lunedì 18 luglio 2016

Tarte Pomodorini e Pesto

Avevo assaggiato questa tarte più di un anno fa, in occasione di un incontro "svalvolato" a casa di Silvia

Mi colpì molto la frolla al pesto e l'accostamento con i pomodorini leggermente caramellati.
Mi ripromisi mi farla a breve.

Poi, come sempre accade, rimandai, rimandai, rimandai...

Ma alla fine, qualche mese fa, finalmente la feci!


Ecco. Appunto. Qualche mese fa.
Poi la rifeci.
E la rifeci ancora.

DiSceeee.... ma il post? Quando lo pubblichi?
Dai, a breve lo pubblico... (dissi)

E anche qui, come sempre, rimandai, rimandai, rimandai...

DiSceee.... Azzipie', ma te stai 'ampigri'? 

...'mpochetto!
Lo ammetto. :)

Ma questa tarte merita di essere conosciuta e diffusa.
E non è neanche difficile da fare.

La frolla al pesto, poi, ha un sapore molto delicato. Assolutamente da provare!

RICETTA
(presa da qui e con piccolissime varianti)

Ingredienti per uno stampo tondo di 22cm di diametro

Per la frolla

200 g farina adatta per la frolla (se ne volete una speciale senza glutine vi suggerisco questa)
 70 g di burro  pezzetti
 30 g pesto alla genovese
   2 uova piccole
   4 g di sale
 10 g di pecorino grattugiato

 Per il ripieno

450 g pomodorini ciliegini
  40 g di pinoli tostati
  40 g di zucchero semolato per caramellare
 120 g di pesto alla genovese (meglio se fatto in casa)  

  • Sabbiate farina e burro
  • Unite poi gli altri ingredienti
  • Continuate ad impastare fino a quando otterrete una bella pallotta
  • Avvolgetele nella pellicola per alimenti e riponetela in frigorifero

  • Lavate i pomodorini e tagliateli a metà
  • Lasciateli scolare una mezz'oretta
  • Metteteli poi in una padella (preferibilmente antiaderente) con lo zucchero
  • Fateli caramellare
  • Mettete un foglio di carta forno nello stampo 
  • Adagiatevi i pomodorini con la parte tagliata in alto
  • Distribuite pesto e pinoli
  • Togliete la frolla dal frigo
  • Stendetela fino a formare un cerchio un po' più grande dello stampo
  • Ricoprite la tarte cercando di chiudere bene lungo i bordi



  • Infornate a 180° fino a cottura della frolla
  • Girate poi la tarte stando attenti a non romperla
  • Decorate con qualche altro pinolo tostato e delle foglie di basilico


Esteticamente non è perfetta, ma dal punto di vista del gusto vi posso garantire che è notevole!

Provatela!!!




DiSceeeee... Azzipie', ma ultimamente stai a prenne tutte riScette dar condominio?

E certo! Sfornano tante di quelle cose buone!
Anzi, sapete che vi dico?

Se il mondo virtuale diventasse reale, affitterei un'appartamento nel condominio e passarei il tempo a pastrocchiare con loro!

:))))

Ciao e alla Prossima





Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

18 commenti:

  1. Wow!!!!! Preferisci l'attico o il pianterreno, con tanto di giardino e panchina sotto l'albero? :)
    ti inviteremmo a mangiare o a pastrocchiare un giorno sì e l'altro pure! ché impareremmo anche noi tante cose, se facciamo il conto di quante tue ricette abbiamo replicato tutte noi 3 del condominio, dovremmo venir noi ad abitare da te!!!
    Quanto alla tarte l'ho fatta più volte anch'io e la trovo davvero deliziosa, io poi, tra tutti, amo follemente l'abbinamento pomodori/basilico, e questa frolla è il giusto guscio che accoglie questo accoppiamento perfetto!
    Piero :-* :-* :-* :-* :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che ci sarebbero giardino, panchina e alberi preferirei, ovviamente, rimanere con ambo i piedi per terra!

      P.S Anch'io amo pazzamente questo accoppiamento. Anzi quasi quasi faccio dei biscottini salati da sgranocchiare di tanto in tanto...

      BaScioni :* :* :* :* :*

      Elimina
  2. E sì dai ti sei impigrito. :)) No no non ci credo, è soltanto che alla food blog sfera hai dato veramente tanto e ora i tuoi interessi sono volti altrove, la fotografia e tanto altro ti tengono impegnato e mi sembra anche giusto. Comunque noi siamo sempre felicissime se tu spignatti le nostre ricette. E come dice Tam, quante ne abbiamo fatte, noi, di tue?
    Questa tarte la devo rifare anche io perché è da un po' che mi manca.
    Grazie Piero :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Silvia.
      Ultimamente sei stata fonte di tante ispirazioni! :))))

      BaScioni! :*

      Elimina
  3. Davvero una ricetta interessate. Fortuna che non ti sei impigrito del tutto così ho potuto scoprire questa tarte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, dai devo pur mangiare ogni tanto, no? :D :D :D

      Elimina
  4. adoro le torte salate. Così versatili, così gustose.
    e questa mi piace un sacco! sapori semplici che piacciono sempre.
    da rifare!!!
    ciao Piero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Ele. Che bello leggerti. :))
      Sì, questa torta è proprio particolare!
      Aspetto la tua realizzazione!
      BaScioni!

      Elimina
  5. Deve essere buonissimo. Un solo dubbio, la buccia dei pomodorini non è dura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A mio avviso non è dura, ma a molti la buccia dei pomodorini non piace. Dipende dai gusti.

      Elimina
  6. Capirai, se tu ti sei impigrito io sono proprio morto!! Complimenti per le tue fantastiche ricette anche se provenienti dal "Condominio" che è sicuramente una grande fonte di ispirazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hai detto! Però non vale: loro sono in tre e noi siamo da soli! :)))

      Elimina
  7. Sai che anche io ce l'ho salvata tra le millemila ricette da fare e non ho ancora provveduto? Mannaggia devo farla al più presto. Sarà anche poco bella (che poi chi l'ha detto?) ma mi sa che è molto buona!!! Bravissimi tutti. Un bacio Piero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Falla, Terry. Non aspettare troppo!
      È una di quelle cose che ho replicato diverse volte, troppo buona!!! :)))

      BaScio :))

      Elimina
  8. Caro Piero, ho fatto la ricetta ma devo aver sbagliato qualcosa. Eppure ho usato il pesto fatto in casa proprio secondo la tua ricetta che mi scrissi tanto tempo fa...Nella foto la palla d'impasto è giustamente appena variegata dal pesto. Pur rispettando al grammo le dosi, la mia frolla salata è venuta verde e untuosissima, tanto da avere grossi problemi in cottura. Cosa può essere successo? Ciao da Rimini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Vincenzo. Mi spiace per il risultato. Prova con meno olio oppure fai un piccolo test con del pesto comprato, giusto per capire se la frolla presenta lo stesso problema.

      Fammi sapere, eh? :)))

      Ciao da Roma

      Elimina
  9. Grazie, sei sempre gentilissimo. Probabilmente sarebbe bastato aggiungere man mano il pesto e controllare a vista la "marezzatura" dell' impasto. La ricetta è così appetitosa che la riproverò sicuramente.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails