giovedì 3 ottobre 2013

C'è sempre una prima volta: pane con il LI.CO.LI.

Tu quando l'hai fatto la prima volta?

Io lo scorso anno
Io invece saranno almeno 3 anni che lo faccio tutte le settimane.
Io l'ho sempre fatto! Lo faceva mia nonna, lo faceva mia madre. Adesso lo faccio anche io! E in alcuni periodo lo faccio pure tutti i giorni!

E tu, Ziopiero? Quando lo hai fatto la prima volta...?
Be'..io l'altra settimana!
Comeeeeeeeeee??? E uno come te ha aspettato tutto questo tempo?!?!?!

Ebbene sì, lo ammetto. Ho aspettato tanto. Forse troppo.
Non mi sentivo preparato, ero insicuro, sfiduciato, avevo paura...

Poi senti che tutte le persone intorno a te lo hanno fatto e allora inizi a maturare l'idea...
Sai quando senti che è nell'aria, che hai gli stimoli giusti, i sensori attivi e pensi di esser pronto?

E cosa ti ha spinto alla fine?

Sai, come spesso capita in questi casi, penso di aver trovato la persona giusta, anzi le persone giuste.

Persone?!?!?

Be' sì, dopo un po' di chiacchiere con Michela, Maya, Francy, Emmettì, ZiaTam alla fine mi sono deciso!
E l'ho fatto!


(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Ho fatto il mio primo pane col li.co.li.

Complice diretta è stata Maya, che mi ha donato un vasetto con qualche decina di grammi del suo li.co.li.

Il primo rinfresco è stato fantastico.

Partito da soli 50 grammi...
(Fai click sulla foto per ingrandirla)
...è stato sufficiente aggiungere 50 g di acqua e 50 g di manitoba, una bella frullata...

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
e dopo due ore il bambinello era cresciuto vispo, arzillo, come la sua precedente padrona!!! :D :D :D

(Fai click sulla foto per ingrandirla)


Come molti di voi sanno, usarlo è semplicissimo.
Basta rinfrescarlo una, due o tre volte a seconda dei casi e di quanto è in tiro e poi lo si unisce all'impasto.

Si conserva in frigo anche un mese senza doverlo rinfrescare, quindi mantenerlo non è poi così stressante.

Inoltre è sufficiente averne pochi grammi a disposizione, anche solo una ventina. Ad ogni rinfresco si ottiene quasi il triplo della quantità iniziale e visto che per una preparazione media bastano tra i 70 e 150 grammi con due massimo tre rinreschi è bello che pronto.


L'importante è ricordarsi di conservarne sempre un pochino per la volta succesiva e se ne dovesse avanzare un po', allora si puo' sempre stenderlo su una piastra rovente, aggiungerci un po' di sale e farci una schiacciatina di pane! :))

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
...che potete gustare in vari modi...come ad esempio con del formaggio e della marmellata piccante:
(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Comeeee? Volete sapere la ricetta della marmellata? .....abbiate pazienza qualche giorno, adesso torniamo al pane. :)))
(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Un pane semplice, senza troppi fronzoli. Giusto per prendere dimestichezza con il licoli.

Per partire ho dato un paio di rinfreschi all'amicomio, ne ho pesati 100 g e li ho uniti a 500 g ad un mix di farine, 350 di acqua, aggiunto un po' di sale, impastato e lasciato riposare in frigorifero una notte, accuratamente avvolto in uno strofinaccio infarinato.

La mattina l'ho formato, lasciato lievitare e poi forno a 240° per 15 minuti circa, poi son passato a 200° fino a cottura desiderata.Volendo gli ultimi 10 minuti si può lasciare aperto uno spiraglio dello sportello del forno.

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Be', come prima volta direi che mi è piaciuto, più di quanto immaginassi.

Avere quel barattoletto di licoli in frigorifero mi da una gioia particolare e la sensazione di avere un cibo vivo da curare, senza sforzi eccessivi.

Impastare poi con qualcosa di tuo è una soddisfazione che va vissuta!
Ec hi già la prova sa cosa intendo dire!

A questo punto che aggiungere ancora?
Preparatevi, che ci saranno nuove preparazioni in vista!!!!

:))))

Ciao e alla Prossima.

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

93 commenti:

  1. ultimamente ma parecchio ultimamente mi sono un pò addormentata con gli impasti sul pane , pizza ecc ecc ..
    devo iniziare a mettere le mani tra gli impasti..
    ottimo il pane..
    baci
    lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e sì, ricomincia a metter le mani in pasta! :)))

      Elimina
  2. giù le mani da Lamicomio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    vabbè dai... okok.... vabbè che quello (ma non era quella?:) è sorella cioè fratello della cugina della madre del nonno di Zeuss, che sarebbe il lievito di Maya.... mi pare...forse.... insomma, siamo parenti di n grado :-D, ma Lamicomio è mio, lo dice la parola stessa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ZiaTam, con tutte queste parentele, intrecci e incesti di lieviti non ci ho più capito nulla...ma d'altra parte tutto quello che passa attraverso le mani di Maya diventa caos, entropia pura!
      (però quanto tira sto lievito!!!)

      p.s. LamicoTuo è tuo, Lamicomio è mio! (o Lamicomio è tuo e Lamicotuo è mio?) T'ho detto che non ci sto più a capi' niente!!! Non potevamo chiamarli mejo sti licoli? :D :D :D

      Elimina
    2. aohjhhhh mi fischiavano le orecchie.... Quando vi ho detto di aver nascosto il lievito madre nel lettino da campeggio per imbarcarlo in aereo, barattolino poi esploso (ed aereo perso) mica stavo a scherzà!!! Quando vi ho detto che quando mirko mi raggiunse in sala parto gli dissi..amore ho il pane in lievitazione torna a casa ed inforna ( ovviamente a suo tempo ancora non conoscevo l'emozione di essere mamma e non sapevo che il bimbo sarebbe stato un piccolo ziopierinio)...
      Esplosivo lui ed esplosivo chi lo detiene!! Aggiungere in finale di post "Da assuefazione e crea dipendenza!" :)

      Elimina
    3. Ahahahahah ormai é diventato pure amicomio ho deciso!!
      Ziopiero anche se non ti ci chiamo più sarai sempre il mio grande MAESTRO! Ma ard che pane che hai sfornato! É meraviglioso!
      Se il cugino el figlio del nipote del cognato della cugina di non so più chi arrivava prima....e non hai parlato del sapore!!!

      Elimina
    4. @Maya: ..tu non sei normale! ahahahahah

      @Francy: Nun te ce mette pure te co' ste parentele, eh? Io ho già crisi di identità per conto mio! :D :D :D
      p.s. sapore? ekketooodigoaffa'? Con le nostre farine lievitate col cugino del cognato del nipote dello zio poteva solo che essere ottimo! :))

      Elimina
  3. Piero il tuo pane è una meraviglia, prima o poi mi devo decidere anche io a fare il lievito madre per ora mi accontento a vedere le vostre creature.
    Buona giornata
    Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prenditela comoda...io ho aspettato solo qualche anno... :)))

      Elimina
  4. E' commovente da quanto è bello!
    Ma sto lievito me lo regali o mi tocca farlo? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che te lo regalo! Quando capiti da queste parti ti farò assistere ad un rinfresco in diretta!!!
      :))))

      Elimina
  5. Piero è bellissimo il tuo pane!!
    Io ho trasformato da un pò il mio LM in liquido, devo dire che è vero, è ancora più facile da mantenere e reagisce in maniera favolosa!! Io però l'ho idratato all'80%.....non mi ricordo perchè, però funziona bene.
    Anche se mi tengo ancora tutt'e due i vasi in frigo : la pasta madre originale e il lievito liquido.
    Bisogna che mi decida a far vedere le "mie creature"!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', basta che funzioni, no?
      Dai, fai un'esposizione dei tuoi lieviti! :))

      Elimina
  6. BEl pane, zio!
    Io ce l'ho avuto, ma poi non ce la facevo a tenere due bambini i frigo.. e l'ho abbandonato!
    Che devo rifarmelo?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me sì. E tutto sommato è sufficiente avere questo, è molto più gestibile. ;)

      Elimina
  7. ma che bello questo pane!!!
    in effetti, come sai, pure io ero scoraggiata nell'uso del lievito madre. all'inizio facevo pani acidelli, gommosetti,..
    avevo pensato di abbandonare...ma non volevo, non volevo arrendermi!
    per un paio di volte ho "diluito" il mio LM e ho fatto pane con licoli. In effetti più comodo e facile da gestire.
    poi ho deciso di tornare al LM, più per una questione di orgoglio :-) non volevo arrendermi!!!
    e ora va meglio...
    anche se non sono mai pienamente soddisfatta. forse questo però è un problema mio, non del mio LM!!!!
    e pure tu hai deciso di perseverare...e guarda che pagnottona invitante hai sfornato! con quella crosta marroncina e croccante.
    aspetto curiosa i prossimi esperimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto di non esser soddisfatti è un buon segno: vuol dire che non ci arrendiamo mai e vogliamo sempre migliorare. ;)

      Elimina
  8. Devo confessare che e' da un po' che non mi dedico ai lievitati. Questa pagnottona mi ha fatto tornare la voglia. Questo e' proprio il tipo di pane che pace a me: crosta bella spessa e croccante e interno soffice e alveolato. Perfetto per un pezzetto di pecorino e una spalmatina di marmellata di fichi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmmm col pecorino e la marmellata di fichi...che idea che mi hai dato!
      Dunque dunque...il pecorino ce l'ho, la marmellata di fichi pure...ma ho finito il pane!!!
      Devo subito rifarlo!!! :D :D :D

      Elimina
  9. Benvenuto nel club zio Piero , ora anche tu non ne portai più farne a meno,io lo uso da tanto e ne sono innamorata il tuo pane e' bellissimo . A me la prima volta non è uscito così bene bravissimo !!!!!
    Ma regalato non vale devi provare a produrlo tu .........
    Un abbraccio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, prima o poi lo produrrò, ma ci tenevo ad averlo regalato anche per un fatto affettivo. Un dono è sempre una bella cosa. Poi un dono vivo ancor di più! :)))

      Elimina
  10. Piero mi sono emozionata :)) stump stump stump..
    ...Piero ho chiamato l'ambulanza perchè non mi riesco a riprendere!
    ..Piero sei fantastico...fantastico è il tuo pane...Fantastico è per tutti noi sapere che lo ZIOPIERO possiede anche lui un figlio di Zeus.
    TONG TONG TONG (mi inchino mi inchino mi inchino)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine ce l'abbiamo fatta, visto?
      E poi tu sai che ho già prodotto altre cosettine che prima o poi pubblicherò... ;)

      E adesso sono io che mi inchino davanti al figlio di Zeus! TONG TONG TONG :)))

      Elimina
  11. non male come prima volta!" conosco gente che pur facendolo da 3 anni, non ha ancora capito come funziona e produce pani che, lanciati contro il muro, fanno spaccare il povero muro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...povero muro...e poveri commensali... :D :D :D

      Elimina
  12. Ma il lievito liquido non è il padre della pasta madre? Non ho mai capito che differenza c'è dal punto di vista pratico tra i due. Potresti raccontarci o farci raccontare dalla tua amica come si parte da zero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che Maya a breve pubblicherà un decalogo sul licoli, quindi aspettiamo lei. ;)
      Dal punto di vista pratico posso solo dirti che il licoli è molto più facile da gestire e puoi tenerlo in frigo anche un mese senza rinfrescarlo.

      Elimina

  13. A novembre dello scorso anno ho creato la pasta madre solida. Due mesi dopo quella liquida,e giù a trafficare con pani e affini.
    A marzo-aprile,non ricordo bene, scopro il tuo blog con le tue dosi infinitesimali di ldb, e che faccio? Butto la pasta madre solida :D rinfresco il licoli, lo schiaffo in frigo rinfrescandolo di tanto in tanto (quanno me ricordavo) e mo te ne esci pure te co' 'sto pupetto?

    Eh no Pie' non se fa così che poi lo sai che te vengo appresso! E' da ieri che rinfresco il "parcheggiato" eh sì perché non ho commentato appena uscito il post ma l'ho letto e me so' subito messa in moto!

    Ciao Piero :)))))



    RispondiElimina
  14. Ah, il tuo pane è bellissimo,vabbè che non te lo devo mica dire io:D

    Questa è la mollica che preferisco,no fitta,ma nemmeno troppi buchi perché come dici tu " coi buchi ce magni poco" :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah, bella Silvia!!!! M'hai fatto seghetta' col tuo racconto :D :D :D
      Dai, che son sicuro che farai un pane da urlo!!! :)))

      Elimina
  15. non è che uno vedo e poi fa subito alcune cose vanno pensate più a lungo di altre per farle venire così belle e buone :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :))
      (forse però ci ho pensato troppo! Adesso devo recuperare!!!)

      Elimina
  16. e bravo lo zio!
    Lo dico da tre anni ormai che il licoli è molto più comodo e "simpatico" della pasta madre :D
    ehehehe
    Così si fa, il pane è stupendo!^_^

    RispondiElimina
  17. Le alveolature di quel pane sono favolose, complimenti. perché mio zio Piero non è altrettanto bravo ? ;-)

    RispondiElimina
  18. No vabbè la prima volta e ti è uscita sta meraviglia? e lo dico io che tu hai le mani d'oro!...Sui licoli non sono preparata.. argh... ne so meno del LM... ho paura! paura di non riuscire con i rinfreschi per i miei tempi frenetici e dover abbandonare e allora preferisco aspettare... poi leggo che in questo caso basta solo 1 volta al mese... e allora forse potrei anche sai? tu non immagini quanto mi piacerebbe e quanto non veda l'ora di mettermi con le mani in pasta, tra vasetti e soddisfazioni... perchè di soddisfazioni parliamo...
    In attesa della ricetta della marmellata (figherrimo quel colore e quella consistenza) ti faccio i complimenti per questo pane che a tua detta è " semplice, semplice" ma non lo sai ... a quanto uscirebbe una mollica così maè:)
    un abbraccio grande grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei troppo buona con me! :)))

      Comunque gestire il licoli è davvero facile! Dai, se vuoi posso darti un po' del mio li.co.li., che poi è di Maya, o di Francy, ancora non ho capito bene la parentela! :D :D :D

      BaScioni! :* :* :*

      Elimina
  19. Che bellissimo pane :)
    Sono felicissima che tu abbia voluto provare il licoli. È un'esperienza che va fatta secondo me.

    Ci regalerai cose bellissime, già lo so.

    Auguri per questo nuovo bambinello :))

    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e tu mi sai, eh?

      Ben tornata!!! :)))

      :* :* :*

      Elimina
  20. e tu non hai idea delle soddisfazioni che ti darà questo ragazzo!!! ci rammenterai poi, non ferventi ammiratrici del licoli!
    bello il pane!
    baSci, come dici tu!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Sandra, ma il tuo cognome...per un attimo avevo letto Sandra Licoli e ho pensato fossi la madre di tutti i lieviti a coltura liquida! :D :D :D

      BaSci! :)))

      Elimina
  21. la fetta già tagliata è mia!!! l'ho già presa:-)))) è fantastico.... bravo, come sempre....

    RispondiElimina
  22. Ciao Zio, il io bambinello non vuole crescere. che devo fa? Tra due ore saranno 48 ore da quando l'ho fatto e fino a stamattina non era cresciuto niente ma credo per colpa mia perché non avevo capito che dovevo lasciarlo nel caldo. Perciò l'ho avvolto con una coperta pesante perché le temperature qui sono autunnali, altroché estate. Comunque sono due ore che lo tengo nel acqua calda e sta crescendo ma poco. Che mi consigli? Aspetto con ansia.
    Un altra domanda, stasera riesco a fare qualcosa ( volevo fare il pane ) o mi conviene iniziare domani? Tanti saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioa, Lory. A molti lettori il licoli non è venuto al primo tentativo, quindi ti suggerirei di riprovare a farlo, tenendolo almeno a 25°.
      Prima di usarlo per panificare accertati che sia bello arzillo rinfrescandolo almeno fino a quando i tempi di raddoppio si riducono a 3 ore. ;)

      Elimina
    2. Zio, l'ho buttato. Provo a farlo di nuovo. Però non ho capito bene, praticamente avrei dovuto rinfrescarlo ancora?

      Elimina
    3. Sì. Se vuoi approfondire meglio l'argomento ti suggerisco di leggerti questo post

      :)))

      Elimina
  23. Ziooooooooooo!!! Grazie, grazie e grazie!!!

    Finalmente ci sono riuscita anche io! L'amicomio cresce alla grande! Non ci posso credere ma è vero :-)
    Ho appena fatto un rinfresco e non appena lo vedo bello arzillo faccio questo pane! Quale mix di farine mi consigli?

    Grazie ancora e buon week-end! Bacio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!

      Hai visto che meraviglia? Vero che è emozionante? :))))

      Sulle farine fatti guidare dall'istinto...
      Questa che vedi qui è un mio primo tentativo.
      Oppure cerca sempre qui nel mio blog. Di ricette con il licoli ne troverai diverse ;)

      :))

      Elimina
    2. Più che emozionante! Ho fatto un rinfresco mezz'ora fa e non potevo credere ai miei occhi... Dopo nemmeno 1 minuto già si vedevano le prime bollicine... Questa volta non l'ho ammazzato, non si è suicidato... È vivo! :-D

      Guarda... le tue ricette le ho studiate a fondo e ne farò alcune appena prendo confidenza con questo mio nuovo amore! Pane, panettone, pandore, bomboloni... non vedo l'ora!

      Grazie 1000 (ancora emozionatissima io)!
      A presto :-)

      Elimina
    3. Bene! Ora hai il tuo bel licoli!!!
      E se posso permettermi un suggerimento, vai per gradi: inizia dal pane, fatti un bel po' di impasti e poi passa ai lievitati un pochino più impegnativi. Panettoni e Pandori sono una specie di tesi di laurea...aspetta un po' prima di cimentartici.
      ;)

      Elimina
    4. Vai pure con tutti i suggerimenti possibili :-)
      Quello è l'entusiasmo che parla, non io ;-)

      Ma devo ammettere che nel frattempo ho avuto qualche problemino... dopo i rinfreschi l'amicomio non si è più mosso 1 mm. Bollicine sì, ma non cresce. Sto cercando di capire cosa ho sbagliato... Non mi arrendo ancora... Ma forse mi tocca riprovare...

      Elimina
    5. ...ansia da prestazione? :)))

      Elimina
  24. Ciao ZioPiero.
    Caso ha voluto che mi hanno regalato una confezione di lievito madre essiccato della Molino Rossetto. Sulla confezione c'è scritto di usarlo nella percentuale del 7-10% sul totale della farina.
    A tuo avviso posso usarlo invece per produrmi il mio LiCoLi?
    Ne metterei una punta insignificante di un cucchiaino e aspetterei... Che ne pensi?

    LiCoLi mi suona tanto di acronimo, sbaglio? Ma sta per?

    Ciao Zio
    Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente? Buttalo! :D :D :D

      Ma come! Uno si smazza tanto per spiegare come farlo in casa e tu me lo vai ad infettare con prodotti del supermercato....?
      Kettepossino!!!!!

      Dai, fai il licoli partendo da zero e con delle farine buone e non te ne pentirai! ;)

      p.s. licoli = LIevito a COltura LIquida ;)

      :))))

      Elimina
  25. Fatto!!!! Il miglior pane che abbia mai fatto.se solo sapessi inserire le foto te lo farei vedere..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, MaryA. Puoi sempre mandarmi una mail, oppure avvisami quando pubblicherai!

      p.s. Mi ricordo di quando replicasti le mie sfogliatelle e i miei cannoli! Immagino anche il pane sarà venuto all'altezza della tua bravura! :)))

      Elimina
  26. Spiegazioni semplici e intuitive! Grazie.
    Ma tu il licoli lo conservi in un contenitore ermetico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il licoli lo conservo in un barattolo di vetro chiuso con il suo coperchio.
      :)))

      Elimina
  27. Grazie. Il tuo blog mi è di grande ispirazione, e la tua cordialità lo rende uno dei migliori che io conosca!
    Chiara

    RispondiElimina
  28. caro zio, ho preparato il licoli un paio di giorni fa e vorrei cimentarmi con questo pane. Vorrei chiederti però che farine devo usare e dopo la formatura quanto tempo deve lievitare? Sulla formatura ci sono dei video ai quali potrei ispirarmi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le farine vanno tutte bene purché...siano di qualità. Quindi cerca una farina macinata a pietra, possibilmente non bianca.
      Di solito uso queste :)

      Elimina
  29. non bianca vuol dire non '00? Quindi farine tipo 0, manitoba o semola rimacinata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non bianca significa...non bianca!
      Quindi fai un mix di farine integrali, grano saraceno, farro, segale (poca) o altro.
      Evita la farina 00 del super mercato, ma comprala in un negozio di qualità ;)

      Elimina
  30. Maggiore è la quantità di Licoli e maggiore sarà il tempo per il raddoppio? Alle 14 e 30 ho rinfrescato 120g di licoli, è passata un'ora mezza ma è cresciuto di poco. Ho paura che se dovrò fare un un altro rinfresco per impastare il pane, non avrò il tempo di farlo stasera! Il secondo rinfresco potrei farlo anche con solo 50g di Licoli che poi rinfrescati dovrebbero diventare 120g?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tempo di raddoppio è indipendente dalla quantità di licoli.
      Alla nascita cresce meno velocemente. Poi piano piano prende forza e ci mette di meno.
      Inizia ad usarlo per fare il pane quando raddoppia in 2-3 ore con temperature intorno ai 25°.

      Elimina
  31. Infatti il mio ci ha messo 6 ore a raddoppiare e a quel punto il panico! Ho pensato che per fare il pane avrei dovuto rinfrescarlo ancora e mi sono immaginata sommersa da chili di licoli, non sapevo più come organizzarmi, l'ho visto come un nemico e l'ho rimesso in frigo. Ora non so se domani mattina rinfrescarlo ancora o fare il prefermento e seguire un'altra ricetta. Forse prima di panificare mi conviene aspettare che maturi un po e che quindi raddoppi in due ore?😣😣😣

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni lievito ha i suoi tempi, sta a noi conoscerli. Ultimamente i miei impiegano anche 6-8 ore per raddoppiare.

      Per oggi fai così: impasto diretto, senza prefermento, con 150g di licoli, 500g farina, 320g di acqua e 12g di sale e vediamo cosa esce fuori. All'inizio qualche prova va fatta, poi vedrai che via via ci prendi confidenza e noterai subito miglioramenti. ;)

      Elimina
    2. Adesso l'ho tolto dal frigo e lo sto facendo acclimatare. A quel punto lo potrei usare direttamente senza alcun tipo di rinfresco?

      Elimina
    3. Sì. Io ormai faccio sempre così ;)

      Elimina
    4. Ok! Vediamo cosa esce fuori. Ti ringrazio e ti auguro una buona giornata :-)

      Elimina
    5. Possibile che il mio licoli sia morto? Ho fatto l'impasto, l'ho messo a lievitare ed è immobile da 3 ore. Tra l'altro ho rinfrescato 20g di quello rimasto con altrettanti 20g di farina e 20g di acqua per poi pensare di rimetterlo in frigo per la prossima volta ed è dalle 11 di stamattina che non dà segni di vita! Come è possibile? Ieri era vivo! Cosa faccio con l'impasto del pane? Ci aggiungo un lievitino fatto col lievito di birra o lo butto? E il licoli nel barattolo? Mi sa che tra me e il lievito naturale non c'è feeling. Anche la PM solida alla fine l'ho buttata. Forse la farina non è abbastanza forte? Ho usato una Manitoba col 13% di proteine. Che amarezza! :-(

      Elimina
    6. Mi sembra molto strano che sia morto da un giorno all'altro, a meno che non lo hai ucciso! (ma ovviamente non credo tu l'abbia fatto).

      Aspetta speranzosa e fiduciosa e non toccare l'impasto. Se lievita, bene. Altrimenti amen.

      Quanto al licoli rimasto non fare assolutamente nulla. Se dopo 8 ore non si è mosso, allora rinfrescalo ancora e vediamo cosa succede.

      Stefania, sapessi quanto ci ho combattuto io con i lieviti naturali....e non solo io.
      Ci vuole pazienza, tempo e tenacia. Tu non mollare e vedrai che alla fine troverai il giusto feeling ;)

      Elimina
    7. Giuro! È morto da solo o magari è solo in coma! Farò come dici tu! Speriamo bene. Grazie mille!

      Elimina
  32. Ciao! Ho scoperto da poco il licoli e da pochissimo (oggi!) questo blog, che mi sembra davvero splendido, complmenti! Il licoli lo sto usando da un mesetto, a livello pratico mi trovo davvero benissimo, però avrei una domanda sul gusto: mi rimane sempre un po' acidulo e non riesco a capire come mai...una mia amica l'ha avuto dalla stessa persona e nello stsesso momento, l'ha fatto una sola volta in questo mese e mi ha detto che non ha per nulla un gusto acidulo...idee? Se risolvessi questo dilemma, sarebbe davvero perfetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara e Benvenuta!
      Il licoli e il lievito madre possono avere un retrogusto acidulo. Inoltre non tutti lo percepiscono allo stesso modo (e questo è anche normale). Prova a fare dei rinfreschi più ravvicinati nel tempo, anche uno al giorno, e vedrai che le cose miglioreranno.
      :)))

      Elimina
    2. Ma i rinfreschi ravvicinati sempre con la dose di acqua e farina uguale alla quantità di lievito da cui parto? Perchè se parto da 50gr, il primo giorno arrivo a 150 e il secondo già a 450...e in poco tempo ne ho tanto...
      Cmq, potrebbe dipendere anche dalla cottura e dalla quantità di licoli che uso rispetto alla farina?

      Elimina
  33. Se hai 50g di licoli, buttane 25 e parti da 25. Arrivi a 75. Ne butti 50 e riparti da 25. Quando sei soddisfatta del risultato allora non butti nulla e arrivi alla dose desiderata.
    Alla fine avrai buttato al massimo un etto di farina. Sempre meglio che avere la casa piena di licoli.

    L'acidità del prodotto finito non dipende dalla cottura, ma solo dal licoli e da quanto ne usi. In ogni caso per il pane rimani intorno al 20% ripetto al peso della farina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!!! Proverò sicuramente!

      Elimina
    2. Avrei un'altra domanda: si può fare il rinfresco la sera, lasciar lievitare il licoli fuori dal frigo la notte e impastare al mattino?

      Elimina
    3. Praticamente io il rinfresco ormai lo faccio sempre la sera prima di andare a dormire e la mattina quando mi alzo o impasto o lo metto in frigorifero. ;)

      Elimina
    4. Ok, perfetto, grazie!

      p.s. dopo il raddoppio, ha senso metterlo in frigo qualche ora e POI usarlo per impastare?

      Elimina
    5. Sì, ha senso.
      Aggiungo: se il lievito è bello attivo puoi tenerlo in frigorifero anche 7 giorni e poi usarlo per impastare senza rifare un rinfrescco. Ormai faccio così. :)

      Elimina
    6. Addirittura!?! Wow! Invece il mio al momento pare essere mortino...in realtà devo ancora fare quello che mi avevi detto perchè ero via per lavoro, ma da domani mi ci metto e vediamo che succede...

      Elimina
    7. Scusa se ti scrivo ancora ma ho un problema!!! Sto provando a fare i rinfreschi che mi hai detto, ma cresce solo un po' senza raddoppiare e poi si sgonfia e torna al livello iniziale :-(
      E anche un'altra domanda: dopo averlo rinfrescato, io ho sempre coperto il licoli con uno strofinaccio...invece bisogna proprio chiudere il barattolo?

      Elimina
    8. Di solito chiudo il barattolo, che deve essere un po' più grande del doppio del volume del licoli appena rinfrescato.

      Quanto al licoli...insisti con i rinfreschi oppure rifallo uno partendo da zero. O, se hai modo, fattene dare ancora un po' dalla tua amica. :))

      Elimina
    9. Grazie!! Stavo venendo a scriverti che ho insistito coi rinfreschi ed è rinato, direi!! :):):) ora aspetto ancora l'ultimo per conferma. Stamattina quando ho fatto il rinfresco aveva la consistenza perfetta, mi sembra...anche se però il livello era cmq tornato un po' giù, stando in frigo stanotte dopo il raddoppio di ieri...è normale o dovrebbe rimanere alto in qualsiasi caso? Scusa, ma dopo che mi stava quasi morendo, ora mi stan venendo dubbi su ogni minima cosa... =O

      Elimina
    10. A volte il livello scende, ma questo non necessariamente significa che non sia bello arzillo.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails