lunedì 10 giugno 2013

Quadro d'Autore by Montersino ...perché non parli?

Penso quasi tutti voi conosciate la storia del Mosé di Michelangelo.
Pare che l'artista alla fine dell'opera si sia talmente meravigliato della sua bellezza che con lo scalpello ha colpito il ginocchio destro, lasciando un segno ancora evidente e pronunciando la ormai fatidica frase:

"Perché non parli"?

Una cosa del genere mi è capitata facendo il Quadro d'Autore, ennesima ricetta di Montersino da me riprodotta.

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
"Perchè non parli?"

:D :D :D

In realtà questo quadro parla...si esprime, attraverso le immagini che mi hanno fatto sognare per tre anni!

Infatti era una di quelle preparazioni messe nella lista delle cose da fare, ma alla fine mi sono sempre tirato indietro e sapete perché? Mi spaventava!!!

Siiii, mi spaventava.

Poi ho capito che in realtà era solo una questione psicologica: il dolce è semplicissimo da fare.
E' solo una questione di organizzazione, come per l'Opéra o per la Setteveli.

E così mi sono organizzato.
Ho studiato, ristudiato pianificato e alla fine ho capito che sarebbe stato un gioco da ragazzi.

Allora, che facciamo, partiamo con i dettagli?

Per prima cosa l'occorrente:

Quadro d'acciaio (io 18x18 cm)
Spatola a gomito
Sac a Poche
Foglio di acetato 
Piano di appoggio per la torta (il fondo di una tortiera, o anche una teglia, purché entri nel congelatore) 

Poi l'occorrente pronto:

Pan di Spagna (che potete fare quando volete e congelarlo)
300 g Crema Pasticcera (che potete fare il giorno prima)

A questo punto voi forse non ci crederete, ma il grosso è fatto!!!

Disceee...ma basta un pandispagna e della crema?

Siiiii! Praticamente si!!!!!

Altri ingredienti

400 g Panna da montare
10 g di gelatina in fogli
Gelatina liquida neutra per decorare dolci
40 g di limoncello
Zucchero
Zeste di  Limoni
Tante fragole
Un kiwi
Un mango
Pistacchi
Eventualmente altra frutta per guarnire inmaniera più ricca!


Si inizia!

Voi seguite i vari passi in quest'ordine (studiato appositamente per renderci la vita facile)

Ammollate i fogli di gelatina (5 da 2 g l'uno) in acqua fredda.
Montate la panna
Strizzate e asciugate la gelatina in un foglio di carta cucina
Scaldate 100 g di crema nel micronde con le zeste di limone.

Scioglieteci dentro 6 g di gelatina, un foglio per volta 3 fogli in tutto, mescolando per bene fino a completo sciogliemento. Consiglio: la crema deve essere bella calda.

Unite 15 g di limoncello e mescoalte
Unite il resto della crema e mescolate benissimo e con una certa energia in modo che torni bella cremosa, appunto.


Unite la crema alla panna facendo come al solito attenzione a non smontarla (se non sapete come fare guardatevi questo filmato fatto per voi); otterrete così una chantilly di crema.

A questo punto saranno passiti si e no 8-10 minuti.

Mettete il foglio di acetato sul piano d'appoggio per la torta e sopra metteteci il quadro.
Tagliate kiwi e fragole e metteteli all'interno del quadro:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Ora riempite la sac a poche con la chantilly e andate a contornare la frutta, come in figura:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Livellate poi con la spatola a gomito facendo attenzione a mandare la crema sui bordi in modo uniforme:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Diciamo che in meno di 10 minuti ce la dovreste fare! E siamo a 20'

A questo punto mettete la vostra torta nel freezer.

Passiamo alla gelé di fragole.
Frullate le fragole, aggiungendo un po' di zucchero:
(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Scaldate sul fuoco o nel micronde
Aggiungete i 4 g di gelatina avanzata.
Fatela freddare.

Togliete la torta dal freezer.
Pulire il quadro lungo i bordi se sono presenti macchie di crema.
Mettete la gelé facendo attenzione di farla combaciare bene lungo i bordi.

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Altri 10 minuti e siamo a 30'.


Freezer fino a congelamento della gelé.

Intanto preparate la bagna al limoncello facendo bollire per qualche minuto 100 g acqua con 100 g di zucchero.
Quando il liquido si sarà freddato, aggiungete il limoncello (se lo fate prima parte del liquore evaporerà)

Tutta questa oprazione vi porterà via 5' (escluso il tempo di attesa per il raffreddamento)

Togliete la torta dal freezer quando la gelé è congelata e distribuiteci sopra il secondo strato di crema.
Quindi mettete il Pan di Spagna e imbevetelo per bene con tutta bagna al limoncello:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Se ve la prendete comododa vi ci vorranno 10 minuti. E siamo a 45'.

Ora lasciate il dolce nel freezer anche per 3 mesi!

Il giorno prima di consumarlo potete procedere all'ultima fase: la guarnizione.

Potete guarnire facendovi guidare dalla vostra fantasia o prendendo spunto da qui:

Tagliate una fettina di mango a forma di semisfera e incidetela come in figura:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Poi facendo pressione da sotto la buccia cercate di rigirare la semisfera e passatela nella gelatina liquida.
Stessa cosa per le fragole (o altra frutta che decidete di usare per la guarnizione)

Togliete la torta dal congelatore.
Togliete l'acetato.

Ammirate il vostro quadro...

Versatevi adesso la gelatina liquida (che ovviamente NON deve essere calda!) e con la spatola a gomito distribuitela sulla superficie.
Ora potete togliere il quadro d'acciaio. Se non viene via subito scaldate i lati con un cannello o avvolgeteli con uno strofinaccio impregnato di acqua bollente e poi strizzato.

Guarnite con la frutta lucidata e i pistacchi:

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Il dolce va fatto scongelare in frigorifero (a 4 gradi ci vogliono almeno 16 ore) eeeee ...

Mi raccomando: non dategli una martelalta come fece il Michelangelo con il suo Mosé!!!


Io però gli ho dato una bella coltellata per farvi gustare una fetta, tutta per voi:
(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Che altro aggiungere....

Il sapore è sublime, delicato e intenso contemporaneamente.

Importantissima la temperatura a cui lo gusterete, meglio se tenuto un pochino fuori dal frigo: le creme devono essere morbide, non devono dare la sensazione di esser troppo fredde, altrimenti i sapori vengono compromessi.

Ora sbrigatevi...che la vostra fetta vi sta aspettando!!!!!

(Fai click sulla foto per ingrandirla)

Ciao e alla Prossima.

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

115 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Conoscevo già questa ricetta ma non ho mai avuto il coraggio di farla, avrei fatto un pasticcio d'autore, ih ih ih!! Complimenti come sempre Piè!!
    P.s: ho schiarito il blog!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ora la farai? Guarda è molto più semplice di quanto possa sembrare! ;)

      Elimina
  3. Adoro questo tipo di ARTE!

    Spatola a gomito?!?

    RispondiElimina
  4. descritto da te è proprio un gioco da ragazzi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda ci ho messo più tempo a rendere semplice per iscritto una cosa apparentemente dificile che fare tutto il resto!!! Vai Stella, provaci!!!

      Elimina
  5. Risposte
    1. oh noooo è stata contaggiata da emmeti,,è inciampata! :))

      Elimina
    2. Mayabbella, emmettì inciampa, io sbatto ovunque :) e quando ho visto il quadro... ho sbattuto la capoccia contro il video :)))) prima di chinarmi a raccogliere tutte le penne cadute a terra e sbattere nuovamente contro il bordo della scrivania... e una volta china, risbatterla quando mi sono rialzata :))))

      Scusi lei, Maestro, se è vero come è vero che cottutte ste botte mi so rimbambita, ma se nell'elenco degli ingredienti ci sono 10 g di colla di pesce, poi appena inizio "Ammollo i fogli di gelatina (5 da 2 g l'uno) in acqua fredda", mi spiega qundo faccio la gelé dove li prendo quelli che "Aggiungete i 4 g di gelatina avanzata"?????? cioé? mi sono avanzati da n'altra cosa che ho fatto n'altro giorno intende?????

      Elimina
    3. Oddio, davvero sei così maldestra quando ti muovi? Peggio di Pippo!!! :D :D :D

      P.S. Questa volta ho scritto bene (strano eh?): tra "l'ammollo" e "l'aggiunta" c'è una frase in cui dico "Scioglieteci dentro 6 g di gelatina..." ;)

      Elimina
  6. Che bella realizzazione! Bravissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! :)))
      (ci sono ancora parecchie imperfezioni, comunque)

      Elimina
  7. bene, quando me ne spedisci una?
    tutta la frutta va bene, a parte le banane che mi sono indigeste...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OK. Ti farò un quadro senza banane! :)))

      Elimina
  8. Che combinazione! Ho pubblicato la stessa torta ieri sera! La difficoltà principale che ho incontrato è stata con la gelè alle fragole, per la quale Montersino non dà le dosi e, anche nella tua realizzazione, la cosa non è chiara. Parli di "tante fragole" e di 4 g di gelatina. Ma quanto pesano tante fragole?...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accipicchia che sincronismo!
      Hai ragione, non sono stato preciso, anche perché la gelé di fragole l'ho fatta a occhio.
      Mi starò forse montersinalizzando?!?!?! :))))

      Comunque le fragole saranno state 4 etti circa. Di zucchero un cucchiaio abbondante.

      :)))

      Elimina
  9. non ho ancora deciso se considerarla semplice da fare come dichiari...
    ma assolutamente splendida sì!
    una meraviglia per gli occhi prima,e sicuramente per il palato poi...
    complimenti!
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...be...diciamo pure che la semplicità è proporzionale alla dimestichezza che hai con i vari preparati e gli attrezzi da utilizzare. Ma penso che chi voglia avventurarsi in un dolce simile, almeno crema a pan di spagna sappia prepararli. Oddio, ora che ci penso pure amalgamare panna e crema, se non lo hai mai fatto, possa portare a qualche problemuccio...sai che ti dico? Prima o poi farò un filmatino su questa tecnica, che dici? :)))

      Elimina
    2. sulla crema ci sono.
      pan di spagna anche.solo a volte si sente troppo il gusto di uova.forse cottura troppo prolungata?
      amalgamare crema e panna,forse.non vorrei smontare la panna.perciò,ok per il filmato!!!
      :-)
      poi dopo potrei tentare l impresa.

      Elimina
    3. OK. Appena possibile mi metto all'opera! :)))

      Elimina
  10. In effetti, strato dopo strato, il quadro prende forma, e l'aspetto finale è gradevole alla vista e sicuramente al palato! Il lavoro è stato certosino ma come ogni capolavoro è degno di attesa e apprezzamenti finali, la tua è una vera opera d'arte, e concordo con te , ogni preparazione, anche la più semplice, ha solo bisogno di organizzazione e pazienza, poi tutto vien da se.
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero..il lavoro è un po' certosino e richiede anche pazienza, oltre ad organizzazione; però dopo la soddisfazione rimane! :)))

      Elimina
  11. Ma alla fine che ti ha detto il tuo quadro? ha parlato? sicuramente ti ha sussurrato di tagliarne un pezzo e di gustartelo. un caro saluto,PEPPE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah, vero! In realtà quando ha visto il coltellaccio ha capito che l'avrei gustato ed è stato contento!!! In fondo è la sua morte a decretarne il successo!
      (mamma che cosa macrabra che ho scritto!!! :D :D :D)

      Elimina
  12. questa ricetta parla è dice: sei stato grande!!!!!!

    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per aver dato voce al quadro! :))))))

      Elimina
  13. A me questo quadro ha parlato!! mi ha detto: "Ciao Frankie! hai visto quanto è stato bravissimo e insuperabile il mio autore ZioPiero?? geniale! solo che, che però, ecco insomma, alla fine mi si è divorato tutto :(:( !!
    POi ha aggiunto: la prossima volta verrò a trovarti!
    :D:D:D:D:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona, tu.
      Organizziamoci, che quando ci rivedremo tutti insieme ti farò assaggiare pizza e dolce, ok? :))))

      Elimina
    2. siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii :D:D:D

      Elimina
  14. ziopiè questo quadro è uno spettacolo e richiede tata capacità organizzativa ed ordine..insomma quelle caratteristiche che io proprio non possiedo. per fare un dolce simile io ci metterei 3 giorni. è davvero uno spettacolo..mi sa che mi dovrò accontentare di mangiarlo virtualmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, Maya, te sto dolce lo ridurresti peggio della tua yaris! :D :D :D
      Quanto a mangiarlo..leggi sopra ;)

      p.s. hai scritto "tata"...lapsus froidiano? Gniafaipiù? Lo Ziopierino t'ha distrutto?
      :D :D :D :D

      Elimina
  15. Uauu!! E' semplicemente perfetto,complimenti sei stato super!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Enrica: troppo buona tu. In realtà ha ancora tanti difetti, ma alla fine mi piace pure per quello...è umano!!! :D :D :D

      Elimina
  16. Questo quadro parla si e dice giusto:" mangiami"!
    Prima o poi mi deciderò anch'io a farlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, non fare come me che ho aspettato 3 anni!!!!
      :))))

      Elimina
  17. Come al solito una perfomance del Maestro sublime. Un abbraccio Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Francesco! :)))
      Un abbraccio anche a te! ;)

      Elimina
  18. E' davvero bellissimo, complimenti!!!
    Anche a me fa paurissima, mi sa che ci proverò fra 5-6 anni u_u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco...aaahhhh, come ti capisco! :D :D :D
      Però vorrei essere anche di stimolo..magari tra un paio d'anni lo farai, ok?

      Elimina
    2. L'importante è non farla vedere a mio fratello!! Entrerebbe in modalità stalker da carenza di zuccheri!!!
      Seguendo il tuo passoxpasso potrei farcela in 2 anni ;-)

      Elimina
  19. Anche io oggi ho Montersinizzato, ma tu mi vuoi fare credere che ti sei fatto intimidire da una torta così semplice???
    Naaaaaaaa ...
    hai ragione, la crema al limoncello è molto delicata e io spesso la uso anche per altri tipi di torte. Hai notato la differenza nel libro tra la ricetta e la foto? nella foto sul fondo del dolce c'è la gelè, mentre nella descrizione montersino mette frutta fresca. i suoi soliti misteri ... ahahaha
    buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero passato da te di corsa, ho visto una meraviglia e allora mi ero ripromesso di passare con calma, magari tra due mesi! :)))

      Sì, ho notato quelle differenze, così come ci sono pure nei filmati. Ma d'altra parte si sa: il cinema, come spesso anche la fotografia, è finzione. :)))

      Elimina
  20. Montersino...Montersino...o'perchè sei tu Montersino...o'perchè m'hai conquistato lo ZioPiero....lui che solitamente corre dietro le donne...da te non s'è ripreso...magari so io che non capisco...che m'ha preso...o'perchè quando vedo te...me viene in mente un bidet?! :P ahahahahahaahah
    PS
    Grande dolce...ma la poesia e la poesia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non stai bene! Da quando ti sei iscritto a FB non ti riconosco più!
      Torna tra noi! Ho appena ritirato la macchina dal carrozziere e neanche sei venuto a rigarmela... no no no, tu non sei più quello di una volta...

      :)))))

      Elimina
    2. Sono più di due settimane che non sto nemmeno su Fb....e che proprio non mi và...però la macchina tua vengo a "trovarla" volentieri!! :P ehehehhe

      Elimina
    3. Ecco!!! Ora sì che ti riconosco!!!
      ..e parafrasando un noto modo di dire napoletano, aggiungo:
      "La portiera mia sotto 'o cacciavite tuo!" :)))))

      Elimina
  21. ...In effetti SI, a questo dolce manca solo la parola... una favola...

    Ho tutto l'occorrente... l'unica cosa che mi manca è il tempo... ma è solo provvisorio :) in attesa di giorni migliori mi gusto le tue foto e i passaggi...

    In effetti tu riesci a rendere semplice una torta da grandi professionisti. Tu sei un professionista..

    Complimenti:*

    Ps MI SEI MANCATO.... vado a fare un giro di recupero post... (che siano stati giorni duri lo sai già... sto chiudendo gli occhi praticamente alle 8.30 di sera insieme a Gin...)

    ti bacio e ti abbraccio:**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prenditi i tuoi tempi, Simo'. Questi dolci vanno fatti con la dovuta calma. ;)

      Adesso pensa a riposarti, così ripartirai più grintosa che mai!!!

      Bacioni anche a te (con abbracci!)

      :)))

      Elimina
  22. Una coltellata? Dopo tutto sto "dipingere"? Oppure preferisci fare lo scultore? Togliere dalla materia quello che già ha al suo interno...comunque le tue creazioni sono bellissime, come già sai!
    Bella davvero, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace come hai definito lo scultore...! :)))

      A presto, Berry...a moooolto presto! ;)

      Elimina
  23. Sai che tutte le volte che lo vedo mi vien voglia di farlo e poi lascio perdere perchè praticamente è impossibile trovare nel mio mini-freezer il posto per farla rassodare? L'unica volta che ho fatto la millefoglie al caffè è stato un delirio...ho dovuto pianificare i pasti per una settimana per svuotare il freezer :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..e tu pianifica, che ne vale la pena! ;)

      Elimina
  24. CHE BONTA' QUESTA TORTA ERA DA MOLTO CHE NON PASSAVO A TROVARTI,SAI CHE FACCIO TI PORTO TRA I MIEI BLOGROLL PREFERITI COSI' NON MI PERDO MAI PIU'UNA TUA RICETTA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Licia. Io sto sempre qua. Torna quando vuoi. ;)

      Elimina
  25. Che bella complimenti. Devo dire che ha sempre spaventato anche a me hihihi . Ma la tua spiegazione e' sicuramente più divertente di quella di Montersino devo decidermi e provare ciao ciao :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala, dai!
      Ridendo e scherzando ti verrà fuori un bel quadro! ;)

      :)))

      Elimina
  26. San Pietro ai vincoli!!! Sei un grande!
    Quando venni a Roma col marito, lui chiese di andare a vederlo! Invece quelli di Roma manco sapevano dove fosse.. Con te e' tutt'altra storia ;-)
    Io fossi un dolce non solo ti parlerei, ma mi allungherei per un bacino :*
    Non ti arrossire! Anzi, non scherzo.. Che me ne porti una fetta tu-sai-dove? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! San Pietro in vincoli.
      In realtà io ho dato un'altra interpretazione a quella famosa martellata, forse più veritiera. E' una storia di commissioni, di statue, di tombe e di ripicche...quando verrai a Roma te la racconterò di persona!

      Intanto allungati....in punta di piedi...ni! :)))

      Elimina
  27. oooooooooooooooooooooh!
    ti è venuta bellissima!
    è tantissimo che la voglio fare, vediamo se ci riesco per il compleanno di mia figlia a fine luglio, che me la chiede almeno da due anni.
    peraltro la ricetta originale di montersino è gluten free, e anche se non lo fosse il PdS è una delle robe che viene meglio senza glutine.
    favolosa anche la decorazione sopra.
    da quando sei pure diventato un maestro di carving?
    io presissima da un corso tremendo, purtroppo non di cucina, non leggo più niente. ma quando mi capita un saltino ce lo faccio, da te, che c'è sempre da imparare. un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Gaia! :))

      A presto, moooolto presto! ;)

      Elimina
  28. Ciao, ti seguo da un bel po' silenziosamente e resto sempre abbagliata da tutto quel che fai....qui però.....mi vedo costretta a uscire dal silenzio: FINALMENTE mi hai messa in grado di vedere il quadro d'autore come una torta fattibile!!!! Grazie grazie grazie! Ora son convinta di potercela fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e FINALMENTE ce la farai!! :)))
      Dai, aspetto la tua realizzazione!!! ;)

      Elimina
  29. Olà Zio, ma che stai a dì? Pensavo che da mò che l'avevi fatto sto dolce... non mi sono spaventata io, perchè avresti dovuto farlo tu? L'unica cosa è che con tutto quello che ho usato per fare questo dolce poi ne ho fatti altri due... Un bascione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...eeeee, con la fantasia da mo' che lo avevo fatto. :))))

      A presto, Patty. ;)

      Elimina
  30. E' proprio un'opera d'arte.. descritta perfettamente poi..bravo Ziopiero come sempre. Complimentissimi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Sabrina. Troppo buona! :))))

      Elimina
  31. Come diceva qualcuno qui sopra anche io conosco ed ammiro la ricetta da ANNI, e mai che abbia avuto il coraggio...è come l'Operà, temo che più di qualcosa vada storto e mi ritrovi con un quadro da rigattiere invece che con capolavoro come il tuo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lànciati, Araba.
      E se malaugaratamente qualcosa dovesse andare storto... puoi sempre dire che era una ricetta di Nigella!
      :D :D :D

      Elimina
    2. Ahahahahahahah povera Nigella :-D

      Elimina
    3. Ma tu lo sai che... "mi piacciono le sue idee" :D :D :D

      (immagino sia inutile chiederti chi diceva questa frase e a proposito di chi... tu sei la regina delle citazioni! ;) )

      Elimina
  32. ah però, anvedi che figata! e io che pensavo ci volessero 3 giorni di lavoro, diavolo di uno zio.... mò t'aa posso dà 'na martellata? :D:D:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha, e dammela 'sta martellata!!! :)))

      Elimina
  33. Non ci credo che tu fossi spaventato...
    naaaaa..non ci posso credere....
    Risultato superlativo come sempre!!!

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...in realtà la mia era pigrizia...ma non lo volevo confessare... sssshhhhhh ;)
      :))))

      Elimina
  34. Fatto!
    e incredibile ma vero, questa volta parecchio prima di te!
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E mi ricordo bene. E te lo commentai pure! Meritava di vincere davvero quel tuo quadro ;)

      Elimina
  35. Ziopiè, oggi ti piace vincere facile con me, visto che sto a fa' 'na dieta tremenda e mi mangerei pure le zampe del tavolo... Ma questa robba è bellissima! Dammi solo un consiglio: non potendo mangiare la colla di pesce (per motivi religiosi), sai per caso se esiste una sua "gemella" vegetale al 100%?
    Un abbraccio dalla magrissima ALicE (lo dice il nome stesso!!!!) :lol:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovresti trovare la colla di pesce vera, non quella fatta con la cotenna e le cartilagini del maiale.
      In alternativa puoi usare l'agar-agar per la gelé e questo sistema per lucidare.

      ...Ma scusa, non stai a dieta?!?!? :D :D :D

      A presto, secca! ;)

      Elimina
    2. Ziopie', la dieta di quest'anno è la bislacca 5:2, ovvero due giorni a stecchetto e cinque giorni liberi. Perciò la torta ci sta tutta.
      Detto questo, io credo che anche la colla di pesce vera (ammesso che si trovi) non sia "kasher", perchè è fatta con pesci non permessi.
      Io l'agar-agar non l'ho mai usato. Tu conosci le proporzioni?
      La farina di semi di carrube (comprata per i gelati e mai usata) invece può essere utile?
      Ciaooo!

      Elimina
    3. Anvedi...e che è 'na dieta? 5:2??
      Senti a me: fai la 007, 'npratica nun magni gniente (zero-zero, appunto) pe sette giorni e poi sei pronta per uscire con James Bond! :D :D :D

      Agar-agar mai usato neanche io. E neanche la farina di semi di carrube.

      Elimina
    4. Abbello! Io dieta o non dieta potrei uscire, altro che con James Bond, con CHIUNQUE!!!!
      Occhei???
      :-D

      Elimina
    5. OK, allora esci con me!
      :D :D :D :)))

      p.s. dai che ce stava bene come claim per una dieta 007!

      Elimina
    6. Si, ma lo sai che noi femmine, specie quando siamo a dieta siamo un po'... "ammicciose"!

      Elimina
  36. E me lo sono regalato per il mio compleanno!
    Buonissimo! anche se devo dire che la gelatina me l'ha un po' rovinato.
    lo so lo so lo so, è sovradimensionato :) ma io sono tanta, ed esagerata di default, non poteva venire altrimenti :)
    baSci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. capperi! non ce l'ho fatta per 4 minuti!

      Elimina
    2. Ma sei assolutamente folle!!!!
      Certo io ho aspettato 3 anni... tu neanche 3 giorni!!!

      Che spettacolo di fiori! Bravissima!!!

      p.s. se ti capitasse di replicarla cerca di fare gli strati più sottili e trova un'alternativa alla gelatina... oppure non mettercela proprio! Anche a me ha dato qualche problema.

      Elimina
  37. Zio ho un dubbio.. siccome vorrei provare a farla per il compleanno della ragazza di mio figlio, mi chiedevo.. ma il pds lo faccio e lo congelo.. poi quando mi serve lo scongelo.. e poi ricongelo? Ma è giusto?..non so se mi sono spiegata..e se poi avanza la potrà ricongelare????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sei spiegata benissimo.

      Allora, quando ti serve il pds lo metti in cima alla torta, imbevi e poi rimetti tutto in freezer. Se sei rapida non ti si scongela.

      Se ti si scongela non è un problema ricongelarlo (so che molti inorridiranno davanti a questa affermazione, ma vai tranquilla, non mi dilungo qui in dettagli scientifici).

      Se poi vuoi risparmiare ancora tempo, congelalo direttamente tagliato nella forma che poi ti servirà.

      p.s. ovviamente avvisami quando lo avrai fatto che lo vengo a vedere!!! :)))

      Elimina
    2. Grazie, esaustivo come sempre!!

      Elimina
  38. Ci sono riuscita a 'latère' :-D
    ma solo per poco e SOLO col commento,
    perchè la torta me la mangio con gli occhi, TUTTI I GIORNI (povera me, come sto messa), da lunedì.
    Resisterò ancora a non farla?
    Tamara s'è già tolta il pensiero :))) Beata lei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sei riuscita, ma qui avevamo tutti nostalgia e qualcuna si è pure preoccupata!!!)

      Falla, falla, così poi non ci pensi più!!! ;)

      BaScioni

      Elimina
  39. Ciao Zio!! Ho visto che questa torta l'hanno fatta da Eataly venerdì scorso per il compleanno della struttura...io sono arrivata che ero già finita (e nn puoi capire quanto ci ho rosicato!!) ma ho visto le foto...riflettevo su come fosse fatta ed in effetti l'avevo pensata giusta!! Acetato sul fondo e gelatina neutra x lucidare...meno male che me ne hai dato conferma così la posso rifare dev'essere una squisitezza!!! grazie, ciao!! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consolati, Ginger.
      Quelle torte son molto belle ma, ahimé, sanno di poco.
      Rifatta in casa è tutta un'altra cosa, vedrai! ;)

      Elimina
  40. Ciao Zio Piero!!! Complimentissimi per il blog, che seguo sempre anche se commento raramente (ti ho scoperto grazie al Nanni)! Un consiglio per questa torta, che mi appresto a fare per la prima volta tra venerdì e sabato prossimi...il fatto di congelarla non "cuoce" la frutta fresca? Inoltre l'acetato dove posso comprarlo? In caso, posso sostituirlo con qualche altra pellicola o è indispensabile l'acetato? Grazie per tutto il supporto tecnico che potrai darmi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia e Benvenuta!!!
      Il congelamento alla frutta fresca non fa mai bene, ma nell'insieme poco si percepisce; il grosso dei sapori è nelle creme.
      L'acetato lo trovi nei negozi specializzati in materiale per cucinare ed è ideale per lasciare liscissima la superfice su cui lo metti. Altre pellicole fanno pieghe e grinze a danno dell'estetica finale.

      Poi fammi sapere come ti viene, eh?

      :))

      Elimina
    2. Mille grazie Zio Piero!! Certamente, ti dirò il risultato :-)) Buon pome!

      Elimina
  41. Ciao!!! Direi che la tua spiegazione è anche meglio di quella di Montersino!!! Ho deciso di fare questo dolce per il mio nonno che sabato compie... 90 anni! Direi che si merita questa meraviglia! Ti scrivo, oltre per farti i complimenti, anche per farti qualche domandina: dove posso trovare la gelatina neutra a freddo? Pensavo di fare il dolce in uno stampo 20x30 (anche perchè è l'unico rettangolare che ho, gli altri son tondi ma squadrato mi sembra molto più d'effetto), secondo te che dose dovrei fare? pensi che quella indicata da montersino nella sua ricetta possa bastare?
    Spero di avere tue notizie in tempo per sabato ;)
    intanto grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti, Franci.
      La gelatina neutra a freddo la trovi nei negozi specializzati. In alternativa potresti fare come ho descritto sopra nel post oppure seguire quanto riportato qui da Pinella.

      Se usi uno stampo 20x30 raddoppia tutte le mie dosi.

      In bocca al lupo e...fammi sapere, eh?

      ...e, ovviamente, auguri per il nonno!!! :)))

      Elimina
    2. gelatina neutra a freddo trovata... e con grande fortuna in un supermercato ;) approfitto per farti un'altra domandina: pensavo di fare il dolce il sabato, lasciarlo in congelatore fino la sera, poi toglierlo e decorarlo con la frutta e lasciarlo a scongelare in frigo tutta la notte. Dici che per il pranzo lo trovo al punto giusto?
      Grazie ancora e crepi il lupo!!!

      Elimina
    3. Franci, perdonami ma mi sono potuto collegare e leggerti solo ora. Spero tutto sia andato per il meglio. In ogni caso i tempi da te indicati vanno bene.
      Ancora auguri per il 90 anni e...fammi sapere!!!
      :)))

      Elimina
  42. Grazie mille per la ricetta e le spiegazioni! http://vogliadicucina.blogspot.it/2014/02/torta-quadro-dautore.html

    RispondiElimina
  43. Quando si parla di torte particolari di Montersino..io ricorro al tuo blog...perche'come la descrivi tu..nessuno!!!
    Grazie grazie grazie bellissima descrizione e sintesi..Ho fatto la giardino di fragole ed e'venuta perfetta:una favola!!
    Ora provero'questa,e sono sicura dell'ottima riuscita.....grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!
      Se lo sapesse Luca... :))))

      Vedrai ti verrà ottima anche questa!
      Fammi sapere poi, eh? :))

      Elimina
  44. E che dire? Un successo bellissima e buonissima..
    Grazie di cuore per averla resa facile!!! ;-)

    RispondiElimina
  45. Complimenti. ..ma quanto tempo prima devo tirarla fuori dal frigo, un 'ora è sufficiente?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se l'hai fatta scongelare in frigorifero per 16 ore, come ho descritto nel post, va bene anche mezz'ora prima di consumarla.
      :)))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails