AVVISO
Amici lettori, mi prendo un lungo periodo di riposo.

Nelle prossime settimane continuerò, come da mia abitudine, a rispondere a tutti i vostri commenti, anche se non sempre sarò tempestivo. Abbiate pazienza. ;)

Ci rivediamo a settembre con i resoconti di viaggi e... tante nuove ricette dello Ziopiero!

Ciao e... BUONE VACANZE A TUTTI!!!

lunedì 18 aprile 2011

Cucinare per Fotografare: La Patata di Hasselback

Questa volta lo ammetto: ho cucinato solo per fotografare!

Ma si, mentre in questa occasione era succeso l'esatto opposto, cioè ho cucinato una cosa con il preciso intento di mangiarla e basta, senza stare lì a pensare alla foto (ma se vi andate a leggere il post vedrete come alla fine non ho resistito al fascino del magico clik) in questa occasione, dopo aver visto la foto di questa patata di martina, mi è venuta voglia di farlmela solo per il gusto di fotografarla!!!

... e alla fine sapete cosa è succeso? Mi è piaciuta pure la patata!!! E soprattutto cucinarla!!!

Ma partiamo dall'inizio!

Queste patate le avevo prese di mira già da diverso tempo. La prima volta le ho viste pubblicate da Muscaria, poi il giorno dopo da Daniela, poi ci si mette pure il Gamby, e adesso , come detto, pure Martina.

...e alla fine non ho resistito!!!

Farle è semplicissimo, e anche divertente.

Prima di tutto si parte dal taglio della patata, iniziando dal lato lungo, in modo da creare una base piatta tale che la patata se ne stia bella ferma (la fettina conservatela!).

Poi, per fare tutte quelle lamelle senza rischiare di sezionare di netto la patata, infilateci uno stecchino bello lungo a mezzo centimetro dalla base appena tagliata (come ha fatto Martina), oppure bloccate la patata tra i manici di due cucchiai di legno, come ha fatto Daniela.

Poi c'è il condimento: c'è chi ci ha messo il burro, chi l'olio, chi l'olio e il burro.

Io ho preferito l'olio unito al pangrattato, erba cipollina, prezzemolo e altre spezie a piacere. Qui sentitivi liberi e lasciatevi guidare dall'ispirazione.

Ho mescolato tutto in una ciotola; all'inizio ho usato un cucchiaio di legno, ma poi...non ho resistito! Mi  piaceva l'idea di usare direttamente le mani, anche perché questo composto va messo direttamente nelle varie lamelle della patata e, nonostante il mio tentativo di essere professionale ungendo la patata direttamente con il pennello in silicone, dopo mi sono accorto che nulla meglio delle mani, anzi delle dita, potesse entrare tra le varie pieghe, arrivando così a perfezione in fondo ad ogni singola lamella. Non so come spiegarvi, lo dovete fare per capire!!!!

Infine ho messo le patate nel forno, insieme alle fettine tagliate per creare le basi (mica le avrete buttate, eh?)

Durante la cottura continuate a cospargerle con il composto oleoso (in questo caso, però, usate il pennello, altrimenti vi ustionate, vista la capacità termica della patata!!!).

Ecco, appena pronte le ho subito sistemate su un piattino, ho preso la reflex, e click, clik click.

(Fare click sulla foto per ingrandirla)
...ma poi....?

Poi  ovviamente le ho assaggiate, giusto così, per gradire... e..... ammappelo quanto erano bbbone!!!!! Davvero, eh? Soprattutto le fettine tagliate per le basi!!!

Insomma questa volta mi è accaduto esattamente l'opposto di quando ho fatto i ravioli allo zenzero.

Ho cucinato per fotografare, ma alla fine ho mangiato veramente di gusto!!!!!

Ciao e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

40 commenti:

  1. La foto è splendida! e la patata...deve esserlo: m'ispira molto...ah, Zio Piero, colgo l'ccasione per farti i complimenti per la guida di Gimp: l'ho scaricata e me la sto studiando per bene...è molto chiara!!! bravo

    RispondiElimina
  2. Ho ingrandito la foto e devo dire che è perfetta...secondo me potrebbero chiederti lo scatto per metterlo su qualche menù di qualche ristorante...io invece che sono molto più plebeo mi piace ammirarne la fattura pensando a quanto so'bone! :D eheheheheehe
    PS
    Mi alleno con il "romano"...perdona le inevitabili mancanze :P eheheheheh

    RispondiElimina
  3. Hai concluso dicendo quello che ho pensato durante tutto il post: "è accaduto esattamente l'opposto di quando ho fatto i ravioli allo zenzero"!!!

    RispondiElimina
  4. Direi che la tua patata è perfetta...e non dico altro.... O.o

    RispondiElimina
  5. Zio, sono contenta che ti siano piaciute nella mia versione...Anche a me erano piaciute un sacco quando le ho fatte. La foto mi piace, però siccoem sono una rompibippppp te lo devo dire.... c'ha una leggera dominante magenta (vedi sul bianco?).... Se aggiusti quella la foto è ancora più bella! Ho provato con ps...;)

    RispondiElimina
  6. bone...una goduria senza eguali, io le avevo fatte con il parmigiano, proverò la vostra versione!

    RispondiElimina
  7. Zio, prima o poi mi dovrai assumere come correttore di bozze.. c'è un errorino anche in questo post :P
    cmq a parte questo dettaglio...bella la patata...

    RispondiElimina
  8. Ora, dimmi tu se è regolare che una che si ritrova almeno una ventina di post dell'Oncle Pier da smaltire, debba perdere metà del tempo a disposizione a sbavare su una foto. UNA. e a guardarla da tutte le angolazioni, a notare i tagli perfetti, e a reprimere una insana voglia di patate hasselback come contorno alla pausa caffè.
    Non vale mica, così :-)
    ciao
    ale
    p.s. scusa per l'assenza, ci sentiamo per mp

    RispondiElimina
  9. sulle tue foto non dico più nulla... sulla ricetta, però, avrei taaaaaanto da dire!!! Ok mi limito: da buona "patatara", questa ricetta l'ho presa di mira anch'io almeno un paio d'anni fa, non so perchè non l'ho ancora fatta!!! Mi sono ricordata che devo assolutamente provarla dopo aver letto il post di Martina e questo post è ancora un altro promemoria!!! Dai prometto che farò queste patate e che ti stupirò... anche senza una reflex....!!! ... o almeno lo spero (di stupirti!!!) ahahahahahah baci

    RispondiElimina
  10. ma sono meravigliose!!e chissa'che buone :)

    RispondiElimina
  11. una patata saporita e una patata bellina..i miei complimenti.....
    *_^
    lia..

    RispondiElimina
  12. Beh, e' bellissima.
    Ma ti scrivo una mail ...;-)

    RispondiElimina
  13. @Francesca: Grazie. Mi fa piacere ti siano chiaro le spiegazioni

    @Gambetto: Allenati con il quiz (capisschammme!!) ;-)
    ahahahah

    @Federica: !!! In perfetta sintonia, allora.
    :)

    @Fujiko: …cos’altro avresti voluto dire…?
    :))

    @Martina: Hai ragione. Non ho fatto il bilanciamento del bianco né prima né dopo.
    Fai bene ad esser rompipppp…, lo sai che apprezzo le critiche (se costruttive) ;-)

    @sulemaniche: …così poi ci farai sapere

    @Fortunazero: …e mica lo trovo l’errore! OK, assunta!
    :D :D

    @raravis: ..che poi mica ho scritto tanto in questo periodo!
    Dai, che ti rifarai. Aspetto tuo mp ;-)

    @Luna: Dai “patatara” …anche se “patatona” mi piace di più! Ci chiamavo Valentina quan’era piccola :))

    @Mirtilla: Effettivamente lo devo ammettere: sono buone! :))

    @Lia: Grazie. Ma la tua “socia” che fine ha fatto?

    @Araba: …mostaranno tutti a pensa’: “ma che j’avra’ scritto?!?!?!”
    :D :D :D

    @Me: …si, anche a me sembravano buonissime. Poi le ho fatte e mi sono tolto ogni dubbio!
    ;-)

    RispondiElimina
  14. Benvenuto nel tunnel della Hasselback!!!! :-DDDD

    RispondiElimina
  15. Ma non ci hai svelato il mistero...ha dato più soddisfazione fare la foto o sbafarsi la patata?
    Io che sono una materialista sceglierei subito la seconda...sembra di sentire il profumino da qui ^__^

    RispondiElimina
  16. Ma lo sai ziopiè che a volte anch'io ho pensato di preparare una ricetta solo per fotografarla?? però pensavo di essere strana....ahhaahahha
    bella bella bella la foto!! e anche la patata che volevo provare da un pò

    RispondiElimina
  17. ..si si mi ricordo quell'epoca della patata..Tutti fissati con la patata, anche Muscaria, Acquaviva...
    Adesso la devo importare qui ´sta patata perché mi ha incuriosito non poco.....Poi devi venire qui a fare la foto, peró.

    RispondiElimina
  18. Ora,leggendo questo post,verrebbe proprio voglia di farsi una bella patata,e perchè no anche due,tre......
    PS Bella foto zietto!!!!!!!!!!! ;-)
    Marina.
    ahahah

    RispondiElimina
  19. @Mus: Ecco. Hai fatto bene a precisare!
    :))

    @elenuccia: Sbafarmi la patata! Alla fine mi ha dato più gusto che fotografarla. Ma anche prepararla è stato piacevole e divertente ;-)

    @titty: …guarda ti confesso che spesso cucino già avendo in mente come fare lo scatto. Ne ho parlato diffusamente qui

    @Gluty: ..e lo so! Quando uno entra in fissa poi non se la toglie più dalla testa

    @Marina: Ohi, ma guarda chi si risente!!! Dovevo fare un post sulla patata per farti venire fuori?!?!? Io ti aspettavo sui lievitati…(pizze, babà, ecc…).. Vabbe', ben tornata!
    :))

    RispondiElimina
  20. Zio, visto che ti chiedevi dov'era il refusino che ti aveva fatto notare fortunazero te lo dico io....Hai scritto usCionate anzichè ustionate...;)Cmq i eefsi sono una roba tyremenda..:Io quando ho scritto la tesi l'ho letta, riletta, corretta con word, riletta, fatta leggere ecc...e nonostante questo alla fine i refusi c'erano lo stesso! Il fatto è che il cervello non legge tutte le lettere ma uan volta intuita la parola anticipa e quindi dopo un po' dienta impossibile vedere tutto...Il correttore di blogger poi è uan ciofeca, quindi....

    RispondiElimina
  21. @Martina: ahahaah, mi hai fatto morire con questo mesaggio pieno di refusi!!!
    E mi hai anche ricordato che io nella tesi ho fatto un refuso nel titolo!!!! Roba da non crederci! Se n'è accorto quello che faceva le fotocopie!!! (e all'epoca si batteva a macchina, mica c'era word!!!)
    Cmq è come dici tu: il cervello anticipa.

    p.s. e ti dirò pure che l'errore che aveva individuato fortunazero era un altro ancora!!!
    Mi dovrei mettere da solo dietro la lavagna!!!
    Grazie ad entrambe! ;-)

    RispondiElimina
  22. che bellezza questa patata! e la foto non ti ha tradito: si vede proprio bene che è una squisitezza! come stai, ho letto che hai avuto molto da lavorare! a chi lo dici anche io sono molto impegnata, non riesco a seguirti sempre! ecco ora mi linci!!!! un bacio!

    RispondiElimina
  23. bella la foto!
    io le avrei assaggiate anche molto volentieri :P
    buona settimana!

    RispondiElimina
  24. A ziopiè ma a quest'ora della notte secondo te posso stare qui a guardare la tua patata? :-D ti confesso anche che non ho aperto tutti i 180 link che hai messo, chettepossino! Domani la faccio anche io! Mio marito adora le patate :-)

    RispondiElimina
  25. hai cominciato fotografando e hai finito gustando! e mi hai fatto venire una voglia matta! devo provare anch'io! complimenti! bacioni!

    RispondiElimina
  26. Sempre un piacere leggerti! Anche a me capita (a volte in ore assurde) di mangiare con gusto subito dopo la foto quasi dimenticandola ;-) Grazie per i consigli sul taglio.

    RispondiElimina
  27. piè... la foto del tubero è molto bella ovviamente ma... non lo posso leggere... non se pò leggere... un continuo doppio senso, non je la fò, non glie la fò proprio, mi vien troppo da ridere... te possino!!! :D

    RispondiElimina
  28. @Queen: ...come potrei linciarti?
    :))

    @Gio: Grazie!!! :))

    @Stella: Buongustaio anche tuo marito!

    @Lia: ...non siete due nella foto?
    :))

    @Amore Vero: ...voglia matta di cosa? Cucinare o Fotografare?
    :))

    @Edda: Be', i consigli li ho prsi da altri blogger ;-)
    Grazie a te per passare spesso da me :))

    @Cristina: ahahahah, ma tu trovi i doppi sensi pure sull'autostrada!!!!
    ahahahaahah

    RispondiElimina
  29. due anime e una mente ^_* hahaha
    ma certyo che siamo due ... come mai me lo chiedi ? si nota che è meno presente..!!??
    lia

    RispondiElimina
  30. "la foto... la foto... la foto...

    o la patata?"

    p.s. il commento è una citazione cinematografica. chi indovina da che film, vince...

    ... un bel viaggio in auto, me alla guida, sotto la pioggia battente, meglio se sulla salerno-reggio calabria, ma anche la firenze siena o la fi-pi-li potrebbero andare :-)))))

    RispondiElimina
  31. @Lia: Mi sembra che ormai ci sia solo tu....

    @Gaia Celiaca: Citazione da film? Non mi viene in mente nulla.... ?
    :((

    RispondiElimina
  32. si e vero ultimamente ci sono più io e meno lei ...spero che questo non dispiace per la mia presenza 0_0 e che lei lavora e tra lavoro e impegni vari gli portano via un pò di tempo ...
    ma presto arriverà la mia nipotina...
    un bacio ziopiero da lia

    RispondiElimina
  33. @Gaia Celiaca: "la donna... la donna... la donna... o l'omo?"
    Però della fi-pi-li ne faccio volentieri a meno, grazie.
    :-)

    RispondiElimina
  34. @Lia: Ma certo che mi fa piacere la tua presenza. Mi ha sempre fatto piacere :))

    @perladarsella: ....aiutoooo!!! Ma che film è?!?!?!
    :))

    p.s. con Gaia al volante manco sulle giostre!!!!
    :D :D :D

    RispondiElimina
  35. Ziopiero, è "Berlinguer ti voglio bene", credo sia stato il primo film di Benigni.
    Qui c'è la scena:
    http://www.simonebartali.net/2011/02/10/la-donna-la-donna-la-donna-o-lomo/

    RispondiElimina
  36. @perladarsella: Ma questa è una vera chicca!!! Non me la ricordavo questa scena!!!
    Mammamia quanto tempo è passato...34 anni...
    Grazie-e-e-e!!!
    :)))

    RispondiElimina
  37. Le ho fatte anche io qualche tempo fa seguendo la ricetta di Martina.
    Sono buonissime e concordo, vanno condite con le mani tassativamente.

    Certo tutti sti doppi sensi so' voluti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto le tue patate. Belle!
      Doppi sensi? Quali doppi sensi? :O :O :O
      :D :D :D

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails