giovedì 31 ottobre 2013

Due paroline sul LI.CO.LI.

Premessa:
Chi mi conosce sa che non ho mai avuto un buon rapporto con il lievito madre.

E' vero, l'ho usato diverse volte, ma alla fine la sua "gestione e manutenzione" non era compatibile con le mie varie attività per cui dopo aver iniziato più volte l'avventura alla fine ho sempre dovuto desistere fino ad abbandonarlo.

I fatti:
Poi, un giorno, arriva lei che inizia a farmi "na capa tanta" co' sto benedetto licoli (vabbe', "na capa tanta" me la fa ogni volta che parla, ma questo è un altro discorso :D :D :D ).

Poi ci si è messa pure quest'altra pazza qui, che lo ha ricevuto in regalo sempre da lei (e altra "capa tanta").

Infine, come se non bastasse, si è aggiunta l'ultima della serie...(ma lei è una "capa tosta")

Insomma, licoli di qua, licoli di là, guarda che è facile, ne occorre pochissimo, lo puoi tenere anche un mese in frigo senza doverlo rinfrescare, non ci sono sprechi, nessuna sovrabbondanza di produzione...e così, alla fine, mi hanno convinto ed è iniziata la mia avventura.

Conclusioni:
Adesso che ce l'ho da più di un mese posso dirvi che:
  • E' facilissimo da fare
  • E' facilissimo da gestire
  • E' facilissimo da usare
Insomma, tutto facilissimo.
E, come se non bastasse:
  • Non sporca
  • Non urla
  • Non pretende
Ma, soprattutto:
  • Se ne può conservare una piccolissima quantità (anche soli 20 g)
  • Lievita che è una meraviglia
  • Dà ottimi risultati
Ad oggi ho già fatto diverse cosettine che via via pubblicherò, per cui rimanete sintonizzati su queste frequenze che ne leggerete di belle!!! :)))

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Per adesso vi riassumo alcune nozioni pratiche che ci torneranno utili a breve.

Come si parte:
Gli occorrenti per iniziare: 
(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Se non ve lo regalano, potete frullare in un barattolo acqua e farina* in uguale quantità (es. 30 g) e un cucchiaino-ino di yogurt o di miele, chiudete il barattolo con una garza (nessun coperchio),  in modo che i batteri arrivino e inizino la loro opera.

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Aspettate 36 ore circa, quindi unitevi 30 g di acqua e 30 g di farina*. Mischiate. Coprite con la garza:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Questo è quello che potreste trovare dopo 11 ore!!!

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
E' qualcosa di incredibile, miracoloso, non crederete ai vostri occhi!!!!

In 48 ore avrete creato un licoli che è una bomba!!!!

A questo punto lo potete già usare per il vostro primo impasto oppure  tappatelo e mettetelo in frigorifero.

* usate sempre una farina di forza, tipo manitoba e, preferibilmente, sempre lo stesso tipo.


Come e quanto si conserva:
In frigorifero.
Se per un mese non lo usate, allora fategli un bel rinfresco (vedi sotto) e rimettetelo in frigorifero.

Come si usa:
Come un normale lievito.
Il giorno prima di panificare, vanno fatti i cosidetti rinfreschi (vedi sotto).

Quanto ne occorre:
Ovviamente dipende dalla ricetta; quelle che pubblicherò saranno precedentemente da me testate per cercare di darvi la giusta dose.

Il rinfresco: Il rinfresco è l'unico impegno che vi richiede il licoli, ma come vedrete è un impegno da niente.
Consiste nell'aggiungere pari quantità di acqua e di farina e miscolare col il minipimer o con la frusta o semplicemente con una forchetta. .
Es. avete 20 g di licoli nel barattolo? Aggiungete 20 g di acqua e 20 g di farina e mescolate.

Il rinfresco viene fatto generalmente prima di utilizzare il licoli (o dopo al massimo un mese di non utilizzo).

Nel caso di lievitati semplici (es. pane) è sufficiente un rinfresco; nel caso di lievitati dolci meglio farne 2 o 3.

Per rinfrescare il licoli prima di tutto tiratelo fuori dal frigorifero, aspettate che arrivi a temperatura ambiente, pesatelo direttamente nel barattolo**  quindi, come detto sopra, aggiungete pari quantità di acqua e di farina e mescolate.
Lasciate il coperchio poggiato sopra in modo che passi un pochino d'aria e dopo una mezz'oretta chiudete.
Aspettate che raddoppi quindi o lo rimettete in frigo, o lo usate, o fate un secondo rinfresco a seconda dell'utilizzo a cui è destinato.


** ricordatevi di segnarvi da qualche parte il peso del barattolo vuoto o, se ne avete uno identico, pesatelo per fare poi la tara.
Licoli appena rinfrescato
(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Licoli dopo il raddoppio
(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Ricordatevi sempre di lasciarne una minima quantità da parte per gli utilizzi successivi, altrimenti la volta successiva sarete costretti a ripartire nuovamente da zero.

Suggerimento:
Se fate subito un secondo e/o un terzo rinfresco non è necessario rimettere la stessa quantità di acqua e farina rispetto al peso del licoli; l'importante è che le due aggiunte abbiano lo stesso peso. Es. 50 g di licoli possono essere rinfrescati anche con solo 20 g di acqua e 20 di farina. Tutto dipende da quanto ve ne serve. Consiglio di non esagerare.

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
E quello che avanza?
Come abbiamo visto se vi regolate bene non ne avanza tanto e in ogni caso DEVE avanzarvene un po' per la volta successiva.
La cosa più semplice da fare con quello che avanza è una piadina-chapati; basta aggiungere un po' di sale e spalmarlo sulla piastra calda. Tre minuti di cottura per parte e voilà.

Allora, tutto chiaroooo???

Bene!

Tenetevi pronti, che a breve sfornerò altre cose, tra cui Focaccia Pugliese e...udite udite.. Panettone!!!

Ora vado a coccolarmi il mio licoli:
(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Ciao e alla Prossima.

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

289 commenti:

  1. chissà.. magari un giorno.. mi metto un secondo bambino in frigo... ;-)

    RispondiElimina
  2. Chettepossino mo ricominci con il licoli!!!

    Bene bene ti tengo d'occhio (veramente l'occhio ce l' ho attaccato da un po' alla foto della focaccia pugliese :D) per le successive ricette!

    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..quasi quasi la lascio in anteprima ancora un mesetto... :D :D :D

      Elimina
  3. uhh questo post per me è illuminante (o quasi, perchè ho ancora dubbi), ma i li.co.li. non partono da una base di lievito madre normale? sto studiando da un pò questa cosa, ma se mi dici che posso farlo direttamente così, sono felice parecchio! ;) evito la scocciatura dei vari rinfreschi da fare in tempi brevi... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be'...stiamo sempre parlando di acqua e farina, sia nel caso di lievito madre sia di licoli.
      Volendo si puo' anche fare il contrario, cioé partire dal licoli per arrivare al lievito madre. Alla fine sempre lieviti sono, l'importante è attivarli. Non esiste un'unica regola di partenza.

      Personalmente mi sono stupito quando l'altra sera tornando a casa ho visto il licoli quasi quadruplicato già al secondo rinfresco! non credevo ai miei occhi!

      In ogni caso tu prova poi mi dirai. In fondo si tratta di pochi grammi di farina e 5 minuti del tuo tempo. ;)

      Elimina
    2. yessss seguirò alla lettera i tuoi consigli e posterò la mia prima ricetta coi LI.CO.LI. trionfante! ;)

      Elimina
    3. Aspetto con ansia.... :)))

      Elimina
  4. Zio, guarda che da dipendenza.... ma oramai sei già entrato nel gruppone del licoli e allora.... addio!!
    baSci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipendenza?
      Sandra ma tu lo sai che ogni volta che leggo il tuo cognome leggo "licoli" ...altro che dipendenza..sto licoli è ossessione!!!! :D :D :D

      Elimina
    2. ahahahah anch'io leggo sempre Sandra Licoli!!
      credo di essere irrimediabilmente licolizzata :-D

      Elimina
    3. ....mmm ...tu sei.... alcolicolizzata! :D :D :D

      Elimina
    4. ...e NO! a sto punto Piero ti dovrei rispondere come ho fatto al povero ARCHY aha hahahah... E poi scusame ma l'unica alcolizzata del gruppo so IO. Siete na mandria di astemi (uauhahgauha)

      Elimina
    5. alcoLICOLIzzata, Maya, alcoLICOLIzzata, leggi meglio! ;)
      :D :D :D
      ...che poi pure tu sei una alcoLICOLIzzata mica da poco! :)))))))))

      Elimina
    6. oh FLAUTO!!! Adesso se legge la ZIATAM crepa di nuovo dalle risate. Oh FLAUTO...mi sà che ancora mi devo riprendere dalla capocciata in piscina :D :D :D

      Elimina
  5. Grazie per questa spiegazione così esauriente.
    Ne ho tanto sentito parlare di questo lievito, ed a suo tempo ho anche provato a farlo con risultati deludenti.. il sapore del pane era troppo acido per i miei gusti! quasi immangiabile, nonostante avessi aspettato il tempo che tutti consigliavano (vari mesi di rinfreschi...)
    invece sembra che il tuo lievito si possa usare da subito...
    Voglio proprio provarlo
    Grazie
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non capisco perché occorra aspettare mesi!!!!
      Quanto all'acidità...be' questo potrebbe dipendere da come lo hai conservato, da quali farine hai usato, dai tempi di attesa e altri fattori ancora. E poi, come ogni cosa, va provata e riprovata per farsi un'opinione completa. A volte occorre qualche tentativo per raffinare il metodo a vntaggio della resa.

      Provalo e tienimi aggiornato ;)

      Elimina
    2. Allora, eccomi qui, sto provando a farlo nascere questo licolì, però ho già iniziato male....invece di mettere una puntina di miele, ho versato direttamente dal barattolo, pensando che fosse un po' più sodo e ne uscisse di meno...invece !!!!
      Praticamente ne è sceso un cucchiaio abbondante.. Che faccio, butto tutto?

      Elimina
    3. Be'...vedi tu come procede. Magari scopri un modo migliore di farlo. Se poi non ti soddisfa, ricominci da zero, e questa volta con una puntina di miele. :))

      Elimina
  6. Che te possino Piero. Ma che ti abbiamo fatto? Ormai sei nel pieno della licolidipendenza! Guarda le anteprime..gira solo "roba" bona. COn questo utilissimo post mi hai anticipata. Sai che anche io ne sto scrivendo uno su come gestire il lievito madre senza stress. Solo che tu a realizzare un'idea ci metti un attimo. :D Bene utilizzerò il tuo post per completare anche il mio. Buonagiornata Piero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha, Maya, ti devi sentire responsabile (per non dire colpevole! :D :D :D)

      Più che anticipare te ho voluto anticipare le prossime pubblicazioni in cui parlerò di licoli; con questo post spero di aver dato un punto di riferimento e di partenza.

      BaScioni! :))

      Elimina
  7. quando parlate di queste cose non posso che commentare con un semplice: "VI STIMO FRATELLI". Io purtroppo non so nulla e devo davvero iniziare da zero.
    Però ti voio bene e lo sai. Quindi non te la prendi se ti dico che a leggere il titolo ho pensato: "LI-CO-LI? MA NON ERA LI-GO-LA" ;-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D :D :D

      Ti pare che me la prendo? :)))

      p.s. si inizia sempre da zero, anzi spesso è proprio meglio iniziare da zero, senza condizionamenti o influenze varie.

      Elimina
  8. Ho sentito nominare Lamicomio????
    ah no, hai nominato me, che sono la casa de Lamicomio (padrona mi sembra brutto, e mamma troppo materno, per quanto sia come avere un bambino :)
    Tesoro, ma tu la capa ce l'hai, tanta!!! (e pure tosta, in effetti:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! Il tuo licoli si chiama "Lamicomio" tuttoattaccatoesenzaapostrofo! Così come quello di Maya si chiama Zues, giusto? :)))
      Che poi lamicomio mio, cioè il fratello-zio-cugino del tuo Lamicomio (che però è tuo) e figlio, padre, madre e nipote di Zeus (Maya, hai fatto un casino di incesti co 'sti rinfreschi! ahahahaha), si era deciso di chiamarlo ZiaTam in tuo onore!

      Ora però questo nuovo licoli che ho appena partorito come lo chiamiamo...?
      Ziolicolì?
      Ziopierolì?
      :))))))))))

      Elimina
    2. ARRRRRRRRR...ARRRRRRRR grung grung SONO INVIPERITA!

      Elimina
    3. 19 settimane e mezzo a spiegarvi le parentele ed ancora nun ce siamo! LAMICOtuo (cioè di Piero) è FRATELLASTRO dell'LAMICOMIO (DI TAM) ma NON FRATELLO. infatti come voi sapete sicuramente meglio di me Zeus era famoso per le sue avventure erotiche extraconiugali. Ziatam ha il figlio illeggitimo. Si saperva che lei avrebbe fatto perdere la testa pure al sovrano di tutti gli dei. (ad esempio il mio budda sul comodino ha già perso 10 kili pur di conquistarla)...

      Elimina
    4. Tesoro abbi pazienza ma io con le parentele ci faccio a cazzotti... :D :D :D

      Elimina
    5. Capa tosta PRESENTE :D
      Voi siete pazzi!!! UGO é il più forte di tutti e voglio vedere cosa combina sto neonato per il momento taccio :)
      Vorrei sia messo agli atti che il licoli dopato l'ho inventato io! E per sbaglio aggiungerei!!!! Ahhhh se dopi il neonato posso credere allesue neonate potenzialità!!!
      La cosa che mi rende più felice é che ti sei convertito al licoli cosi ora posso copiare le ricette che posterai!!! :*:*:*

      Elimina
    6. Bella Francy.
      Il licoli dopato, che poi in realtà dovremmo chiamarlo "licoli a stecchetto", è tutto tuo, o forse dovremmo dire tuo e delle spiegazioni incasinate di Maya! :D :D :D

      E anche se poi ho trovato procedimenti simili altrove, in post vecchi anche di qualche anno, per noi rimane una tua scoperta! :))))

      BaSci

      Elimina
  9. "se non ve lo regalano".... c'oosai sì che non je la farò mai a farla da me, vero? :D:D:D

    RispondiElimina
  10. Dalle tante foto si capisce che sei molto orgoglioso di quello che hai creato!! Bravo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ehm, è vero: ne ho messe un po' troppe... :))))
      (infatti sono molto orgoglioso!!!)

      Elimina
  11. buongiorno, molto utile e dettagliato questo post sul licoli.
    per ora sto tenendo duro con il mio LM...ma chissà, vista la comodità, che prima o poi non passi a quello liquido.

    già fatto il panettone?!?...io ci sto pensando, sto meditando sulla ricetta...
    ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...se è per questo ne ho fatti già 3, e domani ne farò un altro!
      Tu lo sai, prima di essere soddisfatto e pubblicare per voi faccio e disfo dievrse volte! Ma sul panettone siamo quasi alla perfezione...vedrai. A breve la ricetta super, ma super davvero, eh? ;)

      Elimina
    2. già fatti tre?
      complimenti.
      io faccio così fatica a organizzare i lievitati,incastrati nei weekend tra altre cose.
      immagino sia lo stesso per te per cui davvero sei bravo se già ne hai fatti tre!
      pure io voglio provare nuove ricette.intanto sono in fase di studio! :-)

      Elimina
    3. Guarda, è davvero una questione di organizzazione, soprattutto per chi lavora dalla mattina alla sera.
      Devi pianificare per benino tempi e imprevisti.

      A breve inizierò a pubblicare, quindi se hai pazienza.... ;)

      Elimina
  12. Lievitati e dolci sono una droga per me,una vera passione,l'estetica non la curo molto curo la sostanza!Ho usato sempre lievito di birra fresco,una sola volta ho provato lievito di birra disidratato pane angeli ma il risultato finale non mi ha soddisfatta era un gusto diverso secondo me mancava un qualcosa.La pasta madre e il licoli mi hanno sempre incuriosita molto ma mi chiedo sara' vero che il prodotto finito e' piu' buono o e' solo una delle tante mode del web?Aiutami tu zio,che dici lo provo? :))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lievito di birra fresco è la cosa più facile da usare ed è giusto iniziare da lì, purché non se ne faccia un uso smodato, come ho ribadito più volte.

      Se vuoi iniziare un percorso, prova a fare questo pane e ti sorprenderai.

      E poi con questo e rimarrai senza parole!!!

      Quanto al prodotto finito è ovvio che molto vale il tuo parere (oltre al modo con cui procedi nella preparazione e alla tua esperienza di assaggiatrice), per cui solo tu potrai dire se è meglio oppure no.

      E' doveroso però aggiungere che non sempre le cose vengono bene ai primi tentativi (ma tu questo sicuramente lo sai) per cui se non sei subito soddisfatta non ti fermare e continua, cercando di capire dove e come migliorare un prodotto.

      p.s. inizia a curare anche l'estetica...ha il suo perché e lo capirai ;)

      Elimina
    2. Grazie mille per il consiglio lo seguiro' e provero' anche altre strade ( li.co.li e pasta madre)chissa' che non siano migliori di quella che sto seguendo.Per il lievito di birra concordo che va usato in minime quantita' allungando i tempi,il risultato e' senz'altro molto meglio.Riguardo all' estetica mi impegnero' e chissa' forse tra un po' i miei panini dalla classica forma rotonda diventeranno bellissime treccine !Grazie ancora per i consigli,aspetto con ansia il post sulla focaccia! ;)))

      Elimina
    3. Ora capisco il perche' del nome "Zio" disponibile sempre e premuroso meglio di un vero zio! Ho guardato il video ieri sera insieme alla mia.bambina che ha ereditato da sua madre un grande interesse per tutto cio' che si impasta.Arrivata ormai agli....anta posso dire di aver imparato a dare forma tonda a panini e brioche e riesco anche a fare treccine a due e tre capi,i problemi arrivano con la treccia quattro capi o con quei pani dalle forme stranissime che proprio non mi entrano in testa! Altri problemi li ho con le decorazioni torte,io vado sul classico panna e siringa per dolci ma sul web si vedono certi spettacoli....io pero' dico ai miei figli che le mie sono piu' buone ;)))
      Da te ho tantissimo da imparare e ti confesso che non ho mai fatto un panettone e ora grazie a te penso proprio che quest' anno provo! Stasera faccio una focaccia e approfittando dell'atmosfera ricca di lieviti della mia cucina inizio la produzione del mio lievito in coltura liquida!GRAZIE SEI UN MAESTRO FANTASTICO E UNA PERSONA DI UNA DISPONIBILITA' UNICA! ^___~

      Elimina
    4. Dico sempre che il panettone è la tesi di laurea dei lievitati e suggerisco di iniziare l'impresa solo dopo essersi fatti una notevole esperienza con le incordature di impasti grassi.
      La stessa cosa dirò a te: affronta l'impresa solo se hai una completa padronanza della materia altrimenti prima ti suggerisco di farti le ossa con qualcosa di meno impegnativo ;)

      In ogni caso... In bocca al lupo! ;)

      Elimina
    5. Io dopo che hai pubblicato il post sul tuo panettone provo poi se non va pazienza riprovero' in seguito.Ora comunque ho il " bambinello" in cucina...spero che diventi bello e forte come il tuo,ho seguito i tuoi consigli 30 gr. di acqua 30 gr. di farina e un cucchiaino piccolino di miele acacia...speriamo bene! Ancora grazie! :))))))

      Elimina
    6. Ti ho scritto un commento sul licoli nel post della focaccia col licoli e l' ho appena eliminato...sono un caso disperato!!!! Allora urge consiglio: dopo aver tentato 3 volte di creare licoli usando miele come starter questa volta ho usato yogurt,ha dato subito segni di vita e ha pure lievitato un pochino...ino,ma poi nonostante continuo puntuale a rinfrescare ogni 12 ore non lievita piu', trovo la superficie spumeggiante e odore acidulo ma gradevole ma non cresce! Posso aiutare la fermentazione in qualche modo? Lo tengo in cucina alla costante temperatura di 20 gradi circa e uso sempre manitoba.Volevo comprare lievito madre liofilizzato per partire ma ho scoperto che dentro c'e' sempre un3% di lievito di birra e ho abbandonato l' idea! Grazie ancora per l' immensa gentilezza e cortesia! :)))

      Elimina
    7. 20 gradi son pochini, prova a tenerlo al caldo (coperte di lana, forno riscaldato e poi con la lampadina accesa, vicino i termosifoni).
      p.s. se usi lo yogurt ovvio sia un pelino acido ;)

      Elimina
    8. Ho gia' coperto i vasetti e con questo freddo sopra i 20 gradi non riesco ad andare,il forno non lo posso utilizzare per dare calore perche' lo accendo tutti i giorni per pane,pizza ecc.Dato che a questo punto il problema e' la temperatura se non viene riprovo a primavera! Domani faccio i tuoi panini! Buona serata! :)))

      Elimina
    9. Grazie infinite,avevi ragione era un problema di temperatura,ci vuole caldo! Questa notte ha ricominciato a crescere un pochino ed e' bello vispo,spero di riuscire a tenerlo sempre caldo e in ogni caso posso riprovare a giugno!!!! Ancora grazie! :))

      Elimina
    10. Visto? Continua a tenerlo al caldo per farlo lievitare e dopo mettilo in frigo per farlo conservare. ;)

      Elimina
    11. Metto in frigo quando mi raddoppia in 3-4 ore ......se lo fara'....per ora si alza pochissimo!!! Comunque grazie il consiglio che hai dato per farlo partire e' perfetto a questo punto direi che l' unica cosa che ho notato e' che ci deve essere anche una temperatura di minimo 28- 30° e in questo periodo non e' facile. :)))))

      Elimina
    12. Metti in frigo quando raddoppia, non importa in quanto tempo.
      Quando poi ti radoppierà in 3 ore vorrà dire che è fortissimo, nel senso che è veloce. Ma già il fatto che raddoppi, anche in 8 ore, vuol dire che il lievito è vivo e vegeto!
      La temperatura che tu hai indicato è quella ideale per tutte le lievitazioni, ma non è la temperatura standard delle nostre case, soprattutto d'inverno.

      Elimina
    13. Grazie veramente,sei fortissimo! Ti terro' aggiornato! :)

      Elimina
  13. Pierooo!! adesso li preparo subito!!! (anzi domani mattina così faccio pure due foto ;D) senti un pò, parliamo di farina '00 giusto? come mai yogurt o miele? tu che hai messo?... io ho il miele.... sia acacia che di castagno.. direi che vada per il primo, ma se hai messo lo yogurt posso andarlo a comprare;).. come sai non ho il tempo di seguire il lievito madre.. ma questa cosa del vasetto in frigo potrebbe andare bene per i miei tempi.... ho già intravisto la focaccia... spettacolo!... ;) come sempre sei prezioso...
    un abbraccio grande :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parliamo di manitoba. Io ho messo un pochino di miele all'arancio, nel tuo caso opterei per l'acacia, quello al castagno ha un sapore troppo deciso che potrebbe poi non piacere.

      Abbraccio :)))
      :* :* :*

      Elimina
    2. meno male che ho chiesto per la farina!!! :) ci provo dai... poi ti faccio sapere !!!
      un abbraccio grande pure a te:**

      Elimina
    3. ...e meno male che avevo messo tutti asterischi ogni volta che palravo di farina.... :))))))
      BaScioni :)))

      Elimina
  14. Piero ma puo' essere che il tuo licoli e' partito cosi bene perche' hai la casa "contaminata" con lievito di birra?? So che ne usi quantita' minime ma lo usi e avevo sentito dire che e' molto comune trovarlo nelle cucine moderne...
    come si fa a sapere se ci sono anche altri lieviti/batteri dentro? O non ce ne frega niente e va bene cosi'? Martina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi chiedi come si fa a sapere se ci sono altri batteri? Ma sicuro che ci sono altri batteri, di tutti i tipi! Tutte le case sono contaminate da batteri. :)))))
      Di certo la mia è pochissimo contaminata dal lievito di birra, visto che ne userò un grammo a settimana a dir tanto! :))))

      Quindi...va bene così! :))

      Elimina
    2. No no zio Pietro lo chiedevo proprio per essere sicura di nn cominciare un'avventura con un semplice licoli al solo lievito di birra! ottima news ....posso iniziare il mio Irish licoli! perché col lm mi é sempre sembrato troppo complicato

      Elimina
    3. ...be', fare il licoli con il lievito di birra è una contraddizione vera e propria.... Sarebbe come fare la maionese in casa partendo da quella comprata.... :)))))))

      Vai e fammi sapere! :)))

      Elimina
    4. esatto!!! devo trovare il coraggio ultimo per mettermi...senza farmi troppo impressionare... tengo una peste in casa io!!! (e davvero e' un' appestata!) Martina

      Elimina
  15. Anche tu stai sperimentando il panettone con il licoli (o come lo chiamo io) lilì??
    Io aspetto i tuoi esperimenti allora. Io fino a quando non ottengo un lievitato come con la pm non mi arrendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, insieme alla ZiaTam abbiamo ottenuto risultati molto soddisfacenti, ma io personalmente ci ho dovuto combattere un paio di volte (fretta e distrazione mi hanno fregato).

      Nell'ultimo che ho sfornato ho leggermente cambiato le "regole del gioco", ed è venuto di un soffice che mai avrei creduto. Ti giuro mai mangiato niente di così buono!

      Domani ne farò un altro che se va come penso potrebbe diventare il padre di tutti i panettoni, e quindi anche il padre di quello fatto con il lievito madre....:))))

      BaSci

      Elimina
    2. Sto fremendo dalla voglia di vedereeeeeeeeeeeeeeeeeeee!! Mi piacerebbe anche assaggiare ma questa la vedo più difficile, visto la distanza.

      Elimina
  16. Io sono felice di questa tua contaminazione :))) domani anche io provo il mio primo panettone con pasta madre, e un pò sono emozionata. Speriamo andrà tutto bene.
    Un anno fa mi dicevi di aspettare, e oggi penso di avere fatto bene. Ma un pò di emozione c'è... :)

    Gestire un lievito madre, liquido o solido che sia, SI PUO'. Molte persone ne hanno timore, come ne avevo io, ma oggi so che avevo torto.

    Non vedo l'ora di vedere la tua focaccia pugliese DOC :)

    Un abbraccio strettissimo :* :* :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendoti immagino che a quest'ora tu stia già all'opera....
      Se hai bisogno ovviamente contattami, anche per un supporto psicologico! :))))

      :* :* :*

      Elimina
  17. Benvenuto nel club caro zio Piero ottima la tua spiegazione ma hai dimenticato una cosa il licoli da dipendenza chi lo prova non può più fare a meno di panificare ahahahah !!!!!!
    Un abbraccio :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sssshhhhhhh... queste cose meglio non dirle! :)))))

      Elimina
  18. perchè a me non viene, sono proprio negata, gazie per le spiegazioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa hai fatto esattamente? (quantità, tempi, hai tappato il barattolo, tipo di farina, ingredienti...)

      Elimina
  19. PIero coem regola generale in un gruppo in cui parliamo di lilì o licoli coem si chiama in genere, abbiamo stabilito che coem dosi di lievito madre liquido si può usare 1/4 del peso della farina diviso 10, quindi se hai 500g di farina, puoi usare 12,5g di licoli....
    Ti lacio un link dove ci osno migliaia di informazioni sul lievito liquido...E' un thread di cookaround che ha aperto un mio amico.
    http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=126458

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il link, Marty, ma è tutto oggi che tento di aprirlo invano (ho la connessione con l'influenza!)

      Ti/Vi volevo chiedere: in base a cosa avete deciso di usare il 2,5% di licoli rispetto alla farina?
      E come procedete poi nei passi successivi (tempi, tipologia di impastamento, numero di lievitazioni, ecc)?

      Tu sai meglio di me che ogni lievitato ha caratteristiche diverse (pane, pizza, dolci, ecc) e stabilire a priori una regola generale non sempre porta ad ottenere il massimo in generale.

      Fammi sapere, se puoi. ;)

      Elimina
    2. Scusa PIero, mi ero persa questa tua risposta...Dunque la regola in generale non ricordo bene in base a cos al'avevamo stabilita, ma credo sulla base dell'esperienza in parte e sulla base di alcune letture dal'altra..Come regola naturalmente è generica, ma puoi aumentare un po' se pensi che l'impasto sia ricco di grassi. Con il licoli comuqnue si rischia meno l'acidità nelel lunghe lievitazioni, se non si usano temperature alte. In generale l'acidità nei prodotti fatti con il licoli non si sente affatto, perchè i batteri lattici danno più doclezza...E' vero anche però che l'acido lattico che si sviluppa con certe temperature in cottura rimane molto di più di quello acetico (contenuto nella pm) mentre quest'ultimo in cottura si attenua molto...Quindi è importante non superare i 30° in lievitazione, ma per il resto i prodotti vengono più leggeri e meno acidi...

      Elimina
    3. Grazie Marty. L'argomento è sicuramente molto interessante. Magari un giorno ti chiamo e ne parliamo ;)

      Elimina
  20. Mi tenti un sacco, come sempre... Potrei iniziare, perchè anche io sono un pochetto scettica per il lievito madre! Come sempre complimenti!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', iniziare non costa niente, soprattutto con le dosi e il procedimento che ho indicato. E ti dirò, se panifichi una o due volte a settimana potresti tranquillamente dimenticarti lievito di birra e lievito madre. ;)

      Inoltre con Mayae altre svalvolate stiamo mettendo a punto una nuova tecnica. Ne vedrete delle belle!!!

      Elimina
  21. A Bangkok si trova della farina di forza; quasi quasi mi trasferisco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmmmm ti conviene? ;)

      Buona permanenza! ;)

      Elimina
  22. Bravo!!!! Anch'io non ho avuto un bel rapporto col lievito madre!!! Ma questo mi ispira tanto!!! Devo provare!!!!
    Ciaoooo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Vedrai che ti troverai molto meglio! ;)

      Elimina
  23. Piero io da pochi giorni sono diventata mamma di Gennarino, dono di mia zia di una parte del suo lievito madre e chissà se riuscirò a gestirlo io parto da zero e quindi sto imparando da voi. Ora vengo da te, vedo la tua favolosa focaccia e leggo del licoli che è anche più gestibile per me, quindi che dici faccio i gemellini? In questi giorni ci provo, ho fatto i ciocolattini seguendo le tue dritte e sono belli e buoni anche con il metodo ortodosso, ancora grazie.
    Dolce notte
    Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei tentato di dirti di passare direttamente al licoli, di sicura più facile gestione.
      Ma visto che ti hanno fatto un dono è giusto provare con il lievito madre.

      Nel caso non ti dovesse soddisfare, fammi un fischio che ti do un po' di licoli mio ;)

      Elimina
    2. Grazie per la tua disponibilità, ti farò sapere come procede.

      Elimina
  24. Letto il post stamani e messo in produzione un quarto d'ora fa. Non si puo' dire che non mi abbia colpito.
    Nel caso mi venisse fuori qualcosa, in che percentuale sulla farina lo devo mettere? O cambia secondo le ricette? Grazie zio da una che legge spesso ma commenta raramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda con il licoli sto andando molto "a sensazione" In ogni caso puoi andare dal 15% fial 50%, ovviamente sottraendo, dalle dosi originarie del lievitato in questione, la quantità di acqua e di farina contenute nel licoli.

      Elimina
  25. Ciao zio, ho il lievito madre da 3 anni e mezzo (vito), ma a causa di un drastico cambiamento nella mia vita spesso faccio fatica a stargli dietro ossia ricordo sempre in extremis di rinfrescarlo. Tempo fa sono stata tentata dal trasformarlo in licoli ma mi sembrava faccenda lunga. Sai che faccio? Produco un po' di licoli con i tuoi suggerimenti e se va continuo. Io adoro fare pizze e lievitati..ergo... Aspetto il post sul panettone che faccio da 3 anni appunto ma il pandoro è piú quotato che mi hai incuriosita! Grazie mille ti seguo semprei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il licoli è una vera svolta. Inoltre se ti organizzi puoi gestire meglio le lievitazioni rispetto al lievito di birra.
      Crealo da zero, che ti da più soddisfazione. ;)

      ...e poi fammi sapere, eh? :)))))

      p.s. per le pizze...ancora lo devo perfezionare.; )

      Elimina
  26. Cavoli questo me lo devo segnare! Il lievito madre è la mia bestia nera....mi fa paura solo a nominarlo...questo sembra più abbordabile....grazie Zio, sei sempre la mia ancora di salvezza....PS - come stai????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbordabilissimo, vedrai che svolta!
      p.s. tutto benissimo! :)))

      Elimina
  27. sei un mito Zio Piè è un anno che leggo licoli dovunque e un anno che mi dico non li farò mai. Sticavoli c'è il lievito di birra, faccio un poolish co 2 grammi e buonanotte... invece l'hai resa semplice con le foto e con i passaggi. Se mai dovessi provarci vengo a sbirciare il tuo post. Forse in giro se ne parla come se tutti fossimo già panettieri, ma ci vediamo a milano il 15? ce la fai? un abbraccio mony***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, almeno prova a farlo sto licoli. Alle brutte avrai buttato 30 g di farina...ma alle belle...vedrai! ;)
      p.s. a Milano il 15 non ce la faccio, mi spiace
      :* :*

      Elimina
  28. Poi arriverà qualcuno che ti farà "una capa tanta" con il LICOLI di segale...a parte gli scherzi, io l'ho convertito da due anni da licoli di bianca a segale e quel pizzico di acido che poteva avere l'ha perso del tutto. Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ma tu lo sai che il licoli di segale ce l'ho già nella mia lista di cose da fare... ;)
      Approfitto per chiederti: segale integrale o bianca?

      Elimina
    2. Io uso quello integrale (che a dir la verita' macino al momento)...ho come l'idea che mi aiuta nella lievitazione dei pani che faccio sempre una buona % di farina integrale. A me ha tolto del tutto quella lieve acidita' che aveva il licoli bianco. Aggiornaci con gli esperimenti!!!! Elena

      Elimina
    3. Grazie!
      Appena farò vi aggiornerò. :))))

      Elimina
  29. Zio, io ho provato a seguire la tua ricetta ma siccome i miei lievitati tendono ad implodere e la pasta madre mi si é suicidata, volevo chiderti: é normale che dopo 12 ore il volume del licoli non sia ancora aumentato? Aspetto ancora o é meglio buttare tutto e ricominciare da 0? Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo 12 ore da cosa? Dalla creazione?
      Io ho aspettato 36 ore dalla creazione e non si era mosso di un millimetro. Poi ho fatto il primo rinfresco e miracolosamente, dopo 13 ore, l'ho trovato esploso!!!!
      Da qual momento lì ad ogni rinfresco non mi ha mai deluso. ;)

      Elimina
    2. Si, 12 ore dalla creazione. Stamattina ho fatto il primo rinfresco, stasera vedremo se ha reagito. Le premesse sembrano essere abb buone perché era bello pieno di bollicine, ma io ho il potere di farlo morire solo guardandolo. Grazie per le dritte! :)

      Elimina
    3. ...e tu non guardarlo! :)))

      Scherzo, ovviamente. Guardalo con amore, curalo, coccolalo, incoraggialo ma, soprattutto, CREDICI! :))

      Stasera mi dirai! ;)

      :* :* :* (sono 3, eh? Alla maniera svizzera!)

      Elimina
    4. Caspita, che bravo, ti ricordi dei 3 bacini... :)
      Comunque riguardo al mio licoli, non e' esploso. Nada de nada. Ho provato anche a fargli due rinfreschi (uno ogni 12 ore) trascorse le 48 ore ma non sembra partire. Non riesco a capire dove ho sbagliato... (te l'avevo detto che si suicidava solo se lo guardavo).

      Elimina
    5. Non è esploso o non è cresciuto per niente?
      Prova a lasciarlo in pace 24 ore.
      Al limite rifallo. Diverse lettrici ci sono riuscite al secondo tentativo.
      ;)

      Elimina
    6. Non é cresciuto per niente. Neanche il secondo tentativo. Il primo lo avevo fatto con lo yogurt, il secondo col miele. Mi é venuto il dubbio che nella mia cucina sia troppo freddo, tu a quanti gradi l'hai lasciato "maturare"?

      Elimina
    7. In cucina mia ci saranno sì e no 20 gradi. Quando ho fatto il licoli forse 22-23.

      Elimina
  30. io l'ho messo ieri sera e aspetto 36 ore... vabbe' se so' 34 mando tutto a rotoli??? Comunque comlimenti per questo blog: sei forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche per sogno. E neanche se so' 40!
      Fammi sapere! ;)

      Elimina
  31. Niente da fare! Non e' cresciuto di un mm! Ho anche riprovato da zero usando: 30gr di Manitoba Molino Spadoni, 30gr di acqua del rubinetto tiepida (de Roma), un cucchiaino di miele d'acacia bio. Ho scelto un bel barattolo di vetro da un Lt quindi con base bella larga, mischiato il tutto, coperto con gaza e mezzo in forno con luce accesa e sportello leggermente aperto (temperatura rilevata con termometro digitale 26 gradi). Aspettate 36 ore l'impasto si presentava abbastanza compatto e puntinato (piccoli puntini neri sulla superficie). Rinfrescato con la stessa quantita' di farina e di acqua e rimesso dov'era per una notte.... e niente! Non cresce! Dove sbaglio???? Aiuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sbagli. Devi aver pazienza. E per quelle quantità di ingredienti usa un barattolo stretto. Devi dare modo al licoli di crescre in altezza.

      Aho, alle brutte famme nfischio, magari abitiamo vicini e te lo passi a prendere! :))))

      Elimina
    2. ok allora aspetto un'altra notte e vediamo se si sveglia. se non va domani riprovo cot barattolo più' stretto! dopodiché prendo un barattolo e pass date, dovessi attraversare Roma! comunque sto dalle parti dell'EUR...

      Elimina
    3. Allora devi camminare poco! ;)

      Elimina
    4. Vabbe', intanto riprovo un'altra volta perche' me ce so messo de punta! Poi in caso ti faccio un fischio!

      Elimina
  32. ....pure io nun ce la faccio!!!! A zi' ce tocca veni' tutti a porta' i barattoletti a casa tua! Oppure le alternative sono: una laurea in biologia o facciamo un appello a qualche mago! Io continuo con lievito di birra e in estate riprovero'! BAscioni :))))))

    RispondiElimina
  33. E certo voto il problema e' proprio quello che ce mettemo dentro!!!!! ;)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda io me so fatto una teoria.... so i batteri! secondo me se portiamo il nostro li.co.li. addormentato a caso de zio piero quello si sveglia perché' c'ha i batteri giusto dentro casa.... io de batteri c'ho la moglie col raffreddore e i figli co la tosse....

      Elimina
    2. Allora famo così: voi portate il vostro licoli, io me lo tengo 'na settimana e poi vedemo che succede!
      :))))

      Elimina
    3. Non lo voglio ancora dire io sono una tosta e......CE STO A RIUSCI'!!!!!!!!.......Poi vi dico bene quello che ho combinato appena raddoppia! Dai Andrea che x Natale forse ci riusciamo pure se i figli cianno a tosse!!!! Vi tengo aggiornati! ;)))))

      Elimina
    4. Daje Isabella vaiiiii! Speriamo bene! Se viene poi me dicei cosa hai fatto per filo e per segno, OK?

      Elimina
    5. Ok tranquillo appena arrivo al raddoppio ti spiego tutto,ci sono vicina.....incrociamo le dita! E poi un conto e' averlo creato un conto che te lo regalano...non c'e' gusto!

      Elimina
    6. Eh si'... pure io me so incaponito! dai tienici infomati!

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    8. Comunico ufficialmente che HO UN LICOLI STREPITOSO!!!!....E' nato dall' unione di varie teorie che ho mixato e quindi le ipotesi sono due: o mi sono sapientemente documentata o ho avuto una gran botta di c...! Probabilmente la seconda! Ringrazio lo ziopiero senza del quale non avrei mai avuto lo stimolo ad iniziare una simile impresa e consiglio di provare solo ai veri testardi fortemente motivati perche' e' stato veramente un bell' impegno! E quindi caro zio domani pure io focaccia col licoli! ;)))))

      Elimina
    9. Ziopiero sei un uomo estremamente gentile e cordiale....tutta la mia stima!

      Elimina
    10. GRANDE ISABELLA!!!

      Felicissimo di esserti stato d'aiuto! :)))))

      Elimina
    11. D'aiuto come sempre....sei il mio maestro!! Buon fine settimana! :-D

      Elimina
    12. ...si fa quel che si puo' ;)

      Elimina
  34. Ciao ziopiero, innanzitutto complimenti per il tuo blog che trovo veramente ottimo e anche molto divertente! Ho provato il Licoli con lo yogurt ma non si è mosso per niente (anzi dopo due giorni si iniziata a formare una muffa grigia in superficie. Secondo te è meglio il miele o può dipendere da altri fattori?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova con il miele (meno acido di sicuro) e, soprattutto, tienilo al caldo. ;)
      Grazie per i complimenti! :))))

      Elimina
    2. Torno a rompere le scatole ma ho un problemino....creare il licoli e' stata un'avventura ma ci sono riuscita e lievita che e' una meraviglia,io tra poco vorrei iniziare con le colombe ma sto licoli lascia un retrogusto da schifo,ho rinfrescato fino a vincere il guinness dei rinfreschi ho provato di tutto ma niente da fare e' acido,oggi l' ho tolto dal frigo( non rinfrescavo da due settimane) e odorava di gorgonzola! Ho rinfrescato e ora inizio un nuovo ciclo di frequenti rinfreschi,se non va che dici butto tutto? Tra la creazione e i rinfreschi sto buttando chili di manitoba! Grazie ancora :))))

      Elimina
    3. Se il licoli sa di acido probabilmente hai aspettato troppo tra un rinfresco e il successivo.
      Fai qualche rinfresco ravvicinato, tipo ogni due giorni, partendo da 20 g di licoli acido.

      Per evitare di buttare tanta farina rinfresca solo 20 g per volta e il resto lo elimini, così in pratica butti al massimo 15-20g di farina ad ogni rinfresco che, a regime, puo' esser fatto una volta a settimana.

      :)))

      Elimina
  35. Questo licoli e' stato sempre acidulo,i rinfreschi li faccio ogni 8 ore quindi 3 rinfreschi al giorno per due giorni e al primo rinfresco metto sempre una puntina di zucchero per togliere l'acido ma niente da fare...questo non e' un licoli e' una zitella! Comunque non mollo continuo a rinfrescare e spero che tra un mesetto si tolga l'acido,speravo di usarlo per la colomba! Grazie mille :)))))

    RispondiElimina
  36. Quand'è così riparti da zero, 20 g di acqua e 20 g di farina e una puntina di miele. E non esagerare con i rinfreschi. All'inizio uno ogni 3-4 giorni è più che sufficiente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi viene da piangere dopo quella faticata per farlo nascere e ora che lievita da favola mi tocca buttarlo : ( Comunque se ricomincio da zero lo yogurt non lo metto piu' ,questa volta sono tentata di non partire con farina bianca ma con la farina di segale e una goccia di miele.Grazie di tutto! :)))))

      Elimina
    2. ...comunque per la colomba uso ldb,che dici se faccio una biga con 1 gr. di lievito e poi dopo la fermentazione unisco un poolish con 4-5 gr. di lievito? Aiuto questa e' la mia prima colomba ma stavolta a rischio di buttare tutto la voglio assolutamente fare!
      :-)

      Elimina
    3. Il fatto che lieviti da favola è di buon auspicio per il prossimo!
      Parti sempre con la bianca, senti a me e fai sempre e solo piccolissime dosi, almeno fino a quando non ti senti sicura. ;)

      Quanto alla colomba ti suggerisco di farla con il licoli che farai adesso ed evita il lievito di birra; poi pasqua è il 20 aprile quindi hai tutto il tempo per provare e riprovare. Non pensare di cavartela al primo tentativo, son lievitati che richiedono molta dimestichezza ed esperienza...e più ne fai più ti accorgi di tanti piccoli particolari per migliorarli :)))

      Elimina
    4. Sei un mito grazie allora riprovo subito,sono sicura che la colomba non verra' subito perfetta ma come dici tu se non inizio non imparero' mai,la prima volta che ho fatto i panini erano storti e tutti spaccati in superficie ma poi come dici tu con il tempo si migliora! Buon fine settimana,ti aggiornero' sul nuovo licoli! Ancora grazie!.....vado subito a dar vita alla nuova creatura! ;-)

      Elimina
    5. .....e comunque la colomba la devo provare prima di pasqua perche' grazie al cielo a pasqua me ne vado finalmente una settimana in montagna!!! :))))

      Elimina
    6. ....senti a me: non appena avrai un bel licoli in tiro inizia a sperimentare, così non avrai lo stress dei tempi stretti. ;)

      Elimina
    7. Si seguiro' il tuo consiglio e speriamo che questa volta non avro' difficolta', certo ormai il tipetto lo conosco abbastanza....l' ho gia' messo al calduccio.La zitella invece sta in frigo tutta bella spumeggiante e puzzolente ma non ho coraggio di buttarla :(
      Ti terro' aggiornato e ancora grazie ;))))

      Elimina
  37. Ziopiero vuoi ridere .... erano 10 giorni che non guardavo il mio licoli...beh ha fatto la muffa...dimmi te se questa non è sf...a!! tutto da rifare :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...piangooooo!!!!! :((((

      Certo però pure tu...ogni tanto una sbirciatina dagliela, no? :)))))

      Elimina
  38. Ti giuro che e' vero e se non ci credi ti mando pure la foto,ho una sintonia con i licoli e quello iniziato il 5 gennaio ha iniziato a lievitare!!!!! Ora il problema e' che questa volta io non ho assolutamente messo yogurt ma ho usato come starter il miele eppure ora sono andata a controllare ho visto che ha iniziato a fare minuscole bollicine e ha lievitato un pochino ma puzza di acidulo lo stesso e siccome co sta storia del licoli sto impazzendo l' ho pure assaggiato( naturalmente una puntina ) e e' acidulo pure questo,allora mi sorge un dubbio ma non e' che sto benedetto licoli e' proprio acido per natura? Tu l'hai mai assaggiato? Certo quello bomba che tengo in frigo e' acido tanto,ma pure questo e' bello acidino! Sono felice e disperata allo stesso tempo...aiuto! :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...per poterti rispondere dovrei assaggiarlo o tu assaggiarne un altro per vedere le differenze.
      Il mio profuma, almeno emana un odore che a me piace. Magari tu lo troveresti acidulo, non so.
      :)))

      Elimina
  39. A questo punto penso di avere una forte sensibilita' al sapore acidulo,comunque anche la seconda creatura inizia a darmi retta e ora sono curiosa di impastare con questo nuovo licoli sperando che questo non lasci retrogusto acido,comunque dovro' aspettare ancora inizia ora a svegliarsi! Grazie ai tuoi consigli posso pure aprire una fabbrica li licoli !! ;)))))

    RispondiElimina
  40. Caro Piero scusa se ti tormento ma mi e' successa una cosa strana che potrebbe essere d'aiuto ad altri,ieri sera mentre mi dedicavo alle cure del licoli in creazione ho tirato fuori dal frigo la bomba acida per rinfrescarla e ho sentito che l'odore era meno acido del solito,ho rinfrescato e sono andata a dormire,questa mattina stavo per rinfrescare ancora e siccome sono temeraria ho assaggiato e l'acido stava andando via,ho continuato a rinfrescare anche a ora di pranzo e ora che e' raddoppiato ho felicemente verificato che l'acido non si sente piu',ora continuo a rinfrescare altre due o tre volte e spero finalmente di riuscire ad usare questo licoli che ormai ha gia' due mesi e fino ad ora era impossibile da mangiare!! Piero grazie infinite per essere sempre disponibile e gentile con me...inutile dirti che ti terro' aggiornato anche perche' tra poco iniziero' a sperimentare colombe e ho bisogno del tuo aiuto,grazie! :)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te!
      Son contento sia andato via l'acido. Te lo meritavi! :)))))

      Buon Tutto!

      Elimina
  41. Buongiorno scusa se ti rompo le scatole anche oggi ma mi serve un consiglio,amico di mio marito e' un panificatore che per Natale ci ha regalato un panettone buonissimo( a casa mia i panettoni del supermercato non si mangiano ,non ci piacciono) e credi veramente buono,noi di solito compriamo due panettoni in pasticceria per le feste e questo regalatoci forse era anche superiore,ieri ho avuto modo di parlare con il panificatore e mi ha confidato che lui per panettoni e colombe usa la pasta madre in polvere!! Che io sappia la madre liofilizzata contiene sempre una piccola percentuale(3%) di ldb,puo' essere che con quella polverina lui abbia ottenuto un panettone cosi' buono?? Non credo abbia detto bugie non ne avrebbe avuto motivo e interesse! Ho bisogno di una tua opinione,comunque ha detto che ora mi regala un po' della sua madre in polvere! Grazie ancora di tutto! :)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isa, qual è il consiglio che mi chiedi?
      Se vuoi un parere sullla pasta madre in polvere non so risponderti, in quanto non l'ho mai adoperata.
      E per poter valutare la bontà del panettone lo dovrei come minimo assaggiare... :)))

      Elimina
  42. Ti ringrazio tanto proprio quello volevo un parere sulla madre in polvere speravo che l'avessi provata,io comunque appena la porta la provero' ,tenendo conto che non ho mai fatto un panettone a casa tra quelli comprati( non industriali) il panettone con la madre in polvere era buonissimo e morbidissimo,se riesco a farlo cosi' mi riterrei piu' che soddisfatta! Ancora grazie per essere sempre gentile e disponibile. Buona giornata :)))

    RispondiElimina
  43. Io ho usato il lievito madre liofilizzato daomi da un amico che ha un laboratorio di pasticceria e mi sono trovato bene... lo uso in proporzione al 5% rispetto alla farina. L'altro giorno mi ha dato una busta semivuota... devo ancora vedere che marca e'. In ogni caso e' un prodotto professionale non reperibile nei normali negozi!

    RispondiElimina
  44. Ciao Andrea bentrovato! Ma che fine hai fatto col licoli? Andrea il mio e' bellissimo e su consiglio di Piero di rinfrescare tanto e spesso ora sta perdendo acidita' e spero mi dara' grosse soddisfazioni,siccome pero' con i lievitati complessi non ho esperienza mi hanno detto che la madre secca e' piu' semplice da gestire e da' ottimi risultati,provero' anche io allora se mi dici che ti sei trovato bene...mi fido! Un saluto a te e uno speciale a Piero che e' troppo buono con me!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...scusa non ti ho detto che anche il mio amico ha un panificio e quindi probabilmente anche il suo e' un lievito ad uso professionale,ti diro' poi la marca!

      Elimina
  45. Quell odel mio e' Lievis della BFL (Bakery Future Lines)

    RispondiElimina
  46. il LI.CO.LI. dopo vari tentatvi ho dovuto soprassedere. tornando la sera alle 7 e con due uragani dentro casa..... ho qualche problema!

    RispondiElimina
  47. Il problema del licoli e' tenere costantemente la temperatura sui 28-29° secondo me a primavera riprova e sono sicura che ce la fai,basta che poi a casa non si rifiutano di mangiare le cose fatte col licoli perche' ci sentono il retrogusto acido come e' capitato a me....dopo sta faticata ! Abbiamo trasformato questo spazio come in un bar....scusaci Piero!!!...speriamo che almeno i consigli siano utili a qualcuno :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isa, il licoli puo' tranquillamente agire anche a 20°, una temperatura al di sotto della quale raramente si scende in cucina. Magari ci metterà 8 ore a raddoppiare, ma se rinfreschi o impasti la sera, al mattino ti ritrovi tutto bello e pronto.

      Adesso però la domanda ve la faccio io:
      Ma secondo voi cos'è meglio: un prodotto industriale venduto in bustine o un lievito fatto in casa?
      .........

      Elimina
    2. Piero ti rispondo subito secondo me e' meglio un prodotto genuino fatto in casa e su cui ho speso tanto tempo e cure ma il problema e' che i miei figli si rifiutano di mangiare il prodotto genuino perche' lascia retrogusto acidulo nonostante io faccia minimo 6 rinfreschi prima di usarlo....insomma o ammazzo marito e figli o provo una madre industriale o mi arriva un colpo di fortuna e il retrogusto sparisce! Insomma a volte bisogna scendere a compromessi purtroppo,comunque io non mi arrendo ho il licoli in cucina e tra poco faccio il 7 rinfresco perche' domani vorrei impastare una focaccia col licoli....speriamo bene! Piero grazie di tutto,ti faro' sapere se il retrogusto si sente ancora ;))))

      Elimina
    3. Tifo per il colpo di fortuna! :))

      Elimina
  48. Tutto inizia con un processo fermentativo ad opera di batteri che cambiano da casa a casa ad esempio il mio licoli agisce ad opera di batteri " malvagi" che lasciano di fondo un aroma particolare mentre il mio vicino di casa ad es.potrebbe avere nel suo licoli un ceppo batterico che ha un sapore di acqua e farina e non lascia acidita', il mio licoli ne ha persa molta ma non l'ha persa completamente e si sente ancora,non so se con il passare del tempo scomparira' o restera' per sempre ma mi sento di dire a coloro che si avventurano nell'impresa di NON usare yogurt come starter! ...chissa' forse mi leggerete sui giornali :"40enne licolizzata abbandona la famiglia e fugge in Brasile( temperatura ideale per la lievitazione) in compagnia del suo amato licoli"! Piero buon week end a te e famiglia ;)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....e infatti mi sembra di aver suggerito il miele.... ;)

      A casa mia, poi, i batteri malvagi li strozzo direttamente uno per uno con le mie mani! (questo segreto non l'avevo ancora svelato...)

      Buon Viaggio. Ops, volevo dire buon week end, a te a al tuo amato licoli! :D :D :D

      Elimina
  49. Io mi ricordo il suggerimento miele pero' con il miele non ci riuscivo e l'ultimo tentativo l' ho fatto con lo yogurt( a me nemmeno piace!) e cosi' mi sono acchiappata sti lattobacilli assassini che mi stanno esaurendo....ma tanto ci riprovo e nemmeno con il miele ho un'idea perversa in mente ma la svelo solo dopo che ci sono riuscita,siccome se dico perversa qualcuno potrebbe pensare male dato che ho nominato pure il Brasile un suggerimento per il nuovo licoli che provero' a fare lo voglio dare ( albicocca.) ....aiutoo sono totalmente licolizzata! Comunque a casa mia a 20 gradi non fermentava,era necessaria una costante temperatura sui 28° ,maledetti lattobacilli!! :))) Piero cancella il cucchiaino di yogurt nel post ;)

    RispondiElimina
  50. Ciao Ziopiero, sono una nuova nipotina... vorrei sapere in quanto tempo dovrebbe raddoppiare il licoli per capire che è bello attivo... guardando la foto dove c'è scritto 7:00 18:00 il licoli è triplicato o raddoppiato? A me sembra triplicato.... deve diventare così per poterlo usare? Aspetto tue notizie... vorrei cominciare ad usare il mio licoli e non vorrei sbagliare... alla prossima!...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Grazia e ben venuta! :)))
      In genere quando è bello in tiro raddoppia in due ore, ma a temperatura intorno ai 28°.
      A 20° potrebbe metterci anche 8 ore.
      L'importante è che raddoppi, e di solito raddoppia! ;)
      A presto! :))

      Elimina
  51. Ciao Ziopiero, qualche anno fa ci ho provato anchio con il licoli, e' stato una delusione, nonostante i rinfreschi faceva bollicine ma non si alzava, il pane sapeva troppo di acido e alla fine l'ho buttato via.

    Questo mese ci ho riprovato, ho cominciato il primo di febbraio, oggi, stessa cosa, bollicine se ne vedono (piccoline piccoline), ma non se move, cioe' il livello del barattolo e' lo stesso dopo 24 ore!

    Ho usato della farina integrale (dovrebbe avere piu' batteri buoni) che fa del pane favoloso con il lievito secco (disidratato) e una puntina di miele. Oggi ho fatto il rinfresco con dell'acqua di bottiglia (per cominciare ho usato quella di rubinetto), qualcuno dice che il cloro potrebbe essere la causa dei miei fallimenti, che ne dici continuo o mi conviene continuare con il lievito secco?

    a proposito in casa ci sono intorno ai 20-24 gradi ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continua con il licoli. In fondo non credo ti porti via tempo o fatica.
      A volte i primi risultati si vedono dopo 48 ore dalla partenza, senza fare rinfreschi.
      Ogni lievito ha il suo tempo, all'inizio.
      E pure dopo!

      A titolo di esempio ti dico che l'altra settimana ho rinfrescato il mio licoli alle 7 di mattina prima di uscire e al mio ritorno, verso le 20, non era cersciuto di una virgola.
      Allora l'ho preso, me lo sono guardato fisso con aria minacciosa, l'ho messo al calduccio a 28° e dopo due ore era bello che raddoppiato.! :)))

      Elimina
    2. Grazie Ziopiero, faro' come dici tu, mi piacerebbe davvero avere la bestiola :-) per farci il pane. Ho fatto del semi-sourdough con i prefermenti (preparato il giorno prima con una piccola quantita' di lievito e lasciato per 12 ore), i risultati mi sono piaciuti, ma non e' la stessa cosa.

      Forse dovrei metterle il vasetto in un luogo piu' caldo, che dici?

      PS:Oggi ho fissato il vasetto con lo sguardo assassino e l'ho minacciato di buttarlo nella spazzatura come il precedente, speriano che le minacce funzionino :-)

      Elimina
    3. Sicuramente il caldo aiuta...e anche gli sguardi minacciosi! :)))

      Elimina
  52. Ciao! Ho da poco scoperto il tuo blog e, con lui, il licoli... Non ho mai avuto il coraggio di affrontare la sfida del lievito madre proprio per una questione di tempi da rispettare (e anche perché, di base, tendo a preferire lievitazioni lunghe quindi non è che di lievito di birra ne usi a vagonate...), ma il licoli mi è sembrato alla mia portata, quindi ho detto: perché no?

    E' andato tutto bene fino a dopo il primo rinfresco: come quello che hai postato qui, dopo il rigenero ha preso a crescere a vista d'occhio, restando peraltro quasi inodore (al massimo lo definirei un profumo "farinoso")... E qui probabilmente ho sbagliato: visto che non potevo usarlo subito ed era quasi arrivato al limite del vasetto piuttosto piccolo che avevo usato, ho ben pensato di travasarlo in un bormioli da mezzo litro e di dargli un altro rinfresco. Di nuovo è cresciuto, ma meno... e si è anche sgonfiato, tornando al volume originale e cominciando a emanare odore di yogurt. Non potendoci andare dietro, ho chiuso tutto e l'ho messo in frigo, ma quando poi ieri l'ho ritirato fuori in un tentativo estremo di ravvivarlo, il povero licoli era deceduto. Ora sono ripartita da zero, ma secondo te dove è stato l'inghippo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano si sia sgonfiato...
      Dov'è l'inghippo? Per capire meglio mi dovresti dire almeno quanto lo hai tenuto fuori dal frigo e, dopo che lo hai messo in frigo, quanto giorni lo hai tenuto al freddo.
      Mi sembra strano sia morto. Do solito sono immortali!!!
      :))))

      Elimina
    2. Grazie della risposta! Dopo il secondo rinfresco l'avevo tenuto fuori altre 12 ore, sempre con la garza; in frigo è rimasto un giorno e mezzo, chiuso col coperchio. Ora il secondo tentativo, per contro, sta già dando segni di vita anche prima del rinfresco che devo fare stasera (forse anche perché l'ho tenuto in un ambiente un po' più caldo), chissà che sia la volta buona :)

      Elimina
    3. Dai, vedrai che questa volta è quella giusta!
      Se scorri tra i commenti noterai che non a tutti è venuto al primo tentativo.
      In bocca al lupo! :)))

      Elimina
  53. ecco... che bello!!! ora ho trovato chi mi ri-regala il LI.CO.LI bello e pronto...stavo cercando di trasformare quello di Mariella... ma mi perdo a ricordare le varie diluzioni da fare ogni otto ore... ecco!!!
    quando me ne regali un po'??? smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quando vuoi!!!!
      E poi, lasciatelo dire, la gestione che faccio di questo licoli (e ormai anche del lievito madre) è notevolmente semplificata!!! ;) Altro che diluzioni e rinfresconi! :)))

      A presto! :)))

      Elimina
  54. Una spiegazione semplicemente meravigliosa, grazie e dato che sei stato così esauriente ho deciso che domani mi metterò all'opera, incrociamo le dita e speriamo bene. Grazie ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Terrò le dita incrociate, allora! :)))

      Elimina
  55. Mancano veramente poche ore allo scadere e già il mio Licoli è meravigliosamente cresciuto, grazie e grazie ancora Ziopiero, questo lievito fa proprio al mio caso, una domanda vorrei però farti: ora che rinfresco il mio licoli e dovrò conservarlo in frigo quanto ne devo usare per fare il pane o anche la pizza con un impasto di 500g di farina? Grazie e scusa le mie domande pressanti :-)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo! Buon segno! :)))
      Quanto alle dosi, cliccando sull'etichetta "licoli" troverai tante ricette con dosi e i relativi tempi di lavorazione ;)

      Elimina
  56. Ma come caspita fate? Sono tre volte che provo e tre volte che butto via tutto, non parte mai la levitazione....... Uffa!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vuole pazienza, tanta pazienza. Ma non hai nessuno che te lo possa dare....?

      Elimina
    2. Sono una testona, voglio provarci io ma sembra che a tutti riesca e a me no.. Riproverò. Grazie!

      Elimina
    3. Ci riuscirai, vedrai! :))))

      Elimina
  57. E' qui che ho visto come farlo Zio, anche se i comenti li ho fatti lì perché mi interessava il pane. comunque vedo un po questo nuovo come mi viene. Ti farò sapere. Grazie di tutto e scusa che ti tartasso di domande :) .

    RispondiElimina
  58. zio, mi dispiace ma questo licoli non s'ha da fa. ci rinuncio. Mi arrendo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, trova qualcuno vicino casa tua che te lo possa regalare. ;)
      Una volta attivato la sua gestione è facile :)))

      Elimina
    2. Lory, innavvertitamente ho cancellato uno di tuoi commenti. Sorry ;)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails