ziopiero, pronto, pronto, non ti sento bene, ma da dove mi chiami???????Da Porto Ercole,....non ce la fai???Alloora, spero tu venga domani!!!!!La Cassata è meravigiosa e per me come l'Everest, irraggiungibile.......!!!!!!Sono stata tanto contenta di sentirti, spero anche di conoscerti. Buona notte deny

    RispondiElimina
  23. @Antonella-Vera55: Continua, vedrai che ci riuscirai. Poi con quelle ricottine che ci sono dalle parti tue... Ti saluto anche io dalla Toscana. :))

    @Deny: Spero di farcela a convincere i 3 nipotini...Qui c'è un sole che spacca le pietre. Ci sentiamo dopo. Adesso vado a scalare il Monte ;-)

    RispondiElimina
  24. Zio Piè, io la trovo una bellissima CASSATA!!!!!! :DDDD
    Anche se la decorazione non è quella tradizionale, ti assicuro che la tua libera interpretazione è molto molto raffinata. Bravo proprio, altroché!
    Un bacione, Ornella

    RispondiElimina
  25. ...dai, ve lo posso confessare: quello in origine era pollo con le patate arrosto intorno...l'ho solo ritoccato un pochetto! Anzi, se guardate bene si vedono ancora le alucce!!! :D :D :D :D

    /Grazie, Orne' :))

    RispondiElimina
  26. buongiorno,ho letto la sua ricetta e siccome sono siciliana e ank'io adoro fare e mangiare la cassata,devo purtroppo farle qualche appunto:punto primo,la ricotta va scolata prima per mezza gg e poi messa sotto zucchero.Poi per la pasta reale,zucchero e mandarle in parti uguali altrimenti veni na "zuccariata"!!e poi mai congelare....lo fanno solo le pasticcerie che producono quantità industriali,ma gli intenditori se ne accorgono perkè risulta troppo inzuppata d'acqua!!!se le va può cercarmi su facebook come :caterina cirri e troverà le foto della cassata siciliana.A presto!spero nn se ne abbia a male!!

    RispondiElimina
  27. @caterina: Grazie di essere passata da qui. I tuoi consigli sono preziosi e ne terrò presente per la prossima volta (dopo l'estate, ormai). Questa qui per me è stata la mia prima cassata, quindi troppo ancora dovrò migliorare. :))
    Piesse: ho provato su fb a cercare le foto della tua cassata, ma non ho trovato nulla...cmq ora mi trovo in Sicilia per prendere, appunto, ripetizioni
    :D :D :D

    RispondiElimina
  28. salve,devi chiedermi l'amicizia se vuoi vedere le foto.Sarò contenta di accettare e scambiare idee e ricette.Mi piace leggere i vari blog,compreso il tuo,per poi sperimentare e ove è possibile rielaborare secondo il mio gusto personale.Comunque,complimenti per il tempo e la passione dedicati alla cucina!!!

    RispondiElimina
  29. @Caterina: Grazie per i complimenti! :)
    Per ora non sono su FB, ma se vorrai inviarmi la foto della tua cassata puoi farlo tranquillamente via mail (la trovi nel profilo), mi farà piacere ammirarla :))

    RispondiElimina
  30. Ciao, oggi ho trovato il tuo blog e dopo averti sentito tanto nominare ti conosco! Piacere....
    bellissima la cassata che hai fatto, molto ben decorata. Trovo che questo dolce sia facilissimo da fare, l'unico neo è appunto, oltre la glassa difficile da spalmare senza intoppi, la decorazione, ma lì la fantasia ha la meglio. I miei complimenti!
    buona giornata

    RispondiElimina
  31. @Sonia: Grazie! Piacere di aver fatto la tua conoscenza :)) Peccato no nesserci incontrati a Palermo.
    Sarà per la prossima volta. :))

    RispondiElimina
  32. Ciao Ziopiero girovagando nella rete è la prima volta che trovo un blog così "forte". E' scorrevole, divertente e poi sei veramente bravo. La cassata è il mio dolce preferito, appena finisce questo caldo faccio la tua ricetta e se viene buona come sembra mi unisco ai tuoi "nipoti". Ciaoooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! :))
      Certo devo ammettere che questa cassata è uno dei dolci che mi è venuto peggio esteticamente... Però ti assicuro la ricetta è valida! ;)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails