lunedì 22 febbraio 2016

Un Pane Semplice Semplice ma Buono Buono



DiSCeeeee...ma zzipie', ancora pani? Ma ne hai fatti tantissimi!!!

Ma questo è semplice semplice.

DiSceeee...ma lo vedi che forma buffa?

Ok, ma tu non guardare la forma, guarda la sostanza.

DiSceeee....ma almeno è bbbono?

Be', l'ho scritto nel titolo...e poi non vedi che alveolatura?

DiSceeeee....ma che c'entrano le uova dietro e le arance accanto?

Vabbe', era  creare un po' di colore sullo sfondo e rendere l'idea dell'ambiente casalingo

DiSceeee....

Aho! DiSce...DiSce...Disce....!
Emmo' statte mpo' zitto! 'Sto pane l'ho fatto per le Svalvolate del Condominio che questo mese ospitano Panissimo, OK?

.....

Come cercavo di dire, questo pane è quello di tutti i giorni, lo impasto il venerdì sera e la mattina del sabato lo cuocio.
Rimane fresco e morbido per una settimana, purché conservato sotto un canovaccio.

Per l'impasto consiglio l'uso di un'impastatrice, visto che è molto idratato.
E per la lievitazione consiglio gli stampi da plumecake, dove può crescere bene in altezza.
Per la cottura, vi suggerisco di farla sempre negli stampi, rivestiti di carta forno.

RICETTA
(Per due stampi da plumecake da 30x11x6cm)
150 g di lievito madre
630 g di acqua
130 g di farina manitoba
600 g di farine miste (ma un buon 40% integrali!)
 20 g di sale
 20 g di olio 

  • Versate nella planetaria il lievito madre tagliato a pezzettini e unitevi  80 g di acqua, presa dal totale
  • Montate il gancio a foglia e azionate l'impastatrice fino a far amalgamare bene i due composti
  • Versate tutto il resto degli ingredienti e continuate ad impastare fino ad incordare l'impasto 
  • Finite di lavorare l'impasto fuori dalla planetaria, facendo un po' di Slap and Fold 


  • Dividete in due l'impasto e formate due filoncini (se l'impasto dovesse risultare poco maneggevole, dategli una forma alla meno peggio e adagiatelo semplicemente dentro lo stampo)
  • Sistemate i filoncini negli stampi da plumecacke, foderati con carta da forno

  • Coprite con un canovaccio


  • Lasciate lievitare fino a quando l'impasto arriva al bordo; i tempi di lievitazione dipendono dalla forza del vostro lievito madre e dalla temperatura ambiente: Orientativamente a 28° 6-7 ore, a 24° 9-10 ore, a 20° 12-14 ore

  • Cuocete a 240° per i primi 10 minuti, poi altri 10 minuti a 200° e infine a 180° quasi fino a cottura (lo capite dal colore)
  • Togliete il pane dallo stampo, rimettetelo nel forno a 180° fino a cottura ultimata. 

....DiSceeee...Azzzipiéééé....ma lo vedi che forma buffa?

(io questo lo ammazzo!!!!)


Con questa ricetta (e questa forma!) partecipo a Panissimo, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra,  e Barbara, Bread & Companatico,
questo mese ospitata nel blog Un Condominio in cucina

http://www.sonoiosandra.ifood.it/panissimo


Ciao e alla Prossima

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

18 commenti:

  1. Ma lascialo diScere no!!! poraccio, passamelo, Pieroooooooooo!
    oh, mica abbiamo i tappi nelle orecchie, abbiamo sentito!
    Grazie, grazie ad entrambi per tutti questi pani che ci state portando, anzi, questi lievitati, il dolce, la focaccia, il pane e lassù vedo anche dei bellissimi panini dolci!
    Che sodalizio cementizio il nostro :)
    Il pane? sicuramento sincero e buono, così idratato (poraccio, ecco perché cede sotto il peso di se stesso, così morbido!), com'era??? andrà a finire che farai un pane solo acqua!
    Grazie caro :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DiSceeee...ma tu sei Tamara? Io ancora mi ostino con questo Ziopiero. Posso venire nel tuo condominio? Sono sicuro troverei un'accoglienza migliore!!! :D :D :D

      (Sdonk, Stunk, Sdnak @##!!!@@%@%%!!!)

      Scusa, Socia. L'ho dovuto sopprimere, almeno per ora!
      Vado a infornare un litro d'acqua...hai visto mai che...

      (DiSceeee.....)

      :* :* :* :* :*

      Elimina
  2. Ahahahahahaaahahaahh Piero, Piero!!!
    I tuoi dialoghi mi fanno ammazzare dal ridere!!! :-)))))))))))

    L'alveolatura di questo pane lascia presagire tutta la sua morbidezza e le farine che hai utilizzato, invece, avranno regalato un sapore spettacolare! Sarà che ultimamente ho una passione smodata per gli "integrali" (ma non quelli di matematica però...), ma soprattutto nel pane (e a dire il vero anche nei biscotti) non posso più fare a meno di inserire manciate e manciate di farine integre! ;-)

    Grazie per questo altro tuo contributo!
    Lassù vedo che troneggiano dei panini fantastici e, a seguire, dei biscotti che già mi preparo a replicare! :-DDDDD
    BAsCIO e buona settimana! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella Emmettì!!!
      Dopo aver depredato a mani basse le tue riScette sarà un onore per me vedere che attingi qualcosina da qui... ;)

      BAsCIONI!!!

      Elimina
  3. Ho letto la ricetta.
    Ho guardato l'alveolatura.
    Ho calcolato l'idratazione.
    Ma lo stampo per dargli quella forma dove l'hai trovato?? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stampi da plumecake. Si trovano in qualsiasi negozio di carabattole.
      Poi, certo, ci devi metter del tuo per "rovinarlo" come ho fatto io! :D :D :D

      Elimina
  4. Bene, ora che hai fatto fuori il chiacchierone posso lasciarti anche io un ringraziamento per il tuo pane dedicato a noi. Ti è venuto buffo? E chissene... Il pane deve essere buono, soprattutto buono! ;);) Anche io ho in bozza una cosa presa qua... ;););)
    BaSci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuuhhhh, non vedo l'ora di vederla, allora!!!!
      Pure se te viene buffa cme il mio pane!!!

      BaScioni!

      Elimina
    2. E no eh speriamo di no! Ahahahahhaha!!!! Devi aspettare, non è imminente. ;);)

      Elimina
  5. Ciao! Lo sto provando proprio ora, peccato che passando dalla foglia al gancio ho perso l'incordatura... Cosa può essere successo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sicura che l'impasto fosse incordato?
      E se era incordato...perché hai voluto continuare cambiando gancio? Ormai eri arrivata, no?
      Dai, al limite dacci sotto con "Slap and Fold" ! ;)

      :)))

      Elimina
    2. Sembrava che lo fosse in quanto era tutto aggrappato alla foglia... Secondo me l'impasto si era riscaldato, toccandolo infatti era tiepido. Ho risolto lasciandolo fermo una mezz'ora e rimettendo la foglia, poi un po' di slap&fold. Grazie per la risposta tempestiva!
      Rossella

      Elimina
  6. Ciao, zio Piero! Ma che buono 'sto pane! Complimenti! Potresti specificare le dimensioni degli stampi da plumcake? Grazie mille per la disponibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Me ne ero dimenticato!!!
      30x11x6cm
      Ora le ho inserite anche nel post.
      Grazie! ;)

      Elimina
  7. Meraviglioso!!! Perfetto!!! Grazie mille!!! :)))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails