martedì 15 settembre 2015

Andalusia 3 - Siviglia!!!

Eccoci di nuovo insieme.

Dopo Granada e Cordoba, nel Tour dell'Andalusia non poteva mancare all'appello Siviglia!!!

Città molto affascinante, che vede la maggior parte dei turisti ammassarsi tra la Cattedrale e l'Alcazar; ma a chi visita Siviglia per la prima volta suggerisco di dedicare il primo giorno ai suoi angoli e ai suoi vicoli, tutti di particolare bellezza, come quelli del Barrio de Santa Cruz.

Siviglia - Barrio de Santa Cruz
Se passeggiate tra queste viuzze non potete fare a meno di infilarvi ed ammirare i tanti Patios che si aprono all'interno dei palazzi.
Arredati con maioliche, ricchi di piante, sono luoghi dove si può trovare riparo dal caldo torrido (soprattutto quello di quest'estate!).

O semplicemente alzare gli occhi per ammirare lampioni o immagini votive:
Siviglia - Barrio de Santa Cruz
Siviglia - Barrio de Santa Cruz

Il posto più suggestivo di Siviglia, a mio avviso, è Plaza de España:

Siviglia - Plaza de España
Costruita in occasione dell'esposizione Iberoamericana del 1929, la piazza rappresenta, con il suo emiciclo avvolgente, l'abbraccio simbolico della Spagna verso le proprie colonie americane.
Inoltre, essendo rivolta verso il fiume Gudalquivir, simboleggia anche la via da seguire per raggiungere il nuovo mondo.

Siviglia - Plaza de España
Come potete vedere dalle foto, l'enorme emiciclio che circonda la piazza è decorato con mattoni di marmo e ceramica, che rappresentano le 48 province spagnole, poste tutte in ordine alfabetico.

Suggestivo anche il canale, sormontato da quattro ponti, volti a rappresentare i quattro antichi Regni di Spagna.

Siviglia - Plaza de España


Siviglia - Plaza de España

Dopo esservi deliziati a Plaza de España, non potete mancare la Casa de Pilatos.

Siviglia - Casa de Pilatos
È un luogo spesso lasciato fuori dai classici giri turistici (l'ho beccata quasi per caso visto che si trovava adiacente al mio albergo), ma a mio avviso è da inserire sotto la voce "Cose da non perdere".

La casa presenta all'interno un tipico patio andaluso, dove sono presenti delle splendide pareti in Stile Mudejar e 24 busti rappresentanti altrettanti imperatori romani (stamo proprio dappertutto!!!)

Siviglia - Casa de Pilatos

Siviglia - Casa de Pilatos

Curatissimi, neanche a dirlo, i giardini interni:


Siviglia - Casa de Pilatos


Siviglia - Casa de Pilatos

Il secondo giorno lo potete dedicare alla visita dell'Alcazar, uno dei migliori esempi di Architettura Mudejar.
Audio-guida altamente consigliata!

Siviglia - Alcazar
Gli interni sono di una bellezza straordinaria.
Potreste passare delle ore solo per ammirare le infinite rifiniture di una singola parete o di una cupola...

Siviglia - Alcazar

o la meticolosità e precisione degli intarsi delle maioliche:

Siviglia - Alcazar - Maioliche

Siviglia - Alcazar - Maioliche
 
E ovviamente il tutto è conteornato da giardini  ricchissimi di vegetazione.

Siviglia - Alcazar
Una curiosità: all'interno del giardino è nascosto un organo idraulico, un organo cioè il cui suono è prodotto sfruttando, all'interno di una particolare camera eolica collegata alle canne, i getti d'acqua e la pressione degli stessi.
Molto suggestivo, per carità, ma niente a che vedere con quello di Villa d'Este a Tivoli, di gran lunga più spettacolare.

Per la parte restante della giornata suggerisco di perdervi tra le vie del centro.

Siviglia
L'elenco delle cose da vedere, anche da fuori, è innumerevole.
Dalla Torre dell'Oro al Municipio, dal Museo delle Indie al Parco di Maria Luisa.

Ma è anche bello scoprire casualmente i cortili interni delle case:

Siviglia
o alzare gli occhi e trovarsi immagini come questa:

Siviglia

...o case così....

Siviglia


Siviglia

Il terzo giorno a Siviglia va rigorosamente dedicato alla visita della Cattedrale...

Siviglia - Cattedrale
...con annessa la sua Torre della Giralda.

Siviglia - La Giralda
Anche qui audio-guida altamente consigliata!
Consiglio anche la salita sulla torre, da cui si può ammirare il panorama della città a 360°

Siviglia - Panorama dalla Giralda


Siviglia - Cattedrale salendo sulla Giralda

Dopo la gita alla Cattedrale, che se fatta bene potrebbe richiedere anche 3 ore, fatevi una bella siesta! :)))

Nel pomeriggio consiglio la Plaza de Toros.

Lo spettacolo che si presenta ai vostri occhi vale il prezzo del biglietto.

Siviglia - Plaza de Toros
Per quanto riguarda l'altro spettacolo (la Corrida) decidete voi.
Personalmente anche questa volta (credo sia la sesta o settima volta che vado in Spagna) non me la sono sentita.

Dopo la Plaza de Toros altra tappa consigliata è il Metropol Parasol, una moderna struttura (2011) completamente in legno (pare sia la più estesa al mondo), opera dell’architetto tedesco Jurgen Mayer.

Siviglia - Metropol Parasol
Anche da qui è possibile ammirare un panorama di Siviglia a 360 gradi.

Siviglia -Panorama dal Metropol Parasol

A Siviglia consiglio di soggiornare almeno 3 notti.
Non ha senso visitarla in fretta e furia solo per il gusto di dire di esserci stati.
Lasciatevi avvolgere dalla sua atmomsfera, concedendovi il tempo necessario per entrare in sintonia con la città. Non ve ne pentirete. ;)

Per oggi mi fermo qui.
Nel prossimo post visiteremo Jerez de la Frontera, Cadiz, Tarifa e infine Malaga.

E se ancora non l'avete visto, godetevi il filmato completo con tutte le foto!
Mi raccomando: altoparlanti accesi!!!!




Ciao e alla Prossima

Lo Ziopiero



Guardate anche le realizzazioni culinarie:

6 commenti:

  1. Dopo l'avventura a Granada con il rental car, a Cordoba con il bagno in camera, mi aspettavo che a Siviglia chissà cosa fosse capitato!!!!!! :-DDD

    Trovo invece delle bellissime fotografie che, ancora una volta, mi fanno fare un piacevolissimo viaggio virtuale! :-))))))))))))))))))))

    Buona giornata e BAsCI tanti! :-* :-* :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha! Effettivamente a Siviglia le cose sono andate meglio!

      Contento di averti fatto fare un altro viaggio virtuale! :)))

      BAsCIONI :* :* :*

      Elimina
  2. Bellissime foto degne del magnifico soggetto. Un capitolo a parte meritano i suoi abitanti amati-odiati, fondamentalmente invidiati dal resto degli spagnoli per la loro capacità di godersi il bel vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo di questo rapporto odio-amore-invidia! :))

      Elimina
  3. Bellissimo reportage, grazie Ziopiero

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails