lunedì 13 giugno 2016

Multicereali dello Ziopiero, di farine e quant'altro

È tanto tempo che non parliamo di farine.

Come ho sempre detto, le farine sono FON-DA-MEN-TA-LI!
Anche nei biscotti!

E oggi, in questi biscotti, di farine ne useremo diverse.
Farro, grano saraceno e anche una classica.
E useremo anche dei fiocchi di avena.

Ma andiamo con ordine.

Vi siete mai chiesti cos'è il grano saraceno?

DiSceeee...uno pensa subito ai Saraceni! Alle invasioni, ai Mori, ai Turchi.
E poi ti passa pure la voglia di fare i biscotti.

E invece no!
Leggete qua:

Per approfondire l'argomento, sono andato a cercare varie fonti su internet e ho conosciuto Aldo Bongiovanni, del sito Tibiona, marchio che molti di voi sicuramente già conoscono; qui si possono trovare moltissime informazioni e acquistare una miriade di prodotti di genere alimentare, la maggior parte dei quali biologici.

Copiando e incollando dal sito ho appreso che:


La farina di grano saraceno è una farina ricca di sali minerali, fibre e vitamine, viene macinata a pietra naturale oppure a cilindri.

A differenza della farina bianca in cui si elimina la parte corticale esterna (crusca), nella farina di grano sarceno durante la macinazione non si separa nulla.
Contiene molta Lisina e Triptofano. Contiene inoltre vitamine del gruppo B, E, P e Rutina (1mg per 100g), utile per prevenire la rottura dei capillari.
I sali minerali presenti in quantità rilevanti sono invece il Calcio, il Fosforo, il Magnesio e il Rame.


La farina di grano saraceno si usa per prodotti da forno o per la preparazione della polenta saracena: siccome non contiene glutine va impiegata con farina che lo genera come frumento, kamut o farro, oppure si può impiegare per la preparazione del pane 100% grano saraceno con questa ricetta.

E oggi useremo il grano sareceno per preparare questi biscotti:




RICETTA
370 g farina W 130, max 150
 80 g farina di farro
100 g farina integrale di grano saraceno
 80 g fiocchi di avena tritati
120 g olio di semi
80 g zucchero
40 g glucosio
latte qb
5 g lievito torte salate
2 g bicarbonato 

  • Inserite nella planetaria tutti gli ingredienti
  • Mescolate fino a quando l'impasto non diventa una bella pallotta!

  • Stendete l'impasto e, con l'aiuto di un coppapasta, anzi coppabiscotti, formate i vostri biscotti e sistemateli sulla teglia rivestita di carta forno


  • Cuocete 18-20' minuti a 180° forno ventilato

  • Fateli poi freddare su una gratella 


Come dico sempre i biscotti vanno tolti dal forno quando sono ancora un po' morbidi, visto che nei minuti successivi si induriscono sempre un po', perdendo friabilità.

Li potete conservare in una scatola di latta per una ventina di giorni. Dopo inizieranno a perdere un pochino la loro croccantezza.

A colazione sono fantastici!!!




Se volete altre informazioni sul grano sareceno leggete qui
 
Ciao e alla Prossima.



Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

18 commenti:

  1. 'O sarracino,
    'o sarracino,
    bellu granone!
    'O sarracino,
    'o sarracino,
    tutt e cuoche fa suspirá
    E' bello 'e farcia,
    è bello 'e odore:
    sape fá 'integratore
    E' biscottino,
    è tentatore
    Si 'o magnate ve fa 'nnammurá!

    Difatti, amo già questi biscottini saraceni :))))))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tamaraaaaaaaaa! Ma come te vengono?!?!?!?
      È da quando ti ho letto che rido e canto, ovviamente in napoletano!!! Uhé Uhé!!!

      Datti una mossa e fai questi biscottini!!!

      Elimina
  2. Buoni! Mi piacciono questi biscotti, ma qui in Francia trovare farine diverse è una tragedia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possibile che non si trovino?
      Potresti sempre ordinarle e fartele spedire dall'Italia. ;)

      Elimina
  3. Ti confesso che la versione integrale del grano saraceno non l'ho mai vista in giro. Normale si, ma integrale mai. Mi ha incuriosito l'uso del glucosio nei biscotti, qual'è la differenza ad usarlo al posto di una parte di zucchero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente si parla comunemente di grano saraceno, ma esiste quella classica (integrale) e quella bianca. Come sai, nella macinazione della prima non si separa nulla, nella seconda si elimina la crusca.

      Quanto al glucosio ho voluto provare qualcosa che aggregasse, in sostituzione delle uova che, come vedi, mancano tra gli ingredineti.

      Elimina
    2. Interessante, quindi il glucosio aiuta a tenere insieme il tutto. Quindi la farina di grano saraceno normale che è grigiastra sarebbe quella integrale?

      Elimina
  4. ....sono strepitosi Piero, complimenti come sempre!

    RispondiElimina
  5. Son tre giorni che corro dietro a questi biscotti e finalmente li acchiappo!
    Ora mi procuro la farina saracena in un negozietto scoperto da poco qui vicino e mi affretto a farli perché hanno un aspetto bellissimo! :-)))))))))

    BAsCI e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io so già che ti verranno benissimo!!!

      BAsCI :*

      Elimina
  6. Buon pomeriggio Piero! Seguo da tempo il tuo blog e lo trovo sempre interessante! Da te ho imparato tante cose e ti ringrazio come ti ringrazia anche il resto della famiglia che apprezza quando mangia qualche cosa di buono! I biscotti di oggi mi tentano molto ma non ho in casa il glucosio... Lo posso sostituire con lo sciroppo d'acero? Grazie ancora e complimenti ancora! Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Tiziana.
      Il glucosio meglio sostituirlo con il miele, purché non sia quello cristallizato.
      Se non lo hai, lo sciroppo d'acero va benissmo! :)))
      Poi mi dirai.

      Elimina
  7. buongiorno zio Piero ;) ho sentito dalla Puglia,il profumino dei tuoi biscotti... :)) io,che rinuncerei ad un piatto di lasagne,per un biscottino,rustico,come questo,con queste meravigliose farine e soprattutto home made!!complimenti e...te ne rubo un paio,va' ;) buona giornata!

    RispondiElimina
  8. E che vuoi che non li replichiamo? Tsé!
    Quante cose buone vedo lassù a destra! ^_^
    BaSci!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails