lunedì 1 febbraio 2010

I Bomboloni di Paoletta

Dunque, dunque, eccomi a voi con la prima ricetta ...da dove cominciare? Dall’inizio? Neeeaaaahhhhh.
Meglio dalla fine!!! Ahahahahah.


Si, da quella che è stata una delle ultime mie creazioni. Intendiamoci, quando dico “mie” intendo dire che l’ho fatta con le mie mani, non che l’ho inventata io! Certo ogni tanto lascio libero sfogo alla fantasia ....o meglio, prendo tutti gli avanzi del frigorifero è invento una ricetta, che se viene bene la catalogo per poi pubblicarvela, statene certi! ;-)

Così mi sembra giusto e doveroso iniziare con l’offrirvi i
Bomboloni di Paoletta

Aho, badate bene: questi mica sono dei bomboloni qualsiasi!!! Questi sono i bomboloni fatti con metodo e ricetta di Paoletta, Anice & Cannella in persona, mica Pizza & Fichi (oddio, spero non esista un blog che si chiami così!!!) Ma io scherzo, eh? :))

Per comodità riporto anche qua dosi e descrizioni del procedimento con qualche ulteriore nota di colore:

Per circa 10 bomboloni e uso di impastatrice

200 gr manitoba
200 gr farina 00
50 gr burro
70 gr zucchero semolato
100 gr acqua
150 gr latte
10 gr lievito di birra
1 tuorlo d’uovo
5 gr sale
Zeste di arancia
Semi di vaniglia

A parte:
una ciotola di zucchero semolato
Olio per friggere (circa un litro)

Togliete il burro dal frigo affinché inizi ad ammorbidirsi.
Scaldate il latte con la vaniglia.
Setacciate e mischiate le farine.

A questo punto va preparatevi un piccolo preimpasto fatto con:
100 gr acqua
100 gr farina presa dal totale
10 gr lievito di birra
presi dal totale degli ingredienti

Come vedete pari peso di acqua e farina, per cui vi verrà un composto piuttosto cremoso, che farete riposare 1 oretta.

Passsato questo tempo potete partire con l’impasto vero e proprio unendo al preipasto 2 cucchiaiate di farina, il tuorlo d’uovo e metà dello zucchero; iniziate a impastare con il gancio K e aggiungete, alternando, un po’ di latte e un po’ di farina fino a quando finiscono. Ora metete il sale e impastate fino a incordatura. Quindi mettete le zeste e vaniglia.

Adesso è arrivato il momento che più amo....ma state attenti, perché è anche il più delicato: occorre infatti incorporare il burro! E’ un’operazione che richiede pazienza, ma anche fortuna. Se l’impasto è venuto bene, allora sembra quasi che ve lo chieda; se, al contrario, non è venuto bene sembra rifiutarlo. Siete pronti? Cominciate con il primo pezzettino, ammorbidito. Non appena viene assorbito, contiuate piano piano con gli altri pezzettini fino ad esaurimento (del burro, eh? Mica il vostro!). Ci siamo? Bene, incordate di nuovo e alla fine cambiate il gancio inserendo quello ad uncino.

A questo punto l’impasto subirà un trattamento diverso rispetto al precedente, ma vedrete che presto riprenderà forza e voglia di starsene stretto stretto attorno al gancio. Quando ciò avverrà, liberatelo delicatamente dal gancio e concedetegli una bella dormitina.

Svegliatelo dopo 1 ora e 45 minuti e fategli trovare una spianatoia bella infarinata.

Adagiatelo sopra e sgonfiatelo con le mani come se lo doveste massaggiare; quindi prendete un’estremità e ripiegatela su se stessa al centro, pressando con in pollice; ripetete questo movimento prendendo l’estremità adiacente alla precedente e continuate fino a che praticamente avete ripiegato tutto l’impasto su se stesso, al centro.
Rigiratelo e rimboccategli le coperte (che equivale a mettergli le mani sotto proprio come quando rimboccate le coperte ai vostri bambini).
Con una carezza toglietegli la farina in eccesso e vedrete che si addormenterà di nuovo, e voi lo lascerete lì, per una quarantina di minuti.

Ora è quasi pronto per il gran finale, va solo formato!
Infatti lo troverete là che vi aspetta per esser steso ad un’altezza di 1,5 cm e coppato. (non accoppato, eh?)

Lasciatelo in bella mostra per un’ora: lui sarà orgoglioso di farsi ammirare e crescerà ancora.

Non avrà paura di esser gettato nell’olio (di arachidi) a 177°, anzi ne sarà così fiero che continuerà a crescere in cottura. Capirete voi quando girarlo.
Appena lo tirate fuori, asciugatelo rapidamente e altrettanto rapidamente buttatelo nella ciotola dello zucchero: sarà felicissimo di rotolarcisi dentro!

Mi raccomando: se non ha la striscia gialla in mezzo, non è un vero bombolone doc!



Alternativa:

Dopo coppati potete metterli in frigo al massimo per 12 ore oppure congelarli.
Se messi in frigo, una volta tolti potete friggerli dopo 60-90 minuti, non di più.
Se tolti dal freezer, dopo 2 ore o qulacosina di più.
In ogni caso una volta addentati, il loro interno si deve presentare più o meno così:

Questo, in particolare, è un bombolone congelato dopo la coppatura e lasciato scongelate 2 ore prima di esser fritto. Avevamo dei dubbi sul fatto che due ore fossero pochine, ma come vedete l’interno è ben sviluppato e gli alveoli belli aperti.

Ciao e alla prossima

Lo Ziopiero

87 commenti:

  1. Boniii.. quando posso mangiarli??
    fai venire voglia di essere l'impasto.. con tutte le attenzioni che gli dedichi..
    che bel racconto. Grazie
    La prima ricetta.. che emozione!!!
    Un bacio

    Silvia Sm+

    RispondiElimina
  2. Beh.. che dire...
    Primo post...
    ma già una ricetta di tutto rispetto...
    Quindi ottimo inizio..
    Io ti seguo... spero lo farai anche tu...
    Matteo

    RispondiElimina
  3. Pieruzzu, che bello: lo aspettavo!!
    Silvia, concordo con te :)
    Cat

    RispondiElimina
  4. I bomboloni, bellissimi!!!!!
    Non resisto....devo farli!!!!
    Dici che si possono congelare le pallette prima di lievitare?????
    Grazie!!

    RispondiElimina
  5. io però non li ho assaggiati fatti con le tue manine, anche se ripensando al pane toscano.... ehmmm, se tanto mi da tanto ;-)

    RispondiElimina
  6. che bravo, i miei complimenti!!! continua così, perchè se la prima ricetta è favolosa, chissà le altre...

    RispondiElimina
  7. Che dire come dice la nostra Paoletta qui sù: sò bbboniii!

    RispondiElimina
  8. Eccomi qua.
    Bellissimi e da fare... oltretutto da sperimentare nelle padelle nuove di zecca che ha comprato mia madre.
    Per la cronaca... mi sono abbonato ai feed (che non so se funzionano per il mio blog) e mi informano correttamente su ogni tuo intervento.
    See ya
    Simone
    P.S.: Comunque inconfondibile la tua firma nella stesura del procedimento della ricetta ehehehehe

    RispondiElimina
  9. evvai,
    lo sapevo che la prima ricettuzza era di un dolcetto.. ecchedolcetto!!
    bravi tutti e due!
    un bacione

    RispondiElimina
  10. sai piero...io al ristorante in cui lavoravo surgelavo dei piccoli bomboloni già lieviti e al momento del servizio quando mi arrivava l'ordinazione li mettevo in olio freddo, accendevo il fuoco e praticamente quando l'olio raggiunngeva la giusta temperatura erano già scongelati e quindi si coloravano fuori, la domanda che mi fanno più spesso è:ma non si inzuppano d'olio cucinandoli così?no escono perfetti, non è mai tornata in cucina una bomba ne una lamentela....in bocca al lupo per il blog

    RispondiElimina
  11. Paoletta è sempre una garanzia!! Bella la tua spiegazione....sono felice di averti trovato.

    RispondiElimina
  12. ecco la prima ricetta!! anche io stasera ho bombolato, una parte fritti e una parte in forno per il marito!! si si, buoni questi bomboloni, ma io ti aspetto con una ricettina tua, mi piace quando uno apre il frigo, mette insieme un po' di cose e ne fa uscire un piatto fantastico!!!
    a presto!!

    RispondiElimina
  13. Ma che descrizione! E' un piacere leggere il procedimento della ricetta!E i bomboloni ti sono venuti una meraviglia. Buona settimana!

    RispondiElimina
  14. Complimenti per la ricetta e per la descrizione.. mi sono divertita tantissimo a leggerla... ma ora ho voglia di bombolini e nonho l'impastatrice! ;-)

    RispondiElimina
  15. Come inizio non poteva essere più goloso zietto! Sembrano finti da quanto son belli quei bomboloni e neanche a dirlo...saranno ULTRA BUONIIII!!!! Ora me li sognerò stanotte...
    Alla prossima ricetta ^_^ Un bacio

    RispondiElimina
  16. @Silvia, ma me lo potevi dire subito!!! La prossima volta anziché temperare il cioccolato o giocare con la pasta di zucchero....giochiamo a "Loziopiero impasta Silva SM+" ahahahahah

    @Cat: a te ti metto nella sac a poche, ok? :))

    @Patty53: si, si possono congelare prima della lievitazione. Quello della terza foto è nato così!

    @Paole': io ho solo eseguito, ma la ricetta è tua ;-)

    @Simo': te ormai me conosci troppo bbbbene!!

    @mike: quando provai a congelare i bomboloni già lievitati non mi venne in mente di friggerli col tuo sistema, ma feci fare loro un normale processo di scongelamento (e non fui soddisfatto del risultato finale). La prossima volta ci proverò, grazie.

    @Simona: impasta a mano, è un po' complicato ma non impossibile.

    @Federica: spero domani mattina non ti sveglierai con 280 di colesterolo!!!

    @tutti gli altri: grazie, grazie, grazie.

    Ora vado a pensare al prossimo post....che ne dite se facessi uno dei miei filmatini?

    RispondiElimina
  17. Complimenti per la meravigliosa descrizione e per le foto invitanti!!
    E BRAVO ZioPiero ;)

    RispondiElimina
  18. Caro Piero (... o preferisci Ziopiero?) benvenuto in questo affollatissimo mondo! Ti auguro di divertirti e di trarre da questa esperienza tutte le soddisfazioni che desideri. E tanto per cominciare: complimenti per questi bomboloni (che saranno pure di Paoletta... ma li hai fatti tu!): semplicemente perfetti!
    A presto

    Sabrine

    RispondiElimina
  19. Zio Piero!!!!
    L'ho sempre detto che sei un grande, si vedeva la stoffa anche sul forum.
    Meno male che ti sei deciso a fare il blog, ci passerò sempre!
    E...complimenti per i bomboloni, ogni tua operazione è un successo
    Nadia

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Nadiaaaa!!! Che piacere rivederti! :)))
    Passa, passa, sarai sempre la benvenuta ;-)

    @Laura: ma lo sai siamo quasi vicini di casa?

    @sabrine: chiamami come vuoi tu ma....ti prego, non mi far sentire l'odore delle melanzane, ahimé, sono allergico! :))))(vero, eh?)

    RispondiElimina
  22. ...Ora vado a pensare al prossimo post....che ne dite se facessi uno dei miei filmatini?
    ..noi siamo qui ad attendere.. :-)
    un bacio

    Silvia Sm+

    RispondiElimina
  23. Incipit gastronomico 'telefonato' visto la presentazione avuta da Paoletta ehehehe ma squisita realizzazione e soprattutto sana ironia a condire il tutto ;)
    Complimenti davvero per come dettagli il tutto, per la passione che emerge tra le righe e per il clima disteso senza però che ne soffra il piatto.
    Non avevo dubbi che il blog fosse di quelli da tenere sempre d'occhio! :)
    Buonissima giornata

    RispondiElimina
  24. Già fatti più di una volta, buonissimi con la crema di Paoletta poi che goduria!

    Attendiamo il video con trepidazione....ciao ciao Angy.

    RispondiElimina
  25. Da quello che ho letto nei commenti alla presentazione, i filmati sono il tuo pezzo forte, quindi ti dico: "vai con il filmato"!!!
    P.S. Sì, nella sac a poche ci sto giusta giusta, vero?!!!
    Cat

    RispondiElimina
  26. Posto che col mio account non ce la posso fare, come ti dicevo...auguriiiiiiiiii!!bellissimo il tuo blog, sono proprio contenta!!!!
    I bomboloni..che dire, una meraviglia! ieri li ho fatti pure io ma con una sorpresina :) Sono una nuvoletta!
    Dai zio che sei fortissimo!!!!! E qui pretedno risate a crepapelle!

    Caris

    RispondiElimina
  27. ciao, bellissimi i bomboloni! però ti chiederei di pubblicare la ricetta delle macine, please, che in casa mia andrebbero a ruba. Grazie mille e in bocca al lupo,
    cristiana

    RispondiElimina
  28. @Cat: certo che ci entri...e c'è spazio pure per la crema!!!! ahahaahah (a breve una sorpresa per te ;-) )

    @Cristiana: ok, segnata richiesta: appena posso pubblico, ma abbi un pochino di pazienza che devo rispettare una linea editoriale ;-)

    RispondiElimina
  29. Ti son venuti uno spettacolo! complimenti...per i bomboloni, per il nuovo blog e pure per la simpatia (non male l'idea di un blog chiamao pizza e fichi!!!;D)

    RispondiElimina
  30. @Caris, 'un me di' niente eh???? ;-)

    @Pieru', mo ste macine da ndo le esci??

    RispondiElimina
  31. Complimenti zio piero , è un successone il bombolone !

    RispondiElimina
  32. Beh siamo impazienti di attende i tuoi video ovviamente (almeno io sicuramente lo sono)

    RispondiElimina
  33. Paolè mi fai morire!!!

    Piè te tocca...vai di biscolatte!

    PAOLINA

    RispondiElimina
  34. @Paoletta: ma come da dove le esco? Me faccio aiutà da Paolina, vero Paoli'?

    @Caris: manname la foto che almeno me magno quelle!!! :))

    RispondiElimina
  35. Ecco, ora sai cosa portare quando vieni, io ti faccio trovare la pizza con le melanzane :)

    RispondiElimina
  36. Buaaaaaaa......

    Incordare.... me lo sogno anche la notte!
    Uffiiiiiiiiiiiiiiiii
    ZioPiero, Adiano, Paoletta.... mi sa che vi rapisco!
    nasinasi

    p.s. st'incordatura continua a non venì 'mortacci sua

    RispondiElimina
  37. A pise' sono andato in un internet point solo pevvede' che combinavi :D :D

    Ciao.

    RispondiElimina
  38. Fantastici come prima ricetta è stato un successo a tema, complimenti anche per la presentazione della ricetta, molto divertente! ho appreso che l'impasto si può congelare cosa che trovo molto pratica per chi ha poco tempo, bene alla prossima allora..... Cris

    RispondiElimina
  39. Gnam gnam.... ne vorrei uno proprio oraaaaa!!!!

    RispondiElimina
  40. Piero per andare da Adriano lo sai vero che si passa da caserta?

    RispondiElimina
  41. dunque pie', sta a sentiammè ;-)
    ... prima gira a destra, svolta dopo 200 mt. vai un pochetto più su, qualche km. fai a occhio... quando vedi un cartello, su in alto, (quello in cima ricordi??) allora svolti a sinistra, sempre diritto fino alla piazza. dopodichè trovi un semaforo, vai ancora dritto, io t'aspetto da quelle parti, insomma lì!
    poi si torna giù, si passa da caserta, ci si fa due gnocchi, ecc. ecc :)))))))))))))))))))

    RispondiElimina
  42. Ciao e bene arrivato, per fortuna che hai postato questa ricetta perchè da Paoletta me l'ero persa!! a presto

    RispondiElimina
  43. Wowwwwwwwwwwww....che ricetta e che presentazione!!!!Divertentissima :-))))....Penso proprio che farò un saltino spesso dalle tue parti...Complimenti ancora...kisssss (Posso?... Affettuoso, eh? :-))))))
    Antonella

    RispondiElimina
  44. @Adria': comincia a preparà a legna!!! ahahaah

    @Micia: m'hai fatto morì con quell'espressione tipica delle nostre parti!!!! Dai, su, tu prepara il Ken che poi un salto a domicilio la premiata ditta PAP te lo viene a fare (anche se per far muovera la A ce ne vuole....)

    @A pise', potevi passa da casa mia, facevi prima e risparmiavi 2€!!!!

    @Anto', lo sai che per andare a Caserta si passa prima da Giovanni, si? /Paole', preparati per un reportage...;-)

    @Paole': ROTFL ROTFL ROTFL...numme so mai divertito tanto così come con il navigatore modello anice&cannella in macchina!!!!!

    @Milla: be', adesso li devi proprio fare. Le ricette dell'amichetta mia NON si devono perdere!!! ;-)

    @Ninia: ma sssiiii! Scambiamocelo questo kiss! Statti collegata che tra un po' parto con i filmatini di qualche realizzazione culinaria ;-)

    RispondiElimina
  45. Buonissima la prima Piero.
    Lo sai che per andare da Adriano si passa prima da Giovanni, poi a Caserta e pure da me?
    Maria

    RispondiElimina
  46. ahahahah, ma certo che lo so!!! :)))))

    RispondiElimina
  47. A be... nun te preoccupà!
    S'è pe l'incordatura posso veni puro co Ken!
    ehehehehehehehehhe
    Piero porta i pesi e io porto qualcos'altro!

    nasinasi

    RispondiElimina
  48. Uff però non cominciamo con ste ricette leggerine!!!!!! A parte gli scherzi, ti sono venuti proprio bene!

    RispondiElimina
  49. bellissimiiiii!! O_O devo farli al più prestoooooooooooooo!!! baci baci

    eva

    RispondiElimina
  50. @miciapallina: a questo punto ci manca solo "barby" ...paoletaaaaa :))

    @ELel, eva85: grazie. :)

    RispondiElimina
  51. ciao Piero mi sono unito al tuo blog ...complimenti, ho visto le foto come faccio ad avere le ricette.
    un saluto
    Francesco

    RispondiElimina
  52. lo sai anche che la macchina che stai organizzando per riandare a caserta si è riempita anche per la presenza della sottoscritta, eh????
    Caris

    RispondiElimina
  53. @Franscesco, grazie per esserti unito a noi. Per le ricette rimani collegato qui, vedrai che piano piano le ritroverai.
    Per avere idea di quale sarà la prossima ricetta pubblicata, sbircia sempre il bannerino in alto a sinistra (ma già te n'eri accorto, vero?)

    @CaraCaris, affitteremo un pullman per l'occasione!!! Il Gruppo Vacanze Ziopiero sta crescendo a dismisura!!!!
    ahahahaahha

    chiedimi pure

    RispondiElimina
  54. Zietto senti un po'! Ma se impastassi venerdì sera e facessi lievitare in frigo fino a sabato mattina che dici...se po' fà!

    RispondiElimina
  55. @Fede, se po' ffa così: impasti venerdì sera come descritto su fino alla formatura dei bomboloni, quindi fai riposare in frigo fino a sabato mattina, poi tiri fuori dal frigo e aspetti un'oretta, quindi friggi. ;-)

    /aho, famme sape', me raccomanno!!! :))

    RispondiElimina
  56. WOW già dalla prima ricetta direi che farai faville. Direi che miglior presentazione di questi bomboloni non potevi trovare ;-) Bellissimi!! complimenti.

    RispondiElimina
  57. sarebbe carino immortalare in un filmatino te che fai le coccole all'impasto!! tanto lo so che prima o poi lo fai....

    RispondiElimina
  58. @valeria: infatti... gli impasti me li coccolo tutti come fossero figli...e un po' lo sono!
    ..e un filmato di un mio impasto non mancherà..anzi già le riprese le ho fatte ;-)

    RispondiElimina
  59. FATTIIIIIIIII! Non mangiati...DIVORATI :)!
    Troppo buoni! E quasi DOC...che dici
    http://notedicioccolato.blogspot.com/2010/02/bomboloni-dautore.html

    Buona settimana, alla prossima

    RispondiElimina
  60. @Federica: Li ho visti! Sono bellissimi!!! Brava!!!

    RispondiElimina
  61. Questi bomboloni sono spettacolari! :-)
    Gran bel blog. BRAVO!
    Se ti và vieni a sbirciare il mio blog!
    http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/

    RispondiElimina
  62. Buongiorno Zio Piero, è da qualche tempo che seguo in silenzio il tuo blog e oggi mi sono cimentata nei bomboloni di Paoletta. Anch'io ho la tua stessa planetaria e ho seguito passo a passo il tuo video sull'incordatura. La palla, diversamente da quello che dice Paoletta, prima del riposo mi è risultata appiccicosa, quindi ho aggiunto un pò di farina. Giusto il passaggio o ho sbagliato qualcosa?
    Grazie
    Un saluto
    Anna di Senigallia

    RispondiElimina
  63. @Anna: Ciao e benvenuta. Gli impasti molto idratati e/o molto grassi tendono ad esere appiccicosi. Con questo impasto non dovrebbe accadere in maniera esagerata come accade, p. es, col panettone. In ogni caso se aggiungendo un po' di farina (poca poca, eh?) hai risolto, bene. Altrimenti prova a lavorarla più a lungo nella planetaria.

    RispondiElimina
  64. anna di senigallia15 maggio 2010 19:26

    Grazie!
    appena coppati (ore 14.30) alcuni li ho messi a congelare, come hai suggerito e i rimanenti in frigo; verso le 17.30 li ho tolti e ora sono a lievitare per la cottura di questa sera (non vedo l'ora di provarli!). Mi è sfuggito un passaggio: i ritagli li devo reimpastare? ho cercato di assemblarli evitando di non rovinare la lievitazione, ma i bomboloni stanno lievitando meno dei primi. Inoltre, ora sono a contatto con la pellicola, e visto che il bombolone si stava appicicando, l'ho spolverizzato con pochissima farina e di nuovo sotto pellicola. Sbagliato?
    Grazie di tutto, a presto per gli aggiornamenti.
    Un saluto
    Anna di Senigallia

    RispondiElimina
  65. @Anna: Bene, quasi te li sto seguendo in diretta! spero che dopo mimanderai una foto, eh? :))

    Se reimpasti i ritagli, ovviamente perdono la spinta che avevano acquistato nella lievitazione, per cui o li friggi così come sono (se sei precisa coppare, quello che ti rimane è a forma di ciambella con un grande buco) oppure li formi e li fai lievitare ancora un po', ma difficilmente saranno come i primi.

    La prossima volta invece di coprirli con la pellicola, coprili con la carta da forno. Se non si dovessero staccare, taglia la parte non attaccata della carta e buttali in padella così, la carta si staccherà in pochi secondi ;-)

    Aspetto news!!! :))

    RispondiElimina
  66. anna di senigallia17 maggio 2010 10:05

    Ciao Zio Piero (mi permetto di darti del tu, se sei d'accordo!), scusa se scrivo solo.......i bomboloni sono venuti buonissimi, peccato che avevo steso la sfoglia a meno di 1 cm, quindi non erano belli alti come li hai presentati. La foto, sempre che sia capace poi a trasmetterla, te la invio solo dopo che li ho riprovati. Sicuramente un passaggio l'ho sbagliato! quando ho fatto riposare la pasta, anzichè 1 ora e 45, ho aspettato molto di +, visto che a casa ormai è anche caldo, mancava circa un centimetro dal bordo della ken (ho impastato 800 gr di farina!), avrà compresso la succesiva lievitazione?
    Grazie. Ciao. Anna

    RispondiElimina
  67. Ciao, sono Francesca e da poco ho scoperto il tuo sito. Davvero bello e poi le spiegazioni sono veramente dettagliate.Nella ricetta del sanguinaccio senza sangue dici di preparare lo sciroppo di acqua e zucchero anche il giorno prima ma non dici per quanto tempo cuocerlo e soprattutto se è importante raggiungere una certa temperatura.Spero proprio che vorrai rispondermi per cui ringrazio con anticipo.Ciao Francesca

    RispondiElimina
  68. @Francesca: Ciao e felice di averti tra i nuovi lettori.
    Riguardo la tua domanda sullo sciroppo: normalmente si fa bollire acqua e zucchero fino a quando lo zucchero non è completamente sciolto; di solito cio' accade dopo qualche minuto. La temperatra da raggiungere è quella dell'ebollizione di questa miscela.
    Se hai da fare altre domande, falle pure, ma ti chiederei di scriverle nel post relativo all'argomento. Ciao e alla prossima.
    :))

    RispondiElimina
  69. CIAO PIERO,UNA DOMANDA,ABITO A CARACAS Y QUA NON C E SENNO SOLAMENTE UNA FARINA,E NON SI TROVA ORA NEMMENO LA LEVADURA DI BIRRA.
    POTRE PROVARE LA TUA RICETTA SOLO CON FARINA NORMALITA(SOLO VENGONO DUE PRESENTAZIONI UNA NORMALE E UNA CON LIEVITO PER TORTE)E CON LIEVITO DI PANE FLEISHAMN???
    GRAZIE MILLE E AUGURISIMI...EMY

    RispondiElimina
  70. PER CERTO...M HAI FATTO RICORDADE RIMINI LA MIA INFANZIA...MA QUANTI BOMBOLONI HO MANGIATO AL MARE....MMMMMM..............

    RispondiElimina
  71. @Anonimo: Querida Emy, tienes que utilizar una harina común, no luedante, y ademas, una levadura para pan. Inténtalo y cuéntame como te salió...

    RispondiElimina
  72. GRAZIE PIERO LI FARO POI TI DICO SALUTI EMY

    RispondiElimina
  73. Grazie mille per la ricetta...mi verrebbe da mangiare il video del pc! Ma, scusa, che differenza c'è tra i bomboloni e i krapfen?
    Complimenti ancora.
    Lucia

    RispondiElimina
  74. @Lucia: Che io sappia non c'è nessuna differenza. Sono 2 modi di chiamare la stessa cosa in due lingue diverse.
    A me piace chiamarli bomboloni, mi da l'idea di qualcosa piena di crema. In Germania li chiamano krapfen...a Napoli graffe, che - se ci pensi - è il modo di pronunciare krapfen in dialetto napoletano...
    ;-)

    RispondiElimina
  75. Scusa, zio Piero,ma se volessi farcirli con la crema, cosa faccio? La inietto dopo averli fritti, o devo inserirla tra due strati, sovrapponendoli prima di friggerli? Dyana

    RispondiElimina
  76. @Dyana: Personalmente la crema la inietto dopo.
    C'è anche chi la mette prima tra due strati, chiude, fa lievitare e poi frigge. Son scelte. ;)

    RispondiElimina
  77. ciao Ziopiero, anche io li chiamo bomboloni..bellissimi i tuoi,chiaro il procedimento..bellissima l'alveolatura,io metto la crema dopo fritti, così non cambia il suo sapore.
    questi sono i miei
    http://lievitando.blogspot.com/2011/02/mini-bomboloni.html
    qualcuno con insistenza mi ha fatto capire che se avevo fatto bene il procedimento dovevano essere vuoti...perchè quelli di Adriano sono vuoti(lui dice..!!)...ed io(boo.!!!) mi sembra strano..VUOTI..!!!!...chi mi può dare conferma per risolvere questo enigma..???
    Ma grazie a te, che stimo e conosco bene la tua passione e esperienza,mi sono resa conto che non sempre quello che ti dicono è realtà,ti seguo con piacere...!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patty! Ho visto i tuoi bomboloni, anzi bombolini! A mio avviso sono venuti bene, con la giusta alveolatura. Unica raccomandazione... NON usare la vaniglina (sa di supposta!), ma usa direttamente i semi di una bacca di vaniglia (ne bastan pochi).

      Quanto ai bomboloni vuoti... forse c'è stato un malinteso. Come fanno ad esser vuoti?

      P.S. tempo fa mi mandasti una mail con delle richieste. Non ho più avuto riscontro alla mia risposta. Ma ti è arrivata? :))

      A presto :)

      Elimina
  78. Ciao zio piero!ti seguo da un bel po' e oggi ho fatto dei bomboloni con una ricetta preso nel blog di..no,non lo dico perche' era una ricetta evidentemente non testata..'na rabbia boja!domani provo i tuoi,le altre ricette che ho provato (i biscotti di grano saraceno,i muffins e le girelle)non mi hanno tradito!bravo!..ti diro' com'e' andata!
    ciao
    simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Avvisami quando fai qualcosa di mio che mi fa piacere venirti a trovare ;)

      Elimina
  79. Ciao Piero, volevo fare domani bomboloni, anzi volevo chiederti se posso , con questo impasto fare delle ciambelle e al riguardo chiederti anche come formarle e se si il procedimento e' lo stesso???? Grazie come al solito se potrai rispondere !!!!!

    RispondiElimina
  80. Scusa ho scritto in fretta e amlissimo, volevo chiederti, per favore, se posso usare l'impasto dei bomboloni per fare delle ciambelle e come faccio a formarle??? grazie ciao Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Laura. Allora l'impasto è lo stesso.
      Per formare le ciabelle hai due possibilità:
      1) Dai prima la forma dei bomboloni e poi fai un buco con un piccolo coppapasta.
      2) Fai dei cilindretti che poi vai ad unire serrandoli per bene.

      Ok?

      Ciao :))

      Elimina
    2. Allora oggi ho fatto le sfrappole, le castognole e i bomboloni anzi ciambelline seguendo naturalmente tutte le tue ricette e mi e' riuscito tutto bene.Ovvio che, viste le tue foto, le mie produzioni.... non sono belle tanto quanto le tue troppo devo ancora imparare ma con le tue ottime indicazioni mi arrangio!!!!!!
      Quindi grazie di tutto e alla prossima ricetta!!!!
      ciao Laura


      Elimina
    3. Tutte le mie ricette?!?!?? Accipicchia, che onore! :)))
      Non ti preoccupare delle forme, quelle pian pianino a forza di rifarle verranno bene da sole! ;)

      Aggiornami sulle evoluzioni che mi fa piacere! :)))

      Elimina
  81. ciao ziopiero, ma la ricetta sicuro sia quella di Paoletta? nel suo blog dava ingredienti con quantità diverse (molto meno liquidi per esempio)... mi riferisco a quella vista qua: http://aniceecannella.blogspot.it/search/label/Krapfen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che son sicuro!
      Tu guarda quella dei bomboloni, non quella dei krapfen ;)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails