martedì 7 ottobre 2014

Bigné alla ricotta caramellati

Ogni tanto faccio dei bigné.
Ne faccio sempre tanti e quelli che avanzano li congelo.
Non si sa mai!
Potrebbero sempre servire!

Di solito li riempio con lo zabaione per farci dei profiteroles.
E dall'ultimo profiteroles ne erano avanzati giusto una manciata che silenziosi mi aspettavano nel freezer, tutti infreddoliti.
Me li ero quasi dimenticati!!!

Poi, complice della ricotta avanzata da dei Cannoli Siciliani, ecco che mi torna in mente l'immagine di una bustina con dentro delle palline gialle...

mmmmmmmm.....perché no?
In fondo è già tutto pronto.
Ho i bigné, ho il ripieno....

mmmmmm.... però qui ci vuole un tocco in più...
E sapete cosa manca al bigné?
La croccantezza!
E sì, perché diciamocelo: i bigné, per quanto possano essere buoni, sono mosci!!!
E un dolce, come dicono i manuali, deve essere morbido, cremoso e...croccante!

E allora?

Niente di più semplice.
Basta fare un caramello ed ecco che il bigné assume un'aria più da dolce! :)))

Poi un po' di granella di pistacchio e.....


(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Che ve ne sembra?

Addentateli pure...e non vi preoccupate se fuoriesce della ricotta: è buon segno!!!


(Fai click sulla foto per ingrandirla)


Per il ripieno basta mettere in una ciotola dell'ottima ricotta di pecora e versarvi sopra una quantità di zucchero pari alla metà del peso della ricotta stessa.
Lasciate in frigo una notte in modo che rilasci tutta l'acqua che poi toglierete.
Mescolate poi per bene lo zucchero e aggiungetevi pezzetti di cioccolato fondete (io uso quello al 70%). Quanto? Ma quanto ne volete, che domande!!!



 Allora, avete iniziato a fare la pasta choux...? :)))

Poi mi direte se vi piacciono! ;)



Ciao e alla Prossima.

Lo Ziopiero

(Fai click sulla foto per ingrandirla)


Guardate anche le altre realizzazioni:

40 commenti:

  1. Zio Piero,
    sei sempre il migliore!!!

    RispondiElimina
  2. Diabolico! Hai sconfitto la mosciezza del bignè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occhio, però...che il caramello bruScia..... :)))))

      Elimina
  3. strabuoni!!!complimenti....un caro saluto,peppe.

    RispondiElimina
  4. Buoni i bignè caramellati Ziopiero! E' da tempo che preparo il caramello come fai tu nel video ;)

    RispondiElimina
  5. I dolci con la ricotta mi piacciono tantissimo. Se poi la ricotta è una di quelle super fresche e super buone è migliore di qualsiasi crema. Mi piacciono anche molto queste idee facili e veloci!
    Bravo zio!
    ps il facile era riferito ai bignè pronti nel freezer :))) io e pasta ciux (come la chiama Maya) non abbiamo una buona relazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente la pasta sciù (come la chiamo io!) è una bestia nera.
      E una volta pronti i bigné il resto è fatto! :))))

      BaSci :* :* :*

      Elimina
  6. Se parli di ricotta di pecora, ti amo già!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohi, che bello che sei passata da qui! :)))
      A presto!

      Elimina
  7. Ma no non si fa! Vengo qua che ancora non ho pranzato e ti trovo questi bignè straripanti di ricotta!!!
    Allora, scongiurato il bignè moscio! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaah, allora passa dopo pranzo (tanto lo so che ripasserai...)

      BaSci, Silvie' :* :* :*

      Elimina

  8. Tu ogni tanto fai i bignè...
    Ogni tanto, invece, bisognerebbe non passare dai tuoi post...
    Perché non si può stare con un ronzio nelle orecchie che ti dice "vai..., corri a casa..., cosa aspetti ancora..., la pastasciù si fa..., la ricotta vai a prenderla dalla tua amica che ha le pecorelle..., e il dopo cena di domani sarà paradisiaco...!"

    Ecco..., questa è la tarantella che mi ronza da stamattina e che ancora non riesco a zittire!!

    Anche io come Francy adoro la crema di ricotta, poi tu me la abbini con una granella di pistacchi e del caramello...., e allora???
    Come si fa a resistere???
    Mannaggiatté! :DDDD

    Grazie, come sempre, per la squisita condivisione!
    BAsCIO :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e tu lo sai da dove viene quella granella, sì? ;)

      BAsCIONI! :)))))

      Elimina
    2. Naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...
      Non mi dire!!!!
      E' ancora lei???? :DDDDDDDDDDDDD

      Elimina
    3. Pirsunalmente di pirsuna! :))))

      Elimina
    4. Ahahahahhahaahahhhahahaaahahaahahahahhahaaahahahahhahahahahaah!!!!

      Non potevi scegliere citazione migliore!!!! :D :D :D

      Elimina
  9. Ziooooooooooooooo .... dopo i bomboloni fritti i bignè al caramello???
    Ma tu ci vuoi fare morire di diabete!
    Il croquembouche è uno dei miei dolci preferiti, ricco e sontuoso. Adoro la tua versione stilizzata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah!
      Se non vi è venuto fino ad ora, allora siete immuni!
      :))))

      Elimina
  10. In effetti, la prima cosa che mi ha colpito, insieme alla forma perfetta dei bigné, la ricotta di pecora che amo, i pezzi di cioccolato di cui vado pazza e la granella di pistacchi chettelodicoaffà, è stato il caramello che ha sconfitto la moscezza o mosceria :)))
    in effetti, mi hanno colpito tante prime cose :))
    Buoni belli e croccanti!
    quasi quasi vado di sciù :)
    baSci croccanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e le seconde cose che ti hanno colpito...? :))))

      Sai, ora che ci penso, a forza di sciù e di cose veloci, potremmo chiamare questa ricetta I Bigné Sciué Sciué!!!! :))))

      BaSci Sciué Sciué :D :D :D

      Elimina
  11. Ammazza che boni, hai unito due cose che adoro da buona laziale: pasta choux e ricotta!
    Innanzitutto mi presento: mi chiamo Chiara, ho 25 anni e ti seguo da tantissimo anche se non ho mai commentato. Faccio la pasticcera anche se in realtà ho sempre le mani in pasta su tutto ciò che è cibo, dolce o salato che sia :D
    A proposito di Lazio, arrivo al dunque(con una certa sfacciataggine aggiungerei), è da secoli che vorrei cimentarmi nell'impresa della realizzazione del pane di Genzano, per caso è nei tuoi programmi darci qualche dritta? :p
    In ogni caso senza di te non so come farei, sei una fonte perpetua di ispirazione!
    Ora ti saluto ché mi è appena arrivato un pacco da 16kg contenente le farine più disparate, devo mettermi all'opera! :D
    A presto
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara e Benvenuta! :))
      Ma lo sai che non ho mai fatto il pane di Genzano? Chissà, magari a breve...
      A presto e... buoni impasti! :)))

      Elimina
  12. Io mi domando: perche' sono entrata qui oggi, adesso, a quest'ora? Sara' perche' sono bisognosa di affetto, sara' perche' un dolce consola sempre, sara' perche' sono golosa ... meravigliosi questi bigne' caramellati Piero. :) Mi sto rendendo conto che qui e' difficile riprodure le nostre bonta', manca tutto! Le farine, i formaggi (ricotta compresa) frutta e verdura ... triste io :(((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Terry, tu sai che qui troverai sempre tanto affetto (e anche tanti dolci!!!)
      Peccato che lì non sia possibile riprodurre tutto ad un certo livello, ma i sarà pure un motivo se l'Italia è stata per decenni la patria ddel cibo di alta qualità, no?

      BaSci :* :* :*

      Elimina
  13. ....ancora non ho fatto i bignè!!! sono nel "tu du" da tempo...e accipicchia che voglia di provarli quanto prima, vedendo i tuoi.
    certo è che...sempre utile avere qualche preparazione di base già fatta e congelata. Per chi ha poco tempo, è una buona abitudine per riuscire ad imbastire grandi dolci in poco tempo.
    I tuoi bignè sono golosissimi! Ovvio che mi piace tutto ciò che ci hai messo sopra e dentro. :-)
    ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, Ele, i bigné fanno parte delle basi della pasticceria e non possono mancare nel tuo già ricco repertorio!
      Mettili al primo posto della tua "tu du list" :)))

      Elimina
  14. Zi Piè ma quanto tempo è che non passo da te? Vergognosa...lo so, ma ho delle ottime scuse :) Però a questi bignè non potevo resistere!!! Un abbraccio gigante!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella, Berry! Un grande abbraccio anche a te! :))))))

      Elimina
  15. Ottima idea con la ricotta e cioccolato!! Devono essere buonissimi. Assolutamente da fare!. Complimenti, sei grande!!
    Un saluto.
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Marco.
      Un caro saluto anche a te. :))

      Elimina
  16. concordo, spesso sono un po' moscetti, ma a me piacciono tanto, e poi possiamo cuocerli fino a renderli davvero croccanti, però certo, col caramello è un'altra cosa.
    mi piace anche l'idea della ricotta, che io uso di solito ma con quelli salati.
    cioccolato perfetto. ma due scorzette d'arancia candite rigorosamente hand-made ce le potrei aggiungere, alla bisogna?
    sempre pieno di idee fantastiche, e realizzazioni impeccabili.
    da te c'è sempre da imparare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, possiamo cuocerli per renderli croccanti, ma con il caramello sopra ad ogni morso possiamo trovare sia la parte croccate sia la parte morbida, il che è un'altra cosa (più gustosa, direi) ;)

      Mi piace l'idea delle scorzette d'arancia, rigorosamente endmeid! :)))

      A presto! :)))

      Elimina
  17. E no...il bigné moscio proprio no! Mi fa venire il brivido lungo la schiena! Ma neanche il bigné secco e duro come un sanpietrino va bene. I tuoi bigné (posso parlarne al plurale o questo post poi diventa da bollino rosso?!?!?) sembrano la giusta via di mezzo e se è vero che "in medio stat virtus" e che spesso di necessità si fa virtù...va da sé che questi bigné sono assolutamente una necessità! Può sembrare un po' stiracchiato ma tu fidati, zio Piero....prendilo come l'assioma della riccia, ok?! ^_^
    A parte tutto io impazzisco per il bigné (cavolo mi pare sfacciato parlarne pure al singolare ^_^) è in assoluto il mio pasticcino preferito. Stravedo per il ripieno alla crema pasticcera ma essendo un'estimatrice della ricotta di pecora (tra l'altro...se ti va di provare un gusto un po' diverso: mescola alla ricotta di pecora un po' di zafferano ed un po' di miele e poi fammi sapere ;-) ) posso affermare che sei molto fortunato a non avermi nei paraggi: te li spazzolerei in un attimo!! (e chiudi un occhio pure sulla spazzolata di bigné)
    Tra i tuoi commenti leggevo una citazione di Camilleri (o meglio di Catarella) beh....sicuramente anche Montalbano gradirebbe!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaahha, Riccia, Riccia!!! Tu me fai mori'!!! :D :D :D
      Metterò lo zafferano nella ricotta di pecora, con l'aggiunta di miele!
      Che poi ho letto zafferano, ma mi sono immaginato lo zenzero...e ora che ci penso perché no? Un tocco di zenzero (citazione) come ce lo vedi? Zenzero e miele. E pure zafferano!!!! E, visto che abbiamo citato il grande Maestro, pure "calia e simenza" va! :))))

      p.s. in ogni caso, se capiti nei paraggi, famme sape'! :)))))

      BaSci :)))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails