mercoledì 30 marzo 2016

Torta Babà alias Il Babbone - Tutto dentro e subito!!!



DiSceeee.... perché Babbbone?

No, dico, ma hai visto bene che bestia?!?!?



Wow!
Ma non avevi già fatto i babà, sia normali, sia al cioccolato?

Già; ma se è per questo avevo fatto anche la Torta Babà al Cioccolato e Ricotta. Qualcosa di sublime...

Ma alla fine qual è la differenza tra Babà e Babbone, a parte la dimensione?

Be'... diciamo che sta nella semplicità e velocità di preparazione.
Mentre il babà tradizionale, quello con la capocchia, per intenderci, necessita  una formatura singola, la Torta al Babà, una volta finito di impastare, si mette direttamente in uno stampo e il grosso è fatto.

E anche per bagnarlo, come vedremo, si fa in un fiat.

Ergo: se avete voglia di babà e vi impigrisse l'idea di 12/16 formature con relative bagne, questa è la soluzione!

RICETTA

Per l'impasto

      70 g di lievito madre (o licoli)
    250 g di farina W350 
      65 g di burro
      45 g di zucchero
        5 g di sale
        5 tuorli
        4 albumi
           Zeste di un limone

Per la bagna

     800 g di acqua
     400 g di zucchero
       80 g di rhum 

  • Fate bollire acqua e zucchero fino a quando quest'ultimo si sarà sciolto completamente
  • Lasciate freddare
  • Aggiungete il rhum

Per la crema pasticcera
   
  320 g di latte
  160 g. di panna
  240 g di zucchero
  150 g di tuorli (circa 6)
   30 g di fecola di patate
   1/2 Bacca di vaniglia
        Zeste di limone.

 
Non vi riporto il procedimento per fare la crema, ma se volete vedere il filmato che ho fatto in cui descrivo la preparazione con il metodo Montersino, guardate qui.

Per l'impasto, come ormai faccio da diverso tempo, adotto la tecnica del tutto dentro e subito.
Lo so, molti non saranno d'accordo, ma dopo anni di esperienza ho ormai ho abbandonato lo stillicidio che comporta l'inserimento degli ingredienti un po' per volta, che spesso scoraggia e ci dissuade dal fare dei lievitati un po' più impegnativi.

Ora impastiamo, anzi facciamo impastare!
  • Spezzettate il lievito madre
  • Aggiungete tutti gli altri ingredienti
  • Avviate l'impastatrice fino a quando l'impasto non risulta bello incordato*
  • Lavoratelo con le mani giusto per dargli un po' più di forza
  • Arrotolatelo e inseritelo nello stampo precedentemente imburrato
  • Coprite con pellicola per alimenti e lasciate lievitare**


* Partite da una velocità lenta/moderata per poi aumentare fino ad una velocità più sostenuta. Non demordete, prima o poi incorderà. ;)

** Molti lettori ancora mi domandano quali sono i tempi di lievitazione delle varie preparazioni: ci tengo a sottolineare che NON esiste un tempo fisso preciso cui fare riferimento. La lievitazione dipende da diversi fattori, quali la temperatura, la forza del lievito madre, la forza della farina usata.
Un impasto che lievita a 28° potrebbe esser pronto dopo 5-8 ore; a 22° anche dopo 12-16 ore, sempre che farina e lievito siano di qualità. In buona sostanza soltanto la conoscenza del vostro ambiente e dei vostri preparati vi porterà a stabilire a priori quanto tempo ci vorrà.

In ogni caso, se la cosa vi può essere d'aiuto, vi dico che in questo periodo (temperatura ambiente 18-20° circa) metto a lievitare verso le 9 di sera nel forno appena scaldato e poi spento; verso le 2 di notte faccio scattare in automatico la funzione lievitazione (ovviamente per chi ce l'ha) e alle 7 del mattino successivo l'impasto è pronto per esser infornato. In questa maniera posso impastare la sera e sfornare la mattina, anche di un giorno di lavoro.

Infornate a 160° fino a cottura (occorrono circa 45° minuti)
Sfornate, ma lasciate il babà cotto nello stampo.

La bagna la metteremo un'ora prima di consumarlo.
  • Col babà nello stampo, tagliate e rifilate la parte che sporge (quella che una volta sformato il babà diventerà la base del dolce).
  • Con "l'apposito strumento" versate i 3/4 della bagna
  • Lasciate assobire per un quarto d'ora
  • Togliete il babà dallo stampo
  • Con un pennello bagante le parti esterne



A questo punto guarnite la torta aggiungendo delle amarene sciroppate: ci stanno molto bene.



L'interno, se avete lavorato come si deve, sarà bello areato e con alveoli regolari, aperti al punto giusto:


Lo farete?!?!????

:)))))


Con questa ricetta partecipo a Panissimo, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra,  e Barbara, Bread & Companatico,
anche questo mese ospitata nel blog Un Condominio in cucina

http://www.sonoiosandra.ifood.it/panissimo


Ciao e alla Prossima




Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:




25 commenti:

  1. Mi piace questo metodo del tutto dentro e via. E senza neanche troppe lievitazioni e millemila giri di pieghe. Questo lo provo, e con a crema, che secondo me è proprio la morte sua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il metodo tutto dentro e subito lo dovrei brevettare!!!
      Ormai lo uso in tutti gli impasti!
      Questo babà, però, va anche bagnato! ;)
      :)))

      Elimina
  2. Wow che babbone! appena l'ho visto in anteprima ho pensato proprio che fosse un babbone! Poi guarda, ho pure fatto pace col rum, soprattutto se è accompagno da lime, zucchero di canna e menta, oppure con cola e lime, e tanto ghiaccio!!!! :))))))))) vabbè, diciamo che la crema pasticciera la aromatizzerei con tanto lime e invece delle ciliegine tanta menta, oh, ci stiamo, ora è perfetto!
    hic!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccomi tornata (sobria) per ringraziarti per aver portato il babbone nel condominio! grazie caro, non potevamo chiudere Panissimo senza il tuo contributo!

      Elimina
    2. Dai, Tam.Ora che hai "brillantemente" fatto pace con gli alcolici questo lo devi fare!!! E non perder tempo con prefermenti, lievitini, doppie lievitazioni e inserimenti a filo: fallo con il metodo tutto dentro e subito! Vedrai che babbone che viene fuori!!! :)))

      BaScioni!

      Elimina
  3. ME-RA-VI-GLIO-SO il tuo babbone!!!!

    RispondiElimina
  4. Wow! Che pezzo di babbone!!! :-)))))))))
    Sono stata tra i fortunati ad aver avuto la possibilità di assaggiare, anzi mangiare, quelli in versione mignon che erano spettacolari!
    Immagino quanto questo, in versione xl, sia meraviglioso con quei tre piani di morbidezza inzuppati ben benino e farciti da una golosissima crema! E le amarene??????? Chettelodicoaffà...

    Grazie anche da me per aver portato questa meraviglia nella raccolta mensile di Panissimo! ;-)
    Abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche quei babbini li feci con lo stesso metodo, se ricordo bene.
      Ti convertirai anche tu?!?!???

      BAsCIONI :* :* :*

      Elimina
  5. Il babà con il lievito madre è nella 'to do list' già da un po'... Complimenti, ti è riuscito alla perfezione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', ora nella to do list ne hai due!
      :)))

      p.s. Grazie!

      Elimina
  6. I tuoi babà con il metodo del "tutto insieme" li ho provati e sono fantastici!! Questa nuova versione è ancora più accattivante e, almeno apparentemente, più facile, per cui la farò sicuramente!! Di ricette sul web se ne trovano tante ma di "innovazioni-rivoluzioni", come questa, solo qui da te le ho trovate!
    Un caro saluto.
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...sapessi cosa sto meditando, sempre a proposito del tutto insiene...

      A presto, Marco! :)))

      Elimina
  7. Oh davvero un babbone questo! E io mi sa che vado a nascondermi!
    Tu hai fatto mille versioni e io ancora devo fare il primo babà della mia vita! T'ho pure sequestrato gli stampi che vergogna!
    Me la passi lo stesso una fettona? ^_^

    BaSci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah, vero ti sei fregata gli stampini e ancora non hai fatto nulla!!!
      Kettepossino!!!

      BaScioni, Silvie'! :)))

      Elimina
  8. Meraviglioso il "tutto insieme".....non sarà un pesce d aprile!!! Fine settimana lo proverò. ..grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no. Vai tranquilla! Poi mi dirai ;)

      Elimina
  9. Lo faccio spesso perché ho un amico che gli piace tantissimo il mio babà....
    Viva il babbone..
    Lia

    RispondiElimina
  10. lo so che arrivo tardi, ma l'avevo visto e non ero più riuscita a passare a lasciarti un saluto e commento. per cui rimedio ora.
    ancora non ho mai provato a fare i babà, ma ho sempre ammirato tutti i tuoi! quella torta con i babà e la ricotta era da svenimento solo a vederla. E sicuramente il babà in formato torta è moooolto comodo, più veloce, e comunque scenografico.
    che gola mi fa....ciao Piero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ele, sapessi quanti post tuoi sono aperti nel browser in attesa di leggerli e commentarli e son sempre lì... Il tempo non ci basta mai!!!
      Dai, fai questa torta baba rapida rapida e poi mi dirai! :))))

      Ciao Ciao :)))

      Elimina
  11. Ciao, uno stampo in silicone con l'anello rigido dici che va bene uguale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questo tipo di lievitati non amo il silicone, ma se non hai alternative ovviamente usa lo stampo che hai.

      Elimina
    2. Grazie, ti farò sapere. Buona giornata

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails