lunedì 19 gennaio 2015

Tandoori Masala e... le piotte cadute dal cielo!


In origine le piotte a Roma erano le 100 lire.
Ve le ricordate?

Com'erano belle....
E com'erano siginificative!

Con una piotta avevi diritto a 3 canzoni al juke box, o a due partite a flipper o una a biliardino, che se poi avevi anche mezza piotta (cioé 50 lire), incastrandola lungo il perno che faceva uscire le palline, le partite erano infinite o almeno duravano fino a quando il padrone del bar ti sgamava!

Una piotta era anche la richiesta minima sindacale di tutti coloro che elemosinavano qualche spicciolo:
"che sciai 'na piotta?"
Era la frase tipica che ti sentivi rivolgere camminando per le vie dei vari quartieri romani.

Poi col tempo e con la svalutazione il termine ha indicato indifferentemente sia le cento lire, sia le cento mila lire, ma senza timore di confondersi; il contesto nel quale venivano nominate eliminava ogni dubbio.

Come vi ho detto diverse volte, ho abitato 25 anni a Trastevere, in una traversa di via della Lungara.

Questa via, fatta costruire da papa Giulio II della Rovere, effettivamente è una delle vie più lunghe di Roma (da cui il nome) e originariamente collegava in un unica linea retta San Pietro a Santa Maria in Trastevere.

Corre parallela al Tevere e prima dell'arrivo dei Savoia da questa via si arrivava direttamente al fiume.

Poi i piemontesi, per evitare le continue esondazioni, fecero costruire degli altissimi argini tutt'ora esistenti.

In molte zone di Roma non si percepisce la differenza tra la vetta degli argini e l'originale livello di calpestìo, anche perché si sono creati dei leggeri pendii, quasi impercettibili. Tranne nella parte del Tevere che fiancheggia Via della Lungara.

Qui il dislivello con il Lungotevere è evidentissimo, una specie di dirupo verticale la cui altezza massima è 5 metri circa, al livello del famigerato numero civico 29...
Chi conosce Roma sa già  di cosa sto per parlare...

In corrispondenza del 29, infatti, ha sede il noto Carcere Giudiziario di Regina Coeli.

Ora non tutti sanno che nel passato c'era una tradizione assai comune per i romani che vi avevano, come dire, soggiornato: chi usciva da Regina Coeli, per augurarsi di NON tornarci più, lanciava delle monetine, esattamente il contrario di quanto si fa con Fontana di Trevi, dove si lanciano le monetine con l'auspicio di tornarci, e quindi di tornare anche a Roma.

Il gesto scaramantico veniva effettuato contemporaneamente con disprezzo e violenza e il lancio normalmente avveniva da sopra il Lungotevere, come a significare una posizione di superiorità rispetto all'uscita che si trova più in basso.

Ora voi dovete immaginarvi un bambino di 8-10 anni che una mattina, inconsapevole di tutta questa pappardella che vi ho raccontato, camminando per via della Lungara si vede piovere dal cielo 100 lire!!!
E come se non bastasse subito dopo altre 100. E poi 50. E ancora 50! Insomma un vero miracolo caduto dal cielo!!!!

Fino a quel giorno non conoscevo questa usanza, assai nota invece dagli abitanti del quartiere che proprio per questo motivo quando passavano in prossimità del civico 29 abbassavano istintivamente la testa (fino a quel momento pensavo che il motivo fosse per non farsi riconoscere dalle guardie, invece era semplice ricerca di piotte!)

Ancora oggi, quando passo per Via della Lungara, guardo per terra in cerca di qualche euro, più per sperare di ritrovare testimonianza di una vecchia tradizione piuttosto che sperare di fare una colazione gratis (tanto sapete che nei bar ci vado mal volentieri, i cornetti ormai li faccio a casa!).

:))))))

DiSceeeeee....ma cosa c'entra questa storia con il Tandoori Masala?

Niente! Non c'entra assolutamente niente!
Mi andava di raccontarla e basta!!!  :)))))

Anche perché oggi vi parlo di Tandoori Masala così nel prossimo post parlerò del Riso Rosso Thailandese, superbamente insaporito proprio con questo mix di polveri.

Prepararlo è semplicissimo!
Occorre polvere di zenzero, peperoncino, cardamomo, pepe, chiodi di garofano, cannella, cumino, noce moscata...e chi più ne ha più ne metta!

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Con un pestello schiacciate per bene e mescolate.

(Fai click sulla foto per ingrandirla)
Scaldate pochi minuti in una padella e subito noterete come la cucina si riempirà di un inebriante profumo....

(Fai click sulla foto per ingrandirla)


Conservate poi il Tandoori Masala in un barattolo.
Al prossimo post ci servirà per preparare questo Riso Rosso Thainlandese:
(Fai click sulla foto per ingrandirla)


Ciao e alla Prossima.

Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

25 commenti:

  1. Ecco, 'sta cosa proprio me piaSce!
    E la prossima volta a Roma vojo anna' a Trastevere... segna! ;o) :D
    Buona giornata!!! :o)

    RispondiElimina
  2. Cioè tu vorresti dirmi che io ho il tandoori masala a casa e non lo sapevo?!?!?!?!?! Devo solo assemblarlo!!!!!!!!!!!! MERAVIGLIOSO :-)
    AHAHAHAHAH!!! Che bello leggere di quest'usanza delle piotte...pensa che per me le "piotte" sono i piedi....ehm... quindi immagina (puoi!) come avrei potuto interpretare questo tuo racconto se tu non avessi spiegato fin dal principio che vor dì...: un film di Tarantino in piena Roma con piedi mozzati che volavano dal civico 29!!!! ahahahahahahah
    Devo dire che preferisco la mitragliata di piotte dall'alto al crollo del Ponte Milvio per via dei lucchetti!!! :-)

    BASCII
    P.S.: è lunedì...NON FA MALE! NON FA MALE! ADRIANAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaahah, teoricamente in casa avresti anche pandori, colombe e panettonni! :)))))))))))
      Lo sapevi?!?!?! :))))))

      Riccia, ma tu sei peggio di Tarantino, moltiplicato per Rodriguez ed elevato alla Tim Burton!
      La scena dei piedi mozzi che atterrano su via della Lungara è da Oscar!!!!
      E, conoscendo bene la location, me la sto immaginando...teribbbbbile!!!! (co 'na ere, sinnò è erore)
      ahahahahahah

      e comunque: ....è quasi martedì, è quasi martedì....

      p.s. "non ci sarà rivincita..."

      Elimina
    2. Eh che non lo so?!? Solo che nel caso di pandori, colombe e panettoni tra il dire ed il fare ce sta un oceano di olio di gomito!!! Cmq il capitolo panettone non l'ho mica chiuso?!
      Quindi tu e la T@m siete avvisati: diventerò il vostro incubo peggiore a furia di domande sul tema!

      P.S.: "e chi la vuole?! ^_^

      Elimina
    3. Tam...scapiamooooo!!!!! :D :D :D

      p.s. "Guarda che faccia! È una faccia che ci si può fidare, si o no? Questa la potrebbero mettere anche su un francobollo! "

      Elimina
    4. ahahahahahahahah sì, scappiamo a .... Torino!!!!!
      Riccia si unica e irripetibile :)))))))
      Baci ad entrambi :-* :-*

      Elimina
    5. Sì, Tamara! Andiamo a Torino e la facciamo nera! :)))))))))))
      Anzi, continuando con le citazioni di Rocky, "La spezziamo in due , ma dalle risate! :D :D :D :D :D

      BaSci, a entrambe!

      Elimina
  3. una storia di quelle che piacciono tanto a me sulla nostra Roma!
    un abbraccioneeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e sì, da quanto tempo è che non vieni in giro con me alla scoperta di antichità...?

      :)))))

      Elimina
  4. Fantastico.... e pensare che io da ignorantona pensavo che le piotte fossero le mille lire... ma che capra! Non sapevo dell'usanza degli ex detenuti di lanciare la monetina usciti dal carcere... mi è piaciuta molto questa storia.... il masala lo conosco e lo amo alla follia... mi piace l'idea di miscelare le spezie secondo gradimento... Mi piasce quando racconti le storie della tua città! Un bascione forte forte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella Patty! :)))
      Un baScione forte forte anche a te.

      p.s. le mille lire venivano chiamate "un sacco"

      Elimina
  5. Allora, da dove inizio? Dalle carceri! Questa delle cento lire tirate a scopo scaramantico sinceramente non mi ricordo. Però ricordo bene i carcerati che dialogavano dalle sbarre, a voce alta, intonando una sorta di canzone, con i parenti all'esterno. Ah non ti ho detto che la mia bisnonna abitava a via delle mantellate.
    E comunque la piotta resta un mito!

    Tandoori Masala
    sai che ho fatto? Mentre leggevo gli ingredienti tenevo il conto con le dita delle spezie che ho. Cell'ho tutte!
    Compro anche il riso così per la prossima pubblicazione sono pronta!

    BaSci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi quando venivi a trovare la tua bisnonna venivi anche a due passi da casa mia!!!!
      Quanto ai dialoghi tra carcerati potrei raccontarne delle belle....e tutte molto colorite!

      Sulla spunta degli ingredienti lo sai che anche io ho fatto la stessa cosa? Ce l'ho, ce l'ho, ce l'ho...come si faceva da ragazzini con le figurine dei calciatori! :))))

      Tu intanto prepara il Tandoori Masala!!! ;)

      BaSci! :* :* :*

      Elimina
  6. Magari ci saremo pure incontrati! :)))
    Poi mi racconti delle colorite conversazioni eh!!!
    Cell'ho- me manca, era musica! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi lo sa?

      p.s. Pensa che quando ho letto che la tua bisnonna abitava alle mantellate stavo per scriverti: "ma allora era una suora!"
      :D :D :D :D

      Elimina
  7. Seeeeee!!! La mia bisnonna già era al secondo marito, seppellito pure questo. :))))

    RispondiElimina
  8. Ciao Pierooooooooooo :)))))

    E finalmente riesco a posarmi pure qua, che son due giorni che volo all'impazzata a destra e sinistra!
    Ma dimmi un po' con le dosi e proporzioni come ci regoliamo per questo mix strepitosamente speziato???

    Famo a occhio??? O c'è un elemento che deve prevalere??
    Ho già messo gli occhi su quel riso... chissà che bontà!

    La storia delle piotte, me la son rigustata, immaginandoti bimbetto col naso in su a chiederti da dove piovessero le monete... :))))))

    BAsCIONI :* :* :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...a sensazione, Emmettì, a sensazione...annusa, assaggia, prova... :)))))

      p.s. me sa che qualche moneta mi ha picchiato in testa...tanto normale non sono! :D :D :D

      Elimina
  9. non conoscevo questa "tradizione" sto ancora ridendo sulle monetine che volevano come se fosse del cielo... .ma lo fanno ancora? oppure ora lo fanno al contrario?
    Ti fai anch eil mix di spezie troppo bravo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo ancora esista questa usanza....magari un giorno mi piazzo sotto via della Lungara in attesa...hai visto mai dovessi raccimolare qualche euro...?
      :)))))

      Elimina
  10. Voglio venire a Roma a ripercorrere via della Lungara!!! ora che ricordo.... ecco in cosa ho inciampato quando sono arrivata lì vicino.... era una piotta!! (un piede:))))))))))))))))))))))
    il Tandoori Masala? cellò, cellò, cellò, cellò, ciottutto, soprattutto di chi più ne ha più ne metta!
    mi manca solo il pestello.... in questo periodo circolano solo pastelli nella mia cucina :))))))
    baciooni masala!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora eri Tu? Insomma!
      A me oggi a momenti venivano addosso sul GRA! Che strizza! Mejo una tua pestata tua sulle piotte!!!! :)))))

      BaScioni, TAMdoora! :))))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails