venerdì 17 dicembre 2010

Zuppa di Cozze Napoletana

Era tanto che non la facevo....ed era tanto che la volevo rifare.

La ricetta è di Antonia che, anche se non ha un suo blog, voi tutti miei lettori ormai conoscete.
La pubblicò qui e subito me ne innamorai...

Poi ci fu l'apoteosi...un viaggio a Napoli, raccontato qui nel blog di Paoletta, che mi chiese di descrivere il piatto che mangiammo da "a figlia do marenaro" . E' bello rileggersi a distanza di un anno....

Riporto solo la frase iniziale:
"Spesso, parlando di “Zuppa di Cozze” ci si immagina un piatto pieno di gusci neri, immerso in una brodaglia d’acqua salata, la Zuppa di Cozze Napoletana non è così, è lo scoglio di mare tutto in un piatto!"

E lo confermo ancora adesso! Lo scoglio...avete presente? Tutto l'odore del mare che si annida lì, tra le rocce, dove le onde si infrangono dopo lunghi viaggi attraverso queste immense distese azzurre....

Ricetta e procedimento li ricopio pari pari da qui; le parole sono di Antonia, le dosi per 5 persone

"Questa è la zuppa di  cozze che i napoletani conoscono bene,oltre che in pizzerie e ristoranti è servita in locali specializzati per questo piatto,si mangia tutto l'anno ma è d'obbligo il giovedì o venerdì santo,è un pò lunga da preparare ma vale la pena farla,per 5 persone ho usato:
1 polipo verace da 1,5 kg,
1,5 kg.di cozze,
freselle,
olio piccante.
la prima cosa è fare l'olio che si può preparare anche giorni prima,per ogni 1/2 lt. di olio occorrono 3 spicchi d'aglio e 150 gr.di concentrato piccante: mettere in un pentolino l'olio con l'aglio schiacciato al bollore unire il concentrato di pomodoro, abbassare la fiamma e far cuocere dando una girata ogni tanto fino a quando l'olio non sale tutto in superfice e rimane tutto il concentrato sul fondo, a questo punto filtrare, si conserva per mesi.
Lessare il polipo,io faccio cuocere 20' da quando l'acqua bolle,lasciare raffreddare nell'acqua di cottura. Non buttare l'acqua perchè servirà in seguito. Quando il polipo è freddo tagliarlo a pezzetti metterlo in una ciotola,condirlo con l'olio piccante e tenere da parte.
Far aprire le cozze,io le apro nella pentola a pressione per non farle asciugare troppo,calcolo 3' da quando sale la valvolina.
Preparare il piatto:
portare a bollore una parte dell'acqua del polipo unita ad una parte dell'acqua delle cozze, aiutandosi con mestolo forato bagnare le freselle,metterle nel piatto e condire con l'olio piccante,distribuire le cozze e il polipo e mettere altro olio a secondo del gusto e di quanto vi piace il piccante.
non so se a qualcuno può piacere,a me piace tanto"


La ricetta è perfetta così.
Vi riporto la foto di quando la feci la prima volta., visto che quando l'ho rifatta avevo la reflex ad aggiustare (grrrr, caro mi è costato!)

(Fare click sulla foto per ingrandirla)
Grazie e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

21 commenti:

  1. ma la brodaglia coi gusci neri di cui parli non è l'impepata di cozze? certo questa zuppa non ha niente a che vedere, ci credo che profuma di mare... pure con la reflex rotta riesci a fare belle foto a piè... bacio

    RispondiElimina
  2. Ho letto il titolo e mi sono venuti alla mente dei flash: Antonia, Paoletta, l'incontro a Napoli, lo scherzo..
    Peccato non essere stata li' con voi..
    grazie cmq per avermeli fatti riaffiorare...

    RispondiElimina
  3. La chiusa finale dice tutto.
    Perfetta così.
    ogni altro commento, è superfluo.
    ma un "ussegnur" lo devo proprio dire...
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  4. Sembra veramente uno scoglio nel piatto...Antonia non poteva descriverlo meglio.

    RispondiElimina
  5. Ahhhh...che nostalgia...Napoli...Costiera Amalfitana...Salerno!!!Il profumo del mare...l'odore del pesce...forse è perchè fa freddo che ci viene la voglia di calore ...e questo piatto racchiude tutto il calore di Napoli!!!!Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  6. Se la vede mio marito, mi manda sotto la neve e il freddo polare al mercato dai miei amici pescivendoli a comprare tutto l'occorrente!!! Mi ricordo del racconto di Paoletta. e devo proprio provare a farla!! Ciao e buon w-end!

    RispondiElimina
  7. La zuppa di cozze!
    :O
    Magno tutto io!E se ci sta la brodaglia pure quella!
    A ziè....mi è andato l'occhiolino lì..lì in alto a sinistra....mmm...mmm... già mi stanno venendoi sensi di colpa sai!?!?Devo uscire a comperare la farina...aggiungo alla lista anche il cioccolato...fondente?:P
    A più tardi!^^

    RispondiElimina
  8. oì zzì... volevo dirti... non c'ho avuto il coraggio di mangiare il tocchetto di torrone che ho portato via dopo il corso. l'ho messo in cornice con sopra la tua foto e ho attaccato tutto il quadretto in cucina, con sotto la scritta: "pensa a me".
    ahò... ognuno se ffà l'altarini che preferisce... :-P

    RispondiElimina
  9. Ciao! Eh ma questa zuppa di cozze alla napoletana è una merviglia di sapori! PErfetta sia come antipasto ceh come piatto unico! certo non lascia insoddisfatti!
    baci baci

    RispondiElimina
  10. Piero che dire,è un piacere vedere i miei piatti fatti da te,forse è l'affetto,forse è il ricordo di 2 giorni bellissimi o forse semplicemente perchè ti voglio bene.ciao amico mio.
    antonia

    RispondiElimina
  11. @Zucchero: Sta zuppa è 'na poesia...

    @Gaia: ...vero, eh? Quanti bei ricordi! :)) Ma anche i nostri presenti non son da meno!! Dai, venite e Roma voi, stavolta!
    ;-)

    @Ale: :))
    "ussignur" ci sta bene!!! :)))

    @elenuccia: Antonia è una grande cuoca, oltre che una gran donna ;-)

    @Makeina: Grazie! ...confessa: la nostalgia per la costiera è un po' come il mal d'Africa...no?
    ;-)

    @Lucia: Ancora non l'hai fatta?!?!!?
    Buuuuuu
    :)))

    @Cranberry: ...perché? Non mi dire che non hai una scorta di fondente al 70% sempre pronto all'uso?!?!!?!? Io quando arrivo sotto il mezzo chilo di scorta inizio ad avere le palpitazioni!!! :D :D :D

    @Spaz: Capirai, e se verrai al corso sui profiteroles che farai? Metterai la foto sul cruscotto della macchina con sotto scritto:
    "Non correre papà" ?
    :D :D :D

    @Manuela e Silvia: Consiglio porzione tripla: antipasto, primo e secondo.
    Per dolce, no. Ci vedo bene un Saint Honoré
    :))

    @Antonia: ...la terza che hai detto, perché vale pure per me!
    ;-)

    RispondiElimina
  12. Non sono un'intenditrice di pesce ma anche a me sembra l'impepata di cozze, o sbaglio? Comunque, impepata o zuppa, devo proprio dirti che è sicuramente uno dei piatti a base di pesce che mi piacerebbero di sicuro! Un bacione grosso grosso! :)

    RispondiElimina
  13. Wow, mai aperto le cozze in pentola a pressione, complimenti anche sulla foto!

    Ciao,

    L

    cucinare hip!
    cucinare veloce, facile e moderno con la pentola a pressione

    RispondiElimina
  14. @Luna: L'impepata di cozze è fatta da sole cozze. Qui c'è di più, molto di più!
    ;-)

    @elle pee: Accipicchia! Proprio tu che fai tutto con la pentola a pressione non conoscevi questo sistema?!?
    :))

    RispondiElimina
  15. Ciao, cosa intendi per concentrato piccante?

    roxa

    RispondiElimina
  16. @roxa: concentrato di pomodoro al quale è stato aggiunto del peperoncino.
    :)

    RispondiElimina
  17. qui mi mancha qualchosa.... mhhhh...
    Una manciata di sconcigli cotti ... e un paio di cucchiai di salsa di concentrato di pomodoro sulle freselle :-)

    RispondiElimina
  18. hahaha ... mancha qualchosa ... ma che errori... mannaggia...

    RispondiElimina
  19. @anthony: Bravissimo! Ci mancano gli sconcigli!!! E anche il concentrato. Si vede che sei un intenditore!

    RispondiElimina
  20. Molto gentile ! Intenditrice è la parola troppo GROSSA :-) Mi chiamo Aneta e sono una polacca che vive in provincia di Napoli con un marito Doc e sono apasionata di cucina :-) Come ti ho detto molte volte sei bravissimo e sei una fonte di inspirazione in cucina. Faccio anche tantissimi errori in italiano. Spero soltanto che si capisce qualcosa di questo che scrivo. Saluti :-)

    RispondiElimina
  21. @Aneta: Si capisce perfettamente quello che scrivi. Sono io a non aver capito che sei una donna, leggendo Anthony ho pensato ad un uomo.
    Grazie per i complimenti e...giusto per rimanere in tema "napoletano" ti annuncio che ho appena "uscito" una pastiera dal forno....
    ;-)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails