Corso Bologna 7-8 marzo

lunedì 31 gennaio 2011

Cartellate

Vi ricordate dei Porceddruzzi?

Oggi vi parlerò di un altro dolce della tradizione pugliese: le Cartellate.
(Fare click sulla foto per ingrandirla)
Questo dolce lo faceva la mia nonna paterna e visto che le tradizioni di famiglia rischiavano di andar perdute, ho pensato bene di raccogliere nel mio blog anche questa testimonianza.
(Fare click sulla foto per ingrandirla)
Credetemi, le foto non rendono né il sapore, né la friabilità di questa vera leccornia. Va solo provata.

Come ogni dolce della tradizione, anche in questo caso di ricette ce ne sono un'infinità, come questa di Angela, molto simile a quella di mia nonna; ma vi devo confessare che dopo averle provate entrambe, alla fine mi sono convinto che l'impasto usato nei Porceddruzzi è quello che più mi ha convinto!!!
Se lo sapessero i baresi...

Ve riporto nuovamente qui dosi e procedimento:

Per l'impasto
300 gr farina 00
70 gr olio evo
70-80 gr succo di mandarino e arancia
30 gr Rhum o alcole puro
Zeste di mandarino e arancia
Pizzico di sale

Per la copertura
Vincotto (fichi o uva)
Cannella

Scaldate le zeste nell’olio e impastate il tutto, aggiungendo poco per volta il succo degli agrumi.

Fate quindi riposare l'impasto una mezzoretta e iniziate a stendere la pasta fino a formare un sottile strato. Tagliate poi tante striscioline e formate le cartellate come in figura:

(Fare click sulla foto per ingrandirla)

Le cartellate vanno quindi fritte nell'olio (e come sapete io preferisco l'olio di arachidi) e scolate per bene.
Infine ripassate nel vincotto tenuto sul fuoco intorno gli 80 gradi.

Spolverata di cannella ed eccole servite:

(Fare click sulla foto per ingrandirla)

Allora, che ve ne pare?

P.S. Se non avete idea di come formarle, andatevi a vedere questo filmato fatto da Angela. ;-)

Grazie e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

39 commenti:

  1. Diciamo che anche i barlettani potrebbero rabbrividire.
    Gli ingredienti per l'impasto non sono proprio i "classici" della tradizione, ma ammetto che ci possano essere varianti, non convenzionali, piuttosto piacevoli.
    Se fossi in te la pasta la farei comunque molto più sottile. :-P
    Ciao, scusa ma sulle cartellate non ho proprio saputo resistere!

    RispondiElimina
  2. BBBBone! ma ci credi che ho una suocera pugliese che non le sa fare? meno male che ho la mamma, che pugliese non è ma in puglia ci ha vissuto per un pò, che una sola volta le ha fatte!

    RispondiElimina
  3. Meravigliose!!!
    Me le fai quando torno? :-))))

    RispondiElimina
  4. Help me! Non leggo nulla, come mai?!?! Vedo solo le foto... e che foto!!!! Bravo Zio!!!!
    Trasloco eseguito! Ora sembro un profugo con mille cose tutte nelle scatole! Ahahahaha!

    RispondiElimina
  5. @Kika: ...mi piace far rabbrividire i tradizionalisti...Concordo sullo spessore. Anche Ornella (che le aveva viste in anteprima) ha fatto la stessa osservazione. In ogni caso erano friabilissime :))

    p.s. hai fatto bene a non resistere!! ;-)

    @Stefania: ...pugliese o non pugliese, ti tocca imparare!!! :))

    @Araba: ...lo sai, farei qualsiasi cosa per te (soprattutto dopo la gaffe di ieri!!! ahahahah)

    @Kiara: Vedi solo le foto? Sarà forse colpa del trasloco?!?!? :)))

    p.s. al mio primo trascoloco ho usato due scatoloni come comodini per 3 mesi!!! ahahahahah

    RispondiElimina
  6. che meraviglia!!! Le ho sempre viste ma mai fatte nè mangiate. Non appena perderò il paio di chili che vorrei perdere, le farò!!! E magari stupirò mia nonna, che queste non le conosce! ihihihihih

    RispondiElimina
  7. Caro Zio Piero...ci piaci x 3...Civette.. e..ti seguiremo!!

    RispondiElimina
  8. Può essere che siano simili a quello che in Calabria chiamano pitta 'nchiusa? Invece da me (nelle marche) i fa uan cosa simile, che non mangio da un sacco di tempo ed è buonissima, e che chiamano "arancini"...e sono coem questi:
    http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=13732&page=1

    Sono bbbbbuonissimi!!!

    RispondiElimina
  9. zio...ma stai facendo dolci su dolci pugliesi!!! Secondo me le altre regioni si ingelosiscono!! eheh...devi fare prove e ricette uniformemente distribuite fra -pi e pi o ti picchiano!

    RispondiElimina
  10. Che belle! Devono avere un sapore particolare.
    Grazie per la ricetta.
    Alla prossima!

    RispondiElimina
  11. ...il giorno che ho visto sul tuo "PROSSIMAMENTE:" le Cartellate sono scesa in cantina a recuperare il vincotto (perchè ho anche quello...hehehehehe!)
    Non vedevo l'ora di farle.
    Le provai l'anno scorso da un vicino che è pugliese e rimasi stupefatta!
    Mi fecce portare da giù il vincotto, quello normale e quello coi fichi!!!

    Proverò con tutti e due! heheeh!

    RispondiElimina
  12. bravo zio, sicuramente buonissimi... però a a me m'è rimasto in gola il sapore dei fantastici quadrotti di ieri e aspetto la ricetta con ansietta...
    ammazza che boni che erano....
    @ araba: lo zio sta perdendo i colpi??... eppure non si direbbe, lo dovevi vedere ieri, look sportivo, maglietta attillata e fisico tonico.... :D:D:D

    RispondiElimina
  13. Ciao zio Piero...ti seguo da molto e con molto piacere...ma le cartellate NO! A parte gli scherzi la prossima volta che le faremo a casa di mia nonna farò qualche foto e posterò la ricetta ORIGINALE! la cannella proprio no: si mettono le noci sbriciolate con cacao cioccolato e zucchero semolato... cmq le tue non devono essere male! Scusa, ma il mio è un minuscolo e modesto parere da pugliese D.O.C.! A presto...

    RispondiElimina
  14. @Luna: ...guarda che se mangi solo una porzione di cartellate mica ingrassi!!!
    :)))

    @3 civette: Grazie :))

    @Martina: Ho visto il link: buonissime sicuramente, ma non mi sembrano affatto simili alle cartellate. Non conosco, invece, la pitta 'nchiusa. Dimmi dimmi :))

    @Caris: Ma i miei avi sono pugliesi!!! ...e queste ricetto sono un giusto riconoscimento
    :)))

    @Angela: Bella te!!! :))

    @Natalia: Si, un sapore davvero particolare.
    Pensa che quando ero piccolo non mi piacevano!!
    (che me so' perso!!!)

    @La Mai: Dai, dai. Dopo i lumaconi cavolo e sgombro adesso è la volta delle cartellate.
    mi raccomando, stendi sottile ;-)

    @Cristina: A te-te-so rimasti pure i quadrotti (o se li è inguattati Mr. K?)
    ahahahah

    p.s. la maglietta era attillata perché ho sbagliato la temperatura del lavaggio...
    ahahahahahahh

    @Fatina: ...eppure se senti 10 pugliesi ti diranno almeno 5 cose diverse, vedrai ;-)
    Aspetto la tua versione e avvisami, così ti vengo a trovare :))

    RispondiElimina
  15. azzolina tutte queste bellissime ricette del sud mi mancano...mai mangiate :( ho bisogno di un corso di recupero moooooolto approfondito.

    RispondiElimina
  16. pur non amando i fritti credo proprio che queste le mangerei volentieri..il vincotto è tipo il mosto come gusto??

    RispondiElimina
  17. Zi', dopo ieri sera altro che cartellate...parte la fornitura a vita di gelati e granite ;-)

    Cri, e' che se fuma il curry, dijelo che je fa male alla sua eta'...:-)))

    RispondiElimina
  18. e secondo te io ce la farei a resistere? :/ noooooooooo a meno che non frazioni la dose in modo da farle contate (3) così non ci sarebbero avanzi..... :D

    RispondiElimina
  19. a piè... pure il bucato fai? ma un fratello ce l'hai? :D:D:D

    RispondiElimina
  20. @elenuccia: A Disposizione! :))

    @Cleare: Vincotto ;-)

    @Araba: Vitali-zio?!?!??
    :)))

    @luna: No, una vlta che fai il "peccato", lo devi fare bene!!!
    Mangia fino a saziarti! Ma mangia solo quelle e per 12 ore non mangiare altro! ;-)
    (tratto da "La nuova zio-dieta")

    @Cristina: Era fratello ce l'avrei pure, ma è tutto l'opposto mio. Infatti è pure bello e figo!!!
    (ma te sconzijo de faje fa' er bucato)
    ahahahaha

    RispondiElimina
  21. Qua la mia ingoranza regna sovrana....:O
    Non conoscevo nè il nome, nè la forma, nè la cottura e nemmeno la preparazione!
    Caspita...per fortuna che ti sei ricordato di queste ricetta Zio:D

    RispondiElimina
  22. Arrivo qui per commentare uno dei dolci che preferisco, uno di quelli golosi che mi ricordano una bella estate ed un viaggio...pronto ad assecondare la tua vena nostalgica...quasi preparo un fazzolettino e che ti trovo...lo ZioPiero vestito attillato che fa gaffe (non meglio specificate), Araba che chiede riscatti per quanto patito, Cristina che ci mette il peso da 90Kg...insomma...io mi defilo perchè capisco che non è aria...casomai per la mia discrezione non è che posso predere un 5% delle derrate alimentari che provvederai a cucinare per Stefania?! :PP
    PS
    Bella la ricetta e belli i ricordi al contorno, davvero :)

    RispondiElimina
  23. @Cranberry: ...e già1 Per fortuna! :))

    @Gamby: ahhah! Ok. Il 5% è tuo!
    ;-)

    RispondiElimina
  24. Della pitta 'nchiusa non so dirti molto e forse assomiglia alle cartellate solo un po' nella forma...è che me la ricordavo simile ma a vedere gli ingerdienti mi sa che non lo è tanto...Cmq è questa:
    http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=19641&page=1

    RispondiElimina
  25. :) e mi sa che mi sacrificherò!!! ihihihih SMACK!

    RispondiElimina
  26. @Martina: Infatti, sono due cose ben diverse, sia negli ingredienti, sia nella forma, sia nella preparazione. Non le conoscevo. Grazie.
    :))

    @Luna: .....e si, la vita a volte richiede sacrifici!
    ihihihiih ;-)

    RispondiElimina
  27. Che buone!!!!
    Ho assaggiato il vincotto in Salento, l'anno scorso e ne è derivata una dipendenza ...con le cartellate, poi...Zio Piero, manco da un po' in giro per il web e tu hai sfornato una serie di delizie.......

    RispondiElimina
  28. Presenteeeeeeeeeeee!!! Io sono Salentina DOC!!!
    complimenti per il blog e per la ricetta! bravissimo, mi sono iscritta! :-)

    RispondiElimina
  29. @Patrizia: Grazie. :))

    @Dada: Bene, un'altra Salentina! E pure DOC!!!
    Li hai visti i Porceddruzzi, si?
    :))

    RispondiElimina
  30. le ammiro con una grande meraviglia e invidia

    RispondiElimina
  31. Bellissime le tue cartellate, le ho assaggiate per la prima volta prima di Natale, le ha portate una ragazza ad una cena, davvero particolari e mi ha fatto davvero piacere assaggiare un dolce tipico pugliese, davvero!

    RispondiElimina
  32. @Gunther: Provale, dai! ;-)

    @stella: Dai, falle anche tu e poi mi fai sapere! ;-)

    RispondiElimina
  33. Maestro non posso aggiungere nulla....se non che sei bravissimo. un abbraccio Francesco

    RispondiElimina
  34. @Francesco: ...tu sei troppo generoso con me! Grazie Grazie Grazie
    :))

    RispondiElimina
  35. Chetelodicoaffà? Già lo sai... e Kika ha detto tutto! Ahahahahahahah... Encomiabile il tuo impegno e la ricerca della tua ricetta!!! Bravissimo!!!!!
    Un bacione!!!!!

    RispondiElimina
  36. @Ornella: Ohi, bella. Mi mancavi! Soprattutto in questo post!
    Bacione! :)))

    RispondiElimina
  37. belle belle belle...le conosco bene, mia madre era di Foggia e le preparava mettendo i confettini colorati come guarnizione. Grazie, mi hai fatto ritornare bambina!
    :-)

    RispondiElimina
  38. @misskelly: ...quindi sai di che delizia stiamo parlando... ;)
    Mi sa tanto che le rifaccio...mi hai fatto tornare una gran voglia! :))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails