AVVISO
Amici lettori, mi prendo un lungo periodo di riposo.

Nelle prossime settimane continuerò, come da mia abitudine, a rispondere a tutti i vostri commenti, anche se non sempre sarò tempestivo. Abbiate pazienza. ;)

Ci rivediamo a settembre con i resoconti di viaggi e... tante nuove ricette dello Ziopiero!

Ciao e... BUONE VACANZE A TUTTI!!!

lunedì 19 novembre 2012

Pane Gluten Free (il mio primo)

Era tanto tempo che pensavo di provarlo.

Inoltre lo avevo promesso sia a Gaia, sia a Gluty, ma anche a tante altre persone.

Mi avevano anche avvertito: guarda che non è come il pane che sei abituato a fare. Scordati incordature, impasti manegevoli e altre cose simili, ma sappi che per noi celiaci avere un pane mangiabile è un grande risultato, anche se brutto a vedersi.

...be', devo ammettere che come mio primo pane GF per esser brutto, è brutto!

(Fai click sulla foto per ingrandirla)


:D :D :D

Però, onestamente, devo anche ammettere che come sapore, be'..usando prodotti di qualità, lo sapete, no?

Il sapore non si discute!!! E' ottimo!

Ho usato della farina di grano saraceno e della farina di riso, in pari quantità.
Poi, essendo un primo epserimento, non mi sono azzardato di andare oltre (olio, burro o altre prodotti), ma mi sono limitato ad aggiungervi acqua, lievito, sale e...dei semini di girasole, quelli si, li ho messi!

Il pane appena fatto si presentava compatto, un po' duretto, ma poi diventava subito cedevole alla masticazione e, soprattutto, molto saporito. Basta masticare con pazienza e gli aromi escono tutti fuori, sprigionati parsimoniosamente.

Inoltre, cosa non da poco, l'ho conservato per ben 4 giorni, coperto solo da un panno, e la sua consistenza non è cambiata.

Bene, vi ho detto tutto. Dovete solo farlo.

Comeeeeee??
Ah, si! Le dosi!!! Ecco a voi: 

370 g grano saraceno
370 g farina di riso
500 g di acqua
9 g di sale
8 g di lievito di birra
semi di girasole

Sciogliere il lievito nell'acqua, aggiungere le farine e impastare. Verso la fine aggiungere il sale e i semi di girasole.
Formare e lasciar lievitare l'impasto coperto da un panno.
Infornare poi a 180° fino a cottura.


Bene, mi sembra che questo post si meriti una foto di chiusura, anzi due! Voi che dite?

Questa foto nasce da un lunga attesa.
Avevo visto nascosto tra i fiori un piccolissimo alveare e così ho atteso l'arrivo del padrone di casa, anzi della padrona:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Diceee, come hai fatto a sapere che era femmina?
Mah, diciamo che ho un sesto senso... e poi, guardatela bene in faccia:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
 Più femmina di così!!!!

A proposito: lo sapete che anche le vespe, come le api, hanno la Regina e che i maschi si presentano solo quando è il momento di ...zzzzzz .....procreare? Be', a quanto pare la cosa funziona! :))

Ciao e alla Prossima.

Lo Ziopiero

p.s. regalo confezione di Ottimini Divella, quasi nuova. (manca solo un biscottino) :D :D :D

Guardate anche le altre realizzazioni:

31 commenti:

  1. E' difficilissimo fare un buon pane gluten free, ne so qualcosa...ma d'altronde non mi chiamo Ziopiero ;-)

    Scusa se il resto del post salto, ma gli insetti hanno un bruttissimo effetto sulla sottoscritta anche in foto :-(

    RispondiElimina
  2. Non so se sono più colpita dall'ape o dal pane gf.

    RispondiElimina
  3. Piero lo sai che ti adoro e il tuo blog è sempre fonte di ispirazione per me...ma se sapevo che c'era quell'insettaccio non passavo! brrrrrr che pauraaaaaaa!! Il pane non sarà bello ma deve essere buono e profumato! Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  4. Personalmente l'aspetto dei cibi non mi condiziona più di tanto, sono certa che questo pane sia ottimo. Anzi, un giorno in cui avrò tempo e sarò nel posto giusto (perché in aereo è difficile impastare!) proverò a farlo.
    Per quanto riguarda la foto, le foto più belle sono sempre frutto di lunghe attese, e di solito le attese premiano ;-)
    Ovvio che è femmina, ha un kg di rossetto addosso!!!

    RispondiElimina
  5. ZioPierooooooo!!! Mannaggia, il mio forno è spento da mesi...troppo affaccendata nella ricerca di ciò che sai e che non trovo!!! Comunque, trovo bellissimo che ti sia cimentato in una ricetta senza glutine! Un paio d'anni fa, ho avuto il problema della celiachia in famiglia, fortunatamente solo per un periodo, e in quell'occasione notai quanta poca attenzione ci sia al tema, sia da parte dei foodbloggers che dei più noti professionisti (Montersino a parte).
    I lievitati senza glutine sono preparazioni difficili da realizzare, che danno scarsissima soddisfazione, brutte da fotografare, ma tu, come al solito, ti sei distinto! Bravo, sei sempre una spanna avanti! Un abbraccio grande, Barbara G

    RispondiElimina
  6. La foto dell'ape è strepitosa! ( si sto in fissa con le foto ultimamente)
    Ma quanto eri vicino?? dimmi che è tutto zooooom!!!!!
    Il pane sembra buono, mi piacciono tanto quelli con le farine alternative e soprattutto adoro i semi di girasole!
    Un salutone :)
    Francesca

    RispondiElimina
  7. @Araba: Lo so! Mentre metteve le foto pensavo proprio a te e all’effetto che ti avrebbero fatto. ..un po’, come dire, quando tu metti le ricette di una certa persona e pensi a me! :D :D :D

    @Stefania: Dall’ape! :))))

    @Pellegrine: Come non passavi?!?!?!? Guarda che questi insetti sono meravigliosi….

    @Mus: Da quanto tempoooo!!!!!
    p.s. e del rimmel sotto gli occhi ne vogliamo parlare?

    @Barbara G: Evviva!!! Sei risorta!!! Dai, adesso non mollare, eh?
    p.s. ancora non hai trovato quello che cerchi? Mannaggia!!!

    @Francesca: Ecco una che non si schifa! Brava! Ero vicino, moooolto vicino! Quasi me la pomiciavo tutta! :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredibile, non mi schifo ma neanche mi avvicino!! :)
      che ne dici di questa foodfoto??
      http://colazionedafrankie.blogspot.it/2012/11/orecchiette-salmone-e-carciofi-al.html
      Grazie ormai sei un guru!

      Elimina
  8. BRAVOOOOOOOOO!!! BISSSSSSSSSS !!
    :-)

    ...le vespe, mi piacerebbero anche se non avessero l'abitudine di pungere e fare colonie..
    Foto strepitose..

    Sciao sciao sciao Simo

    RispondiElimina
  9. Facevo oooohhhhhh
    tutte le volte che vedevo un pane fatto dalla mia omonima...perchè è sempre una magia far lievitare un impasto cosí!!
    ma qui il mio oooooohhhh vale doppio!
    la signora vespa è spettacolare!!

    RispondiElimina
  10. E' venuto bene il pane per celiaci, con ingredienti sani e sarà sicuramente gustoso.
    Adoro le foto naturalistiche!

    RispondiElimina
  11. L'estetica non rientra proprio nelle mie preferenze per ovvie ragioni e quindi non è mai il primo elemento di analisi, tanto è vero che le torte di pasta di zucchero non sono in cima ai miei desideri nascosti anche perchè al bello difficilmente corrisponde il gusto in quel caso :P ehehehehehe
    Privo di ogni pregiudizio, segno la ricetta...che poi detto tra noi quello che è "brutto" per te per me è da prima pagina! :D ahahahahahahha

    RispondiElimina
  12. Io invece tempo fa ho fatto uan focaccia con i pomodorini senza glutine ed era pure buoan!! Le foto dell'ape sono una meraviglia!! Proprio bravo...Sai che anche io tanto tempo fa ho fotografato una vespa in balcone? Guarda qui:
    http://www.flickr.com/photos/smartyns/3465718410/in/photostream/lightbox/
    http://www.flickr.com/photos/smartyns/3464903515/in/photostream/lightbox/

    Le tue sono molto migliori, ma queste le ho fatte proprio in velocità perchè ho visto la vespa in balcone...;)

    RispondiElimina
  13. @Gluty: Allora ti piace ‘sto pane, eh? :)))

    @Gaia: Quindi: ooooohhhhhh ooooohhhhhh? :)))
    La signora vespa secondo me se la tiravo un pochetto… :D :D :D

    @Maria: …certo, non sarà mai buono come il pane cafone napoletano, però un tentativo andava fatto e non è escluso che lo ripeterò.
    p.s. anche io adoro le foto naturalistiche. Se vuoi ti mando alcune link da brivido ;)

    @Gamby: …bisogna sempre vedere di quale giornale! :D :D :D

    @Profumi di Pasticci: :))

    @Marty: Buffa la seconda foto tua. Comunque questi insetti, specie in primavera, sono molto frequenti, basta sapere attendere pazientemente

    RispondiElimina
  14. Non è poi così brutto, io trovo che il pane fatto con farina di grano saraceno abbia una sua bellezza "rustica". Si riesce a impastare anche a mano o solo con la planetaria?

    RispondiElimina
  15. Ma infatti l'apprezzo questo tuo pane, senza addensanti o altri elementi strani aggiunti alle miscele :)

    RispondiElimina
  16. ma è bellissimo il tuo pane! e tutto con farine naturalmente senza glutine. complimenti al quadrato, davvero!

    e le foto dell'ape... wow! ma quanto sei stato in attesa per fare due foto così!

    grazie grazie grazie per la dedica, mi hai fatto felicissima... anche se sono arrivata con tre giorni di ritardo :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara.
      Per quanto riguarda la vespa non è stato tanto l'attesa quanto la quantità di foto scattate per poi arrivare a quelle due. Ma se po' ffa' de mejo! ;)

      Elimina
  17. Ciao "compaesano"...grazie per i consigli sui libri :') per quanto riguarda l'impastatrice....sono elettrica e non vedo l'ora che arrivi!
    Anche a me piacerebbe cimentarmi nel gluten free....tu dici che 'sto pane è brutto? io lo vedo solo "diverso"....diciamo che "è un tipo" :D

    Sei uno spasso!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....ti dico solo che quanto arrivò a me il mega pacco con l'impastatrice...non l'ho aperto per 3 giorni!!! Avevo una sorta di timore reverenziale. :O :O

      Se non hai problemi con il glutine, ora che hai l'impastatrice potresti invece cimentarti con dei signori lievitati, no? ;)

      Baci :)

      Elimina
  18. Salve signor Piero!
    Ho provato a fare questo pane, ma il lievito non ha fatto il suo lavoro... Nel senso che alla fine il pane non si è cotto bene, me lo son pappato ma sembrava pesantuccio...
    Credo di avere dei seri problemi ad usare il lievito in generale! Ho provato a fare anche altri esperimenti ma il risultato migliore l'ho ottenuto con un esperimento da cui è uscita tutt'altra cosa, ma che paradossalmente è venuto bene (ho usato però del lievito di quello "istantaneo" in polvere con dosi ad occhio)!

    Cosa devo fare per fare uscire un pane commestibile?
    Questo pane mi garba sì! E' corposo come quelli che piacciono a me!

    Ah, devo specificare che come impastatrice ho solo le mie manine :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao.

      Distinguiamo le due cose: un conto è il lievito un conto è la cottura.
      Chiaro che questo pane non sarà mai soffice e areato come un pane in cui è presente il glutine, quindi non aspettarti qualcosa di "leggero". D'altra parte basta guardare la foto per capire che è bello compatto.

      Quanto all'uso del lievito...be', fai questo test: prendi 8 g lievito di birra e impastalo con 500 g di farina 00 con glutine (usa la peggiore marca che trovi, una del discount ad esempio) e 320 di acqua. A metà impasto aggiungi il sale. Poi metti in una ciotola, copri e dopo 3 ore vai a sbirciare. Se l'impasto è almeno raddoppiato potrai già affermare che non hai problemi ad usare il lievito.

      Poi con l'impasto fai quello che credi: se hai problemi col glutine, lo butti. Avrai speso 50 centesimi di materiale e 10 minuti del tuo tempo. Se invece lo vuoi cuore ci formi dei semplici panini, li rifai lievitare e poi li inforni a 180° per una mezzoretta circa. OK?

      :)))



      Elimina
    2. Quindi al di là dell'aspetto anche per il pancino è più pesante? :D

      Il pane che mi era riuscito bene era della coop e non mi è venuto pesante, ma forse c'era fecola di qualche tipo dentro...
      Appena ho un po' di tempo provo a fare l'esperimento che dice lei, tanto se viene lo posso pur sempre rifilare a (insomma, qualcuno che faccia da cavia ;) ).

      Ma l'acqua deve essere bella bollente? Io temo sempre di ammazzare tutti i batteri del lievito, poracci! :D
      Si deve usare una temperatura diversa per il lievito fresco e quello secco? Oggi ho provato a vedere se agiva del lievito secco di quelli a sferette, che era in barattolo ma non usavo da tanto e temevo che si fosse alterato con l'umidità. Beh, ci ho provato a mettere dell'acqua bollente ma ha fatto la schiumetta!
      Forse dovrei maltrattare di più i poveri batteri? O_o

      Mi scuso se faccio troppe domande, ma son fatta così :D

      Elimina
    3. L'acqua per il lievito frsco deve essere a temperatura ambiente, mai calda o bollente!!!
      Personalmente preferisco il lievito fresco.

      Tranquilla per le domande, finché posso rispondo! :))

      Elimina
    4. Ah, quindi non si riscalda? Io sentivo parlare di "riscaldare a 38°" e cose così... :/ Me tapina...

      La ringrazio, lei è gentilissimo! :)

      Elimina
    5. Non so ti abbia detto questa eresia!!!

      In ogni caso se hai tempo e voglia di documentarti sull'uso dei lieviti e in particolare sui risultati che si possono ottenere, puoi far riferimento ad una serie di articoli che ho scritto in questo blog, in particolare a questo sulla pizza o tutti quelli relativi al pane.

      :))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails