Corso Bologna 7-8 marzo

mercoledì 7 dicembre 2011

Pane con la Farina Enkir


Della serie...non si finisce mai di imparare!!!

E si, il vecchio diceva che non voleva morire perché aveva ancora tanto da imparare...e sulle farine, credetemi, c'è veramente tanto da imparare....non basterebbe un'intera enciclopedia!

Qualche anno fa scoprimmo tutti la manitoba, che se solo avessi pronunciato questa parola a casa di mia nonna quella mi sbatteva fuori pensando a chissà quale vocabolo eretico fosse uscito dalla mia bocca!!!

Ce li vedete 10 Vatussi con l'anello al naso intonare allegramente: "Mani-tòba  Mani-tòba !!!" mentre danzano intorno ad un pentolone sotto il fuoco dentro il quale ci siete voi con un limone in bocca??!??!!!
 :D :D :D

Adesso il vocabolo fa parte del nostro DNA e penso che chi panifica la pronunci almeno 3-4 volte al giorno: "Mani-tòba  Mani-tòba !!!" ahahahahah.

Qualche post fa vi parlai del Kamut, vi ricordate?

Oggi vi vorrei parlare della Farina Enkir.

Quando ho letto che questo cereale è stato il primo cereale addomesticato sulla terra oltre 12.000 anni fa mi ha preso un coccolone! Ma come mai nessuno (o quasi) ne parla?

Poi ho scoperto che essendo l'enkir un cereale selvatico, non ha bisogno di alcun tipo di concimazione, e questo lo rende anche biologico!

Ha inoltre un alto contenuto proteico (tra il 18 e il 24%!!!) e diverse proprietà antiossidanti.

Insomma, lo dovevo provare!!! Ma prima di tutto lo dovevo trovare!!!
Per fortuna che il mio "spacciatore" di farine ne aveva un paio di pacchi.

La farina, rigorosamente macinata a pietra, appare di colore giallastro e anche il colore del pane, come vedete dalla fetta, tende al giallo...ma il sapore? Ne vogliamo parlare del sapore?

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Il sapore ti riporta indientro negli anni (non 12.000, eh?) come ad assoparare....mmmmm qualcosa di semplice e contemporanemente prezioso e genuino. Provate questa farina, non ve ne pentirete.

Ingredinti:

Starter
180 gr farina 0
90 gr acqua


Impasto
600 gr farina Enkir
300 gr farina 0
400 gr acqua
20 gr sale


Partite facendo uno starter con 30 gr di acqua, 60 di farina 0 e una dose invisibile di lievito di birra, come in questa foto (la dose è quella cosa bianca vicino alla monetina da un centesimo di euro):
(Fare click sulla foto per ingrandirla)

Impastate con le dita, fate una pallocca, coprite con del cellophane e dopo 12 ore reimpastate il tutto con altri 30 gr di acqua e 60 di farina 0. Stesso discorso una terza volta, poi procedete all'impasto vero e proprio con le dosi date sopra.

Praticamente potete seguire lo stesso sistema già descritto qui

Fate lievitare fino al raddoppio, sempre avendo l'accortezza di coprire l'impasto in modo che non si formi la crosticina sopra.

Poi sgonfiate leggermente, fate qualche piega al centro, rigirate l'impasto e dopo una mezzoretta formate a piacere.

Io ci ho fatto una pagnottona:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Mbe'? Che aspettate? Correte a cercare questa farina e non ve ne pentirete!!!

:))))

Ciao e alla Prossima

Lo Ziopiero (si, quello delle stecca!)


Guardate anche le altre realizzazioni:

26 commenti:

  1. Conosco bene quella farina...e mi sa anche lo spacciatore! :P ahahahahaha
    Ottima realizzazione come sempre, viene voglia di addentarla quella fetta altro che pane di sabbia venduto dai fornai oggi...quelli si che meriterebbero di essere messi in pentola :D
    PS
    Unico difetto della farina..perchè c'è...è il suo costo...manco dovessimo pagare i 12000 anni di invecchiamento! :P hihihihih

    RispondiElimina
  2. Io invece non l'ho proprio mai sentita, però ora devo trovarla, il tuo pane è bellissimo!! mi sa che vale la pena proprio aspettare tutte quelle ore.....è che quando ho un impasto in lievitazione divento così impaziente!!

    RispondiElimina
  3. Enkir ...mai sentita!!!! Ma tutte tu le trovi (e Gambetto, a quanto pare).
    Bellissimo pane, inutile dirlo, ma sappi che aspetto con ansia il prossimo post ;-)

    RispondiElimina
  4. Ti è venuto bellissimo questo pane, devo mettermi alla ricerca della farina allora!! il centesimo però ce l'ho!! :DDDD bacioni

    RispondiElimina
  5. Allora zio Piero... qua si fa fatica a trovare anche la manitoba: potro' trovare la farina di 12000 anni fa?! Tu instilli desideri irrealizzabili!Per dire qua nemmeno del kamut c'e' traccia!Che l'Irlanda sia apparsa dopo nel globo? :D Mo' quando a Natale vengo in Italia avro' un altro pacco (sempre se la trovo) da stipare in valigia. Ahhhrg
    Martina

    RispondiElimina
  6. Fico sto cereale!! Non l'avevo mai sentito!! Molto bello anche il pane...Ma ssomiglia un po' a una semola di grano duro come farina?

    RispondiElimina
  7. @Gamby: Sabbia e lievito! Rifilano certe bombe chimiche che fan paura.
    Si, lo spacciatore è lo stesso ;)

    @franci e vale: Lievitati e pazienza devono andar a braccetto… ;)

    @araba: ehehehe… pero’ mi sa che dovrai aspettare. Oggi inizia il lungo ponte…

    @Pellegrine: …e mi sa che un sol centesimo non ti basta…

    @Martina: …be’, portati un baule!!! (comunque le farine le spediscono pure, eh?)

    @Trattoria da Martina: Ma dai! Neanche tu lo conoscevi?!?!?
    No, somiglia più ad una farina di tipo 1.

    RispondiElimina
  8. Ma quanto è bello questo Enkir! io lo vorrei provare con pomodoro e olio, è la mia prova del nove :P

    RispondiElimina
  9. Appena vedo farine mi fermo immediatamente. Interessantissima questa farina, ma si trova facilmente? mi piacerebbe saperlo! A presto e grazie

    RispondiElimina
  10. @titty: ..e la prova del 10 quale sarà?
    :))

    @Azzurra: No, non è facile trovarla nei negozi. Ma se "googli" trovi subito uno dei maggiori produttori. Loro potranno aiutarti ;)

    RispondiElimina
  11. La farina di kamut la conoscevo ma quella di ENKIR mai sentita nominare... è grave??? Non ricordo di averla mai vista nemmeno sugli scaffali dei comuni supermercati da cui vado abitudinariamente a far la spesa... Googlerò un po' anch'io alla ricerca... grazie Zio per le tue info, da te non si finisce mai d'imparare... kissU

    RispondiElimina
  12. Dunque: hai un lavoro impegnativo, parti sovente, sperimenti in cucina, scrivi sul blog... ma di quante ore è fatto un giorno per te?? Bellissima ricetta, bellissima foto!! Grazie per l'ennesima perla ; )
    Barbara G

    RispondiElimina
  13. @Kiara: ...be', mi meraviglierei se tu la trovassi nei supermercati... E' roba da fini intenditori, non da massa ;)

    @Barbara: Aggiungici pure la fotografia (oltre che la casa...) ahahahahah
    p.s. ieri sera ho fatto il torrone! ;)

    RispondiElimina
  14. bellissimo, questo pane. Ho sentito parlare spesso anch'io della farina di enkir. Vorrei tanto provarla, ma non l'ho mai trovata in giro!
    Complimentissimi per il blog e che dire poi dei filmati?Utilissimissimi!

    buon lavoro
    spery di http://patespery.blogspot.com

    RispondiElimina
  15. Ma quanto ne sai un vero Maestro e ricercatore :)). Un abbraccio Francesco

    RispondiElimina
  16. Grande!! lo faró martedi, con distribuzione mercoledí!! bbbbonoooo!! Se hai variato la tua già splendida ricetta fammi sapere, eh!!
    Barbara G

    RispondiElimina
  17. @Pat & Spery: Grazie! :))

    @Francesco: Un abbraccio anche a te! :)))

    @Barbara G: Io vario sempre....ahahaahah
    Bacioni! ;)

    RispondiElimina
  18. Caro Babbo Natale, potresti per favore portarmi un sacco da cinque kili di enkir che lo ZioPiero mi ha fatto venire voglia di questa farina e io non so proprio dove trovarla? grazie!
    Shade

    RispondiElimina
  19. appena trovo questa farina enkir...
    buon we

    RispondiElimina
  20. @Shade: ahahahha, vedo che ti sei rivolta molto in alto! :))

    @Gio: ...scrivi anche tu una letterina...non si sa mai!!! :)))

    RispondiElimina
  21. sai ceh di sta farina non avevo mai sentito parlare.
    ma dato che alla fine sarà un altro stupidissimo grano, pieno di quello stupidissimo glutine che vi piace tanto e non si capisce perché... passo oltre.
    che poi questo stupidissimo glutine proprio si vede che non serve a niente... quei bei pani gonfi, profumati, dalla grana morbida e compatta... che vuoi che siano? ;-)

    (vabbé, ridiamoci su)

    RispondiElimina
  22. La pagnotta fatta col nonno dei cereali ti è venuta una meraviglia! Ed è vero che ha un sapore "antico", come il pane che si mangiava da bambini.

    @ Gambetto: sto ancora ridendo per i 12000 anni di invecchiamento ahahahahah :-D

    RispondiElimina
  23. @La Gaia: :D :D :D !!!

    @Muscaria: Il nonno dei cereali non è male! :)))

    RispondiElimina
  24. Potrei chiederla a babbo natale...che ne dici? Mi ha proprio incuriosito questo pane!!
    un caro saluto!
    elisa

    RispondiElimina
  25. @bucciadilimone: ...basta che non gli si rompa il pacco di farina nel sacco dei regali!!!
    :)))

    RispondiElimina
  26. ma non vi è mai venuto in mente che forse Pina potrebbe averla?

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails