lunedì 18 aprile 2016

Panettone velocissimo con impasto diretto!!!


Lo so, non è Natale.

Lo so, il panettone vuole due impasti.

Lo so, molti storceranno il naso.

Lo so...lo so...lo so... Ma ritengo che dopo aver raggiunto risultati come questi, occorre andare avanti, provare strade diverse, osare, esser folli, cercare strade alternative, rendersi la vita più facile senza perdere in qualità, anzi guadagnandoci in tempo e salute!

Era da diversi mesi, anzi anni, che mi frullava in testa l'idea di un panettone con impasto diretto, senza dover rimanere schiavi della doppia lievitazione, del triplice rinfresco del lievito madre, dell'inserimento degli ingredienti tre grammi per volta.

Volevo qualcosa che infilavi tutto dentro e poi veniva fuori subito, pronto per la cottura.

E così, prova che ti riprova, sono arrivato a questo risultato.



DiSceeee...bello! LA cupola c'è. E pure la tovaglia natalizia fuori stagione. Ma la fetta?
Ci vuoi far vedere il dentro?

Eccolo!




Vi piace?
Volete cimentarvi?

Ve lo dico subito: occorre l'impastatrice e un po' di pratica.
Un bel po' di pratica!
Tantissima pratica!
E molta caparbietà!
Ma il risultato è di livello elevato e la mollica, come potete vedere, è proprio "ovattosa", come dovrebbe essere:



AridiSCeeee...ma ce voi di' come hai fatto?

Panettone in una botta sola!!!!

Son partito da questo impasto dei panini con uvetta e fichi approdando a questo primo risultato:


La struttura, come potete vedere, già non era male, ma non avevo osato troppo con la quantità di burro e uova. Insomma era lontano dal sapore di panettone al quale ero abituato.

Così piano piano ho osato, sono andato oltre, fino ad arrivare a questa alchimia:

RICETTA
(panettone da un chilo)

120 g lievito madre 
310 g di farina panettone
210 g di latte
100 g di zucchero
1 uovo
5 tuorli
190 g di burro
zeste di arancia 
20 g di Aroma Panettone
4 g di sale

Farcitura:
75 g fichi secchi ammollati nel rum
75 g uvetta ammollata e strizzata nell'acqua
75 g mandarini canditi
Oppure  
125 g uvetta ammollata e strizzata nell'acqua
125 g canditi
  • Spezzettate il lievito madre nella planetaria
  • Aggiungetevi 60 g di latte presi dal totale
  • Avviate l'impastatrice per un paio di minuti, fino a sciogliere il lievito nel latte
  • Aggiungete tutti gli altri ingredienti (sì tutti!!!) tranne ovviamente la farcitura
  • Riavviate l'impastatrice fino a quando l'impasto non risulterà bello incordato*
  • Abbassate la velocità al minimo e aggiungete la farcitura 
  • Togliete l'impasto dall'impastatrice e lavoratelo con le mani per dargli ancora più di forza
  • Fate due pirlature a distanza di 15' l'una dall'altra
  • Adagiatelo nel pirottino
  • Coprite con pellicola per alimenti e lasciate lievitare**
* Partite da una velocità lenta/moderata per poi aumentare fino ad una velocità più sostenuta. Non demordete, prima o poi incorderà. ;)

** Molti lettori ancora mi domandano quali sono i tempi di lievitazione delle varie preparazioni: ci tengo a sottolineare che NON esiste un tempo fisso preciso cui fare riferimento. La lievitazione dipende da diversi fattori, quali la temperatura, la forza del lievito madre, la forza della farina usata, il tipo di impasto.
Un impasto come questo che lievita a 28° potrebbe esser pronto dopo 6-9 ore; a 22° anche dopo 14-18 ore, sempre che farina e lievito siano di qualità. In buona sostanza soltanto la conoscenza del vostro ambiente e dei vostri preparati vi porterà a stabilire a priori quanto tempo ci vorrà.

Visto com'è veloce? In pratica ho impastato la sera, messo a lievitare e la mattina dopo ho infornato.
Quanto ci ho messo? Giusto il tempo di pesare gli ingredienti. Al resto ha pensato tutto l'impastatrice!

Sui panettoni ho scritto diversi post, per cui quello di oggi lo chiudo qui.
Ma se volete saperne di più, iniziate l'avventura da qui.

Ciao e alla Prossima.


Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

31 commenti:

  1. Ah beh, certo, il panettone in una botta sola almeno una volta bisogna provarlo eh :)
    Ora faccio una chiacchiera con la mia planetaria, e vediamo se è disposta a fare tutto il lavoro per me! Non vorrei si offendesse, abituata com'è a vedermi osservarla con gli occhi spalancati fissi e a sentirmi vaneggiare come Giucas Casella davanti alla gallina :)
    Io mi diverto troppo a "partecipare" quando preparo certe meraviglie, mi sembrerebbe quasi di barare se dovessi offrire un panettone bello come il tuo e avere anche l'ardire di dire "l'ho fatto io", sai, con quell'arietta di orgoglio che neppure anni e anni di pratica di modestia e umiltà riescono a nascondere, però potrei superare facilmente quest'impasse ripensando a quanti we ho passato in casa appresso alle lievitazioni che, come ben dici tu, sono imprevedibili, anche se si conoscono alla perfezione temperatura, umidità, acidità e chi più ne ha più ne metta! oh, io mai che becchi una previsione!
    Bello bello il tuo panettone, complimenti alla tua planetaria :)))))
    Scherzi a parte, grazie per questo tuo instancabile armeggiare, manovrare, osare, sperimentare, soprattutto, grazie per condividerlo con noi a risultati raggiunti! e che risultati! ho già detto che è bellissimo il tuo panettone velocissimo? :)
    mi avete convinta, tu e la tua planetaria! corro a telefonare al mio ken!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e che non lo so quanti week end hai passato ad aspettare il giusto livello di lievitazione? Nottate intere con gli occhi incollati davanti allo sportello del forno aspettando che l'impasto arrivasse alle fatidiche due dita dal bordo!
      Tam ora mettiti in armi! Prova, osa, rischia, combatti, azzarda!
      Poi con la tua planetaria ci parlo io!!! Vero, eh? ;)

      BaScioni

      Elimina
  2. Allora, del fatto che non sia Natale nun ce ne frega proprio un bel niente!
    Abbiamo detto tante volte che per certe cose non c'è stagione, né ricorrenza che tengano!
    Un Panettone, degno del suo nome, merita di essere impastato e mangiato anche a ferragosto, no??? :-DDDDDDDDDDDD

    Che dire allora di questa tua creatura??
    Un risultato davvero eccezionale! E quel fiocco che vien via dalla fetta la dice lunga sulla bontà dell'impasto!
    Grande Piero!

    Anche io ti ringrazio per aver condiviso il risultato di tante prove, e soprattutto per avermi fatto venir voglia di provarci! Ho già il solletico sotto le mani! :-DDD
    BAsCIONI! :-*

    p.s. e grazie anche per aver cambiato l'ordine di pubblicazione! ◕‿◕

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! Vero! Nun-ce-ne-po'-frega'-de-meno!!! :D :D :D
      Forza, Emmettì. Sono sicuro che anche dalle tue manine uscirà fuori un panettone simile se non più bello!

      BAsCIONI! :* :* :*

      Elimina
  3. Oh ma che se fa così?!? Un altro po' e ci resto secca dalla meraviglia! La cupola e poi la fetta!!! Ma sicuro non sia finto? :)))) E che te devo da di' dopo un risultato come questo me tocca provacce. Che dici la mia planetaria accetterà il compromesso? ^_^
    Bravissimo Piero!
    BaSci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, tu lo sai da quanto ho in testa questa realizzazione! E finalmente ho preso il toro per le corna, anzi il panettone per le orecchie!!! :D :D :D

      Elimina
  4. Innanzitutto grazie per aver anticipato l'uscita del post (non che i "fruttoni leccesi" non mi interessino, ma, come sai, ero in fremente attesa del mitico panettone!!!). Ti ripeto che sei grande!! Sembra un panettone fatto con il metodo tradizionale! E' assolutamente da provare!!
    Un salutone,

    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco, sono sicuro che lo rifarai a breve e che ti verrà spettacolare, come tutti i tuoi lievitati!!!

      A presto! :))))

      Elimina
  5. Alla fine poi lo hai fatto il Panettone espresso...😜.
    Sicuramente da provare!
    Un abbraccio affettuoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E già! Ricordi? Era tanto che avevo in testa questo progettino!
      Son sicuro che mi seguirai a ruota!!! :) :) :)

      Elimina
  6. Oddio ma quant è bello??? Quando leggo di impasti diretti velocissimi mi si allarga il cuore...ma mai pensavo di vederne applicati a panettoni! Tu però te lo puoi permettere, quindi considera la tua ricetta rubacchiata! Un abbraccio Zio! PS - Come stai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere quando lo farai. Sono interessato a conoscere i pareri di chi ci proverà! :)))

      p.s. qui alla base tutto bene! ;)

      Elimina
  7. grande Piero!!!! bellissimo panettone.
    sai che pure io avrei voluto, quest'anno, fare prove per arrivare ad una ricetta "sbrigativa" ma buona...e alla fine sommersa da altre vicende non ho fatto proprio nulla di nulla.
    beh...hai lavorato tu per tutti/e noi!!!! :-) e sicuramente ci farà spesso comodo il panettone ad un impasto. Non so se già mi cimenterò...ma per il prossimo Natale approfitterò di questo tuo risultato.
    ciao!!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Eleonora. Son sicuro che ti verrà benissimo!!!
      BaScioni!!!

      Elimina
  8. Fatto!!!
    Qui la nostra interpretazione
    http://www.manineinpasta.com/2016/04/panettone-express-con-un-solo-impasto/

    Grazie, grazie grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego Prego Prego! :)))
      Visto il tuo panettone! Complimenti!!!
      Alla prossima!

      Elimina
  9. Ma allora...
    Visto che è così faScile...
    Visto che è così veloSce...
    Visto che se pò fa' a raffica...
    ... a Natale prossimo ce ne esce uno per me dall'impastatriSce tua??? :-DDDDDDDDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahaha...già penZi aR Natale?
      :)))))

      Elimina
    2. Ahahah! Te, inveSce, che stai già a spanettona', nun ce penZi pe' gnente! :-DDDDDDD

      Elimina
    3. Ahahah! Te, inveSce, che stai già a spanettona', nun ce penZi pe' gnente! :-DDDDDDD

      Elimina
    4. ahahahahaha, ma io ce penZo sempre, ai panettoni!!! :DDDDDD

      Elimina
  10. ma se io uso il licoli bigato, secondo te si può fare??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sto bigando il licoli, poi ti faccio sapere!! ma per il secondo rinfresco ci vogliono per forza otto ore?? il mio licoli sta scoppiando dentro alla tela

      Elimina
    2. Ci vuole il tempo affinché triplichi di volume.
      Aspetto di vedere il tuo risultato! :)))

      Elimina
  11. A che temperatura inforno? Occorre vapore in cottura?

    RispondiElimina
  12. A che temperatura inforno? Occorre vapore in cottura?

    RispondiElimina
  13. A quanti gradi la cottura e serve anche il vapore nel forno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 160°

      Per verificare la cottura sarebbe meglio utilizzare un termometro con la sonda e sfornare quando la temperatura al cuore del panettone raggiunge i 92°/94°. Se non ce l'hai dovra regolarti a occhio, ma ti deve dire bene...
      Puoi vaporare il forno prima di infornare, ma non in cottura altrimenti rischi che aprendo il forno il panettone si sgonfi.

      Se vuoi altre "dritte" le trovi negli altri miei post sui panettoni ;)

      Elimina
  14. Grazie Zi' per condividere ogni anno le tue scoperte!
    Li ho provati un po' tutti i tuoi panettoni, a rotazione, perché non riesco a decidere il mio preferito :D

    Quest'anno non potrò fare a meno di provare anche questo!!
    Per non stare a 'bigare' il licoli, ma volendolo usare direttamente al posto del LM quanto ne consigli di usare? aggiustamenti in farina o latte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metti 180g di licoli e togli 35g di latte. E poi fammi sapere, eh? ;)

      P.S. Il mio preferito è sempre l'ultimo! :)))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails