lunedì 19 ottobre 2015

La Colomba Salata del Condominio

DiSceeee..... Ma che stamo a Pasqua?!?!?!

Ma noooo!!!

E allora perché la Colomba? E perché Salata?!?!!? E perché del Condominio?!?!?!?!!?!?

Calma, calma, calma!

Allora!

La Colomba Salata è un'invenzione del Condominio più svalvolato del web!

E noi che ci cuciniamo queste delizie da soli possiamo farcele in qualsiasi periodo dell'anno, senza rispettare le tradizioni!
(senza considerare che tutte le cose fatte in casa sono decisamente superiori sotto tutti i punti di vista!!!!)

Sì, vabbè, ma Zzzipie' ...salata non l'avevo proprio mai vista!!!

E ora la vedrai!

E dopo che l'avrai vista e pure assaggiata, son sicuro che non tornerai più indietro.
Questa Colomba Salata dà assuefazione!!!!



Partiamo!

INGREDIENTI

170 g  Lievito madre bello in forza
250 g  Farina di forza (minimo W 330)
  80 g  Formaggio Parmigiano grattugiato
  50 g  Formaggio pecorino grattugiato 
100 g  Formaggio pecorino a tocchi 
  90 g  Latte intero
  60 g  Burro bavarese
  60 g  Strutto
130 g  Uova intere (circa 2 uova XL)
  75 g  Tuorli (circa 3 uova XL. Conservate gli albumi per la glassa)
    6 g  Zucchero
    5 g  Sale
    1     cucchiaio di malto (si può sostituire con un cucchiaino di miele)
    2     cucchiaini pepe



PROCEDIMENTO

  • Tagliuzzate il lievito madre e mettetelo nella ciotola con il latte:

  • Avviate il gancio a foglia fino a sciogliere per bene il tutto:



  • Versate poi tutti gli ingredienti, tranne 20/30g di farina, il pecorino a tocchi e il burro e continuate ad impastare con il gancio a foglia fino a raggiungere l'incordatura.
  • Adesso inserite il burro, leggermente ammorbidito, alternato con qualche spolveratina di farina, cercando di mantenere sempre l'incordatura.
  • Sostituite poi il gancio a foglia con il gancio ad uncino e continuate ad impastare fino a quando l'impasto si presenterà liscio e si staccherà bene dalle pareti.
  • Abbassate un po' la velocità dell'impastatrice e inserite il pecorino a tocchi. 
  • Rivoltate l'impasto sul tavolo e fatelo riposare un quarto d'ora.


Farcitura

Le nostre svalvolate hanno proposto diverse farciture; io ho scelto questa:

100 g  Pancetta affumicata a dadini
   50 g  Olive denocciolate

  • Stendete l'impasto e copritelo con la farcitura

  • Piegate a tre (come un fazzoletto)
  • Arrotolate bene l'impasto e formate due salsicciotti, di cui uno leggermente più grande
  • Sistemate i salsicciotti nel pirottino da colomba in modo da formare una croce.
  • Lasciate lievitare fino a 2 cm dal bordo
Nel frattempo potete prepararre glassa e copertura:

Glassa
80 g  Arachidi salate tritate finemente
 80 g Albumi (circa 2)
   2    Cucchiai di Parmigiano


Copertura
20 g  Arachidi salate tritate grossolanamente
 50 g  Noci sgusciate
  • Mescolate il tutto fino ad ottenre una crema densa
  • Distribuite la glassa su tutta la superficie della colomba
  • Distribuite in ordine sparso le noci e spolverate con la granella di arachidi.



  • Infornate a 160° per circa 60 minuti. La colomba sarà pronta quando la temperatura interna raggiungerà i 92-94°. Se non avete il termometro a sonda, fate la classica prova stecchino, anzi steccone, che dovrà uscire quasi asciutto.
Appena sfornata la colomba andrà infilzata con due ferri paralleli lungo le ali, alla base dello stampo,  e lasciata raffreddare capovolta, sospesa con i ferri retti tra due sedie o da un secchio, per almeno 4/6 ore. Dopodiché va riposta e chiusa in una busta per alimenti.

Aspettate qualche giorno prima di consumarla. ;)

Tutto chiaro?




E adesso...ditemi voi se ha senso aspettare la prossima Pasqua!!!


Ciao e alla Prossima.



Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

30 commenti:

  1. Wow!!! noi che ci facciamo le cose da soli, possiamo anche farci le colombe a Natale!
    ma che bella questa tua eh, quella glassa sopra ti è venuta spettacolare, per non dire l'interno, davvero bella bella! sulla bontà non dico, ché già hai detto tu!
    Posso dire anche un'altra cosa? ma che cosa è quella pasta madre nel barattolo...ma quanto è bella, con quegli alveoli allungati, quello slancio in alto, quel reticolo di glutine! (lo so lo so, non ci faccio una bella figura, ad emozionarmi per un pezzo di lievito:))))
    Grazie caro, per averla rifatta e per averci attribuito l'invenzione, ovviamente in giro credo esista già qualcosa di simile, quindi mi sento di specificare che è questa ricetta in particolare una nostra elucubrazione, non l'idea della colomba salata in sé. Non vorrei mai si scatenasse un inferno bloggatico rettificativo paternitario colombastico!!!
    un baScione, anzi due, anzi tre, anzi quattro, anzi cinque!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohi! Ma allora in tutta confidenza posso farti una rivelazione?
      Anch'io vado pazzo per la pasta madre che cresce nel barattolo!!!
      Vedere quagli alveoli che solo qualche ora prima erano tutti compatti.

      Per me questa colomba è vostra, anzi tua! Ci sarà pure qualcosa di simile in giro, ma non così bella! E neanche così buona. Tu lo sai che non regalo niente a nessuno, eh? ;)

      E poi, se pure si scatena l'inferno bloggatico rettificativo peternitario colombastico sai che facciamo?
      Sottoponiamo la questione al Grande Capo! Vediamo cosa ci risponde!
      :D :D :D :D :D

      BaScioni! 5 pureatte'! :))

      Elimina
  2. Merhabalar, hayırlı haftalar, ekmeğiniz ne kadar leziz ve ne kadar iştah açıcı olmuş. Ellerinize sağlık.

    Saygılar.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teşekkürler, Saygilar.

      Ellerinize sağlık.

      Elimina
  3. ammappate che tocco di colomba è sta tua colomba!!!! (so' arrossita già solo scrivendolo e perciò preciso che mi riferisco alla delizia gastronomica)
    poi salata...io non sono una grande fan di quella dolce - beh...sia chiaro...mica ci sputo sopra se me ne danno 'na fetta, eh?! - perciò questa interpretazione mi stuzzica assai!
    t'appoggio l'uso della pancetta...per le olive non saprei...dovrei proprio assaggiarla!
    insomma: me la devo proprio fare...nel senso di preparare (che "farmi la colomba dello zioPiero" è un'affermazione un po' troppo audace che mi fa arrossire ancora di + dell'incipit di questo mio commento)
    e se davvero arrivi ad affermare che è un punto di non ritorno (ma la colomba lo sa?! sai come fa la ruota come i pavoni se viene a saperlo?!?!?!?)
    dev'essere davvero degna di nota! :-D
    crea assuefazione o dipendenza? no perché... magari riuscissi ad assuefarmi alle robe che mi piacciono!!!!!!!
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, "tocco di colomba" è molto evocativo! Vabbè, però è da te, dai; non potevi certo scrivere "ma che belle ali"; avrei pensato che qualche satanaccio si fosse impadronito di te!

      Ciaooooo!!! :))))

      Elimina
  4. Ammazza che colombona che t'è venuta! Proprio bella! Sembra stia lì lì per esplodere!

    Tam fa la modesta ma tu lo sai bene che questa ricetta è stata concepita interamente dal condominio. :)))
    Grazie per la fiducia ;)
    BaSci grandi Pie'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Silvia.

      Tamara è modesta, come tutte voi, per cui lo ripeto io: questa ricetta è spettacolare!!!

      :))))

      Elimina
  5. Eccomi anche io! :))))))
    Rivedere qui da te questa colomba mi ha fatto sorridere perché è come se, in un solo colpo, mi fossero passate sotto gli occhi le valanghe di mail scambiate con Tam e Silvia, prima di arrivare al risultato finale di questa ricetta! :-D

    Un grazie anche da me dunque!
    Per averla fatta, per averla apprezzata ed averla condivisa qui! ;-)

    BAsCI! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non poteva mancare all'appello la terza "svalvolata" !!! :))))

      BAsCIONI! :* :*

      Elimina
  6. che spettacolo zioPiero, sono a bocca aperta e con l'acquolina... vorrei provarla.. troppo bravo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, Raffi, lanciati anche tu e vedrai che bontà! :)))

      Elimina
  7. ti è venuta uno spettacolo!!!!
    quando l'avevo vista dalle socie, l'avevo rifatta quasi subito....ma chissà quando riuscirò a farla uscire dalla cartella in archivio!!!
    questo impasto è super formaggioso, saporito, morbido, e la tua realizzazione lo mostra appieno.
    ciao! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhah, ti confesso cha anche io l'avevo fatta subito!
      ...e ora di rifarla!!! :))))

      BaScioni e come sempre grazie della visita. :))))

      Elimina
  8. a me la colomba docle ma fa storcere il naso, mentre invece questa salata mi fa molto più gola, complimenti a tutto il condominio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Günther.

      In qualità di "portiere" del condominio porterò i tuoi ringraziamenti alle nostre svalvolate! :))))

      Elimina
  9. E mo voglio vede' a Pasqua che fai!
    Come minimo, un pandoro salato! ;o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah, ma lo sai che mica sarebbe una cattiva idea...?
      BaScioni, Franci! :* :* :*

      Elimina
  10. Questa non posso fare proprio a meno di commentarla:stupendaaaa!! O personalmente faccio colombe a Natale e panettoni a ferragosto, figurati se sto li a guardare. Del resto chi se ne frega della forma, scusa? Mi hai fatto tornare prurito alle mani con queste immagini. Bravo Piero, come sempre. Un bacino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella, Terry!!!
      Inizia a rinfrescare il lievito madre (anche se son sicuro sia sempre bello arzillo e pronto!)

      Grazie sempre per le tue visite. :))))

      BaSci!!!

      Elimina
  11. Forse l'avevi già detto in altri post, ma...mi potresti indicare qualche marca di burro bavarese?
    Grazie sempre.
    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di marche ce ne sono diverse. Quello che uso io lo compro da Todis. È questo

      :))

      Elimina
  12. Era da un po' che non passavo di qua... cosa mi sono persa! Sto giusto iniziando la produzione di panettoni (beh, faccio le prove!) e il mio lievito salta da solo dentro e fuori dal barattolo. Più arzillo di così non potrebbe essere, mi sa che ne approfitterò :) Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, Giorgia. Mi sembra un'ottima premessa! Fai bene ad iniziare da subito! ;)

      Buona produzione! :))

      Elimina
  13. Buonasera vorrei avere un'informazione. Non ho il lievito madre, con quanti grammi di lievito di birra posso sostituire il quantitativo della ricetta? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lievito madre lo puoi sostituire con una biga costituita da 115 g di farina, 55 g di acqua, 3 g di lievito di birra. Ma sappi da subito che otterrai un prodotto ben diverso, molto più compatto, poco areato, meno profumato e che si conserva meno bene.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails