lunedì 16 gennaio 2017

Mini-Muffin Feta e Pomodorini - "TU-DU"!!!

La prima volta che sentii pronunciare il bisillabo "TU-DU" pensai ad un nuovo ballo, immaginandomelo demenziale al pari dei "trenini di capodanno".

Dopo un po' capii che in realtà più che un ballo era una sorta di obbligo al quale non potevi sottrarti (come appunto i trenini demenziali di cui sopra!)

Effettivamente all'epoca ancora si parlava poco l'itanglese, quella strana lingua che prevede l'inserimento di termini inglesi ogni due parole italiane.
Al massimo ci esibivamo con uno sporadico "OK", accompagnato dal latinissimo pollice in su, o con un fanatissimo "yes", giusto per illuderci di "spikkare l'inglish".

Ora l'itanglese ha preso decisamente il sopravvento, inquinando la nostra splendida lingua di neologismi dei quali non riusciamo più a fare a meno.

E così una semplice pausa caffé si trasforma in un "break", una tecnologica telefonata con più di due persone è diventata una "call conference", la revisione di spesa è una temutissima "spending review", il luogo di incontro la "location", il trasferimento dati tra pc un "download" e via dicendo...

Ma torniamo al TU-DU, che poi si scrive TO DO, anzi da ora in poi meglio scriverlo correttamente!

La ricetta che vi propongo oggi l'ho trovata qui e l'ho subito inserita nella "TO DO LIST" COSEDACUCINARE, dove è rimasta per pochissimo tempo!

Poi, dopo averla fatta, l'ho trasferita nella "TO DO LIST" POSTDASCRIVERE, dove è rimasta per qualche settimana!

Infine, e non chiedetemi perché, l'ho lasciata nella "TO DO LIST" COSEDAPUBBLICARE per qualche mese!


E finalmente oggi...  TA-DAAAA!!! (anzi, dovrei urlare: TU-DUUUU!)



RICETTA:

180 g di farina 0 (io ho usato una tipo 2)
3 uova
100 ml di latte
100 ml di olio evo (io 80)
50 g di parmigiano grattugiato
100 g di feta sgranata
100 g di pomodorini secchi sottolio tagliati a listarelle
10 belle foglie di basilico spezzettate a mano
1/2 bustina di lievito istantaneo per torte salate
sale, pepe macinato al momento

 
  • Mettete in una ciotola tutti gli ingredienti solidi e in un'altra bella capiente quelli liquidi, mescolandoli energicamente

  • Unite gli ingredienti solidi a quelli liquidi
  • Amalgamate grossolanamente
  • Sistemate i pirottini da muffin dentro gli stampi 
  • Riempiteli con un cucchiaio senza curare troppo l'estetica

  • Cuocete in forno a 190° per 15 minuti circa (fate comunque la "prova stecchino" prima di sfornarli).
Che altro aggiungere... questi muffin sono della serie Buoni e Veloci


Un grazie ad Emmettì per la ricetta!

Ora vi saluto: ho un meeting con il mio boss per stabilire la location del prossimo steering committee!  :D :D :D

Ciao e alla Prossima



Lo Ziopiero

Guardate anche le altre realizzazioni:

11 commenti:

  1. ahahahahahahah Piero! tu du??? no no, che è st'inglesizzazione globalizzante esterofila, diciamo todò, se inglese dev'essere, che sia italianizzato! troppo inglese, amo follemente la nostra lingua, per non dire i nostri cuori, i nostri occhi e pure i fegati :)))) e come non amare questi muffin, che la nostra Emmettì portò al folle pranzo nella locheSsscion di Maya 3 anni fa? 3 anni egò??? ommaiggod!
    tanti kissi Piter :-* :-* :-* :-* :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora sia Todò! Insomma a me ogni volta che vedo usare termini inglesi mi si accappona la pelle, si era capito?
      Che poi le lingue è giusto che abbiano una loro evoluzione, per carità. Ma allora rendiamo i vocaboli in italiani e iniziamo a scrivere lochescio, colconferenza e via dicendo, come si è sempre fatto!
      Pensa che a Roma c'è ancora "via dei burò", una via che ai tempi di Napoleone era piena di uffici, "bureaux", appunto! :))) E i romani, giustamente, hanno scritto alla romana!!! :))))

      p.s. Bello l'articolo, sputato a caso! :))))

      ti chisso! :* :* :* :* :*

      Elimina
  2. Splendidi muffin salati! Devono essere deliziosi!

    RispondiElimina
  3. E finalmente li hai fatti anche tu! Ora all'appello non manca più nessuno di noi :))) Devo dire che non amo la feta ma in questi muffin mi piacque molto perciò proverò anche la tua versione con la farina di tipo 2.
    Per l'itanglese
    ecco impariamo prima l'italiano, lingua difficile ma molto bella.
    BaSci e alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La feta, per essere gustata, andrebbe abbinata sempre a qualcosa che ne attenui un po' il sapore leggermente forte. Appena ci saranno i meloni provala in questa insalata e poi mi dirai.

      p.s. ben detto, Silvia. Impariamo prima l'italiano, ma affrettiamoci anche ad imparare almeno l'inglese, che già di figuracce ridicole ne facciamo tante!

      Elimina
  4. Eccomiiiiiiiiiii!!!!
    Arf, arf, arfffffff!!
    No, no, non è itanglese questo eh??
    So' solo io che c'ho il fiato corto perché vado sempre de corsa! Ma 'ndo coro?? :-DDDD
    Che poi, sempre de corsa, dovrei esse n'acciuga e invece so' 'na mezza palletta che rimbalza di qua e di là...
    Vabbè, lassamo perde!!!

    Quanto a questi muffin, ma che sorpresaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!
    Bello, son contenta che li hai rifatti e ancor più che ti son piaciuti!
    Sono certa che con la farina di tipo 2 son venuti con un tocco rustico degno di nota!
    Bravo, hai ridotto di un po' la quantità di olio. Prossima volta lo faccio anche io! ;-) ;-)
    Grazie Piero!
    Tanti BAsCI! :-*


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spettacolari i tuoi maffin! :)))))

      BAsCIONI!!!

      p.s. Corri di meno, Emmettì. Ti godrai tutto di più! ;)

      Elimina
  5. Risposte
    1. Boni, eh? Sempre felice di leggerti! Un caro e affettuoso abbraccio. :)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails