giovedì 27 settembre 2012

Bagel

Spesso in Canada facevamo colazione con Bagel e la marmellata.

I Bagel sono un tipo di pane molto diffuso in America del Nord, anche se le sue origini, si dice, siano da attribuire ad un panettiere ebreo di Vienna. Poi la ricetta venne tramandata tra tutti i panettieri di origine ebraica e quando questi emigrarono in America, portarono con loro questa ricetta.

Una caratteristica dei Bagel è il loro metodo di cottura: infatti, prima di esser cotto nel forno, al Bagel si fa un bel bagnetto nell'acqua bollente (senza bagno schiuma, però, eh?) Questo dona al pane una struttura più morbida, appena gommosetta.

Devo dire che quelli da noi mangiati in Canada non erano nulla di eccezionale: sapevano sempre di prodotto "industrializzato".

Anche a Montreal, che si contende con New York il primato della città dove, si dice, facciano i Bagel migliori del mondo, non mi sono sembrati un granché... forse non siamo stati fortunati...?

Poi, al ritorno dal viaggio in Canada, mia figlia mi fa:

Papà, ma tu i bagel non li hai mai fatti! Perché non me li fai???

E' vero! Devo subito rimediare! Ma li vorrei fare come si deve, non come quelli che ci propinavano in Canada...

E in questi casi, come si fa?
Semplice! Si inizia a cercare su Internet!

E quando poi trovi subito una ricetta di qualcuno di cui ti fidi ciecamente, allora non perdi altri tempo: la prendi e li fai.

Gli ingredienti li avevi tutti in casa e il tempo per farli è breve, per cui anche in mezzo pomeriggio potete realizzarli.


Ingredienti
400 g di farina (io ho fatto 250 00 e 150 integrale)
225 g di latte bollente
50 g di burro
25 g di zucchero
15 g di lievito di birra (io ne ho messi 10 g)
3 g di sale
1 uovo
Malto (un paio di cucchiaini)
Semi di sesamo e/o di papavero

Scaldate il latte insieme al burro (che si dovrà sciogliere) e lo zucchero.

Poi fate intiepidirlo; quindi sbriciolatevi il lievito di birra e aspettate 5-10 minuti, fino a quando non vedrete che inizia a far un po' di schiumetta.

Impastate poi con gli altri ingredienti, tranne il tuorlo d'uovo.

Fate lievitare per 60-90' e poi formate dei paninetti rotondi di 75-80 g circa.

Simpatico poi il modo con cui ottenere un bel buco largo!!!

Per prima cosa dovete infarinarvi bene il pollice e l'indice e fare "OK" con le dita, al centro del paninetto. Sentite il pollice e l'indice che si toccano tra loro? Bene.

Ora togliete il pollice e lasciate dentro l'indice, quindi iniziate a far roteare il vostro bagel...stando attenti che non prenda il volo!!!

Chiaroooo????? :)))))

Finita questa operazione, fate riposare i bagel ancora una decina di minuti e poi tuffateli nell'acqua bollente, dove avrete sciolto un paio di cucchiaini di malto.


Girateli dopo una ventina di secondi e teneteli una quarantina di secondi in tutto, anche un minuto.

Scolateli, fateli asciugare su un panno e sistemateli poi in una teglia. Con un pennello spennellateli con il tuorlo che avete tenuto da parte, cospargeteli di semini e infornateli a 220° per 10 minuti.
Abbassate poi la temperatura a 200° e lasciateli altri 10 minuti.
Infine ultimi 10' a 180°.
Lasciateli freddare su una gratella.
Serviteli:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)


Devo ammettere che sono moooolto più buoni di quelli mangiati in Canada, ma di questo non avevo dubbi! ;)

Si possono gustare in tanti modi diversi: a colazione, con marmellata e/o miele, o a pranzo, farciti di formaggio cremoso o con pollo e maionese, insalata...insomma, in tutti i modi vi possa venire in mente!

A me è venuto in mente di farcirli con avocado, salmone e yogurt greco...una vera squisitezza!!!


(Fai click sulla foto per ingrandirla)
E voi? Come li farete i vostri Bagel???

....Ma attenzione: non tutti i bagel...vengono col buco!!!! :D :D :D


Ciao e alla Prossima.

Lo Ziopiero

p.s. regalo confezione di Ottimini Divella, quasi nuova. (manca solo un biscottino) :D :D :D

Guardate anche le altre realizzazioni:

35 commenti:

  1. Hai ragione, Paoletta è una vera sicurezza e il tuo risultato non mente!! Stupendi questi bagel!!!

    RispondiElimina
  2. Guarda cos'ho trovato:
    http://america24.com/news/meglio-i-bagel-di-montreal-o-quelli-di-new-york-
    Ho letto che alcuni gli fanno fare un bagno nella soda caustica...Io così recentemente ci ho fatto i bretzel e i laugenbrot....La soda, sembra una follia eh, però gli dà un sapore particolare e buonissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. Retaggi della recente vacanza, eh? ;-)
    Venuti perfetti, manco a dirlo.

    RispondiElimina
  4. vacanze, che nostalgia... io dovrò decidermi a fare un buon patè de campagne ma sono sempre un po' restia ad utilizzare fegati ed altro... mi piacciono i tuoi bagels, li avevo già visti anche da paoletta. e visto che di voi due mi fido ciecamente li proverò anch'io con questa ricetta. mamma che acquolina quel bagel farcito :)

    RispondiElimina
  5. @Tery: Li rifarai? :)))

    @Martina: Anche io i laugenbrot li faccio così! ;)

    @Araba: Ssssmack!

    @Giorgia: …poifammi sapere, allora, eh?
    ;)

    RispondiElimina
  6. Bravo Zio Piero :) Perfetti e immagino molto gustosi! La fonte è una vera garanzia e tu non sei stato da meno, complimenti :) Proverò anche io, chissà quando ma proverò! :) Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  7. Li ho fatti anche io con la ricetta di Paoletta ed effettivamente erano venuti benissimo ma quasi tutti senza buco ;-))
    Quando vado negli states li mangio spesso, i migliori li ho mangiati a santa Barbara...li adoro a colazione un po' tostati, con sopra yogurt rigorosamente bianco bello cremoso e un cucchiaino di marmellata di lamponi....FAVOLOSI!!! il contrasto tra il caldino e la croccantezza del bagel, con la morbidezza e la freschezza dello yogurt mi fa impazzire ^___^

    Sai che li danno alla partenza NY marathon? visto che ti fanno aspettare per più di tre ore ti stuzzicano con bagel di tutti i tipi....così alla fine mangi come un maialino e poi vedi come si corre bene (e tu ne sai qualcosa :D)

    RispondiElimina
  8. Hanno un aspetto davvero invitante, e non dubito che i tuoi siano meglio di quelli di Montreal!

    RispondiElimina
  9. i miei saranno sicuramente senza il buco, ma data la fonte (lei) e la recensione (tua) ho la certezza che saranno buonissimi! :) bravo sono stupendi!

    RispondiElimina
  10. @Valentina: Dai, provaci e poi mi dirai! ;)

    @elenuccia: ...e l'ho detto: non tutti vengono con il buco! Ma il sapore è lo stesso! :)))

    @Stefania: ahahaha, se ti sentissero i canadesi! :))))

    @Luna: L'importante è che ci siano i bagel, del buco ne possiamo fare a meno! :))

    RispondiElimina
  11. Mi sono persa al pollice che deve toccare l'indice mentre affondo un ok sull'impasto...
    è troppo tardi, sono troppo stanca, torno da te domani.
    Intanto, i tuoi bagels...me li sogno!
    Perfetti, al solito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora? Adesso hai capito? O devo venire io a farti vedere come si fa?
      :)))

      Elimina
    2. :)))vieni tu, che è meglio!

      ...ora mi rileggo tutto per bene
      (e speriamo che la mia testolina abbia ripreso a funzionare!).

      Elimina
    3. OK! Appena posso farò un salto (che poi manco so dove abiti!!!)

      Elimina
    4. Sud,
      Mare (Tirreno), isole e dolci colline
      a potata di schioppo (e di vista).

      Maggiori dettagli via-mail appena potrai organizzare lezioni private agli asini come me!

      Elimina
  12. Mi riservo di rispondere dopo aver letto tutti i post riguardanti il Canada! (e questa volta invidia pura, non sono ancora riuscita ad andarci).
    Un bacione ziopieroooooooooooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capirai, ci sentiremo a dicembre, allora! :))))
      Bacioni anche a teeeeeee! ;)

      Elimina
  13. adoro i bagels e proverò anche io la ricetta di Paoletta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Ricordati di usare meno lievito e, se ce l'hai, di mettere il malto nell'acqua.
      Buoni Bagel! :)

      Elimina
  14. è tantissimo che voglio fare i bagel, che mi piacciono tanto, prenderò spunto da questa tua ricetta, o meglio questa ricetta di paola, che mi sembra sia venuta benino :-P

    avocado salmone e yogurth greco è una vera sciccheria!

    RispondiElimina
  15. li farcirei con la mortadella! si può? :-D
    non li ho mai mangiati ma vedo che sono sofficissimi!!! ciao!

    RispondiElimina
  16. @La Gaia: ...e secondo me potresti farli pure GF, che dici?

    @Acquolina: Cerrrrrto che si può! In realtà non sono proprio sofficissimi, anzi la leggera gommosità è una loro caratteristica. Ma son buoni (e poi nulla ci impedisce di renderli sofficissimi!!!)

    RispondiElimina
  17. quindi si devono assaggiare anche questi...!!!? li metto in lista ^__^
    baci zietto..
    lia

    RispondiElimina
  18. mmmm buoni!! li volevo fare anch'io perchè è da un pò che ho una bustina di semi di papavero aperta e metterli sui bagel mi sembrava una buona idea!! forse forse ora proverò... :)) ciaoo

    RispondiElimina
  19. Bravo Bravo lo zio Piero, ogni cosa sai fa tu!
    Qui la vita è sempre rosa solo quando cucini tuuuuuu.....
    Zio Piero sei utilissimo!
    Adesso proverò i bagel!
    Prima mi rimetto dall'influenza e poi li provo!
    nasinasi

    p.s. ma se non ci riesco poi vieni a farmi vedere come si fa?

    RispondiElimina
  20. MI sembrava strano non aver ancora letto una ricettina americana...tac, detto fatto!!! Splendidi i tuoi bagel! Un bacio Zio!

    RispondiElimina
  21. Ciao, da quando mio marito ed io ci siamo trasferiti negli Stati Uniti abbiamo preso l'abitudine di mangiare i bagel a colazione oppure, a volte, come spuntino spezzafame. Effettivamente quelli comprati al supermercato non mi esaltano, e quelli delle bakery sono un po' troppo esosi e spesso già conditi alla cipolla e quant'altro...Mi viene proprio voglia di provare a farli i casa usando la tua ricetta, anche se mi sa che comprerò lo stampo per bagel, non sono sicura di riuscire a riprodurre quel trucchetto per il buco! Complimenti.

    RispondiElimina
  22. Concordo con Martina, bollendoli in una soluzione basica vengono molto meglio, croccanti fuori e morbidi dentro! Personalmente eviterei di usare la soda caustica, che è pericolosa da maneggiare (anche se diviene innocua una volta passata in forno), basta bollirli brevemente in acqua con qualche cucchiaio di bicarbonato.

    RispondiElimina
  23. @Lia: Vorrei vederla, la tua lista! ;)

    @ginger lady: …se non ti sbrighi prima o poi quando aprirai la dispensa ci troverai dei meravigliosi fiori rossi!!! :))))

    @miciapallina: Uuuahhhuuuu!!! Come Maria Rosa? :))) Rimettiti presto. Certo manco è iniziato l’autunno già stai “fregata”?
    P.S. be’, visto che sei a Roma la cosa la vedo logisticamente facile! ;)

    @Kiara: Nipotinaaaa Super!!!! Bacioni!!!

    @supercaliveggie: Tutta la roba del supermercato non mi esalta, specie i prodotti precotti o precotti: roba industriale, non fa per me! ;)
    Il buco? Non credo influenzi il sapore! :D :D

    @Nico: Infatti, il sistema migliore è quello! ;)

    RispondiElimina
  24. Ma lo sai che pur'io non li ho mai fatti...?!? e una amica inglese mi ha dato la ricetta anni fa..
    Tra l'altro, Lenticchia ha appena vinto la gara di hula hop della classe: potrei scritturarla per la prossima roteazione del bagel!!
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ci vorranno almeno 5 chili di farina!!!!
      Però dopo sai che baghellone?
      :D :D :D

      Elimina
  25. Ciao ZioPiero! Ben ritrovato!
    E' già un po' che corro appresso a qualche ricetta di bagels (proprio oggi ho sguinzagliato un amico niuiorchese alla ricerca di quella giusta. Già perchè ancora non l'ho trovata.
    Proprio ieri sera ho provato la ricetta di cui parli tu, ma, nonostante sia buona, non mi soddisfa per la presenza di latte e burro. Intanto perchè i veri begels (che sono un pane ebraico) devono essere "parve", cioè non devono contenere latticini (per coloro ai quali importa spiego che tra le regole alimentari ebraiche esiste il divieto di mischiare carne e latticini: dal momento che i bagels sono un pane da imbottire con qualunque cosa, affettati compresi, non si usa metterci latte e derivati). Ma indipendentemente da questo, non hanno la consistenza giusta... Vabbè, potrai obiettare che sia colpa mia e del mio impasto, ma hanno una morbidezza che non gli si confà. (Zio, a te te lo posso dire, perché so che hai le spalle grosse e non ti offendi!!!! ;-) )
    Detto ciò Ziopiè, tu che sei un erudito, mi spieghi a cosa serve la pre-bollitura? Che cosa otteniamo in questo modo che non possiamo ottenere con la cottura tradizionale in forno?
    Grazie come sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te!
      Che dire sui bagel? Come tutte le ricette non esiste quella giusta in assoluto, ma esiste quella che ci soddisfa di più. Inoltre sappiamo bene che riprodurre una ricetta non ci garantisce mai che venga alla stessa maniera di chi ce la propone...può venire meglio o peggio.

      Per far diventare parve questi bagel, puoi sostituire latte e burro con acqua e olio, pari quantità.

      La pre-bollitura serve a dare al bagel una sorta di "sigillatura", oltre che di precottura.
      Questo processo gli conferisce una struttura morbida, leggermente gommosa all’interno e la crosta lucida.

      Per capire meglio le differenze altro non rimane che provare a farne metà con la pre-bollitura e metà senza e poi mangiarli e fare il confronto. :))

      A presto! :))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails