mercoledì 27 aprile 2011

Crostata di Frutta

A volte si dimenticano le basi.
A volte si cerca la perfezione nelle difficoltà.
A volte si pensa che una frolla e una crema siano riduttive per una torta.
A volte si vuole strafare...
 
A volte, invece, si scopre che la vera goduria sta nella semplicità

La frolla.
Come sempre faccio questa e per vostra comodità riporto anche qui:

225 gr farina 00
25gr fecola di patate
125 gr burro
75 gr zucchero a velo
1 uovo
1,5 gr  sale 
5 gr di succo di limone
1,5 gr di lievito istantaneo
zeste grattugiate di un limone
Semi di vaniglia

Se non sapete come stenderla, potete sbirciare il filmatino che feci qui

La crema

Di creme ce ne sono un'infinità
Oggi suggerisco questa, che a mio avviso ben si sposa ;-)

400 gr. Latte
100 gr. Panna
150 gr. Tuorli (circa 6)
150 gr. zucchero semolato
18 gr. amido di mais
18 gr. amido di riso
½  baccello vaniglia

La frolla va cotta da sola.
Le crema spalmata fredda.
La torta farcitela poco prima di servirla.
Poi, fuori dal frigo, si conserva tranquillamente 24 ore. Se la mettete in frigo la frolla si ammoscia.

A questo punto penso non debbo aggiungere altro.....

Ah, no!!! Le foto!!!

La Torta
(Fare click sulla foto per ingrandirla)
La Fetta

(Fare click sulla foto per ingrandirla)
La Foto (e questa la dovete ingrandire, eh)

(Fare click sulla foto per ingrandirla)
Cos'altro aggiungere?

Ah, si!

Grazie e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

72 commenti:

  1. gnam gnam...traggo ispirazione x la festa di un amico!

    RispondiElimina
  2. Tu dici la semplicità...ti farei vedere quante frolle di cemento armato e quante creme fatte con basi già pronte circolano in giro...altro che le basi queste dovrebbero per molti essere dei punti di arrivo altrochè! :P ahahahhahahahaha
    Bella la foto e bello il reminder alla linearità che di tanto in tanto non guasta, anzi occorre per poter aver dopo il senso della sperimentazione :)

    RispondiElimina
  3. Che belli quei pallini neri della vaniglia, nella crema!
    ho gia' fatto colazione, ma.....
    ;-)

    RispondiElimina
  4. Eccoti finalmente!!!!!! Di questa frase farei un moot: LA vera goduria sta nella semplicità! Dovremmo tatuarcelo a mente... ce ne dimentichiamo troppo spesso! Bella crostata Zio...dubito possa durare più di 24 ore, non credi?

    RispondiElimina
  5. PS- un motto, non un moot... ;-)

    RispondiElimina
  6. Hai ragione zio Piero,spesso alcuni provano quasi "vergogna" a postare una ricetta comune,alla portata di tutti. Mi fai pensare a quando noi abbiamo degli invitati in casa: ci arrovelliamo a preparare un menù elaborato ma,ad esempio,non serviamo mai (tranne per il nostro desinare giornaliero)una bella e buona pasta con la salsa di pomodoro fresco accompagnata da melanzane fritte (o due patatine che ci stanno divinamente).
    Mio marito,spesso stanco di ricette e ricettine sempre nuove che vado elaborando,un giorno mi ha lasciata di sasso: di fronte a due spaghetti al burro e parmigiano gli luccicavano gli occhi,li ha mangiati in modo inusuale,gustandone il sapore come se fossero la cosa migliore che avesse mai mangiato negli ultimi anni...........la colpa è mia: non glieli faccio mai.
    Complimenti per la bella e buona crostata.

    RispondiElimina
  7. Siamo in perfetta sintonia....io l'ho fatta sabato per l'onomastico di mio marito...:D

    RispondiElimina
  8. è dalle realizzazioni "semplici" che si vede la bravura, in questi casi sono gli ingredienti di qualità e le tecniche a fare la differenza.
    la tua ovviamente FA la differenza ;)

    RispondiElimina
  9. La crostata con la crema e la frutta è uno dei mie dolci preferiti!!!Troppo buona!!! Mi sono guardata il video della frolla. io faccio esattamente come te, però dopo averla stesa sullo stampo la metto in frigo per almeno 15 minuti così mantiene di più la forma in cottura....Altra cosa, la cottua in bianco non la fai con i pesi? Io ci metto la carta forno e sopra le lenticchie...Poi tolgo tuttoe cucino ancora un po' fin quando è pronta....

    RispondiElimina
  10. @sulemaniche: ..gnam gnam!!

    @Gambetto: Vero. Frolle al cemento armato e creme stucchevoli mi è capitato di vederle anche io (e fin troppo spesso….) ;-)

    @Gaia: …ma tu lo sai che una volta una persona, guardando proprio quei pallini neri, ebbe il coraggio di storcere il muso…avrà pensato a dei vermetti?!?!? Ahahahah..Vajelo a spiegà che venivano dal Madagascar!!!
    Troppe persone andrebbero rieducate, soprattutto quelle che usano la vanillina in bustine…bleah!
    ;-)

    @Kiara: …dipende dalla grandezza..più la fai grande, più dura ;-)
    Bacioni :))

    @Mariabianca: Sai che ti dico? Che dopo aver letto il commento di Gambetto credo che queste cose, fatte per bene, non siano proprio alla portata di tutti. Magari di tutti i foodblogger si, ma non di tutti quelli che cucinano in assoluto.
    …quanto alla pasta burro e parmigiano (o olio e parmigiano) ti confesso che è una delle mie preferite. E questa si, è veramente alla portata di tutti!!!!
    :))))

    @Fujiko: …e se ti dicessi cosa ho in mente per stasera? Altro che sintonia…
    :))))

    @Fortunazero: Grazie, cara. A proposito, ora che ho assaggiato di persona qualcosa di tuo ti devo spostare nella blogroll di sopra! ;-)

    @Martina: Certo che dopo averla stesa la passo in frigo. Ce la tengo pure una notte. Non l’ho mai detto? La cottura la faccio senza pesi, al massimo bucherello.

    RispondiElimina
  11. un elogio alla semplicità, ma anche alla genuinità.

    RispondiElimina
  12. La crostata di frutta è sempre stata la mia torta preferita sin da quando ero piccola. Per il mio compleanno facevo una testa tremenda a mia mamma perchè non volevo le solite torte decorate/saint Honorè o robe simili....no io volevo la crostata di frutta...a GENNAIO!!!
    Era sempre un "ma poi vengono gli amichetti...facciamo un bel pan di spagna...." e io invece proprio non cedevo ^___^

    Quei semini di vaniglia dicono tutto da soli...piccoli meravigliosi puntini neri che fanno la differenza.

    RispondiElimina
  13. WOW sono passata ai piani alti! che onore ;)

    RispondiElimina
  14. buonissima,e che meraviglia!!

    RispondiElimina
  15. Le basi, però, danno sempre una grande soddisfazione e questa crostata ne è un esempio, fantastica!!

    RispondiElimina
  16. Splendida la ricetta e splendide le foto...sei un grande!

    RispondiElimina
  17. Che belli quei puntini di vaniglia nella crema! *-*

    RispondiElimina
  18. Assolutamente in linea con Gambetto, questa SEMBRA semplice....ma farla bene e' un'altra cosa.
    L'ultima che mi hanno offerto aveva la crema talmente liquida che colava da tutti i lati, e ti risparmio per decenza il commento di mio marito a riguardo :-)))

    RispondiElimina
  19. Neanche per me è così scontata come ricetta, anzi lo considero un elaborato particolarmente complesso ed il risultato deve essere strepitoso!
    Buona giornata

    P.S.: L'assortimento tricolore della frutta è casuale o era inizialmente pensata per festeggiare il 150°? ;-)

    RispondiElimina
  20. Uno tra i miei dolci preferiti, non a caso è stata la torta del mio matrimonio :) Concordo anche io sulla complessità dell'esecuzione e sul perfetto equilibrio di tutti gli ingredienti che la compongono, mi ricorco di creme gommose come pongo! Oltre alle solite frolle di cemento armato :)

    RispondiElimina
  21. ..eh eh..ci hai messo la fecola di patate gluten free, ecco con le farine senza glutine non ti verrá mai la frolla di cemento armato...
    La crema pure é gluten free !!
    Mi viene un'ideuzza..fammi traslocare con calma e poi ne parliamo....
    Un frolloso abbraccio da sud.

    RispondiElimina
  22. l'ho ingrandita, l'ho ingrandita ma tu sei veramente una persona crudele zio....:))))

    @araba: bando alla decenza e favorisci il commento di tuo marito per favore, ormai sono una sua fan sfegatata... :)

    RispondiElimina
  23. Solo perche' me lo chiede Cri....testuale, pensate la frase con un leggero accento toscano: " e che era, na crostata al vomito?".

    Scusa zi' :-)))

    RispondiElimina
  24. la cvrostata alla frutta è il mio dolce preferito pur amando io molto il cioccolato. è vero a volte le cose semplici son le più buone!

    RispondiElimina
  25. @Stefania: …e alla crostata no? :)))

    @elenuccia: …quindi era buongustaia già da piccolina?
    :)))

    @Fortunazero: :))

    @Mirtilla: Grazie!

    @Tery: …provala, dai! ;-)

    @Francesca: ….sei troppo buona

    @Raffaella: Ehi, ma benvenuta!

    @araba: …e no, un po’ di livornese ora lo vojo senti’!!!
    :D :D :D

    @Nannibis: …il tricolore era casuale. Qui c’è poco da festeggiare… :((

    @Lauradv: ..ma ciao!!! Da quanto no nti leggevo!!! :)))

    @Mary: Grazie :))

    @Gluty: Be’…solo il 10% di fecola. Ma guarda che anche con il 100% di farina 0 la frolla non viene dura…basta sapella fa’ ;-)

    @Sonia: :))

    @Cristina: …si, sono molto crudele, e tu lo sai bene ;-)

    @araba: Bene. Era quello che ci voleva!!!

    @Cleare: …e io so quanto tu sia una golosona!!! :)))

    RispondiElimina
  26. Niente gelatina per far luccicare la frutta?

    Meno male: a volte sembra di plastica!

    RispondiElimina
  27. buonissima, la crostata alla frutta è una delle cose più buone al mondo. e poi altro che semplice, se la frolla e la crema non son fatte come si deve, se la frutta non è di qualità, è una schifezza, le cose vanno dette.

    questa invece mi sembra veramente squisita. braverrimo!
    p.s. tanto mi piacciono le torte alla frutta con base di frolla così mi lasciano senza soddisfazione le omologhe a base pan di spagna. tant'è....
    p.p.s. mi piace tanto la foto della fetta...

    RispondiElimina
  28. Zio, grazie! Sono sempre io, Landscape, sto lentamente salendo a galla! :D
    Spero di non diventare una tua acerrima nemica per tutti i pasticci che presto mi metterò a fare prendendo spunto dalle tue splendide ricettine! Eheheheh! Complimenti per questa crostata, io con la frolla sono una frana, non me ne riesce bene una!

    RispondiElimina
  29. @ araba: hahaha! me lo sono figurato proprio in dialetto toscano... teribbile! :D

    si, scusa zì ma non resistevo... :)

    RispondiElimina
  30. @Virò: Niente gelatina. Frutta fresca messa pochi minuti prima. Se poi avanza qualcosa, puoi sempre gelatinarla dopo...ma quanta ne po' avanza'?!?!?!
    :)))

    @Gaia Celiaca: :))
    La terza foto a mio avviso non è niente male. Sono rispettati tutti i fondamentali.
    La seconda, invece, la trovo un po' piattina, anche se ben rappresenta il cibo, ma poco fa viaggiare lo sguardo e la fantasia...
    Tu che dici?

    @Raffaella/Landscape: Doppia identità!!!
    Kettepossino!!!
    Già io faccio fatica a identificarne una!!!!
    Questa pero' la preferisco: quando vedo un bel volto sorridente associato ad un nome mi predispongo meglio ;-)

    @Cristina: Mi hai solo preceduto, come hai potuto constatare; quindi hai avuto tutto il mio appoggio, come sempre!!!
    :)))

    RispondiElimina
  31. ciao...
    sai da ragazzina ina ina le crostate di frutta non mi piacevano per niente e quando mia mamma le faceva oppure si compravano dolci belli e fatti e tra cui erano anche i dolci di frutta mi incavolavo come una iena perchè proprio non accettavo l'idea di questi dolci che oggi invece mi fanno impazzire letteralmente dalla sua freschezza e dai suoi colori ... quindi non mi resta che dirti complimenti ...
    un bacio zio piero
    lia

    RispondiElimina
  32. Buonissima,possiamo una fetta?Anche due grazie!!!!!!buona serata......

    RispondiElimina
  33. @Lia: ...ma grazie. :))
    Peccato no npotertene offrire una fetta reale....

    @Mari e Fiorella: Ma certo! Prego accomodatevi! :))

    RispondiElimina
  34. In genere il dolce classico, quello che diamo per scontato, lo riteniamo facile e invece è il contrariio. Ad esempio il panettone semplice, quello che in genere chiamiamo Pan degli angeli, quanti lo fanno bene? Lo stesso pan di Spagna?Una crostata alla frutta può smbrare una banalità ma richiede la conoscenza delle basi. Una buona crema, una buona frolla, non tutti la sanno fare. Un'altra cosa difficile è cuocere la frolla che per pochi minuti di differenza cambia notevolmente. Complimenti ZioPiero, vedo una cosa libidinosa.
    Ah, il succo di limone serve ai fini della buona riuscita della frolla o è per aromatizzare? Lo chiedo perchè in genere si usa la scorzetta e il succo lascia un pò di amaro, vabbè che qui ce n'è pochissimo. Conferisce una particolare caratteristica all'impasto il limone? Erudiscimi. Grazie.

    RispondiElimina
  35. @Briossa: Verissimo quello che dici sulle basi e sulla cottura della frolla!
    Quanto al succo di limone, non mi sono mai posto la domanda perché ho sempre pensato fosse per l'aroma. Non credo che influisca in modo particolare sulla riuscita della frolla che, se non metti quei 5 gr, ritengo riesca benissimo ugualmente bene. :))

    RispondiElimina
  36. @Briossa: Mi ha appena scritto Marina, una lettrice nonché eccellente pasticcera e cuoca, mi ha appena detto che il limone viene messo per via dell'acido citrico che, creando un ambiente acido nella farina, inibisce ulteriormente la formazione del glutine che nella frolla è nemico, contrariamente ai lievitati.

    Grazie a te che hai fatto la domanda e a Marina per essermi venuta in aiuto :))

    RispondiElimina
  37. ciao!!! Buonissima la tua crostata! La frolla la conosco già :) (anche se io l'ho fatta varie volta con la 0..... senza biscotto ahahahahah) ed è superlativa, mentre la crema non la conosco... segno, segno!!! Questa è una delle mie torte preferite, è una delle prime "cose" che ho fatto con le mani in pasta prima di tuffarmi nel mondo degli impasti!!! :) baci

    RispondiElimina
  38. Grazie, ZioPiero. Grazie a te ho imparato una cosa nuova. Anche i liquori, hanno un effetto inibitore sulla formazione del glutine o sbaglio?

    RispondiElimina
  39. Zio se mi dici che la cottura in bianco la fati senza pesi e non hai problemi mi inviti a nozze e mi dai una gran bella notizia...E' una gran rottura tutte le volte dover cuocere con i pesi...Per quanto tempo la cuoci in bianco?

    RispondiElimina
  40. @Luna: ...ma dai!!! Come fai a non conoscere questa crema!!! :)))
    Bacioni :)))

    @vaniglialamponi: Grazie, troppo buona :))

    @Briossa: Come vedi l'ho imparata anche io :))
    Sui liquori non so proprio dirti. :((
    /Marinaaaaa, se passi di qui ci rispondi?!?!!?
    :)))

    @Martina: Qui vado proprio a occhio...20-25 minuti circa a 170° ventilato, ma controllo spesso e giro almeno una volta.
    Poi...dipende anche da quanto la vuoi "biscottosa"...
    :))

    RispondiElimina
  41. virtualmente me l hai offerta ma diciamo anche realmente basta farmela uguale alla tua e tò il gioco e fatto ^_*
    grazie a te per il pensiero..
    notte da lia

    RispondiElimina
  42. Ho ingrandito, come potevo non farlo? Fantastica! Io e Martina siamo liete di invitarti a partecipare a NASO DA TARTUFO's KITCHEN, il primo reality tra food blog! Un'occasione per conoscersi, cucinare, divertirsi, mettersi alla prova! Partecipa alla sfida: più si è più si vince...e si vince tanto! Vieni a scoprire di più su www.nasodatartufo.blogspot.com e ricorda: il vincitore potresti essere tu! Ti aspettiamo!

    RispondiElimina
  43. @ Per Briossa Si,vero,sia un ambiente acido che uno troppo alcolico scioglierebbero il glutine,l'alcol tuttavia inserito nella giusta quantità contribuisce alla friabilità di un prodotto.
    E le ricette di Adriano rielaborate dallo zio Piero sono sempre perfette.
    Un bacio.
    Marina.

    RispondiElimina
  44. @Lia: ...mi raccomando, eh? Deve essere uguale uguale!!! :)))

    @B. e M.: Grazie per l'invito. Se mi conoscete sapete che rarissimamente partecipo a contest e cose simili. Cmq vi passerò a trovare

    @Marina: Tesoro che sei!!! Sapevo che saresti passata a darmi una mano. :)))
    Bacione anche a te. Smack!

    RispondiElimina
  45. Ziobià qui non trovo l'amido di riso, perciò non ho mai fatto una crema che lo contiene... per il resto ho una buona crema pasticcera alla panna ;) baci buon w-e

    RispondiElimina
  46. Buona Pasqua in ritardo! E tutto questo in nome della semplicità, semplice, no? :P

    RispondiElimina
  47. @Mus: ...quand è così...
    Buon Primo Maggio!
    :))

    RispondiElimina
  48. @Luna: Se capiti a Palermo ti dico dove comprarlo ;-)
    Bacioni

    RispondiElimina
  49. ...uff ci sono stata martedì! Chissà quand'è che ci ritorno...!!! Cmq grazie mille :)) come sempre sei gentilissimo!!! Ciaoooo

    RispondiElimina
  50. Buonissima la crostata di frutta fresca....non sono mai riuscita a farla ma con la tua ci proverò...la frolla la cuoci sola...che tempo e temperatura? quindi non la copri?....l'amido do riso dove lo trovi?....non l'ho mai visto...
    Grazie....e complimenti......anche se non scrivo spesso ti leggo sempre....mi piaci troppo....
    :-)

    RispondiElimina
  51. @misskelly: Grazie per la fedeltà! :)
    La frolla la cuocio sempre a parte. Temperatura 170° circa. Il tempo non l'ho mai calcolato, mi regolo a vista. Se il forno non cuoce in maniera uniforme è opportuno girarla almeno una volta.
    Se non trovi l'amido di riso usa l'amido di mais.

    ....ma ora ti devo tirare le orecchie: come ti viene in mente che io possa comprare la frolla?!?!!? O_0 0_0 !!!
    Dico, stiamo babbiando???

    :)))))

    RispondiElimina
  52. :))))))).....hai letto male!!!!.....LA COPRI
    (con la carta stagnola o carta forno o fagioli etc ). non la compri........ecchecavolo....potevo mai dirti una corbelleria simile......
    a presto.....
    ....mi hai fatto morir dal ridere!!!!! :-)

    RispondiElimina
  53. @misskelly: ahahaahahah!!!!
    Oddio, so proprio cecato!!!!
    ahahhahahah, meglio che mi metta gli occhiali!!!!

    Vabbe', ormai le orecchie te le ho tirate. Ora una corbelleria la puoi dire!

    :))))))

    p.s. cmq non la copro!!! ;-)

    RispondiElimina
  54. Ciao Zio! sono alla ricerca della frolla perfetta, non ne ho ancora trovata una che mi soddisfi pienamente... stasera provo la tua. solo che io odio il sapore che dà la scorza di limone agli impasti (a meno che non sia un dolce a base di) e lo tolgo sempre. adesso come farò? dici che l'acido citrico contenuto nel lievito istantaneo potrà bastare? no ho mai usato nemmeno quello. magari posso aumentarne un po' la quantità, tipo a 2 grammi...

    RispondiElimina
  55. @Giorgia: non hai che provare le due versioni e metterle a confronto. Personalmente devo dirti che questa frolla per me è tra le migliori che io abbia mai provato (e di Adriano, non mia). Ma non è escluso che a te possa piacere meno di altre. Quanto al limone, se non ti piace, non metterlo, ma non altererei le altre. ;)

    RispondiElimina
  56. Ciao carissimo http://lavetrinadelnanni.blogspot.com/2011/06/crostata-di-frutta-fresca.html

    Troppo buona!

    P.S.: buona pausa rigeneratrice, ti rivoglio nella solita forma splendida!! ;-PPP

    RispondiElimina
  57. nannibis: ....sei sempre un Grande!!! La tua decorazione è veramente bella. Si vede che sei un artista e non un "pataccaro" come me!
    :D :D :D

    Pausa finita, rigenero completato alla grande!!!

    Grazie

    ;)

    RispondiElimina
  58. complimenti per la crostata!
    ma dove si trova questo porta-fette..è bellissimo!!

    RispondiElimina
  59. @Anonimo: Il porta-fette l'ho trovato da Casa, è una catena di negozi con tante cose carine. :)

    RispondiElimina
  60. grazie per l'informazione :))

    RispondiElimina
  61. .....ho appena preparato la frolla seguendo passo passo la ricette ma .......dov'è la ricetta per la crema ?! Help !
    ...non sono capace di farla !!!!
    simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita! Ma lo sai che mi sono accorto di non aver mai spiegato come fare la crema pasticcera?!?!?!!!

      Intanto ti ho mandato una mail con i dettagli. Un giorno rimedierò anche sul blog, chissà...

      Tu poi fammi sapere come ti è venuta la torta, eh?

      :)))

      Elimina
  62. Ecco, a me il guscio in bianco mi viene, come avete detto, a blocco di cemento Devo cuocere meno? E' vero che si deve tirare dal forno appena appena colorisce?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cottura della frolla, come quella dei biscotti, richiede un minimo di tentativi per capire quando è giusto finire la cottura.

      Se ti viene un blocco di cemento, però, devi averla combinata proprio grossa... :D :D :D

      Dai, controlla melgio la temperatura del forno e i tempi. La frolla non deve colorirsi, ma cuocersi ;)

      Elimina
  63. Grazie.Piero.Devo assolutamente riuscirci anche a costo di fare un guscio al giorno.Vengo spesso qui,il luogo della massima accortezza in cucina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, son sicuro che ci riuscirai.
      Sapessi agli inizi quanti "pasticci" combinavo!!!! (e quanti ne combino ancora!! :D :D :D)

      Grazie per i complimenti! :)

      Elimina
  64. Ciao ma lo stampo che dimensione ha per questa crostata?!grazie mille!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails