Corso Bologna 7-8 marzo

giovedì 29 luglio 2010

Scatti - 1

La passione per la fotografia, lo ammetto, è rinata insieme alla passione per la cucina; sia per cercare di rappresentare o - meglio - di immortalare quelle che per me erano creazioni, sia perché sono sempre stato attratto dalle belle immagini fotografiche e ho sempre desiderato cercare di produrne anch'io.

La fotografia, si sa, è un arte, e come tutte le arti va interpretata, al di là delle regole canoniche.

E così accade che una foto insignificante dal punto di vista emotivo, improvvisamente diventa un esempio di foto tecnicamente perfetta, in quanto risponde in pieno a tutte quelle innumerevoli regole dettate da altrettanti innumerevoli fotografi ed esteti dell'immagine.

Così come foto visibilmente scadenti dal punto di vista tecnico, riescono a darti emozioni indescrivibili, assumendo valori e ruoli fuori da ogni canone prestabilito.

Poi ci sono le foto a cui ognuno di noi si affeziona.
Sono quegli scatti effettuati in un momento particolare e ai quali abbiamo conferito un nostro valore, al di là dell'aspetto tecnico o emotivo che potrebbero suscitare in altre persone.

Ho deciso, quindi, di pubblicare ogni tanto un post con qualche mio scatto, al quale mi sono affezionato, per un motivo o per un altro.

Spero questa mia iniziativa possa farvi piacere e tenervi compagnia.
I commenti, come i suggerimenti, sono ovviamente sempre graditissimi.

Inizierei da questo scatto:

Il Papavero
Era lì, solo soletto, uscito di forza attraverso l’asfalto di un marciapiede ancora poco calpestato di un quartiere periferico in costruzione. Il giorno dopo son tornato con la mia fotocamera e lui era sempre lì, solo soletto, mentre gli altri, sullo sfondo, facevan baldoria. Rosso è IL colore. Il resto per me è solo B&N.

= = = = = = = = = = = = = =

...e poi:


La Pista InfinitaA volte, per apprezzare le cose, bisogna immergersi nella loro dimensione.
Avete mai provato a sdraiarvi su una strada?
La prospettiva cambia totalmente. Le altezze cui siete abituati si alterano
e con loro cambia tutta la visione delle cose.
E il percorso sembra infinito o finire dove inizia il sole...


= = = = = = = = = = = = = =

L'ultima per oggi:

I Campi


Durante l'estate percorro un'autostrada decine e decine di volte...e ogni volta ne rimango affascinato per il panorama.
Corri, corri, supera, frena, scansa...ma mai mi ero fermato per apprezzare da vicino e quello che era sempre stato un susseguirsi di immagini rubate da rapidi quanto prudenti occhiate...
Poi...ho capito che l'avrei dovuto fare...e non me ne sono pentito.


= = = = = = = = = = = = = =


Grazie e alla Prossima

Lo Ziopiero


19 commenti:

  1. Ma buongiorno!!
    Bellissimi i tuoi scatti!
    Mi piace tanto soprattutto l'ultima, perchè amo guardare i campi intorno all'autostrada... qui in Lombardia ci sono le risaie che in questo periodo ti riempiono gli occhi e il cuore con il loro verde intenso e quasi fluorescente! Per cui capisco la meraviglia del tuo scatto :)

    RispondiElimina
  2. Ziettoooooo, bellissime foto!!! la mia preferità però è il papavero...così solo soletto...ma è veramente venuto fuori tra l'asfalto? perchè non si capisce bene se è terra o asfalto.

    La foto della strada è molto particolare, in effetti la diversa prospettiva cambia anche il modo di vedere le cose. ma se devo dire la verità sembra un po' "finta", come se fosse stata ritoccata per farci una pubblicità.

    RispondiElimina
  3. @Tery: Dai, scatta pure tu. Le risaie sono affascinanti....

    @elenuccia: Anche a me il papavero piace molto. E' uscito proprio dall'asfalto, forse nel B&N si capisce meno.
    La foto della strada è fatta con una tecnica particolare (simile all'HDR). In ogni caso ha subito dei ritocchi ;-)

    RispondiElimina
  4. Poi ci sono le foto a cui ognuno di noi si affeziona.
    Sono quegli scatti effettuati in un momento particolare e ai quali abbiamo conferito un nostro valore, al di là dell'aspetto tecnico o emotivo che potrebbero suscitare in altre persone.


    precisamente..
    Bravo zietto, fai bene a pubblicarne e noi saremo ben felici di poterne godere quella magia, talvolta nascosta, talvolta più evidente, racchiusa in quegli scatti...

    RispondiElimina
  5. Non che se ne sentisse il bisogno ma se dovessi sceglierne una tra le tre foto opterei per la terza. Un certo neorealismo espressivo come dire è ben accetto in un momento nel quale sono metaforicamente in pochi a fermarsi a guardare. Tutti troppo presi dal dimostrare chi e cosa si è rinviando ad un momento che non arriverà mail la riflessione.
    Vada per il fermarsi allora...sull'autostrada come nella vita, qualche sosta giova ed a vedere dall'istantanea io direi proprio che lo spunto è decisamente da prendere in considerazione.
    Grazie per la piacevole deviazione del blog ;)

    RispondiElimina
  6. Sono pienamente d'accordo con quanto dici!
    Anche a me piace evidenziare un particolare a colori e lasciare il resto in bn. Perciò la mia preferita è quella con i papaveri ;)

    RispondiElimina
  7. Posso dirti quale mi piace meno?
    La seconda. Sa di artefatto, di eleborata, troppo!
    La prima trasmette delle emozioni fortissime. La terza da calore.
    Luca
    Luca&Sabrina

    RispondiElimina
  8. son tornata, son tornata!! e sono corsa qui per vedere se avevi messo 'na bella ricettina fresca e invece te trovo un papavero solitario, 'na strada prospetticamente deviata e un'elogio al lavoro nero....
    Belline 'ste fotine piè, quasi meditative direi....
    sto meditando... allora vediamo... dal papavero si estrae l'oppio, la pista infinita evoca inevitabilmente ben altre strisce bianche, il campo coltivato di verde somiglia a tante piantine di maria.... ma... sei andato in vacanza in spagna o nelle favelas brasiliane a sniffare colla? :D

    RispondiElimina
  9. Già scattato qualcosa :)
    Un giorno abbiam fatto una gita fotografiche delle nostre (mie e del mio ragazzo e qualche altro fotografo incallito) tra le risaie pavesi e i suoi abitanti... una meraviglia! :D

    RispondiElimina
  10. @Fiore: :)))

    @Gamby: Sagge parole, le tue. Si corre troppo e non siamo capaci di ragionare e riflettere a questi ritmi (anche se crediamo di riuscirci...)

    @eli: anche a me più di tutti piace quella del papavero

    @Luca: Infatti è artefatta, ma ha il suo perché ;-)
    Concordo con il tuo ranking ;-)

    @Cristi': :D :D :D
    Lo sai, si? L'erba cattiva non more mai, è quella bbbona che finisce subito!!!!

    @Tery: Mi aspetto allora una carrellata fotografica! :)))

    RispondiElimina
  11. Non ho preferenze perchè mi piacciono tutte!!!Sono la reazione delle emozioni che provi in quei momenti.Dopo aver fatto qualcosa di bello, io provo tanta emozione e me ne "frego" di cosa pensano gli altri. buona notte deny

    RispondiElimina
  12. @Deny: E' vero. Con le emozioni è giusto così. :)

    RispondiElimina
  13. bella iniziativa Zio Piero!!! Mi piace vedere il mondo attraverso la prospettiva dei tuoi scatti.

    RispondiElimina
  14. @Lory: Grazie! :))
    Un motivo in più per continuare ;-)

    RispondiElimina
  15. Davvero tutte e tre emozionanti anche se la prima mi ha colpito molto...

    Pensavo...pensa che bello se prima o poi tu riuscissi a concentrare le tue passioni in una pubblicazione in cui ad ogni scatto che tocca una corda dell'animo abbinassi una ricetta che suscita le stesse emozioni e poi, magari, un pensiero che le sintetizza...

    Bello giocare con le parole, i colori, i sapori...

    RispondiElimina
  16. @Virò: Hai scritto una cosa bellissima. Grazie davvero. Chissà...magari un giorno ci riuscirò...
    :)))

    RispondiElimina
  17. zio, non avevo mai notato questa sezione! Non sapevo che avessi la passione della fotografia! Anche io sono una grande appassionata! Tu ce l'hai un profilo flickr con le tue foto che non siano quelle di cucina? Casomai ti chiedo l'amicizia...ti lascio il mio indirizzo. Mi farebbe piacere se mi dessi una tua opinione sulle mie foto:
    http://www.flickr.com/photos/smartyns/

    Riguardo a queste tue foto devo dire che sono molto ben composte e mi piacciono...tranne quella del papavero che secondo me è interessante come idea, ma poteva essere sfruttata meglio...Il papavero in primo piano a mio modesto parere doveva essere molto più grande e in primo piano....(scusa il gioco di parole)
    Bellissima l'idea di Virò!

    RispondiElimina
  18. @Martina: Ho sbirciato al volo le tue foto, poi ci torno con calma: sono molto belle e particolari.
    Ho visto che hai trattato un argomento di cui presto parlerò anche io: le gocce.
    :)))

    RispondiElimina
  19. Si, mi piace tantissimo fotografare le gocce di rigiada e mi diletto nelel macro...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails