lunedì 12 novembre 2012

Kranz al Cioccolato by Montersino

Lo confesso: sono stato a riposo per un bel po'!

Intendiamoci, riposo dalle preparazioni culinarie, non dal resto.

Anzi, per dirla tutta, riposo da preparazioni nuove.

Il tempo passato ultimamente in cucina l'ho dedicato a fare cose già fatte, per cui in cucina ci sono sempre stato, ma con meno spirito di iniziativa.

Sarà stata l'estate lunga (a Roma fino al 28 ottobre giravamo ancora in tenuta estiva), sarà pure stata la scia del lungo viaggio in Canada, che mi ha portato a scrivere ben 6 post!!!
Oppure la riscoperta della mia città, che mi fa passare intere ore della fine settimana in giro con la reflex al collo!

Sta di fatto che avevo poca voglia di sperimentare cose nuove, per cui ho rifatto cose già pubblicate, come l'Operà con l'accento sulla A, o la crostata di frutta (a proposito, rifatela!), un paio di Tiramisù, i soliti biscotti, il Ragù di Polpo...vabbe', avete capito, no? Fermo nun ce so' stato!!! :D :D :D

Insomma...tante cose ma poca inventiva, tranne qualche eccezione, come questo Tiramisù al Limoncello o lo strabiliante Profittamisù nel Bicchiere al Cioccolato.

...oddio, ora che ci penso alla fine non sono proprio stato con le mani in mano!!!! :D :D :D

Effettivamente, però, era un po' di tempo che non mettevo mano ai libri del mio pasticcere preferito e, prendendone uno a caso ho ritrovato un segno (uno dei tanti) proprio su questi Kranz al Cioccolato:


(Fai click sulla foto per ingrandirla)
E' una preparazione simpatica, un minimo impegnativa, ma che se vi organizzate potete benissimo farla risultare piacevole.

Si tratta di mettere insieme una sfoglia al cioccolato, un impasto di brioche, marmellata e gocce di cioccolato. Detto così già li abbiamo semplificati!

Ecco a voi ingredienti, tempi e procedimento:

Sfoglia al cioccolato:
Per il Panetto semplice
325 g di farina
225 g di acqua
10 g di sale
25 g di cacao amaro in polvere


Per il Panetto grasso
500 g burro (io 400 g)
125 farina
25 g di cacao in polvere



Per il procedimento vi suggerisco vivamente di guardare questo filmato fatto tempo fa per voi.

La sfoglia, una volta pronta, può essere conservata in frigo un paio di giorni o congelata.

Passiamo ora alla Pasta Brioche. Vi riporto la ricetta originale, perché questa pasta si fa rapidamente e non presenta particolari difficoltà. Non vi aspettate, però, risultati straordinari, come ad esempio queste veneziane. Ma se volete delle semplici brioches veloci da fare tenete a mente queste dosi:

Pasta Brioche:
500 g farina 360 w (es. manitoba)
80 g latte intero
15 g lievito di birra (io 10 g)
165 g di uova intere (3 medie)
80 g di zucchero
25 g miele
8 g marsala
140 g di burro (io 100 g)
8 g di sale
semi di vaniglia (NO VANIGLINA!!!)


Impastare il tutto, tenendo da parte il sale, che aggiungerete a metà impasto, e il burro, che aggiungerete a piccole dosi e appena ammorbidito quando l'impasto risulta bello compatto (l'ideale sarebbe farlo incordare).

Fate quindi riposare l'impasto in frigorifero un paio d'ore, o anche tutta la notte, se volete gustarvi le brioches calde la mattina successiva! ;)

A questo punto occorre assemblare il tutto:

Stendete la sfoglia molto sottile (non come me che ho esagerato!). Diciamo che 2 millimetri è l'ottimale.

Stendete poi l'impasto un po' più alto (5 mm)

Spalmate sulla sfoglia un velo di marmellata (io di amarene), aggiungete le gocce di cioccolato e coprite con l'impasto delle brioches.

L'ideale sarebbe tagliare a metà il tutto e sopvrapporre in modo da avere sfoglia-marmellata-brioche-marmellata (che va riaggiunta)-sfoglia-marmellata-brioche.

Come avete notato dalle foto questo passaggio non l'ho fatto a causa della sfoglia troppo alta (erano circa 4 mm, ma quando mi sono accorto che eran troppi ...era pure troppo tardi!)

Sovrapposizione o meno, tagliate a strisce il panetto (lunghezza 10 cm, larghezza 3 cm) e attorcigliate su se stessi questi rettangoli, in modo da dare loro la tipica forma del Kranz.

Lasciate lievitare per un paio d'ore. Spennellate con dell'uovo sbattuto e informate a 180° fino a cottora.

Lasciate poi raffreddare su una gratella.
Serviteli!
(Fai click sulla foto per ingrandirla)
OK?

Adesso veniamo al dunque. Avete certo notato la provenienza di quella tazza nella foto!
Ricordate Quebec City?

Bene. Quando abbiamo visto questa tazza non abbiamo resistito e l'abbiamo subito comprata, per evocare ogni mattina il nostro Viaggio in Canada :))).

E' una tazza piuttosto alta, anzi ve la faccio vedere per intero:


(Fai click sulla foto per ingrandirla)


Una stanga di tazza! Mi stavo giusto chiedendo come poter sfruttare tutta questa altezza...ed ecco che mentre formavo i Kranz mi è venuta la risposta! Un...Kranzone!!!!

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Mi sembra un'accoppiata perfetta!!!

Ma cosa ci sarà mai dall'altra parte della tazza....? Provate ad indovinare... ;)


Ciao e alla Prossima.

Lo Ziopiero

p.s. regalo confezione di Ottimini Divella, quasi nuova. (manca solo un biscottino) :D :D :D

Guardate anche le altre realizzazioni:

26 commenti:

  1. Adoro i Kranz ma non sarà una sorpresa, data la mia spiccata predilezione per roba dolce ;-)

    Ora sono curiosa, che c'è dietro la tazza????

    RispondiElimina
  2. Stupendi!..sai che profumino quando li hai tirati via dal forno.Prima o poi li provo anch'io.
    Ciaooo

    RispondiElimina
  3. Uhmmm ma che bontà!! Ce ne vorrebbe uno in questo momento per dare subito una bella sferzata a questo lunedì mattina!!! Magari mi rubo il kranzone :P

    RispondiElimina
  4. ciao ZioPiero,
    da provare assolutamente...sempre ottime le tue presentazioni
    un abbraccio
    anna

    RispondiElimina
  5. via su perdonaciii!!! ah ah questi kranz sono proprio ganz e si rifaranno a regola d'arte :)

    RispondiElimina
  6. Ah Zi´Pie´questo é un post de monumentale bbbravvura, perché 'a sfoglia, 'a bbrische, er cacao mica é robba de pischerletti.. poi...

    perché solo a te te poteva vení en mente 'a tazzona co' er kranzone.............e me fermo.

    Mo' aspetto pe' vede che c' é d´artra pare de 'a tazzona..

    E a proposito de tazzone, robbone ti lascio questi Dialogo:

    "E chi é 'sta buzzicona?"
    "Mia madre!
    "Perbacco, bella donna"..

    Sono sicura che sai attori e interpreti..

    sciao sciao sciao sciao scia


    RispondiElimina
  7. @Araba: …eheheheh, sorpresa!!! Ma tu perché non provi ad indovinare?

    @nunny: Vero! C’era davvero un bel profumino! :))

    @Tery: Con quello ci campi fino a venerdì! :D :D :D

    @Profumi e Pasticci: Grazie! :))

    @Pellegrine: …io perdono solo una volta, ricordatevelo! ahahahahahahah

    @Gluty: Disci? Quinni nunzoppiù mpischelletto? :D :D :D
    p.s. io saprò titolo del film, attori, interpreti, anno di produzione e tutto il resto…ma tu hai toppato la frase…;)

    RispondiElimina
  8. Miseriazza Zio, torno dopo tre settimane di riso scotto e mi sbatti in faccia cotanta golosita!!!
    Si peccato che non siamo riusciti a incontrarci a bologna, mi toccherà rimediare con un giretto in quel di Roma, così magari mi prepari anche queste delizie :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, prima o poi ci riuscieremo!
      P.S. Guarda che se vieni a Roma ti faccio ingrassare di 3 chili! :D :D :D
      ..ma poi te li faccio smaltire a suon di camminate, tanto so che reggi il passo! ;)
      T'aspetto

      Elimina
  9. O_O no ma che meraviglia hai fatto???? sono deliziose da vedere figuriamoci da mangiare :)

    RispondiElimina
  10. Dietro la tazza...c'è uno scatolo di cerini per bruciare i libri o i DVD di indovina chi?! :P ahahahahaahahahahah
    PS
    Meglio che resto muto...qui prima o poi mi menano sul serio piuttosto tu in galera come somma ironia del Fato mi porti qualcuno di questi Kranz...:)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha, dopo quello che mi hai detto per telefono sarei anche tentato...ma per principio, non per altro!

      P.S. Li vuoi con la lima dentro o preferisci qualche polverina?

      P.s. 2 Giusto un napoletano sfacciato come te poteva scrivere "uno scatolo" :D :D :D

      Elimina
  11. Ma che Buonii!!!
    con il tuo post hai risposto alla mia domanda inespressa : oh ma non ha più postato niente ziopiero?? :)
    io volevo provare i croissant semplici di montersino ma mi sono spaventata dal burro per sfogliare 750 gr!!!! ho notato che anche tu hai diminuito le dosi!!
    cmq sei bravissimo!
    secondo me dietro la tazza c'è "kranzina" ahahah
    ciao cià

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, vado lento in questo periodo. Cucino sempre, ma cose già pubblicate (per esempio adeso ho appena infornato questa pizza al farro

      Lascia perdere i croissant semplici di M, fai direttamente quelli di Paoletta, fidati ;)

      Dietro la tazza....ehehehehehe...vedrai e riderai...aaaa, come riderai!!! :)))

      Elimina
    2. Anice e Cannella???
      Merci :)

      Elimina
    3. Si, lei. Tra quelli che ho provato sono decisamente i migliori! ;)

      Elimina
  12. Dietro non so, ma dentro ci metterei o cioccolato bollente o zabaione caldo. Tertium non datur, qui si grelotta dal freddo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cioccolato bollente denso denso con una nuvoletta di zabaione no? :))

      Elimina
  13. Sei drogato ...lo sai, si?! Quante piste di inulina ti sei tirato ...confessa!:D
    Questi kranz me li sogno di notte... addentarne uno sarebbe una gran soddisfazione. Quindi attendo il tuo pane senza glutine con la speranza che da lì nasca un amore e che possa assaggiare prima poi anch'io i kranz con una ricetta gluten free by ziopierello! Una domanda... chi è il tuo pusher? Qui non se ne trova di inulina nemmeno a peso d'oro....:D

    RispondiElimina
  14. Tu sì che sei uno che sa veramente quello che fa.

    RispondiElimina
  15. @Fujiko: Inulina??? Neaahhhh. Sniffo ben altro! :D :D :D
    Sfoglia e croissant gluten free? Ci si potrebbe riflettere, ma dubito sul risultato. In questo tipo di preparazione il glutine aiuta parecchio...

    @Ritroviamoci in Cucina: Dici? :)))

    RispondiElimina
  16. Lo so... è una battaglia persa... ma ho sentito dire che L sta lavorando a un libro sui lievitati gluten free...Sarà vero? Tu che sei suo compagno di merende, ne sai nulla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, veramente no. Posso solo dire che domani uscirà il mio primo pane Gluten Free! :))

      Elimina
  17. e più forte di me non ci posso fare niente a me gli insetti mi fanno venire i brividi non ce la faccio e quinti ti commento qui il pane GF l ho comprato una volta sola perchè mi incuriosiva ma si sa il sapore e diverso da quello fatto in casa ..che dici va bene per la dieta..^__^ sei bravissimo zio..
    ma con le api no bleeeeee..l'accoppiamento zzzz tra api .. ma per l'amor di dio a me farai prendere un infarto con quelle foto cosi ingrandite -__-
    p.s. questi kranz sono da urlo mi piace l'accoppiamento ...
    baci baci puncigliosi..
    lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha, sei troppo forte!!! E mo' come ci rimangono le mie vespette? :)))

      Baci "vesposi"

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails