giovedì 20 ottobre 2011

Biscotti al Latte

Lo dico subito: questi biscotti sanno di antico, di tradizione, di cucine di una volta.

(Fare click sulla foto per ingrandirla)
Li ho visti fare da sapienti mani ottuagenarie che si destreggiavano ancora abili con impasti che si appiccicano, scivolano, sfuggono, ma che alla fine sono domati e dominati.

Questi biscotti sanno di tradizioni che non si vogliono svelare, ma che poi emergono nella loro semplicità, senza trucchi o false dosi.

Il loro aspetto non va confuso con il loro sapore.

Sono così: brutti a vedersi, paradisiaci a mangiarsi.

(Fare click sulla foto per ingrandirla)

Si possono fare più belli, ma il loro fascino è proprio la loro irregolarità, che definirei genuina.
Poco spazio all'estetica, a noi piace il gusto.

Prendete
1 kg farina
300 gr zucchero
250 latte
5 uova (medio-piccole)
Zeste limone
25 ammoniaca
200 gr olio di semi

Usate due ciotoloni diversi; nel primo ci montate gli albumi, nel secondo i tuorli con lo zucchero e poi il resto.
Alla fine inglobate gli albumi, il tutto con delicatezza, per non far perdere l'aria imprigionata che dona leggerezza all'impasto.

Non abbiate fretta di formare. Gli antichi non conoscevano questa parola. Non conoscevano neanche il frigo, ma voi l'impasto lasciatelo riposare al freddo per qualche ora.

Poi, aiutandovi con una sac a poche (o anche con due cucchiai), distribuite il composto su una teglia ricoperta di carta da forno. Una spennellata di tuorlo e latte, quindi 180° per 10 minuti, poi a 160° fino a cottura completa.

In una scatola di latta si conservano anche un mese...ma per farli durare così tanto dovete triplicare le dosi!!!

Ciao e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

42 commenti:

  1. sono la prima a fare colazione con questi biscotti davvero casalinghi...!!! mi ricordano dei biscotti che mi faceva mia mamma da piccina che poi però ho avuto modo di provarli da mia cognata di roma e l'aspetto e simile al tuo che inzuppati nel latte sono un vero e gustoso spettacolo....
    prepara un bel latte chiaro che ri faccio colazione..
    buona giornata
    lia

    RispondiElimina
  2. questi sono i biscotti che di solito mi piace inzuppare nel latte,sono buonissimi anche se non hanno delle forme regolarissime,penso che in questo caso la bontà superi tutto il resto.Una buona giornata!!!

    RispondiElimina
  3. Conosco bene questi biscotti, con dosi leggermente diverse e olio d'oliva si fanno da sempre dalle mie parti. Però non sei stato abbastanza abile... scommetto che le mani ottuagienarie non hanno usato la sac a poche :D!!
    Grazie per avermeli ricordati!

    RispondiElimina
  4. Li trovo anche belli con questo aspetto/forma vecchiotta, ciao

    RispondiElimina
  5. Veri e sinceri.... mi ricordano qualcuno questi biscotti....:)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  6. Sai quanto mi piace una certa rusticità che arriva dalla nostra recente tradizione. In un certo senso sono anche orgoglioso di questa tua scelta perchè se per me è un esigenza viste le mie limitate capacità per te che sei molto più bravo è una declinazione voluta. Ecco quale è la differenza ed ora puoi anche capire ancor più quanto possa apprezzare un certo tipo di ricette :)

    RispondiElimina
  7. Mi colpisce la prima foto, con un set "insolito" per te. la luce è strana, eri all'aperto?
    Stefania P&S

    RispondiElimina
  8. No no, deliziosi anche a vedersi! Per me sono proprio così i biscotti più belli di sempre! *-*
    Grazie Zio! Buon proseguimento di settimana! :*

    RispondiElimina
  9. non sono brutti, sono rustici :))
    Buoni, li voglio provare!

    RispondiElimina
  10. Sono tipo i biscotti che faceva mia nonna paterna, che cucinava in modo spiccio e poco attento magari alla presentazione ma sfornava certe bonta'...

    RispondiElimina
  11. Li fanno anche da noi simili..la mia mamma tutte le volte che gli chiedo la ricetta mi dice: la farina quanta ne tira l'impasto :) Bacioni

    RispondiElimina
  12. Ottimi per la colazione, buonissimi!

    RispondiElimina
  13. @Lia: OK!!!

    @Marco e Barbara: Grazie! Anche a Voi!!! :)))

    @Giulia: Vero, per queste cose sono una frana!! :)))

    @Stefania: …e si, proprio vecchiotta! :)))

    @Fujiko: …davvero? ;)

    @Gambetto: ..come devo fare con te? Un giorno mi richi la macchina, il giorno dopo mi stendi di complimenti…’naggiatte!!! :)))

    @Stefania P&S: …vedo che inizi a notare anche le più sottili differenze!!! Si, set insolito, colazione all’aperto e luce naturale…;)

    @Raffaella: Grazie, anche a te! (anche se ormai la settimana, almeno quella lavorativa, è quasi finita…)

    @Monica: Vai, e poi fammi sapere! ;)

    @Gaiuccia: …in questo caso di ZIA! :)))

    @Araba: …e non faccio fatic a crederlo! Dosi a occhio, mani esperte e forma come capita!
    :)))

    @Pellegrine: …appunto!!! :)))

    @Elisa: …e pure per una sana merenda! :))

    RispondiElimina
  14. Hai trovato un modo carino per dire che sono...folle per caso?! :P ahahahhahaha

    RispondiElimina
  15. Sono i biscotti della mia infanzia...colpita e affondata dai ricordi. Mia nonna aveva una scatola di latta giallina.....Zi' Pie' hai ritrovato un ricetta buona da tornare bambini...!!

    RispondiElimina
  16. @Gamby: :)))

    @Gluty: ...adoro le scatole di latta di una volta...
    Peccato che siano quasi tutte...arrugginite!!!
    Grrrr

    RispondiElimina
  17. Meritano di essere fatti solo per il modo in cui li introduci! Che bello ritrovare sapori che sanno di cucine di una volta!

    RispondiElimina
  18. Sono belli perchè sono sinceri, noi a volte "ce la meniamo" troppo con l'estetica, scusate il termine...Adesso li faccio e poi ti dico se li trovo anche buonissimi!!!

    RispondiElimina
  19. quanto mi piacciono i biscotti che sanno di tradizione casalinga! Perfetti da inzuppo..

    RispondiElimina
  20. di solito sono proprio le cose più semplici ad essere più buone ;-)

    RispondiElimina
  21. W la tradizione..che forse ormai troppo spesso respingiamo.. Complimenti ^.-

    RispondiElimina
  22. Per una giornata come questa, non potevi scegliere ricetta migliore! Con tutta l'acqua che è venuta giú, una coccola di latte caldo e biscottoni ci sta proprio bene, grazie Zio, un bacione,
    Barbara G

    RispondiElimina
  23. Sai che zupponi la mattina....e non solo!!!

    RispondiElimina
  24. Le cose antiche sono le migliori... gia' ricopiata e da fare al piu' presto!!! complimenti!!!

    RispondiElimina
  25. Mi piace questo post dal tono essenziale e sintetico!! si quasi...perentorio!!! ;)))
    Sai che faccio? li preparo per la mia mamma

    RispondiElimina
  26. Ecco li ho fatti ieri sera e ora me li sto pappando per colazione!!buoni e semplici,l'ideale la mattina, Grazie zio Piero!!

    RispondiElimina
  27. brutti???? ma dove brutti?
    sono bellissimi!

    RispondiElimina
  28. @lerochelhotel: …grazie. Allora li farai?

    @franci e vale: …e non sai quanto ti do ragione!!! :))
    Ohi, ma li hai già fatti!!!!! Accipicchia che rapidità!
    Mi fa piacere che ti siano piaciuti!

    @Commis: Ormai l’inzuppo qui è diventato un must!!!
    :))

    @milena: …e già…

    @Annalisa: Grazie! :))

    @Barbara G: …l’ideale sarebbe stato non uscire proprio di casa…ieri era proprio da canotto!!! :))

    @Milady: ..e pure la sera!!! :))

    @Monia: Poi mi dirai se ti saranno piaciuti! :))

    @titty: …e per te no? :))

    @La Gaia: ...come mai oggi sei così buona con me?
    :))))

    RispondiElimina
  29. questi sono i calssici biscotti da Nonna..e son sempre buoni, sempre graditi! Dici che son bruttini?? uhm nn direi, son vintage (quindi fighi ahahah). Lo sai che quando uso l'ammoniaca ho sempre paura? traumi infantili..eh si una volta lho leccata un pochino dal dito..

    RispondiElimina
  30. me ne incarti 1 kg per favore? :))) e si ti do ragione saranno molto molto buoni.
    :*

    RispondiElimina
  31. una ricetta magnifica che sa di... nonna!!! Io li trovo bellissimi!!! Grazie per questa ricetta! Cmq mi accodo alla richiesta di Cinzietta: incartanane un chiletto pure a me!!! :)

    RispondiElimina
  32. Ziettooooooo questo sono quelli postati su Gennarino??? Io li avevo provati ma avevano troppo sapore di olio. In fiducia li riproverò perchè il mio papino li adoraa.
    Baciottiii
    Laura

    RispondiElimina
  33. Ciao ti volevo invitare a partecipare al mio contest: Il dolce piu' peccaminoso!
    qui maggiori info:
    http://dolciricette.blogspot.com/2011/10/la-cucina-dei-7-peccati-il-dolce-piu.html

    Ti aspetto!!

    RispondiElimina
  34. @Cleare: Vintage? Good!!!
    :)))

    @Cinzietta: Solita esagerata!!! :D :D :D

    @Luna: OK. Due chili in spedizione per la Sicilia! :)))

    @Farfallina: Dipende dall’olio che usi… ;)

    @Dolci Ricette: Grazie! :)

    RispondiElimina
  35. a me i biscotti semplici e un po' brutti piacciono :D
    buon we

    RispondiElimina
  36. @Gio: ...e allora questi sono ideali! ;)

    @Farfallina: Uno buono, di semi. P. es. di girasole. :)

    RispondiElimina
  37. Delizie da la leccarsi i baffi. Complimenti!!
    Se siete interessati alla cucina o siete buon gustai, visitate anche questo blog http://guerino-auriemmathekitchen.blogspot.com/

    RispondiElimina
  38. @guerino: Grazie a te e in bocca al lupo per il neonato blog. :)

    RispondiElimina
  39. Ciao Zi'!
    Oggi sono alla ricerca di ispirazioni e sono incappata in questa ricetta. Dunque io non ho molta dimestichezza con l'ammoniaca (se non ci credi e vuoi farti due risate leggi qui ).
    Insomma io l'ammoniaca la uso solo per fare i Brasil Gentilini e in quel caso la sciolgo in acqua.
    Qui come la devo usare? Non vorrei avere altre esperienze mistiche...
    Grazie
    ALicE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplice: ti tappi il naso e la metti insieme alla farina. Nota bene che in cottura e per il primo giorno sentirai ancora un poco l'odore, ma credo che dopo la famosa inalazione questo a confronto ti sembrerà Chanel n. 5. :))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails