venerdì 25 giugno 2010

Conchiglioni Gratinati alla Puttanesca

Antonia ormai la conoscete bene. Ogni sua ricetta è una garanzia.
Genuinità, semplicità, facilità, bontà in un piatto solo.
Vorrei tanto averla come vicina di casa...

Oggi vi presento un altro suo piatto, straordinariamente semplice e buono:

Conchiglioni Gratinati alla Puttanesca


La preparazione richiede pochi minuti.
La ricetta è stata già pubblicata qui, ma ve la riporto per semplicità:

Per 4 persone:

400 gr di conchiglioni
500 gr ricotta (vaccina o bufala)
500 gr pomodori pelati
150 gr di olive di Gaeta
1 cucchiaio di capperi sotto sale
5 filetti di acciughe
pecorino grattugiato 1 spicchio d'aglio olio evo,sale,origano,peperoncino q.b.

Soffriggere in una padella lo spicchio d'aglio con 5 cucchiai d'olio e il peperoncino e levarlo appena diventa dorato.
Unire le acciughe a pezzetti, i capperi dissalati e le olive denocciolate; quando le acciughe si sono sciolte aggiungere anche i pomodori a pezzi e fare restringere a fuoco vivace, quindi spegnere.

In una ciotola mettere la ricotta. Aggiungere metà sugo, una manciata di origano e mescolare.

Lessare la pasta al dente, scolarla e versarla nella pentola; irrorare con un filo d'olio e spolverizzare col pecorino.

Farcire i conchiglioni con il ripieno e metterli in una teglia cosparsa con un po' di sugo, distribuire il sugo rimanente in superfice e spolverizzare con altro pecorino.

Forno a 180° per circa 20'.

Fateli ;-)

Grazie, Anto' :)

Ciao e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

18 commenti:

  1. che spettacolo questi conchiglioni...mi piacciono molto!!! bravissimo!!!

    RispondiElimina
  2. e certo che li faccio, guarda che roba!!!! al momento non ho i conchiglioni ma provvederò il prima possibile.

    RispondiElimina
  3. occhei oggi compro i conchiglioni, è un primo che assolutamente farà parte delle ricette di casa!
    Grazie a te e ad Antonia.
    baci

    RispondiElimina
  4. Buonissimi e certamente saporiti con tutti questi ingredienti doc!!
    questo si che è un pranzo invidiabile!
    baci baci

    RispondiElimina
  5. Bentornato! :))
    Si si...lo so che hai già pubblicato ieri ma sono io in ritardo su un pò di cose con un blogroll che non aiuta essendosi ultimamente dotato di ernia! ahahhahahaha :PPP
    Bellissimi questi conchiglioni in versione più "fresca" rispetto ad altre versioni più invernali. Li tengo da conto alla prima occasione ;)

    RispondiElimina
  6. Boniiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!! :P

    RispondiElimina
  7. Antonia è una garanzia si sa!!! Ma se uno le olive di Gaeta non ce le hoo???? La farò...ma Antonia non me ne vorrà se ometto capperi e acciughe ;D
    Baciotti, Laura

    RispondiElimina
  8. @Raffy: Dai, falli anche tu, son facili ;-)

    @Elena: Vai e provvedi :)

    @Gine': Facci sapere, eh?

    @Farfalli': Basta che nun ce metti le olive de sant'agata...
    :D :D :D

    @Altre/i: Non pensateci su due volte, fateli ;-)

    RispondiElimina
  9. Mi limiterò a sbavare sul monitor =D complimenti =)

    RispondiElimina
  10. non so com'è ma ci leggo un vago riferimento al commentino di ieri... :D
    voto per la versione con ricotta di bufala! a trovarla, soprattutto di vera bufala...
    bacetti a luci rosse

    RispondiElimina
  11. Aho' zi' Pie'pe' esse boni so' boni 'sti conchiglioni, anzi piu' che boni, co a' ricotta, erpeperoncino, le olive....mmm..produmo de mediterraneo , io poi amo la pasta che passa in forno
    ...pero' mo' como li traduco...guarda che e' terribile in argentino (si tratta proprio di argentino), conchonas a la puta....no no nun posso...mo' te scrivo e ti dico quello che vo' di'...insomma va al di la' della decenza, inoltre linguisticamente e' quasi una tautologia...
    Besos (aho' qua co' a' pasta sciu' me succede lo setsso che co' er zabbaione no je la faccio a fotografallo...se o' magnano...).

    RispondiElimina
  12. Mmmmmmmmmm,ottimo!!!!!mmmmmmmm,questi conchiglioni s'hanno da fare.Un bacio.
    Paola

    RispondiElimina
  13. @Cristina: Ahahah, non ci avevo per niente pensato! Per la bufala tocca anna' proprio da Antonia.

    @Gluty: Nulli devi tradurre, lascia er titolo origginale (co ddu gggi), tanto stamo lì.
    L'origine del termine associato a questo sugo non è certo, come l'origine del piatto: chi lo attribuisce a Roma, chi a Napoli, chi a Ischia...sta di fatto che gira che ti rigira il termine sempre da lì viene.

    @Paola: Ti assicuro son davvero da brivido!!!!
    Oggi ho rifatto questo sugo, piccantissimo. Per giunta non avendo messo il coperchio mi è pure schizzato dappertutto! :D :D :D
    ...pero'..Pooorca miseria quanto è bbbono!!!!

    RispondiElimina
  14. a' zio piè straordinariamente semplice, buona... straordinaria! Saluti Terry

    RispondiElimina
  15. Questi li ho provati e posso confermare che sono ottimi! E'importante che la ricotta sia buona.
    Cat

    RispondiElimina
  16. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  17. mmmm mi sono innamorata dei tuoi conchiglioni Paolina

    RispondiElimina
  18. @Paolina: Grazie, Tesoro. Troppo gentile.
    I conchiglioni ora sono più contenti!
    :))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails